formula 1

Dubbi per i GP di Suzuka, Zandvoort
e San Paolo, si fa avanti il Qatar

In Giappone sono cominciate le Olimpiadi a Tokyo, senza spettatori e senza il totale supporto dell'opinione pubblica. A o...

Leggi »
Regional by Alpine

Cancellata la tappa del Nurburgring
Atteso il recupero in settembre/ottobre

In una riunione con i team principal della Formula Regional European by Alpine, svoltasi stamane al circuito belga di Spa, do...

Leggi »
formula 1

Come saranno realmente le future F1?
Ecco dove potranno intervenire i team

Michele Montesano Alla vigilia del Gran Premio di Silverstone, la Formula 1 ha mostrato quelle che saranno le linee delle m...

Leggi »
formula 1

Hamilton aperto al confronto con Max
Per Alonso e Leclerc incidente di gara

Sono trascorsi appena tre giorni dal Gran Premio di Silverstone e dal contatto tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, ma ancora...

Leggi »
formula 1

McLaren tiene il terzo posto
e finalmente Ricciardo ha convinto

La buona notizia per la McLaren è che nonostante la grande prestazione di Charles Leclerc e della Ferrari, piazzatisi al seco...

Leggi »
F4 Spanish

Anche la serie spagnola sceglie la
Tatuus F4 di seconda generazione

La Federazione Spagnola dell'Automobile (RFEDA) e Tatuus hanno raggiunto un accordo pluriennale, che sancisce, a partire ...

Leggi »
28 Giu [8:03]

Watkins Glen, gara
Mazda vince di strategia

Marco Cortesi

Harry Tincknell, Oliver Jarvis e Jonathan Bomarito hanno conquistato a Watkins Glen la seconda edizione consecutiva della 6 Ore per il team Mazda. La squadra gestita da Multimatic ha effettuato l'ultima sosta con solo carburante in occasione dell'ultima caution, che aveva eliminato il vantaggio costruito dall'Acura Shank che si trovava al top con Dane Cameron. A quel punto, grazie alla sosta veloce, Tincknell è balzato al comando ha controllato la situazione per quanto ha potuto, rimanendo tra l'altro senza carburante nel giro di rientro. Per lui, si tratta della prima vittoria dell'anno.

Seconda posizione alla fine per Cameron e Oliver Pla, con alle spalle l'Acura del Wayne Taylor Racin di Taylor-Albuquerque-Rossi. Quarta posizione per Felipe Nasr, Pipo Derani e Mike Conway. Il team Action Express ha scelto di rabboccare sotto caution pensando di poter così andare alla carica "spremendo" la Cadillac durante le fasi finali. Così non è stato, ed il quarto posto è arrivato solo grazie a una penalità per la vettura gemella di Johnson-Kobayashi-Pagenaud: il giapponese è stato punito per un contatto all'ultimo giro con la Cadillac di Ganassi, pilotata in quel momento da Renger van der Zande.

In GTLM, vittoria Corvette dopo la prima fila monopolizzata in qualifica, ma non è stata una cavalcata: il gruppo della categoria, che vede schierate le vetture GTE, è rimasto ravvicinatissimo. Tanto che quando la C8-R che si trovava in testa ha alzato il passo, anche la BMW di Edwards-Krohn-Farfus si è infilata, e prima della fine, al terzo posto si è piazzata la M8 di De Philippi-Eng-Spengler. A seguire Tommy Milner e Nick Tandy. Ritiro nelle prime battute per la Porsche di Cooper MacNeil, Matthieu Jaminet e Matt Campbell, fermati da una foratura con principio d'incendio.

La strategia ha deciso anche la classifica GTD, con il successo della BMW M6 Turner che si era fermata poco prima dell'ultima caution. Bill Auberlen (in coppia con Robby Foley e Aidan Read) ha così scalato il gruppo quando gli altri si sono fermati. Secondo posto per la Lamborghini di casa Paul Miller con Sellers-Snow-Lewis. Ancora un buon piazzamento per l'Aston Martin del team Heart of Racing. Più arretrati i leader iniziali. Sesto posto per la Lexus di Kirkwood-Hawksworth, partita in pole, ottavo per la Porsche Wright di Long-Hindman-Heylen.

In LMP2, vittoria per Tristan Nunez, Steven Thomas e Thomas Merill per il Win Autosport, con il secondo (gentleman) che ha fatto la differenza con una performance di qualità. In LMP3, Felipe Fraga ha tenuto alle spalle il rimontante Colin Brawn e vinto insieme a Gar Robinson e Scott Andrews. Secondo posto per Brawn, Jon Bennett e George Kurtz.

Domenica 27 giugno 2021

1 - Jarvis-Tincknell-Bomarito (Mazda DPi) - Mazda - 200 giri
2 - Cameron-Pla- (Acura DPi) - Shank - 0”965
3 - Taylor-Albuquerque-Rossi (Acura DPi) - WTR - 9”392
4 - Nasr-Conway-Derani (Cadillac DPi) - AXR - 18”268
5 - Johnson-Kobayashi-Pagenaud (Cadillac DPi) - AXR - 53”216
6 - van der Zande-Magnussen- (Cadillac DPi) - Ganassi - 1 giro
7 - Vautier-Duval-Bourdais (Cadillac DPi) - JDC Miller - 1 giro
8 - Thomas-Nunez-Merrill (ORECA LMP2 07) - WIN - 4 giri
9 - Keating-Jensen-Huffaker (ORECA LMP2 07) - PR1 - 4 giri
10 - McGuire-Boyd-Smith (ORECA LMP2 07) - United - 7 giri
11 - Garcia-Taylor- (Corvette C8.R) - Corvette - 13 giri
12 - Edwards-Krohn-Farfus (BMW M8 GTE) - RLL - 13 giri
13 - De Phillippi-Eng-Spengler (BMW M8 GTE) - BMW Team RLL - 13 giri
14 - Milner-Tandy- (Corvette C8.R) - Corvette - 13 giri
15 - Robinson-Fraga-Andrews (Ligier JS P320) - Riley - 14 giri
16 - Bennett-Kurtz-Braun (Ligier JS P320) - Core - 14 giri
17 - Cox-Murry-Bleekemolen (Ligier JS P320) - Riley - 14 giri
18 - Andretti-Askew-Andretti (Ligier JS P320) - Andretti - 15 giri
19 - Kruetten-Cauhaupe-McCusker (Ligier JS P320) - United - 17 giri
20 - Auberlen-Foley-Read (BMW M6 GT3) - Turner - 21 giri
21 - Sellers-Snow-Lewis (Lamborghini Huracan GT3) - Miller - 21 giri
22 - De Angelis-Gunn-James (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 21 giri
23 - Yount-Conwright-Palttala (Audi R8 LMS GT3) - NTE - 21 giri
24 - Morad-de Quesada-Johnson (Mercedes-AMG GT3) - Alegra - 21 giri
25 - Telitz-Hawksworth-Kirkwood (Lexus RC F GT3) - Vasser - 21 giri
26 - Robichon-Vanthoor-Kern (Porsche 911 GT3R) - Pfaff - 21 giri
27 - Long-Hindman-Heylen (Porsche 911 GT3R) - Wright - 21 giri
28 - Heistand-Westphal-McQuarrie (Audi R8 LMS GT3) - Peregrine - 21 giri
29 - Davis-Ferriol-Legge (Porsche 911 GT3R) - Hardpoint - 21 giri
30 - Montecalvo-Veach-Megennis (Lexus RC F GT3) - Vasser - 21 giri
31 - Olsen-Cicero-Devlin (Ligier JS P320) - Dawson - 22 giri
32 - Potter-Lally-Pumpelly (Acura NSX GT3) - Magnus - 53 giri
33 - French-Farano-Aubry (ORECA LMP2 07) - Tower - 54 giri
34 - Merriman-Tilley-Dalziel (ORECA LMP2 07) - Era Motorsport - 115 giri
35 - Goikhberg-Perera-Zimmermann (Lamborghini Huracan GT3) - GRT - 127 giri
36 - Engel-Habul-Grenier (Mercedes-AMG GT3) - Sun Energy 1 - 138 giri
37 - Goldburg-LLarena-Lindh (Ligier JS P320) - PerfTech - 169 giri
38 - MacNeil-Jaminet-Campbell (Porsche 911 RSR19) - Proton - 197 giri

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone