8 Set [9:54]

Reprimenda a Hulkenberg, Sainz, Stroll
Il verdetto dei commissari lascia perplessi

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Da Monza - Alessandro Bucci - Photo4

Il collegio dei commissari sporivi, riunitosi nel tardo pomeriggio di sabato 7 settembre 2019, dopo aver visionato accuratamente le immagini relative agli istanti del finale in Q3 valutando la condotta dei nove piloti in pista, ha chiamato a colloquio per un confronto Nico Hulkenberg (Renault), Carlos Sainz Jr (McLaren-Renault) e Lance Stroll (Racing Point-Mercedes).

I tre piloti se la sono cavata con una reprimenda per aver rallentato troppo nel giro di uscita dalla corsia box in preparazione al tentativo cronometrato poi non realizzato. Sebbene i tre convocati non siano i soli concorrenti ad aver rallentato troppo nelle suddette fasi, i commissari hanno convenuto che Hulkenberg, Sainz e Stroll siano stati i piloti maggiormente determinanti nella situazione di 'tappo' che si è verificata nel finale, con solamente due piloti a tagliare il traguardo in tempo utile per un secondo e ultimo tentativo (Lando Norris della McLaren-Renault e Charles Leclerc della Ferrari).

La decisione presa dagli steward lascia perplessi perché un metro decisamente differente è stato applicato in F3 dove, ben 17 piloti (su oltre 20 il cui comportamento è stato analizzato), sono stati penalizzati in griglia di partenza per gara 1 onde aver rallentato troppo in qualifica.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone