F.4 Italia

Il ritratto del campione Minì, primo
italiano a imporsi nella F4 nazionale

Mattia Tremolada

Ci sono volute sette stagioni per vedere finalmente un pilota tricolore aggiu...

Leggi »
Mondiale Rally

Niente ritiro per Ogier:
resta in Toyota per il WRC 2021

Jacopo Rubino

Il ritiro può attendere: Sebastien Ogier ha deciso di proseguire almeno per un altro anno ...

Leggi »
25 Set [9:59]

Sochi - Libera
La Russia dà il benvenuto a Ghiotto

Massimo Costa

La Formula 2 sbarca in Russia, nella città di Sochi, sul Mar Nero. E sul suo circuito "mezzo cittadino" di 5.848 metri, Luca Ghiotto ha subito tracciato la via segnando il primo tempo per il team Hitech. Il pilota italiano ha realizzato il crono di 1'49"631 e a una manciata di secondi dal termine della sessione, si è girato all'ultima curva provocando l'esposizione della bandiera rossa e la fine del turno. Seconda posizione per un "caldo" Yuki Tsunoda del team Carlin. Il giapponese Junior Red Bull, in odore di F1, leggi Alpha Tauri, è sesto in campionato ed è ancora in lizza per il titolo.

Terza piazza per Jehan Daruvala, compagno di colori in tutto e per tutto di Tsunoda, ma ben lontano dai suoi risultati ottenuti durante la stagione. Quarto invece, il vincitore di Mugello gara 2, Christian Lundgaard, terzo in campionato ad appena 16 punti di distanza dal leader Mick Schumacher che ha chiuso questa sessione in ottava posizione. Callum Ilott, invece, secondo nella generale, è buon quinto. I piloti di casa: Nikita Mazepin è sesto, Robert Shwartzman dodicesimo. Marino Sato del team Trident è rimasto fermo lungo il tracciato per un problema tecnico.

Ricordiamo il debutto in F2 di Jake Hughes con HWA Racelab, ventesimo tempo, e lo spostamento di Giuliano Alesi da HWA a MP Motorsport al posto di Nobuharu Matsushita, non presente. Per quanto riguarda il francese della FDA, diciottesima prestazione.

Venerdì 25 settembre 2020, libera

1 - Luca Ghiotto - Hitech - 1'49"631 - 16 giri
2 - Yuki Tsunoda - Carlin - 1'49"712 - 16
3 - Jehan Daruvala - Carlin - 1'49"741 - 16
4 - Christian Lundgaard - ART - 1'49"858 - 14
5 - Callum Ilott - Virtuosi - 1'49"953 - 16
6 - Nikita Mazepin - Hitech - 1'49"959 - 17
7 - Pedro Piquet - Charouz - 1'49"999 - 16
8 - Mick Schumacher - Prema - 1'50"331 - 14
9 - Marcus Armstrong - ART - 1'50"387 - 13
10 - Dan Ticktum - DAMS - 1'50"491 - 16
11 - Felipe Drugovich - MP Motorsport - 1'50"643 - 17
12 - Robert Shwartzman - Prema - 1'50"661 - 14
13 - Juri Vips - DAMS - 1'50"719 - 16
14 - Guan Yu Zhou - Virtuosi - 1'50"801 - 15
15 - Marino Sato - Trident - 1'50"872 - 11
16 - Jack Aitken - Campos - 1'50"882 - 14
17 - Roy Nissany - Trident - 1'50"894 - 14
18 - Giuliano Alesi - MP Motorsport - 1'51"212 - 16
19 - Artem Markelov - HWA Racelab - 1'51"409 - 15
20 - Jake Hughes - HWA Racelab - 1'51"521 - 16
21 - Louis Deletraz - Charouz - 1'51"607 - 15
22 - Guilherme Samaia - Campos - 1'52"311 - 16

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone