indycar

Grosjean con Andretti
per puntare al titolo 2022

Marco CortesiSi confermano tutte le attese della vigilia riguardo al mercato dell’IndyCar 2022, Almeno per quanto riguarda il...

Leggi »
FIA Formula 3

Alla scoperta di Hauger,
la nuova speranza della Norvegia

Il Dennis Hauger nel FIA Formula 3 ha chiuso un cerchio aperto da oltre dieci anni. Nel 2010 fu infatti un pilota norvegese a...

Leggi »
FIA Formula 3

Sochi – Gara 1
Hauger campione con Prema
Vittoria per Sargeant

Ha provato in tutti i modi a conquistare la vittoria di gara 1 a Sochi ma, nonostante il secondo posto, Dennis Hauger può fes...

Leggi »
FIA Formula 2

Sochi - Qualifica
Terza pole di fila per Piastri e Prema

Terza pole position consecutiva per Oscar Piastri in questa stagione di Formula 2, davanti a tutti ancora una volta in occasi...

Leggi »
formula 1

Sochi - Libere 2
Bottas 1°, Verstappen partirà ultimo

In attesa che il diluvio universale si abbatta su Sochi nella giornata di sabato, sconvolgendo il regolare svolgimento del we...

Leggi »
FIA Formula 2

Ricambia il format di F2 e F3
Nel 2022 si torna (quasi) all'antico

Si vociferava, da qualche settimana, che il format attuale di Formula 2 e Formula 3 non avesse proprio funzionato, che fosse...

Leggi »
11 Lug [19:49]

Alcaniz, gara 2
Vervisch il signore degli Anelli

Michele Montesano

Frederic Vervisch ha regalato il primo successo nel WTCR alla nuova Audi RS3 LMS conquistando gara 2 ad Alcaniz. Il belga del Comtoyou Racing è stato impeccabile ottenendo una vittoria flag to flag, secondo posto per Thed Björk che nulla ha potuto contro il pilota Audi. Lo svedese inoltre è stato costretto a difendersi dagli attacchi di uno straripante Gilles Magnus giunto sul gradino più basso del podio.

Vervisch al pronti via ha immediatamente preso le redini della gara, seguito da Björk e Magnus. Complice uno stallo di Mikel Azcona, a centro gruppo si è creato lo scompiglio per evitare la Cupra dello spagnolo. Dopo un paio di tornate le prime posizioni si sono stabilizzate con Norbert Michelisz, risalito al quarto posto, in grado di creare qualche grattacapo a Magnus. L’ungherese della Hyundai però ha lamentato una marcata vibrazione sull’anteriore dovendo desistere dall’attaccare il giovane belga.

Quando i giochi sembravano chiusi, ci ha pensato la safety car a scompaginare le carte. A richiamare l’ingresso della vettura di sicurezza Tom Coronel, costretto a parcheggiare la sua Audi a bordo pista per un problema elettrico. Così al restart Vervisch ha dovuto ricostruite il suo margine nei confronti di Björk, a sua volta alle prese con Magnus. Le posizioni del podio sono rimaste invariate fino alla bandiera a scacchi con Vervisch che ha conquistato il primo successo stagionale per il Comtoyou Racing, seguito da un consistente Björk. Il terzo posto a Magnus è valso come successo nella classifica riservata sia al WTCR Trophy che allo Junior.

Michelisz è stato costretto ad alzare il piede per via di una foratura terminando la sua gara mestamente ai box. A ereditare la quarta posizione Jean-Karl Vernay che ne ha approfittato per incamerare punti preziosi in ottica campionato. A chiudere la top-5 Nathanaël Berthon, favorito dal ritiro del compagno Coronel. Ottimo sesto posto per Gabriele Tarquini, scattato decimo il Cinghios ha mantenuto un ritmo forsennato sbarazzandosi, fra gli altri, anche di Yann Ehrlacher giunto settimo al traguardo. Dopo un bel duello con Yvan Muller, Luca Engstler è riuscito ad artigliare l’ottava posizione, seguito da un superlativo Rob Huff. Partito in ultima fila per aver infranto il regime di parco chiuso, l’inglese ha portato la sua Cupra al nono posto al culmine di una gara vissuta tutta in rimonta, con l’ultimo sorpasso effettuato ai danni di Muller.

Si conclude in sordina il weekend spagnolo del team Honda Münnich Motorsport. Dodicesimo Nestor Girolami, con Esteban Guerrieri retrocesso al tredicesimo posto dopo aver spinto volontariamente fuori pista Jordi Gené. Sfortunato Santiago Urrutia, costretto ad alzare bandiera bianca nel corso del quinto passaggio per via della rottura di una sospensione.

Domenica 11 luglio 2021, gara 2

1 - Frederic Vervisch (Audi) - Comtoyou - 13 giri
2 - Thed Björk (Lynk & Co) - Cyan - 1"191
3 - Gilles Magnus (Audi) - Comtoyou - 1"691
4 - Jean-Karl Vernay (Hyundai) - Engstler - 2"400
5 - Nathanaël Berthon (Audi) - Comtoyou - 3"834
6 - Gabriele Tarquini (Hyundai) - BRC - 5"434
7 - Yann Ehrlacher (Lynk & Co) - Cyan - 9"968
8 - Luca Engstler (Hyundai) - Engstler - 10"974
9 - Robert Huff (Cupra) - Zengő - 12"788
10 - Yvan Muller (Lynk & Co) - Cyan - 14"266
11 - Mikel Azcona (Cupra) - Zengő - 15"626
12 - Néstor Girolami (Honda) - Münnich - 15"855
13 - Esteban Guerrieri (Honda) - Münnich - 19"845
14 - Tiago Monteiro (Honda) - Münnich - 21"083
15 - Attila Tassi (Honda) - Münnich - 22"024
16 - Bence Boldizs (Cupra) - Zengő - 28"138
17 - Jessica Bäckman (Hyundai) - Target - 31"400

Giro veloce: Frederic Vervisch 2'07"588

Ritirati
Norbert Michelisz (Hyundai) - BRC
Jordi Gene (Cupra) - Zengő
Andreas Bäckman (Hyundai) - Target
Tom Coronel (Audi) - Comtoyou
Santiago Urrutia (Lynk & Co) - Cyan

Il campionato
1.Vernay 82 punti; 2.Ehrlacher 74; 3.Muller 67; 4.Urrutia 60; 5.Tarquini 58; 6.Tassi 57; 7.Guerrieri 56; 8.Monteiro 54; 9.Björk 52; 10.Berthon 51.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone