F.4 Italia

Il ritratto del campione Minì, primo
italiano a imporsi nella F4 nazionale

Mattia Tremolada

Ci sono volute sette stagioni per vedere finalmente un pilota tricolore aggiu...

Leggi »
Mondiale Rally

Niente ritiro per Ogier:
resta in Toyota per il WRC 2021

Jacopo Rubino

Il ritiro può attendere: Sebastien Ogier ha deciso di proseguire almeno per un altro anno ...

Leggi »
7 Set [19:32]

Termina lo spettacolo
sul circuito di Digione

La terza e ultima giornata del primo appuntamento dell'Ultimate Cup Series ha visto scendere in pista sul circuito di Digione le vetture delle classi LMP3, CN e GT Endurance. Queste categorie hanno animato il tracciato con due gare di quattro ore.

Challenge Proto & Challenge CN, gara: il Team Virage vince con la Ligier JS P320
Per il primo appuntamento della stagione, il Challenge Proto e il Challenge CN hanno corso insieme. È stata la prima occasione di vedere in pista la nuova generazione di LMP3, così come i nuovi Proto Evo CN nell'Ultimate Cup Series.



In virtù della pole position fatta segnare il giorno prima, Miguel Cristovao è partito dalla prima posizione della griglia con la Ligier JS P320 #88 del Team Virage, affiancato da Maurice Smith del Cool Racing sulla Ligier #69. I due hanno dato vita ad una bella battaglia al via, con il pilota di Cool Racing capace di prendere la vetta alla prima curva. Al termine del primo passaggio Smith è primo, seguito da vicino da Cristovao. La pressione del pilota portoghese da i suoi frutti al nono giro di gara, quando cambia il leader. Le due Ligier JS P320 rimangono al comando fino alla prima neutralizzazione, quando entrambe le squadre richiamano ai box le proprie vetture. La Duqueine D08 #73/TS Corse e la Norma M20 FC #72/ANS Motorsport (CN), fermandosi più tardi, si avvantaggiano della situazione portandosi al comando. Pietro Peccenini, sulla Duqueine LMP3, precede Nicolas Schatz sulla Norma CN. Il pilota italiano deve però cedere il passo al francese, ma dopo il valzer dei pit stop, l'equipaggio della Ligier #88 riprende il comando della gara nel corso della terza ora.

Miguel Cristovao, Julian Wagg, Alessandro Ghiretti e il Team Virage vincono la prima gara del Challenge Proto, al debutto con la nuova Ligier JS P320 nell'Ultimate Cup Series. Il giro più veloce fatto segnare da Alessandro Ghiretti è impressionante per un pilota al debutto sugli sport. Stéphane Panepinto, assieme ad Antoine e Lionel Robert hanno difeso la seconda piazza da Cool Racing, salendo sul podio con la  Duqueine D08 di DB Autosport. Matt Bell e Maurice Smith hanno chiuso terzi con la Ligier JS P320 #69. Nella categoria CN AT, Nicolas Schatz e Alexandre Yvon hanno dominato la corsa percorrendo 158 dei 168 giri di gara in testa. La coppia della Norma M20 FC #72 ha chiuso quarta assoluta sull'altra Norma M20 FC #57/EGA Racing. Sfortunatamente, i nuovi Proto Evo CN hanno incontrato diversi problemi che non gli hanno permesso di terminare la corsa.



Challenge GT Endurance, gara: AB Sport Auto vince in volata con la Renault R.S. 01
17 auto hanno preso il via della corsa del GT Endurance Challenge GT, raggruppati nelle categorie UGTFREE, UGT, UGTX, UT e UGTC. Per quest'ultima classe, UGTC, la gara è terminata dopo tre ore, mentre le altre hanno proseguito fino al termine delle quattro ore.

In realtà, questa 4 ore Endurance GT è durata dieci minuti in meno del previsto, essendo stata interrotta prima della fine. Infatti, in seguito ad un problema tecnico, una vettura ha sparso olio per centinaia di metri. Nonostante l'intervento del personale, la pista è rimasta molto pericolosa e prima della neutralizzazione, il leader Eric Cayrolle, alla guida della Renault R.S. 01 #45 di AB Sport Auto, è scivolato sull'olio, finendo fuori strada. Da quel momento è entrata in azione la safety car, con oltre trenta minuti al termine della corsa e il tanto atteso sorpasso da parte della Ferrari 488 GT3 #1/Visiom non ha avuto luogo.

La Ferrari era partita dalla pole position, disputando un'ottima corsa grazie a Thierry Perrier, Jean-Paul Pagny e Jean-Bernard Bouvet. Quest'ultimo ha fatto segnare il giro più veloce in 1'16"991, ma la vittoria è andata a Franck Thybaud, Lucien Crapiz e Eric Cayrolle sulla Renault di AB Sport Auto. Il podio assoluto è stato completato dalla Lamborghini Huracan GT3 #666 vincitrice nella categoria UGT. Una grande prestazione da parte del team ABM e dell'equipaggio formato da Simon Escallier, Stéphane Louard e Milan Petelet. Ogni volta che impugna il volante, Julien Gerbi, team manager del Team Virage, sale sul gradino più alto del podio. Dopo aver vinto a Valencia nel 2019, Gerbi ha portato al successo l'Aston Martin Vantage #55/Team Virage in classe UGTX, coadiuvato da Javier Coban e Stéphane Alder.



Nella categoria UGTC, la cui gara è finita dopo tre ore, il successo è andato alla Porsche 911 GT3 Cup #71/Martinet by Alméras, guidata alla perfezione da Pierre Martinet, Victor Weyrich e Gérard Tremblay. Il campione Mitjet della Ultimate Cup Series 2019, Victor Weyrich wè stato velocissimo, rappresentando il punto di riferimento della categoria. I vincitori hanno chiuso davanti all'equipaggio russo della Ligier JS2R #145 schierata da MV2S Racing per Victor Shaytar e Mikhaïl Makarovskii. Il podio è stato completato da un'altra Ligier JS2 R, la #74 del Cool Racing.

L'ultima giornata è anche l'occasione di tirare le conclusioni e i risultati del primo evento stagionale, molto soddisfacente con oltre 90 auto in pista nonostante la delicata situazione sanitaria ed economica. Ora lo sguardo è volto al prossimo appuntamento di Magny-Cours, in programma dal 24 al 27 settembre.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone