formula 1

Il test Ferrari a Fiorano
Sainz e Leclerc, un buon allenamento

La Ferrari ha concluso ieri la seconda giornata di test sul circuito di Fiorano, prove svolte con la SF71H del 2018.  Ad...

Leggi »
Rally

Sandro Munari è tornato a casa
Il ‘Drago’ ha sconfitto una polmonite

Michele Montesano Dopo aver lasciato tutto il mondo dei motori in apprensione e con il fiato sospeso, Sandro Munari ci ha r...

Leggi »
FIA Formula 3

Francesco Pizzi debutta
in Formula 3 con Charouz

Francesco Pizzi farà il proprio debutto nel FIA Formula 3 con il team Charouz nel 2022. Il 17enne di Frascati al momento è l’...

Leggi »
formula 1

Singapore rinnova con la F1,
in calendario fino al 2028

Il Gran Premio di Singapore sarà nel calendario di Formula 1 fino al 2028: è ufficiale il rinnovo dell'accordo fra Libert...

Leggi »
formula 1

La FIA boccia i test Ferrari SF21
Cambia poco, si girerà con la SF71H

Come vogliamo chiamarlo? Disguido? Mancanza di comunicazione? Leggerezza? Distrazione? La Ferrari aveva fatto sapere al mond...

Leggi »
formula 1

Gasly si allena a Imola
con l'Alpha Tauri 2020

Giornata di riscaldamento, si fa per dire considerando i 2-3 gradi di temperatura, per l'Alpha Tauri. Sul circuito di Imo...

Leggi »
30 Nov [17:19]

Test a Valencia - 2° giorno
Mercedes al comando con Vandoorne

Jacopo Rubino

Due Mercedes davanti a tutti. Quella ufficiale di Stoffel Vandoorne, e quella della scuderia clienti Venturi con Edoardo Mortara. Si è chiuso così il secondo giorno di test della Formula E a Valencia, con il belga ex F1 che ha siglato il miglior tempo di 1'26"045 precedendo di appena 44 millesimi l'italo-svizzero, salito alle sue spalle nell'ultimo giro lanciato. Ma nel turno pomeridiano ha davvero regnato l'equilibrio, con 17 macchine (compresa la Dragon Penske del nostro Antonio Giovinazzi) nello spazio di appena 1" in modalità qualifica, ora con potenza di 250 kW rispetto ai precedenti 235.

La sessione del mattino, ha invece visto svettare Antonio Felix da Costa in 1'26"769 con la vettura DS Techeetah, di un soffio davanti all'Audi in livrea Envision di Nick Cassidy. Ma la prima metà di giornata è stata interessante soprattutto per la gara simulata, una piccola "tradizione" nel precampionato della serie elettrica, che consente ai commissari di verificare varie procedure, come quella di safety-car chiamata a tavolino, e alle squadre di valutare il grado di affidabilità dei propri pacchetti. Al momento comunque elevato, visto che le unità motrici rimangono le stesse omologate durante il Mondiale 2021. L'unica bandiera rossa odierna è stata infatti causata da un testacoda di Jean-Eric Vergne.

La corsa è stata "vinta", usando le virgolette, dal campione in carica Nyck De Vries proprio con la Mercedes, precedendo le auto gemelle di Mortara, Vandoorne e Lucas Di Grassi, nuovo alfiere Venturi. Altri team hanno deciso di non completare la distanza, forse per tenere un po' coperte le carte.



Nel pomeriggio, Vandoorne ha messo tutti dietro a livello di prestazione secca, come detto seguito dal nostro Mortara. Ma anche Jake Dennis del team Andretti (sempre motorizzato BMW) è in scia, a 55 millesimi dalla vetta. Quarto crono per l'iridato De Vries, quinto per l'ex F1 Pascal Wehrlein con la Porsche, sesto per Mitch Evans con la prima Jaguar. Ottavo con la Mahindra l'inglese Oliver Rowland, uno dei piloti che hanno cambiato casacca, mentre il rookie americano Oliver Askew ha chiuso decimo.

Progressi da Giovinazzi, 17esimo, che ha proseguito l'ambientamento con la categoria elettrica. Il pugliese non ci sarà però giovedì, nella giornata conclusiva di prove: volerà infatti in Arabia Saudita per disputare il Gran Premio di Formula 1 con l'Alfa Romeo. Mancherà all'appello anche Dan Ticktum, nuovo portacolori NIO che a Jeddah correrà in F2: lo sostituirà quindi Adam Caroll, riserva della compagine cinese. Con Envision, oggi ha guidato la tester Alice Powell, vicecampionessa 2021 della W Series, subentrando provvisoriamente a Robin Frijns che era stato il più rapido di ieri.

Tanti gli avvertimenti per i track limits, e chi ha esagerato è stato punito con 5 minuti di stop ai box, o a volte addirittura 15 come accaduto a Di Grassi e allo stesso Ticktum. Domani sarà giorno di pausa, dedicato ad attività per i media.

Martedì 30 novembre 2021, 2° giorno (mattino)

1 - Antonio Felix da Costa (DS) - DS Techeetah - 1'26"769 - 32 giri
2 - Nick Cassidy (Audi) - Envision - 1'26"776 - 46
3 - Jake Dennis (BMW) - Andretti - 1'26"816 - 44
4 - Oliver Rowland (Mahindra) - Mahindra - 1'26"849 - 42
5 - Nyck De Vries (Mercedes) - Mercedes - 1'26"921 - 50
6 - Mitch Evans (Jaguar) - Jaguar - 1'27"011 - 43
7 - Sam Bird (Jaguar) - Jaguar - 1'27"138 - 44
8 - Oliver Turvey (NIO) - NIO - 1'27"347 - 48
9 - Stoffel Vandoorne (Mercedes) - Mercedes - 1'27"386 - 49
10 - Alexander Sims (Mahindra) - Mahindra - 1'27"855 - 47
11 - Oliver Askew (BMW) - Andretti - 1'28"203 - 47
12 - André Lotterer (Porsche) - Porsche - 1'28"769 - 38
13 - Pascal Wehrlein (Porsche) - Porsche - 1'28"903 - 48
14 - Edoardo Mortara (Mercedes) - Venturi - 1'29"142 - 49
15 - Antonio Giovinazzi (Penske) - Dragon - 1'29"281 - 51
16 - Lucas Di Grassi (Mercedes) - Venturi - 1'29"333 - 46
17 - Jean-Eric Vergne (DS) - DS Techeetah - 1'29"392 - 37
18 - Sebastien Buemi (Nissan) - Nissan e.dams - 1'30"240 - 48
19 - Sergio Sette Camara (Penske) - Dragon - 1'30"319 - 46
20 - Maximilian Gunther (Nissan) - Nissan e.dams - 1'30"335 - 50
21 - Alice Powell (Audi) - Envision - 1'31"432 - 42
22 - Dan Ticktum (NIO) - NIO - 1'31"883 - 43

Martedì 30 novembre 2021, 2° giorno (pomeriggio)

1 - Stoffel Vandoorne (Mercedes) - Mercedes - 1'26"045 - 38 giri
2 - Edoardo Mortara (Mercedes) - Venturi - 1'26"089 - 39
3 - Jake Dennis (BMW) - Andretti - 1'26"100 - 33
4 - Nyck De Vries (Mercedes) - Mercedes - 1'26"159 - 38
5 - Pascal Wehrlein (Porsche) - Porsche - 1'26"176 - 37
6 - Mitch Evans (Jaguar) - Jaguar - 1'26"302 - 43
7 - Lucas Di Grassi (Mercedes) - Venturi - 1'26"342 - 38
8 - Oliver Rowland (Mahindra) - Mahindra - 1'26"363 - 43
9 - Alexander Sims (Mahindra) - Mahindra - 1'26"456 - 47
10 - André Lotterer (Porsche) - Porsche - 1'26"481 - 36
11 - Oliver Askew (BMW) - Andretti - 1'26"562 - 26
12 - Sergio Sette Camara (Penske) - Dragon - 1'26"577 - 40
13 - Sebastien Buemi (Nissan) - Nissan e"dams - 1'26"634 - 24
14 - Sam Bird (Jaguar) - Jaguar - 1'26"673 - 44
15 - Nick Cassidy (Audi) - Envision - 1'26"710 - 25
16 - Maximilian Gunther (Nissan) - Nissan e"dams - 1'26"817 - 25
17 - Antonio Giovinazzi (Penske) - Dragon - 1'26"894 - 40
18 - Oliver Turvey (NIO) - NIO - 1'27"138 - 34
19 - Dan Ticktum (NIO) - NIO - 1'28"791 - 33
20 - Jean-Eric Vergne (DS) - DS Techeetah - 1'29"141 - 47
21 - Alice Powell (Audi) - Envision Racing - 1'29"724 - 36
22 - Antonio Felix da Costa (DS) - DS Techeetah - 1'30"488 - 52

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone