Rally

Rally Finlandia – Finale
Tanak vince contenendo Rovanpera

Michele Montesano Ott Tanak, vincendo il Rally di Finlandia, ha spezzato ancora una volta il dominio di Kalle Rovanpera nell...

Leggi »
Rally

Rally Finlandia – 3° giorno finale
Tanak 1°, ma Rovanpera è in agguato

Michele Montesano Il finale del Rally di Finlandia, ottavo round del WRC, si preannuncia una volata a due. Con ancora 4 Prov...

Leggi »
formula 1

Piastri diventa l'incubo di Ricciardo
L'incredibile pasticcio dell'Alpine

Non ha mai disputato un Gran Premio, non ha mai avuto l'occasione di partecipare un turno libero del venerdì, al volante ...

Leggi »
Rally

Rally Finlandia – 3° giorno mattino
Tanak allunga, Rovanpera sale sul podio

Michele Montesano La pioggia, che ha accolto il sabato mattina del Rally di Finlandia, non ha fermato i protagonisti del WR...

Leggi »
Rally

Rally Finlandia – 2° giorno finale
Tanak sente la pressione di Lappi

Michele Montesano Vietato abbassare la guardia nel Rally di Finlandia. Lo sanno bene Ott Tanak ed Esapekka Lappi, i veri pro...

Leggi »
F4 Spanish

Intervista a Valerio Rinicella
"F4 spagnola molto competitiva,
devo migliorare la gestione dei duelli"

Nel 2022 solamente due piloti italiani sono riusciti a salire sul podio in un campionato di Formula 4. Da una parte c’è Andre...

Leggi »
20 Set [14:53]

Finale - Terzo successo Toyota
Aston Martin al top nelle classi GT

Marco Cortesi

Terzo successo consecutivo Toyota alla 24 Ore di Le Mans. La vittoria è andata, con tre ultime ore tranquille, alla vettura numero 8 di Buemi-Nakajima-Hartley. In particolare per Brandon Hartley, arrivato questa stagione nel team, l'edizione di settembre della classica, disputata senza pubblico, ha rappresentato un esordio al top.

Staccata di 5 giri la migliore delle Rebellion di Senna-Nato-Menezes. Il risultato finale ricorda quello degli anni 2000, con le Audi che correvano contro le Pescarolo: vetture della stessa classe, in teoria bilanciate come prestazioni. In realtà, anche se l'EOT sulla carta ha equiparato le prestazioni delle concorrenti di quest'anno, e i tempi sono stati similari, c'è tanto, troppo, che un team ufficiale può fare per "quadrare il cerchio" su una gara così impegnativa, e non manca una riserva di potenziale per le TS050 che non sarà mai veramente chiara: quanto ne hanno ancora in Toyota da gestire?

Al terzo posto ha chiuso la seconda Toyota di Lopez-Kobayashi-Conway anche per un doppio problema alla Rebellion numero 4. Una piccolissima uscita di Louis Deletraz ha portato alla necessità di sostituire il cofano anteriore, e una volta effettuato il cambio, la vettura non è riuscita a ripartire subito per un problema alla frizione, perdendo la terza posizione. Un gran botto di James Allen per il team Graff ha fatto entrare le tre safety-car nel finale riavvicinando la lotta per il podio, ma non c'è stata storia.

LMP2 con dominio United Autosport
In LMP2, si è completato il dominio del team United Autosports con Phil Hanson, Filipe Albuquerque e Paul Di Resta. Non ha potuto recuperare il team Jota con Davidson-Da Costa-Gonzalez. Sempre grazie alla caution finale, la scuderia inglese ha provato a mettere pressione ad Hanson ritardando l'ultima sosta e trovandosi poco distante, ma l'inglese ha avuto nervi saldi: è tutt'altro che un gentleman. In termini di passo, la scuderia di Zak Brown è stata superiore. Solo il team di Jackie Chan ha potuto qualcosa, ma è stato squalificato per aver illegalmente ricevuto una nuova batteria dopo un problema all'alternatore nella notte. Il duello per il terzo gradino del podio si è deciso nell'ultima ora, quando l'Oreca G-Drive di Jean-Eric Vergne ha rotto una sospensione. A beneficiare è stato il team Panis, con Nico Jamin, Julian Canal e Matthieu Vaxiviere.

Vittoria Aston Martin, disastro per Rigon e compagni
Anche per la Ferrari non c'è stata la chance per rimontare l'Aston Martin di testa in GTE-Pro, ma il finale è stato più amaro del previsto per gli uomini dell'AF Corse. Non c'è stato l'imprevisto di cui Alessandro Pier Guidi, James Calado e Daniel Serra avevano bisogno, e la seconda piazza è stato il massimo risultato possibile alle spalle di Maxime Martin, Alex Lynn e Harry Tincknell. La Vantage ultima versione ha avuto bisogno di tempo per essere sviluppata, ma i risultati sono finalmente arrivati, con un fortunoso doppio piazzamento a podio. Vittime sacrificali sono invece stati Davide Rigon, Miguel Molina e Sam Bird, con la seconda Ferrari AF ritirata negli ultimi km e non classificata. Chissà invece se per la Porsche 911 ultima versione, l'anno prossimo sarà la stessa storia della Aston. Veloce in qualifica e anche vincente nelle gare più corte, la vettura tedesca ha pagato molti problemi di affidabilità, principalmente di servosterzo, togliendo dalla lotta decisiva Gimmi Bruni e compangi.

Un'Aston Martin quasi... GTE-Pro
In GTE-Am, ancora più netta la prevalenza delle Aston Martin, e solo la rottura di una sospensione per Dalla Lana-Gunn-Farfus ha prevenuto una doppietta. Charlie Eastwood, Johnny Adam e Salih Yoluc hanno tenuto duro anche con la caution finale grazie al buon vantaggio che avevano. La lotta per il podio si è decisa invece con una sfida diretta a tre che ha promosso al secondo posto il team Dempsey-Proton con Ried-Pera-Campbell. Il podio per il team Project1 è sfumato a favore del trio Ferrari Perrodo-Collard-Nielsen, con Matteo Cairoli che si è trovato in mezzo a una gran bagarre e ha fatto di tutto per resistere alla 488 dei rivali.

L'ordine d'arrivo della 24 Ore di Le Mans 2020

1 - Buemi/Nakajima/Hartley (Toyota TS050) - Toyota - 387 giri
2 - Senna/Nato/Menezes (Rebellion R13-Gibson) - Rebellion - 382
3 - Conway/Kobayashi/Lopez (Toyota TS050) - Toyota - 381
4 - Dumas/Berthon/Deletraz (Rebellion R13-Gibson) - Rebellion - 381
5 - Hanson/Albuquerque/Di Resta (Oreca 07-Gibson) - United - 370
6 - Davidson/Da Costa/Gonzalez (Oreca 07-Gibson) - JOTA - 370
7 - Jamin/Canal/Vaxiviere (Oreca 07-Gibson) - Panis - 368
8 - Negrão/Ragues/Laurent (Oreca 07-Gibson) - Signatech - 367
9 - Rusinov/Vergne/Jensen (Oreca 07-Gibson) - G-Drive - 367
10 - Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07-Gibson) - IDEC - 366
11 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool Racing - 365
12 - Falb/Trummer/Mcmurry (Oreca 07-Gibson) - Algarve - 365
13 - Calderon/Flörsch/Visser (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 364
14 - Lacorte/Belicchi/Sernagiotto (Dallara P217-Gibson) - Cetilar - 363
15 - Pilet/Tilley/Kennard (Oreca 07-Gibson) - IDEC - 363
16 - Hedman/Hanley/Van Der Zande (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 361
17 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United - 359
18 - Yamanaka/Foster/Merhi (Ligier JSP217-Gibson) - Eurasia - 351
19 - Van Eerd/Van Der Garde/De Vries (Oreca 07-Gibson) - RTN - 349
20 - Martin/Lynn/Tincknell (Aston Martin Vantage) - AMR - 346
21 - Pier Guidi/Calado/Serra (Ferrari 488) - AF Corse - 346
22 - Thiim/Sørensen/Westbrook (Aston Martin Vantage) - AMR - 343
23 - Pla/Bourdais/Gounon (Ferrari 488) - Risi - 339
24 - Yoluc/Eastwood/Adam (Aston Martin Vantage) - TF Sport - 339
25 - Ried/Pera/Campbell (Porsche 911) - Proton - 339
26 - Perrodo/Collard/Nielsen (Ferrari 488) - AF Corse - 339
27 - Perfetti/Ten Voorde/Cairoli (Porsche 911) - Project1 - 339
28 - Grist/Kapadia/Wells (Oreca 07-Gibson) - Nielsen - 338
29 - Wainwright/Barker/Watson (Porsche 911) - Gulf - 337
30 - Heistand/Root/Magnussen (Ferrari 488) - JMW - 335
31 - Bruni/Lietz/Makowiecki (Porsche 911) - Porsche - 335
32 - Piovanetti/Negri/Ledogar (Ferrari 488) - AF Corse - 335
33 - Dalla/Gunn/Farfus (Aston Martin Vantage) - AMR - 333
34 - Gostner/Frey/Gatting (Ferrari 488) - Iron Lynx - 332
35 - Christensen/Estre/Vanthoor (Porsche 911) - Proton - 331
36 - Inthraphuvasak/Légeret/Andlauer (Porsche 911) - Project1 - 331
37 - Schiavoni/Pianezzola/Ruberti (Ferrari 488) - Iron Lynx - 331
38 - Felbermayr/Beretta/Van Splunteren (Porsche 911) - Proton - 330
39 - Flohr/Castellacci/Fisichella (Ferrari 488) - AF Corse - 330
40 - Keating/Fraga/Bleekemolen (Porsche 911) - Project1 - 326
41 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217-Gibson) - InterEuropol - 325
42 - Grimes/Mowlem/Hollings (Ferrari 488) - RedRiver - 325
43 - Brooks/Piguet/Laskaratos (Porsche 911) - Project1 - 313
44 - Allen/Capillaire/Milesi (Oreca 07-Gibson) - Graff - 357
45 - Rigon/Molina/Bird (Ferrari 488) - AF Corse - 340
46 - Chen/Blomqvist/Gomes (Ferrari 488) - HubAuto - 273
47 - Preining/Bastien/De Leener (Porsche 911) - Proton - 238
48 - Mastronardi/Cressoni/Piccini (Ferrari 488) - Iron Lynx - 211
49 - Montoya/Buret/Rojas (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 192
50 - Macneil/Vilander/Segal (Ferrari 488) - Scuderia Corsa - 185
51 - Kimura/Abril/Cozzolino (Ferrari 488) - MR Racing - 172
52 - Cullen/Jarvis/Tandy (Oreca 07-Gibson) - G-Drive - 105
53 - Hirschi/Tereschenko/Gommendy (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 100
54 - Dillmann/Spengler/Webb (ENSO CLMP1-Gibson) - ByKolles - 97
55 - Yamashita/Patterson/Fjordbach (Oreca 07-Gibson) - HighClass - 88
56 - Ulrich/Görig/West (Ferrari 488) - AF Corse - 80
57 - Cameron/Scott/Griffin (Ferrari 488) - AF Corse - 78
58 - Tambay/Maris/D'ansembourg (Ligier JSP217-Gibson) - Eurointernational - 26
59 - Tung/Aubry/Stevens (Oreca 07-Gibson) - DC Racing - 141

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone