formula 1

La McLaren è stufa di Ricciardo
E comincia a guardarsi attorno

Daniel Ricciardo sta deludendo. La McLaren pensava di aver fatto il miglior colpo di mercato possibile quando nel 2020, all&#...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Libere
Minì parte forte, bene Fornaroli

La sessione unica di prove libere della Formula Regional by Alpine ha aperto il fine settimana del Gran Premio di Monaco, dov...

Leggi »
formula 1

I piloti F1 all'esame di Montecarlo:
con le auto 2022 sarà ancora più duro

C'è chi la ama e chi la odia, ma Montecarlo per i piloti è comunque una sfida. Quest'anno, probabilmente, persino più...

Leggi »
formula 1

Sauber Alfa Romeo sopra le attese,
e a Monaco può anche stupire

È un bel momento per la Sauber Alfa Romeo-Ferrari, e potrebbe proseguire a Montecarlo, dove si corre già nel prossimo weekend...

Leggi »
formula 1

Progressi Mercedes evidenti,
ma Ferrari e Red Bull ancora lontane

Ha compiuto progressi la Mercedes grazie agli sviluppi portati nel GP di Spagna? La risposta è sì. Ha raggiunto il livelo di ...

Leggi »
formula 1

Il primo ko tecnico pesa,
ma questa Ferrari può rimediare

Al giro 27 del Gran Premio di Spagna per la Ferrari è cambiato tutto: il ritiro di Charles Leclerc, dovuto alla rottura di tu...

Leggi »
8 Mag [14:24]

Pau-Ville, gara 1
Girolami vince nella doppietta Honda

Michele Montesano

Non poteva iniziare meglio di così la stagione 2022 del WTCR per Honda e Münnich Motorsport. Perentoria doppietta in quel di Pau per il team tedesco, con Nestor Girolami che ha preceduto il suo compagno di squadra Esteban Guerrieri. Terzo posto per Yvan Muller, l’esperto francese è riuscito a mantenere alto il vessillo della Lynk & Co. Al rientrante Mehdi Bennani, decimo assoluto, è andata la vittoria nel WTCR Trophy.

Le anguste strade, del tracciato cittadino di Pau, non hanno consentito ai piloti di esibirsi nei classici sorpassi e sportellate che contraddistinguono da sempre le gare Turismo. Allo start il poleman Girolami ha preceduto il connazionale Guerrieri congelando di fatto le posizioni di vertice. I due argentini hanno proseguito diligentemente in fila indiana per tutto il resto dei 23 passaggi chiudendo la prima manche nell’ordine.



Alle spalle dei piloti Honda la situazione si è fatta più incandescente con Muller che si è dovuto guardare le spalle da Nathanaël Berthon. Il francese dell’Audi Comtoyou Racing per gran parte della gara ha cercato di creare una manovra di sorpasso nei confronti del connazionale. Berthon ha poi rotto gli indugi al ventesimo passaggio perdendo il punto di corda e venendo superato dalle Lynk & Co di Yann Ehrlacher, afflitto per tutta la gara da problemi di surriscaldamento, e da Ma Qing Hua, quinto al traguardo. Ne ha approfittato anche Mikel Azcona all'esordio con il team Hyundai BRC. Lo spagnolo, con una leggera sportellata, ha mandato quasi contro le barriere Berthon costretto a concludere la gara nelle retrovie.



Nonostante avesse una vettura nettamente più performante, Santiago Urrutia non è riuscito a fare meglio dal settimo posto. L’uruguaiano allo start ha perso diverse posizioni per poi recuperarle grazie alle disavventure degli avversari. Gilles Magnus ha tenuto a bada per tutta la gara Norbert Michelisz, chiudendo ottavo proprio davanti all’ungherese che scatterà dalla prima posizione nella seconda frazione. Top 10 e vittoria nel WTCR Trophy per Mehdi Bennani, il marocchino ha preceduto il suo team mate Tom Coronel.

A completare la zona punti le due Cupra Leon Competición dello Zengo Motorpsort con Rob Huff, autore del giro più veloce, e Dániel Nagy. Quattordicesima la wild card Eric Cayrolle seguito da Tiago Monteiro, protagonista di un dritto a metà gara. Non è andata meglio all’altro pilota dell’Engstler Motorpsort. Autore di un ottimo avvio, Attilla Tassi nelle ultime fasi di gara è stato speronato scivolando al penultimo posto. Non è continuato per il verso giusto il tormentato weekend di Thed Björk. Dopo l’incidente in qualifica, lo svedese già nel corso dei primi giri è rientrato mestamente ai box.

Domenica 8 maggio 2022, gara 1

1 - Néstor Girolami (Honda Civic TypeR) - Münnich - 23 giri
2 - Esteban Guerrieri (Honda Civic TypeR) - Münnich - 1"239
3 - Yvan Muller (Lynk & Co 03) - Cyan - 2"314
4 - Yann Ehrlacher (Lynk & Co 03) - Cyan - 2"991
5 - Ma Qing Hua (Lynk & Co 03) - Cyan - 6"001
6 - Mikel Azcona (Hyundai Elantra N) - BRC - 6"285
7 - Santiago Urrutia (Lynk & Co 03) - Cyan - 7"149
8 - Gilles Magnus (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 10"280
9 - Norbert Michelisz (Hyundai Elantra N) - BRC - 11"178
10 - Mehdi Bennani (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 11"634
11 - Tom Coronel (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 12"079
12 - Rob Huff (Cupra Leon Competición) - Zengő - 12"672
13 - Dániel Nagy (Cupra Leon Competición) - Zengő - 14"682
14 - Eric Cayrolle (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 30"328
15 - Tiago Monteiro (Honda Civic TypeR) - Engstler - 30"658
16 - Nathanaël Berthon (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 1'14"781
17 - Attila Tasi (Honda Civic TypeR) - Engstler - 1 giro

Giro più veloce: Rob Huff 1'22"293

Ritirati
Thed Björk (Lynk & Co 03) - Cyan

Il campionato
1.Girolami 40 punti; 2.Guerrieri 31; 3.Muller 19; 4.Ehrlacher 16; 5.Azcona 16; 6.Ma 14; 7.Urrutia 10; 8.Magnus 10; 9.Michelisz 7; 10.Berthon 7.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone