formula 1

La McLaren è stufa di Ricciardo
E comincia a guardarsi attorno

Daniel Ricciardo sta deludendo. La McLaren pensava di aver fatto il miglior colpo di mercato possibile quando nel 2020, all&#...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Libere
Minì parte forte, bene Fornaroli

La sessione unica di prove libere della Formula Regional by Alpine ha aperto il fine settimana del Gran Premio di Monaco, dov...

Leggi »
formula 1

I piloti F1 all'esame di Montecarlo:
con le auto 2022 sarà ancora più duro

C'è chi la ama e chi la odia, ma Montecarlo per i piloti è comunque una sfida. Quest'anno, probabilmente, persino più...

Leggi »
formula 1

Sauber Alfa Romeo sopra le attese,
e a Monaco può anche stupire

È un bel momento per la Sauber Alfa Romeo-Ferrari, e potrebbe proseguire a Montecarlo, dove si corre già nel prossimo weekend...

Leggi »
formula 1

Progressi Mercedes evidenti,
ma Ferrari e Red Bull ancora lontane

Ha compiuto progressi la Mercedes grazie agli sviluppi portati nel GP di Spagna? La risposta è sì. Ha raggiunto il livelo di ...

Leggi »
formula 1

Il primo ko tecnico pesa,
ma questa Ferrari può rimediare

Al giro 27 del Gran Premio di Spagna per la Ferrari è cambiato tutto: il ritiro di Charles Leclerc, dovuto alla rottura di tu...

Leggi »
7 Mag [21:09]

Pau-Ville, qualifiche
Girolami in pole, Björk a muro

Michele Montesano

Finalmente anche per il WTCR è tempo di riaccendere i motori. A fare da sfondo alla prima stagionale del Mondiale Turismo è lo storico circuito di Pau. Sulle anguste stradine, che si snodano sulla cittadina francese ai piedi dei Pirenei, a balzare in cima alla lista dei tempi sono state le Honda Civic del Münnich Motorsport. Nestor Girolami ha centrato la pole position battendo il compagno di scuderia Esteban Guerrieri. Spavento per Thed Björk che in Q2 ha perso il controllo della sua Lynk & Co sbattendo violentemente contro i guardrail.

Forte di una qualifica vissuta sempre nelle posizioni di vertice, Guerrieri è stato il primo pilota a scendere in pista nel Q3. Tuttavia l’argentino non è riuscito a imporre il suo ritmo, vedendosi scalzato dal team mate Girolami che ha siglato il riferimento in 1’19”783 ottenendo così la sua quarta pole in carriera nel WTCR. L’esperto Yvan Muller ha da recriminare un errore nell’ultimo settore che l’ha relegato in terza posizione davanti al connazionale dell’Audi Nathanaël Berthon. Quinto crono per il rientrante Ma Qing Hua alle prese con un posteriore troppo ‘nervoso’ della sua Lynk & Co.

A segnare il secondo segmento delle qualifiche è stato, suo malgrado, Björk. A 3 minuti dall’inizio del Q2 lo svedese ha tagliato la curva 12 sbattendo contro le barriere interne per poi essere scaraventato dal lato opposto. Nessuna conseguenza per Björk ma la Lynk & Co, dopo aver impattato contro il guardrail, è rimasta pesantemente danneggiata (foto sotto). La sessione è stata interrotta per circa un’ora per permettere il ripristino delle barriere e la messa in sicurezza del circuito.



Sesto, ed eliminato nel corso del Q2, Yann Ehrlacher. Afflitto da noie alla trasmissione sulla sua Lynk & Co 03 nel corso delle FP2, per il campione in carica si prevede un fine settimana in salita. Al vertice in entrambe le prove libere, Santiago Urrutia non è riuscito a concretizzare nel momento opportuno dovendosi accontentare del settimo crono. Mikel Azcona, quest’anno passato in Hyundai, è riuscito a portare la sua Elantra N all’ottavo posto battendo l’Honda griffata Engstler Motorsport di Attila Tassi. Anche Norbert Michelisz ha toccato leggermente le barriere nel corso del suo ultimo tentativo. Fortunatamente l’ungherese è riuscito a completare il giro, ottenendo il decimo posto che gli vale la partenza dal palo in gara 2 per via della griglia invertita

Come si poteva prevedere le Cupra Leon Competición dello Zengő Motorpsort non sono riuscite a superare la tagliola del Q1. Un programma ufficializzato in extremis e la mancanza di test pre-stagionali non hanno aiutato. Ciò nonostante Rob Huff, autore del tredicesimo crono, ha mancato di poco il passaggio al Q2. Oltre all’inglese a restare fuori nella prima sessione sono stati Mehdi Bennani, Tiago Monteiro e Tom Coronel rallentato da una gomma che ha stallonato nel suo giro cronometrato. Fanalino di coda l’Audi RS3 LMS della wild card Erìc Cayrolle.

Sabato 7 maggio 2022, qualifiche

1 - Néstor Girolami (Honda Civic TypeR) - Münnich - 1'19"789 (Q3)
2 - Esteban Guerrieri (Honda Civic TypeR) - Münnich - 1'19"937 (Q3)
3 - Yvan Muller (Lynk & Co 03) - Cyan - 1'20"361 (Q3)
4 - Nathanaël Berthon (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 1'20"629 (Q3)
5 - Ma Qing Hua (Lynk & Co 03) - Cyan - 1'20"901 (Q3)
6 - Yann Ehrlacher (Lynk & Co 03) - Cyan - 1'20"264 (Q2)
7 - Santiago Urrutia (Lynk & Co 03) - Cyan - 1'20"273 (Q2)
8 - Mikel Azcona (Hyundai Elantra N) - BRC - 1'20"288 (Q2)
9 - Attila Tasi (Honda Civic TypeR) - Engstler - 1'20"373 (Q2)
10 - Norbert Michelisz (Hyundai Elantra N) - BRC - 1'20"419 (Q2)
11 - Gilles Magnus (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 1'20"616 (Q2)
12 - Thed Björk (Lynk & Co 03) - Cyan - Senza tempo (Q2)
13 - Rob Huff (Cupra Leon Competición) - Zengő - 1'20"587 (Q1)
14 - Mehdi Bennani (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 1'20"707 (Q1)
15 - Tiago Monteiro (Honda Civic TypeR) - Engstler - 1'20"832 (Q1)
16 - Tom Coronel (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 1'20"885 (Q1)
17 - Dániel Nagy (Cupra Leon Competición) - Zengő - 1'21"052 (Q1)
18 - Eric Cayrolle (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 1'21"857 (Q1)

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone