7 Gen [18:55]

Ufficiale: Binotto team principal Ferrari,
ma manterrà anche la guida tecnica

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Dopo la "bomba" lanciata questa mattina dalla Gazzetta dello Sport, si attendeva l'ufficialità: nel pomeriggio di oggi la Ferrari ha confermato la nomina di Mattia Binotto a team principal e l'uscita di scena di Maurizio Arrivabene, a capo della squadra nelle ultime quattro stagioni.

"La decisone è stata presa di comune accordo con i vertici dell’azienda dopo una profonda riflessione in relazione alle esigenze personali di Maurizio e a quelle della Scuderia", si legge nel comunicato diffuso da Maranello. "A Maurizio vanno i ringraziamenti da parte di tutta la Ferrari per il lavoro svolto e per aver contributo a riportare la squadra a livelli estremamente competitivi. A lui vanno migliori auguri per il suo futuro e le prossime sfide professionali".

Nei mesi scorsi, per il manager bresciano ex Philip Morris, si era parlato di un possibile incarico alla Juventus, dove fa già parte del consiglio di amministrazione. La voce torna adesso di attualità, con Arrivabene che resterebbe perciò nell'orbita della famiglia Agnelli, proprietaria del club bianconero così come del gruppo FCA e della Rossa.

In ottica Ferrari, è significativo come venga sottolineato che a Binotto "continueranno a rispondere tutte le funzioni tecniche", seppur sia facile immaginare una ridistribuzione dei compiti: ad esempio, dando più responsabilità a Enrico Cardile, responsabile dell'aerodinamica, e Corrado Iotti, responsabile dei propulsori. Proprio questo ruolo è stato quello ricoperto da Binotto fino a metà 2016, quando venne promosso a dt dopo l'addio di James Allison: per il 49enne ingegnere nato a Losanna si corona adesso la scalata al vertice del team, dove è approdato nel 1995.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone