formula 1

Dosare le risorse fra 2021 e 2022:
il dilemma di Red Bull e Mercedes

Da un lato c'è da preparare la rivoluzione tecnica 2022, ormai dietro l'angolo, dall'altro c'è il presente, c...

Leggi »
formula 1

Primo GP di casa per l'Alpine,
che deve crescere sul passo-gara

Si avvicina il Gran Premio di Francia, quello di casa per l'Alpine, il marchio scelto dal gruppo Renault per identificare...

Leggi »
indycar

Detroit - Gara 2
Vittoria-spettacolo di O'Ward

Successo e leadership del campionato di un punto per Pato O’Ward nel secondo appuntamento del fine settimana IndyCar a Detroi...

Leggi »
World Endurance

Portimao - Gara
Doppietta per Toyota, Jota e Ferrari

Michele Montesano Non poteva esserci miglior modo per festeggiare la 100ª gara fra i prototipi nel Mondiale Endurance per la...

Leggi »
indycar

Detroit 1 - Gara
Prima vittoria di Ericsson

Marcus Ericsson ha conquistato a Detroit la sua prima vittoria in IndyCar per il team Ganassi. Il pilota svedese, che si è tr...

Leggi »
indycar

Bandiera rossa a Detroit
Brutto incidente per Felix Rosenqvist

Brutto incidente per Felix Rosenqvist nella prima gara del weekend IndyCar di Detroit. Il pilota svedese è finito dritto nell...

Leggi »
25 Apr [15:16]

Valencia - Gara 2
Dennis perfetto, prima vittoria

Jacopo Rubino

Nella pole-position di questa mattina c'era un pizzico di fortuna, ma Jake Dennis ha reso onore alla grande occasione ricevuta: a Valencia il pilota BMW ha conquistato gara 2 della Formula E con una prova quasi impeccabile, viaggiando in testa dall'inizio alla fine. Solo al penultimo giro il britannico ha dovuto rallentare un po', per evitare di esaurire in anticipo l'energia, ma ha saputo mantenere il sangue freddo e nella volata ha potuto di nuovo spingere al massimo. Per il rookie Dennis è la prima vittoria nella serie elettrica, la numero 5 invece per la BMW, che ha già deciso di salutare al termine di questa stagione.

L'E-Prix odierno, con il meteo tornato sereno e senza safety-car, si è svolto in modo lineare: la gestione della batteria è stata ancora un punto chiave, ma non si è certo ripetuto l'assurdo finale di ieri. Tutto sommato, si può dire che la Formula E non abbia sfigurato al cospetto di un circuito permanente come il "Ricardo Tormo".

Il gruppo è stato molto quieto per la prima decina di giri, per sfruttare le scie e risparmiare carica, fino all'attivazione degli Attack Mode: da quel momento la lotta si è fatta più intensa. Dennis è sempre rimasto in vetta, ma alle sue spalle ha perso terreno il suo principale inseguitore Alex Lynn, mandato lungo alla frenata di curva 9 da una toccata di Norman Nato, secondo al traguardo ma penalizzato di 5" dai commissari.

La piazza d'onore è andata così nelle mani di Andrè Lotterer, stavolta preciso e convincente dopo qualche pasticcio di troppo. L'alfiere Porsche rompe il tabù dei 0 punti nel Mondiale e festeggia un podio importantissimo. Sul terzo gradino è salito Lynn, che era scivolato settimo ma è stato bravo a recuperare, lasciandosi alle spalle Oliver Rowland (4°) e René Rast (6°). Anche il portacolori Audi è stato autore di un bella prova partendo da metà schieramento. In mezzo a loro, Nato è stato classificato quinto.

Unico ritirato Stoffel Vandoorne, che per risalire dalle retrovie ha tentato un sorpasso troppo azzardato su Sebastien Buemi all'interno di curva 9, piega secca allestita per questo weekend. Non c'era spazio e il belga, stretto dallo svizzero (incolpevole) ha urtato la barriera danneggiando la sospensione anteriore destra della sua Mercedes. Poco male, perché questa domenica è un nulla di fatto per tutti i big della graduatoria iridata: sono comunque rimasti a secco anche il leader Nyck De Vries (16°), Sam Bird (14°), Mitch Evans (15°) e Robin Frijns (19°), tutti puniti dalle condizioni dell'asfalto in qualifica.

Un uso improprio dell'Attack Mode è costato un drive-through ad Antonio Felix da Costa, rendendo la sua trasferta valenciana una completa delusione. Per la DS Techeetah ha raccolto qualche punto Jean-Eric Vergne, settimo, precedendo la NIO di Oliver Turvey, il nostro Edoardo Mortara e Lucas Di Grassi.

Domenica 25 aprile 2021, gara 2

1 - Jake Dennis (BMW) - BMW Andretti - 30 giri 46'32"002
2 - André Lotterer (Porsche) - Porsche - 1"483
3 - Alex Lynn (Mahindra) - Mahinda - 2"428
4 - Oliver Rowland (Nissan) - Nissan e.dams - 2"870
5 - Norman Nato (Mercedes) - Venturi - 5"811
6 - René Rast (Audi) - Audi Abt - 8"122
7 - Jean - Eric Vergne (DS) - DS Techeetah - 8"782
8 - Oliver Turvey (NIO) - NIO - 11"292
9 - Edoardo Mortara (Mercedes) - Venturi - 12"014
10 - Lucas Di Grassi (Audi) - Audi Abt - 12"405
11 - Sébastien Buemi (Nissan) - Nissan e.dams - 13"295
12 - Maximilian Günther (BMW) - BMW Andretti - 13"594
13 - Nick Cassidy (Audi) - Jaguar - 14"329
14 - Sam Bird (Jaguar) - Jaguar - 15"151
15 - Mitch Evans (Jaguar) - Jaguar - 17"213
16 - Nyck de Vries (Mercedes) - NIO - 18"444
17 - Tom Blomqvist (NIO) - NIO - 18"885
18 - Pascal Wehrlein (Porsche) - Virgin - 19"274
19 - Robin Frijns (Audi) - Virgin - 19"756
20 - Nico Muller (Penske) - Dragon - 21"069
21 - Sérgio Sette Camara (Penske) - Dragon - 32"079
22 - António Félix da Costa (DS) - DS Techeetah - 59"698
23 - Alexander Sims (Mahindra) - Mahinda - 1'04"277

Giro più veloce: Alexander Sims 1'30"081

Ritirati
21° giro - Stoffel Vandoorne

Il campionato
1.De Vries 57 punti; 2.Vandoorne 48; 3.Bird 43; 4.Frijns 43; 5.Evans 39; 6.Rast 39; 7.Vergne 33; 8.Dennis 33; 9.Mortara 32; 10.Wehrlein 32

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone