24 Giu [21:54]

Road America, gara
Newgarden non sbaglia

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

Vittoria di prepotenza per Josef Newgarden nel decimo appuntamento dell'IndyCar 2018 a Road America. Il pilota del team Penske non ha lasciato scampo agli avversari sin dal via, capitalizzando la sua pole position, e conducendo tutta la corsa. Sul classicissimo tracciato del Wisconsin, il campione in carica ha fatto tutto bene, tenendo a bada un Ryan Hunter-Reay super in forma e che non gli avrebbe fatto sconti. In una giornata che visto prevalere le motorizzazioni Honda, Newgarden a parte, il team del Capitano ha dato il suo meglio anche nei pit-stop.

Come detto, nulla da percepire alla gara di Hunter-Reay, che per il team Andretti ha dato il cento per cento: alla fine suo giro veloce è stato tuttavia di quasi otto decimi superiore a quello del vincitore. Impossibile pensare di resistere. Al terzo posto, dopo essere rimasto fuori dal Q3 ieri in qualifica, Scott Dixon ha compiuto una rimonta delle sue. All'inizio ha allungato il primo stint di guida gestendo bene il carburante, e ha poi guadagnato un terzo posto che consente di mantenere tranquillamente la prima posizione in graduatoria.

Sfortunatissimo Alexander Rossi, anche lui in bagarre nelle prime cinque posizioni. Il vincitore dello scorso anno, che lottava con Takuma Sato per il quarto posto, è incappato in un problema nel corso dell'ultima sosta, precipitando sedicesimo. Non che a Will Power sia andata meglio. Protagonista nelle prove, l'australiano è stato messo subito fuori combattimento da un problema col motore. Il quarto posto è così andato a Sato con alle spalle Robert Wickens, autore di un altro interessante piazzamento su un tracciato difficile a lui sconosciuto, e Graham Rahal, mentre Simon Pagenaud ha recuperato il settimo posto, rischiando il patatrac proprio con Wickens ai box. La top-10 è stata completata da uno Spencer Pigot in buona forma, Ed Jones e James Hinchcliffe. Peccato per Sebastien Bourdais, rimasto fermo ai box col motore spento dopo essere partito dalla terza fila.

Domenica 24 giugno 2018, gara

1 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) – Penske - 55 giri
2 - Ryan Hunter-Reay (Dallara-Honda) – Andretti - 3"3759
3 - Scott Dixon (Dallara-Honda) – Ganassi - 5"4902
4 - Takuma Sato (Dallara-Honda) – Rahal - 14"8772
5 - Robert Wickens (Dallara-Honda) – SPM - 23"8993
6 - Graham Rahal (Dallara-Honda) – Rahal - 32"5513
7 - Simon Pagenaud (Dallara-Chevy) – Penske - 42"1868
8 - Spencer Pigot (Dallara-Chevy) – ECR - 42"5336
9 - Ed Jones (Dallara-Honda) – Ganassi - 46"2118
10 - James Hinchcliffe (Dallara-Honda) – SPM - 47"5359
11 - Marco Andretti (Dallara-Honda) – Andretti - 48"1468
12 - Jordan King (Dallara-Chevy) – ECR - 53"4242
13 - Sebastien Bourdais (Dallara-Honda) – Coyne - 1'00"3249
14 - Tony Kanaan (Dallara-Chevy) – Foyt - 1'05"2583
15 - Matheus Leist (Dallara-Chevy) – Foyt - 1'09"7681
16 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) – Andretti - 1'23"4715
17 - Max Chilton (Dallara-Chevy) – Carlin - 1'24"3709
18 - Charlie Kimball (Dallara-Chevy) – Carlin - 1'43"156
19 - Gabby Chaves (Dallara-Chevy) – Harding - 1 giro
20 - Alfonso Celis Jr (Dallara-Chevy) – Juncos - 1 giro
21 - Zachary Claman De Melo (Dallara-Honda) – Coyne - 1 giro
22 - Zach Veach (Dallara-Honda) – Andretti - 1 giro

Giro più veloce: Zach Veach - 1'45"2421

Ritirato
54° giro - Will Power

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone