Rally

WRC 2022: al via la rivoluzione ibrida
Chi sarà il successore di Ogier?

Michele Montesano Quello che si appresta a partire non sarà il solito Rally di Montecarlo, bensì l’inizio della nuova era p...

Leggi »
formula 1

Gomme da 18 pollici in Formula 1,
la grande sfida del 150° anno Pirelli

Nasce come anno importante, il 2022 della Pirelli. È il 150esimo di attività dell'azienda, con numerose novità in ambito ...

Leggi »
World Endurance

Test ad Alcaniz per la Peugeot 9X8
Il team salterà la 1000 Miglia di Sebring

Michele Montesano Continua senza sosta la tabella di marcia per il ritorno nel FIA WEC da parte di Peugeot Sport. Il team s...

Leggi »
altre

Adria sotto sequestro
Buco di 53 milioni di euro

Il paddock dell'area karting era strapieno, come sempre quando si è alla vigilia del primo evento internazionale organizz...

Leggi »
formula 1

La F1 pensa all'obbligo vaccinale:
non ci saranno casi simil Djokovic

Il caso di Novak Djokovic ha dominato la scena del dibattito internazionale, non solo sportivo. Il tennista serbo, numero 1 a...

Leggi »
Rally

Oreca obiettivo Dakar 2023 con l’ibrido
Allo studio anche un motore a idrogeno

Michele Montesano La quarantaquattresima edizione della Dakar è appena andata in archivio, ma Oreca punta lo sguardo già al...

Leggi »
9 Gen [12:08]

Carlin lascia anche la GP2

Jacopo Rubino

Scorrendo la lista iscritti sul sito ufficiale della GP2 Series, si nota un'assenza: quella del team Carlin, sostituita da un generico TBA (acronimo di "To Be Assigned", da assegnare). L'addio era nell'aria, ma ora si può considerare definitivo. In sordina, la compagine britannica ha quindi deciso di salutare il campionato cadetto in cui è entrata nel 2011, raccogliendo da allora otto vittorie e due secondi posti in classifica generale, nel 2013 e nel 2014. Poi, un notevole calo di competitività, con il penultimo posto in graduatoria nell'anno appena trascorso e una coppia di piloti formata da Sergio Canamasas e Marvin Kirchhofer mai davvero stabile, tanto che lo spagnolo è stato sostituito a Hockenheim da René Binder, e il tedesco ha ceduto il volante a Louis Deletraz nella tappa finale di Abu Dhabi.

"Abbiamo ormai onorato il nostro contratto con la GP2, dove abbiamo raccolto grandi soddisfazioni. Adesso è venuto il momento di cambiare e concentrarsi su altri programmi agonistici", ha inoltre confermato ad Autosport una fonte della scuderia.

Un abbandono che viene dopo quello della World Series Renault e della sorella minore GP3 consumati a fine 2015, mentre diventa sempre sempre maggiore il coinvolgimento negli Stati Uniti. Con l'obiettivo dichiarato di sbarcare addirittura in IndyCar, Carlin è infatti già presente nella Indy Lights e nella USF2000. Gli impegni nel Vecchio Continente, più abbordabili, includono adesso la British F4 e la British F3, l'Euroformula Open e il FIA F3 con una formazione rivitalizzata, dopo un 2016 di apparente smobilitazione: ne sa qualcosa purtroppo il nostro Alessio Lorandi, costretto a chiudere anzitempo la sua campagna e a virare sulla stessa GP3.

La GP2, invece, si ritrova al momento con dieci compagine in organico, il numero più basso toccato dalla nascita della categoria. Sulla carta a colmare il vuoto potrebbe essere la Hilmer Motorsport, che già a novembre ha annunciato la volontà di rientrare sulla scia di una ristrutturazione finanziaria e organizzativa.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone