indycar

Bandiera rossa a Detroit
Brutto incidente per Felix Rosenqvist

Brutto incidente per Felix Rosenqvist nella prima gara del weekend IndyCar di Detroit. Il pilota svedese è finito dritto nell...

Leggi »
World Endurance

Portimao - Qualifica
Alpine pole da usato garantito

Michele Montesano A dispetto del nuovo corso delle HyperCar, voluto da Aco e WEC, a siglare la pole position a Portimão è st...

Leggi »
formula 1

Gli incidenti di Baku: sotto accusa
le pressioni adottate in gara dai team

Sono trascorsi sette giorni dal Gran Premio di Baku e ancora non si conoscono le cause precise che hanno determinato il cedim...

Leggi »
formula 1

La Haas non è più ultima,
ma la lotta interna si scalda

Anche un 13esimo posto può valere moltissimo. Quello ottenuto da Mick Schumacher nella caotica domenica a Baku, per esempio, ...

Leggi »
Rally

Mossa a sorpresa McLaren:
dal 2022 entra in Extreme E

Sorpresa: la McLaren aprirà una nuova pagina della sua lunga storia sportiva debuttando nelle gare off-road. Quali? Quelle de...

Leggi »
IMSA

BMW conferma il programma LMDh
per il 2023 e con obiettivo Le Mans

Il nuovo direttore di BMW M Markus Flasch ha confermato che la marca bavarese realizzerà un programma LMDh per il 2023. Senza...

Leggi »
20 Giu [17:38]

FIA ratifica il regolamento 2020
Rivisti costi, qualifiche e BoP

Michele Montesano

La FIA ha confermato le modifiche regolamentari e sportive della stagione 2020 del WTCR. Fra modalità di iscrizione dei team, BoP, punteggio delle qualifiche e interventi sulle vetture ci sono stati ritocchi su diverse aree. L’obiettivo centrale è sempre il medesimo: il contenimento dei costi, rendendo attrattivo un campionato che si svolgerà solamente sul suolo europeo.

Modifiche già a partire dalle iscrizioni aperte fino al 14 agosto. Ogni team potrà schierare una singola vettura, anziché le due obbligatorie fino allo scorso anno. Tali squadre però non potranno raccogliere punti per la classifica riservate ai team, ma solamente per quella piloti. Ciò non vieterà di poter iscrivere in qualsiasi momento una seconda vettura. In questo caso si dovrà seguire il regolamento riservato ai Rookie rimasto invariato. Porte aperte invece alle partecipazioni spot durante l’arco del campionato.

Una sola qualifica per 3 gare
Quest’anno ci sarà solamente una sessione di qualifica divisa nei canonici Q1, Q2 e Q3, fatta eccezione per il weekend del Nürburgring. Sulla Nordschleife ci sarà una sessione unica da un’ora, con i primi 5 classificati che guadagneranno nell’ordine 10-8-6-4-2 punti. Normalmente la Q1 (che durerà 20’) prevederà la promozione dei primi 12 classificati. Nella Q2 (della durata di 10’) si deciderà la partenza della Gara 1 con griglia invertita per la Top-10. Mente nella Q3 si assisterà allo Shootout dei primi 5 che avranno a disposizione un singolo giro per conquistare la pole di Gara 2. Anche in questo caso invariato il punteggio assegnato ai primi cinque piloti, rispettivamente 5-4-3-2-1.

A variare saranno i fine settimana in cui assisteremo a tre gare. La griglia di Gara 1 sarà determinata dalla classifica scaturita dalla Q1. Con i primi 5 piloti classificati che riceveranno un punteggio pari a quello del Q3. Lo schieramento della seconda manche si baserà su tutti i migliori crono registrati nelle varie sessioni con la Top-10 invertita. Mentre l’ultima frazione di gara seguirà il classico schema, con le prime cinque posizioni definite dall’ordine del Q3.

Rivisto il peso minimo, introdotto un nuovo BoP
Modifiche anche per quanto concerne il peso minimo delle vetture TCR. Le auto dotate di cambio sequenziale alla bilancia dovranno segnare un minimo di 1265 Kg. Più leggere le vetture con cambio DSG che avranno un peso minimo di 1230 Kg. Inoltre ci sarà anche un cambiamento sul BoP (Balance of Performance), che oscillerà dai -10 Kg, per arrivare a un massimo di 60 Kg. Le vetture partiranno tutte prive di zavorra per poi essere “corrette” nell’arco della stagione in base ai risultati ottenuti. Come nella passata stagione per equilibrare i valori in campo, si utilizzerà anche l’algoritmo della FIA. Il quale si basa sulla media dei tempi, ottenuti in qualifica, da tutti i piloti di ogni costruttore.

Quattro turbo per stagione e pneumatici contingentati
Sul fronte della riduzione dei costi ogni pilota potrà utilizzare al massimo quattro turbo nell’arco del campionato. Ridotto il prezzo della benzina che sarà pari a 4 € al litro. Così come diminuirà a cinque unità il numero di meccanici che potranno lavorare contemporaneamente su di un’auto. Contingentato il numero degli pneumatici forniti dalla Goodyear. Ogni pilota, al primo evento in cui prenderà parte, avrà a disposizione 16 gomme slick nuove. Per il secondo weekend di gara avrà a disposizione un totale di 22 pneumatici di cui 12 nuovi. Mentre dal terzo evento in poi si potranno utilizzare 26 gomme per auto di cui 16 nuove.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone