formula 1

Ben Sulayem investigato per
l'esito del GP di Jeddah 2023

Non c'è che dire, se i risultati in pista dei Gran Premi di F1 sono quanto meno scontati per via del dominio Red Bull, il...

Leggi »
World Endurance

Il BoP un male inevitabile nel WEC
purché usato nella giusta maniera

Michele Montesano - XPB Images Come prevedibile, a conclusione della 1812 km del Qatar si è tornato a parlare di BoP. Al di ...

Leggi »
formula 1

McLaren sotto le aspettative
Attesi importanti sviluppi

Massimo Costa - XPB Images La stagione 2023 per la McLaren si era conclusa in maniera brillantissima, con una seconda parte d...

Leggi »
World Endurance

Peugeot: oltre il danno la beffa
Squalificati Vergne-Müller-Jensen

Michele Montesano Dalla gioia di un podio tanto inseguito e finalmente alla portata, all’amara delusione della squalifica. C...

Leggi »
formula 1

Jos Verstappen attacca Horner
e terremota il team Red Bull

Chi ci legge da anni, conosce il nostro pensiero su Jos Verstappen, padre del pilota Max Verstappen. Un personaggio sempre&nb...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
25 Gen [14:57]

Verso l'IndyCar 2024
Andretti e McLaren, tutto per tutto

Marco CortesiQuando si parla di IndyCar, Andretti e McLaren sono su estremi diversi. La squadra diretta da Zak Brown è l'ultimo top-team arrivato, mentre Andretti è uno dei nomi più storici della serie. Tuttavia, la situazione che affrontano a inizio 2024 non è troppo diversa. Entrambe hanno fatto grandi investimenti, e sono sicure di avere in mano tutto quello che serve per puntare al vertice, ma nell'ultima stagione hanno faticato nel più classico dei "mettere tutto insieme". 

In McLaren non si sta badando a spese per portare a casa talenti anche dal punto di vista tecnico, tanto da creare qualche malumore nelle altre scuderie. Lato piloti, per il 2024 si è incassata la rinuncia di Alex Palou, rimasto in Ganassi, ma Pato O'Ward e Alexander Rossi sono visti come possibili contendenti al titolo. In più, in extremis è arrivato David Malukas, che potrebbe anche rappresentare una sorpresa. 

P‍er Indianapolis ci sarà poi il bel bonus di Kyle Larson, campione tra i più apprezzati della NASCAR, che arriverà da rookie ma con idee di conquista. Finora, dovunque è andato è stato estremamente competitivo, dall'asfalto allo sterrato...

Andretti riduce a tre
Anche in Andretti ci sono novità, in positivo e negativo. Con la perdita di un posto nella distribuzione dei guadagni dell'IndyCar, con la vettura di Devlin DeFrancesco, la squadra ha dovuto ridurre le proprie macchine da quattro a tre. Al volante ci sarà però il nuovo arrivato Marcus Ericsson, che finalmente sarà un vero professionista... senza budget. Lo svedese ha vinto almeno una gara in ciascuna delle ultime tre stagioni con Ganassi.

I suoi risultati potrebbero essere la cartina di tornasole di tutta la scuderia. Confermato Kyle Kirkwood, unico a riuscire a vincere delle gare nel 2023, così come Colton Herta. A 23 anni, Herta è ancora giovanissimo, ma dopo due decimi posti in campionato, e senza vittorie lo scorso anno, ha bisogno di un break positivo.

Con lo sbarco possibile di Andretti in Formula 1, sia Kirkwood che Herta sono poi tra i papabili per un sedile, ma entrambi hanno bisogno di tanti punti superlicenza perché non potranno più beneficiare della deroga per la pandemia. Non ci sono molte alternative alla vittoria del titolo.