formula 1

Doppietta con pasticcio per la McLaren
Hamilton che grinta, Verstappen infantile

La prima vittoria in F1 di Oscar PIastri è arrivata dopo un anno e mezzo di presenza nel Mondiale, 35 Gran Premi. Terzo e sec...

Leggi »
formula 1

Budapest - La cronaca
Piastri e Norris, dominio con polemica

Ultimo giro - Piastri vince il suo primo GP di F1, secondo Norris ed è doppietta McLaren. Bella gara di Hamilton terzo con la...

Leggi »
Formula E

Londra – Gara 2
Wehrlein campione, disfatta Jaguar

Michele Montesano Non poteva esserci finale più avvincente. La decima stagione di Formula E si è decisa negli ultimi giri del...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet – Gara 3
Nakamura-Berta vince di strategia

1 – Kean Nakamura-Berta – Prema – 13 giri in 32’35”5972 – Gustav Jonsson – Van Amersfoort – 0”8703 – Tomass Stolcermanis – Pr...

Leggi »
Regional by Alpine

Le Castellet - Gara 2
Giusti domina sul bagnato

Con una splendida prova di forza su asfalto bagnato, Alessandro Giusti è riuscito a ripetere sul circuito Paul Ricard di Le C...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Finale
Rovanperä 1°, a Tänak il Super Sunday

Michele Montesano Ancora una doppietta Toyota, ancora una vittoria da parte di Kalle Rovanperä. Conquistando il Rally di Lett...

Leggi »
17 Giu [11:55]

Uno storico accordo televisivo
Tutte le gare in chiaro per crescere

Marco Cortesi
L'IndyCar è entrata nel 2025 con la sua notizia più importante, l'arrivo di un nuovo contratto televisivo che porta il miglior pacchetto dai tempi del pre-divisione tra CART e IRL. A trasmettere tutte le gare sarà FOX TV, e lo farà sulla sua rete ammiraglia, in chiaro, per tutte le tappe del calendario. Inoltre, i canali via cavo FS1 e FS2, sempre del gruppo, mostreranno in diretta prove libere e qualifica. 

Attualmente, la serie è su NBC, ma sette delle gare sono mostrate solo via cavo o con abbonamenti premium. Ci si attende anche un'incrementata presenza di contenuti sull'app dell'IndyCar. 

La produzione tecnica dovrebbe essere curata in collaborazione con la prorpietà campionato, mentre è possibile che i telecronisti principali rimangano Leigh Diffey e James Hinchcliffe, molto quotati nel motorsport USA.

Insieme al contratto è stato annunciato il calendario, che presenta variazioni di date rispetto a quello abituale, forse anche per adattarsi alle necessità della rete e alle concomitanze coi principali sport di squadra.

La notizia è fondamentale perché permetterà alla serie, che ancora è penalizzata d ascolti molto bassi, di crescere tra il pubblico generalista. Interessante notare che la scelta è opposta a quella della NASCAR, che ha optato per uno spezzatino tra diversi canali e piattaforme, per massimizzare gli introiti e ridistribuirli ai team.

La principale problematica è la concomitanza con Le Mans, che impatterà sui programmi di diversi piloti. Altre novità sono il fatto che l'evento speciale al Thermal Club, evento nello sperduto circuito della Coachella Valley, diventerà a tutti gli effetti valido per il campionato. A fargli posto, una delle due gare di quest'anno a Milwaukee. 

Come nel 2024, la stagione sarà chiusa da due ovali, Milwaukee e Nashville, mentre Gateway è stato spostato al 15 giugno, prima di Road America.

Il calendario IndyCar 2024

2 marzo - St.Petersburg
23 marzo - Thermal
13 aprile - Long Beach
4 maggio - Barber
10 maggio - Indy Road
25 maggio - Indy 500
1 giugno - Detroit
15 giugno - Gateway
22 giugno - Road America
6 luglio - Mid-Ohio
12 luglio - Iowa 1
13 luglio - Iowa 2
20 luglio - Toronto
27 luglio - Laguna Seca
10 agosto - Portland
24 agosto - Milwaukee
31 agosto - Nashville