Rally

WRC 2022: al via la rivoluzione ibrida
Chi sarà il successore di Ogier?

Michele Montesano Quello che si appresta a partire non sarà il solito Rally di Montecarlo, bensì l’inizio della nuova era p...

Leggi »
formula 1

Gomme da 18 pollici in Formula 1,
la grande sfida del 150° anno Pirelli

Nasce come anno importante, il 2022 della Pirelli. È il 150esimo di attività dell'azienda, con numerose novità in ambito ...

Leggi »
World Endurance

Test ad Alcaniz per la Peugeot 9X8
Il team salterà la 1000 Miglia di Sebring

Michele Montesano Continua senza sosta la tabella di marcia per il ritorno nel FIA WEC da parte di Peugeot Sport. Il team s...

Leggi »
altre

Adria sotto sequestro
Buco di 53 milioni di euro

Il paddock dell'area karting era strapieno, come sempre quando si è alla vigilia del primo evento internazionale organizz...

Leggi »
formula 1

La F1 pensa all'obbligo vaccinale:
non ci saranno casi simil Djokovic

Il caso di Novak Djokovic ha dominato la scena del dibattito internazionale, non solo sportivo. Il tennista serbo, numero 1 a...

Leggi »
Rally

Oreca obiettivo Dakar 2023 con l’ibrido
Allo studio anche un motore a idrogeno

Michele Montesano La quarantaquattresima edizione della Dakar è appena andata in archivio, ma Oreca punta lo sguardo già al...

Leggi »
13 Ott [17:37]

Hockenheim - Gara 2
Schumacher arriva secondo ed è campione

Jacopo Rubino

Mick Schumacher ce l'ha fatta, è lui il campione 2018 del FIA Formula 3 European Championship. Quella che sembrava fantascienza fino a poche settimane fa, si è trasformata oggi in una splendida realtà con gara 2 a Hockenheim: secondo al traguardo, il tedesco della Prema è diventato ormai irraggiungibile in classifica generale per il suo avversario Dan Ticktum.

Nonostante i punti recuperati in gara 1, all'inglese è infatti costata cara la brutta Q2 di ieri: ha dato subito battaglia dalla 15esima casella in griglia, ma non è riuscito ad andare oltre la settima piazza dopo aver superato di forza Alex Palou. Là davanti, intanto, Schumacher ha cercato inizialmente di attaccare il poleman Juri Vips, poi ha preferito evitare rischi gestendo la posizione davanti al compagno Ralf Aron, terzo. Al calar della bandiera a scacchi, per il figlio di Michael è arrivato il primo titolo della carriera in monoposto, dopo essere stato nel 2016 vicecampione sia nella F4 italiana che in quella di Germania. La festa può iniziare.

Vips ha quindi conquistato agevolmente il successo, il quarto per lui dell'anno, ma il titolo fra i rookies è già ufficialmente di Robert Shwartzman. Il russo ha ottenuto la quinta piazza, dopo essere stato superato da un Jehan Daruvala tornato davvero competitivo in questo fine settimana. Buon sesto in rimonta Fabio Scherer, a punti sono andati anche Jonathan Aberdein e Nikita Troitskiy. Top 10 mancata per il vincitore di questa mattina Guan Yu Zhou, undicesimo così come aveva preso il via.

Proprio lo start ha messo fuori gioco Sacha Fenestraz e Julian Hanses, protagonisti di un contatto innescato nella piega verso curva 1 da Enaam Ahmed: anche il britannico ha dovuto poi abbandonare, visti i danni rimediati. L'episodio ha richiamato l'ingresso della safety-car, che ha tenuto il compatto il gruppo fino al termine del giro 4. È stata decisamente una giornata da dimenticare per Marcus Armstrong, di nuovo ritirato: il neozelandese alla vigilia aveva una flebile chance di agguantare il titolo. Ma tutto è andato da pronostico, con Mick Schumacher a trionfare.

Aggiornamento: penalizzato Aberdein
Al termine della corsa, Jonathan Aberdein è stato penalizzato di 5 secondi diventando 11esimo: il sudafricano aveva superato Guan Yu Zhou andando oltre i limiti della pista. Con questo provvedimento Aberdein, nono al traguardo, è stato riportato dietro al cinese che guadagna la decima piazza. In mezzo a loro ha concluso infatti anche Nikita Troitskiy, che diventa nono.

Sabato 13 ottobre 2018, gara 2 (aggiornata)

1 - Juri Vips (Dallara-VW) - Motopark - 21 giri 35'34"771
2 - Mick Schumacher (Dallara-Mercedes) - Prema - 3"472
3 - Ralf Aron (Dallara-Mercedes) - Prema - 6"299
4 - Jehan Daruvala (Dallara-VW) - Carlin - 7"775
5 - Robert Shwartzman (Dallara-Mercedes) - Prema - 9"021
6 - Fabio Scherer (Dallara-VW) - Motopark - 10"179
7 - Dan Ticktum (Dallara-VW) - Motopark - 10"925
8 - Alex Palou (Dallara-Mercedes) - Hitech - 14"618
9 - Nikita Troitskiy (Dallara-VW) - Carlin - 21"752
10 - Guan Yu Zhou (Dallara-Mercedes) - Prema - 22"548
11 - Jonathan Aberdein (Dallara-VW) - Motopark - 22"794 *
12 - Ferdinand Habsburg (Dallara-VW) - Carlin - 25"226
13 - Ben Hingeley (Dallara-Mercedes) - Hitech - 30"297
14 - Marino Sato (Dallara-VW) - Motopark - 30"952
15 - Sebastian Fernandez (Dallara-VW) - Motopark - 31"353
16 - Artem Petrov (Dallara-Mercedes) - Van Amersfoort - 31"675
17 - Keyvan Andres (Dallara-Mercedes) - Van Amersfoort - 33"657
18 - Ameya Vaidyanathan (Dallara-VW) - Carlin - 35"129
19 - Sophia Floersch (Dallara-Mercedes) - Van Amersfoort - 37"704
20 - Frederik Vesti (Dallara-Mercedes) - Van Amersfoort - 1'19"269

* 5 secondi di penalità

Giro più veloce: Juri Vips 1'34"088

Ritirati
17° giro - Marcus Armstrong
8° giro - Enaam Ahmed
1° giro - Sacha Fenestraz
1° giro - Julian Hanses

Il campionato
1.Schumacher 347 punti; 2.Ticktum 296; 3.Vips 282; 4.Shwartzman 269; 5.Armstrong 260; 6.Aron 242,5; 7.Zhou 192; 8.Palou 189; 9.Ahmed 170; 10.Daruvala 136,5

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone