1 Feb [20:16]

WSK Super Master Series ad Adria
Ferrari leader nella qualifica Junior

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Va in scena ad Adria il primo appuntamento della WSK Super Master Series con 186 piloti presenti alle verifiche. New entry, nei quartieri alti delle classifiche, è Sebastian Ogaard (Tony Kart-Vortex-Bridgestone). In un clima decisamente più invernale rispetto a quello dell’appuntamento WSK di domenica scorsa a Adria, il danese ha centrato il miglior tempo nelle prove della classe OK, segnando 1’03”229. Alle sue spalle si sono piazzati il russo Aleksey Sizov (Tony Kart-TM) e lo scozzese Dexter Patterson (KR-Iame).

Molto indietro ha concluso il vincitore della WSK Champions Cup di domenica scorsa, il britannico Taylor Barnard (KR-Iame), il quale si ritrova subito impegnato in un importante recupero. In OK Junior è il bergamasco Paolo Ferrari (Righetti Ridolfi-TM-Vega) ad aver girato più forte di tutti, imponendosi con il tempo di 1’04”948 sul russo Nikita Bedrin (Tony Kart-Vortex) e sul polacco Tymoteusz Kucharczyk (Parolin-TM). In 60 Mini, conferma la sua competitività il britannico Coskun Irfan (Parolin-TM-Vega), il più veloce con il tempo di 1’09”954, davanti al campano Manuel Scognamiglio (Tony Kart-TM) e al russo Maksimilian Popov (Parolin-TM).

Nelle gare di qualifica, successive allo svolgimento delle prove, ha fatto partire subito il suo attacco l’olandese Dilano Van T’Hoff (Exprit-TM), vincitore della manche d’avvio in OK davanti allo svedese Dino Beganovich (Tony-Vortex). Uguale scatto l’ha dimostrato il russo Kirill Smal, che ha battuto nella successiva gara il francese Sami Meguetounif (entrambi su Tony-Vortex).

In OKJ anche Kucharczyk è partito bene, vincendo la prima manche sull’olandese Robert De Haan (Energy-TM). Bene anche lo spagnolo Joseph Martì (Tony-Vortex), che si è imposto nella seconda gara sul bolognese Andrea Kimi Antonelli (KR-Iame).

Alla vittoria in 60 Mini il britannico William Macintyre (Tony-Vortex) si è imposto su Irfan. Successo anche per il pilota degli Emirati, Rashid Al Dhaheri (Parolin-TM) su Popov e per il russo Kirill Kutskov (Energy-TM) sullo svedese Joel Bergstrom (Parolin-TM).

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone