29 Nov [18:32]

Yas Marina, 2° turno
Deletraz davanti a Ghiotto

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

Fresco dalla prima esperienza al volante di una F1, la Haas, Louis Deletraz è rimasto ad Abu Dhabi per i test della Formula 2, e con la vettura del team Carlin lo svizzero ha chiuso davanti a tutti la prima giornata grazie al tempo di 1'49"984. Unico a valicare il muro del minuto e 50, Deletraz ha avuto la meglio sul nostro Luca Ghiotto per 143 millesimi.

È stato comunque un giovedì molto positivo per il pilota vicentino, che ha ritrovato la scuderia Russian Time (nome che scomparirà, ma dietro c'è la rodata struttura di Virtuosi) con cui aveva gareggiato nel 2017. Ghiotto si era infatti imposto nella sessione del mattino in 1'50"562. Il turno pomeridiano, andato a concludersi con il tramonto, ha registrato l'ottimo terzo posto di Callum Ilott, in azione con Charouz. L'inglese della Ferrari Driver Academy nella passata stagione aveva disputato la tappa di Silverstone, ma con la vecchia monoposto Dallara.

A seguire, nello spazio di pochi centesimi, Nicholas Latifi (fedele a DAMS), Nyck De Vries (già sicuro con ART Grand Prix) e l'altra macchina targata Charouz affidata a Tatiana Calderon, apparsa piuttosto competitiva. In top 10 anche Sergio Sette Camara, Nobuharu Matsushita, Sean Gelael e la novità Juan Manuel Correa.

Top 10 sfiorata dal vicecampione della GP3, Nikita Mazepin, ma soprattutto dall'attesissimo Mick Schumacher. Il figlio d'arte tedesco, già annunciato per il 2019 dalla Prema, ha siglato il dodicesimo crono dopo la mattinata caratterizzata da un lavoro di sostanza, senza andare a caccia della prestazione a tutti i costi. Peccato invece, per Leonardo Pulcini. Unico italiano presente, con Trident, ha potuto percorrere pochissimi giri a causa di un guasto, ma per lui fa fede il buon riferimento messo a segno nel segmento di apertura.

Due le interruzioni del turno: la prima, nelle fasi iniziali, è stata causata da un problema con il sistema di illuminazione artificiale, mentre successivamente la bandiera rossa è stata ancora sventolata per lo stop in curva 16 di Thomas Laurent, pilota in questi anni impegnato nelle competizioni endurance.

Giovedì 29 novembre 2018, 2° turno

1 - Louis Delétraz - Carlin - 1'49"984 - 27 giri
2 - Luca Ghiotto - Russian Time - 1'50"127 - 28
3 - Callum Ilott - Charouz - 1'50"250 - 30
4 - Nicholas Latifi - DAMS - 1'50"317 - 30
5 - Nyck De Vries - ART - 1'50"335 - 29
6 - Tatiana Caldéron - Charouz - 1'50"361 - 36
7 - Sergio Sette Camara - DAMS - 1'50"449 - 27
8 - Nobuharu Matsushita - Carlin - 1'50"511 - 28
9 - Sean Gelael - Prema - 1'50"539 - 25
10 - Juan Manuel Correa - MP Motorsport - 1'50"587 - 30
11 - Nikita Mazepin - ART - 1'50"707 - 31
12 - Mick Schumacher - Prema - 1'50"802 - 30
13 - Anthoine Hubert - MP Motorsport - 1'51"178 - 27
14 - Guan Yu Zhou - Russian Time - 1'51"303 - 26
15 - Ryan Tveter - Trident - 1'51"439 - 27
16 - Ralf Aron - Campos - 1'51"731 - 23
17 - Ralph Boschung - Arden - 1'51"989 - 28
18 - Marino Sato - Campos - 1'52"220 - 27
19 - Leonardo Pulcini - Trident - 1'52"766 - 12
20 - Thomas Laurent - Arden - 1'54"220 - 22

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone