FIA Formula 2

Montmelò - Qualifica
Ancora Ilott, ma Shwartzman c'è

Jacopo Rubino - XPB Images

Terza pole-position stagionale di Callum Ilott in Formula 2: l'...

Leggi »
Mondiale Rally

Diramato il percorso
del Rally di Turchia

Mattia Tremolada

È stato diramato il programma del Rally di Turchia, che avrà luogo due settimane dopo l...

Leggi »
23 Giu [14:15]

F1 2020, centro gruppo infuocato?
Ricciardo: "Tre team in un decimo"

Jacopo Rubino

La lotta a centro gruppo, nel Mondiale 2020 di Formula 1 che sta per cominciare, potrebbe essere molto intensa. Ne è sicuro Daniel Ricciardo, per quanto visto durante i test invernali a Barcellona e in base ai dati raccolti dal suo team, la Renault. "È difficile dire se avremo noi la macchina migliore di metà classifica, ma sembra che almeno tre squadre siano racchiuse in un decimo", ha commentato l'australiano al podcast ufficiale F1 Nation.

In palio c'è il quarto posto nel Mondiale Costruttori, alle spalle delle solite Mercedes, Ferrari e Red Bull che rimangono ancora di un'altra categoria. Chi se lo giocherà? La casa francese è una pretendente d'obbligo: dovrà riprendere il trend di crescita dopo il calo dello scorso anno, quando è stata battuta dalla McLaren a cui fornisce la power unit. E dove lo stesso Ricciardo andrà nel 2021, come già ufficializzato. Si preannuncia una sorta di "rivincita", ma la mina vagante è la Racing Point: con la macchina-clone della Mercedes 2019, la scuderia di Silverstone nelle prove in Spagna ha davvero impressionato.

"Ad essere onesti è dura fare previsioni", ha sottolineato Daniel. Meglio per lo spettacolo, anche se l'azione nel cosiddetto "midfield" non è sempre catturata dalle telecamere.

Si partirà da Spielberg, circuito dove Ricciardo e il nuovo compagno Esteban Ocon hanno girato la scorsa settimana con la monoposto 2018: un "riscaldamento" dopo il lungo stop dovuto al Coronavirus. "È stato bello tornare in macchina, uscire dai box all'inizio mi è sembrato un po' strano, ma presto tutto è diventato normale", ha raccontato. Ma quella austriaca è anche un pista che nel passato recente si è rivelata ostica, per la Renault: "Lo scorso anno avevamo avuto il nostro peggior weekend. Penso che se ci trovassimo subito al vertice di metà schieramento, le cose per il resto della stagione apparirebbero positive".

Di sicuro, guidare la RS18 ha dato la misura dei progressi compiuti in due campionati: "È stata un'esperienza piacevole, si capisce quanti passi avanti vengano fatti".

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone