Rally

Rovanperä festeggia il 1° titolo WRC
al Rallylegend fra una parata di stelle

Michele Montesano La ventesima edizione del Rallylegend vedrà le più grandi stelle del traverso dare spettacolo sulle strade...

Leggi »
formula 1

Suzuka - Libere 2
Piove sempre, Mercedes davanti

Piove sempre a Suzuka. Il secondo turno libero ha rispecchiato il meteo della prima sessione, ma ci sono stati alcuni cambiam...

Leggi »
formula 1

Atteso per sabato l'annuncio
Alpine dell'ingaggio di Gasly

E alla fine sarà Pierre Gasly il sostituto di Fernando Alonso nel team Alpine 2023. Tutto come era stato previsto nelle scors...

Leggi »
formula 1

Suzuka - Libere 1
Alonso comanda con la pioggia

Torna la F1 in Giappone e il primo impatto sulla bellissima pista di Suzuka, seconda soltanto a quella belga di Spa, è compli...

Leggi »
Rally

Hyundai e Solberg si separano
Quale sarà il futuro del team coreano?

Michele Montesano Cambio di rotta in casa Hyundai Motorsport nel WRC. Il team coreano ha deciso di non rinnovare il contrat...

Leggi »
formula 1

Il caso budget cap - Hamilton:
"Red Bull aveva sempre aggiornamenti..."

In attesa di conoscere l'esito della FIA riguardo la documentazione 2021 relativa al budget cap consegnata entro lo scors...

Leggi »
26 Mag [20:43]

Prove Pirelli-Ferrari a Le Castellet,
308 giri con le gomme rain da 18"

Jacopo Rubino

Test completati a Le Castellet per Ferrari e Pirelli: subito dopo il Gran Premio di Monaco, la squadra di Maranello è tornata in pista nelle giornate di martedì 25 e mercoledì 26 maggio per i collaudi delle gomme 2022 di Formula 1, questa volta intermedie e da bagnato. Erano le prove che nei programmi avrebbe dovuto effettuare la Mercedes, prima di chiamarsi fuori quasi in extremis per questioni legate al budget cap.

La Ferrari, contenta di subentrare e di avere un'ulteriore occasione per scoprire i pneumatici da 18 pollici, ha schierato i suoi titolari Charles Leclerc e Carlos Sainz, come accaduto nelle precedenti sessioni di cui è stata incaricata a Jerez e Sakhir. La vettura utilizzata è stata ancora la SF90 del 2019, adattata a livello di aerodinamica e sospensioni.

Il tracciato del Paul Ricard è stato irrigato artificialmente: in mattinata per montare le coperture intermedie, mentre al pomeriggio, aumentando la quantità d'acqua sull'asfalto, sono state messe a punto le Cinturato in versione full wet. Martedì è stato all'opera Leclerc, tornato subito all'opera dopo la delusione nella gara di casa, coprendo 83 giri su intermedie e 58 con i pneumatici da bagnato estremo. Oggi è stato il compagno di scuderia Sainz a completare il lavoro, con 75 giri su specifica intermedia e ben 92 con full wet. In totale la Pirelli ha quindi accumulato un totale di 308 passaggi, pari a circa 1800 km.

L'azienda italiana avrà altre due giornate dedicate alle gomme da bagnato, le ultime nel calendario stilato: quelle del 15 e 16 settembre a Magny-Cours, con l'Alpine quale team designato. Il 6 e 7 luglio a Spielberg, invece, toccherà all'AlphaTauri riprendere il lavoro avviato sulle slick: con la struttura dei pneumatici ormai già deliberata, l'attenzione della Pirelli è indirizzata sulla definizione delle mescole.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone