indycar

Bandiera rossa a Detroit
Brutto incidente per Felix Rosenqvist

Brutto incidente per Felix Rosenqvist nella prima gara del weekend IndyCar di Detroit. Il pilota svedese è finito dritto nell...

Leggi »
World Endurance

Portimao - Qualifica
Alpine pole da usato garantito

Michele Montesano A dispetto del nuovo corso delle HyperCar, voluto da Aco e WEC, a siglare la pole position a Portimão è st...

Leggi »
formula 1

Gli incidenti di Baku: sotto accusa
le pressioni adottate in gara dai team

Sono trascorsi sette giorni dal Gran Premio di Baku e ancora non si conoscono le cause precise che hanno determinato il cedim...

Leggi »
formula 1

La Haas non è più ultima,
ma la lotta interna si scalda

Anche un 13esimo posto può valere moltissimo. Quello ottenuto da Mick Schumacher nella caotica domenica a Baku, per esempio, ...

Leggi »
Rally

Mossa a sorpresa McLaren:
dal 2022 entra in Extreme E

Sorpresa: la McLaren aprirà una nuova pagina della sua lunga storia sportiva debuttando nelle gare off-road. Quali? Quelle de...

Leggi »
IMSA

BMW conferma il programma LMDh
per il 2023 e con obiettivo Le Mans

Il nuovo direttore di BMW M Markus Flasch ha confermato che la marca bavarese realizzerà un programma LMDh per il 2023. Senza...

Leggi »
22 Giu [0:51]

WTCR ESports, Hungaroring
Per Homola vittoria e leadership

Michele Montesano

Anche il secondo appuntamento del WTCR ESports non ha deluso le aspettative. Sul tracciato virtuale dell’Hungaroring i protagonisti del Mondiale Turismo non si sono risparmiati. A dividersi le vittorie sono stati Mat’o Homola e Nestor Girolami. Il pilota Hyundai inoltre ha scavalcato, in graduatoria generale, Esteban Guerrieri diventando il nuovo leader di campionato.

È stato proprio l’argentino di casa Honda a conquistare la pole. Purtroppo allo spegnimento dei semafori di Gara 1 Guerrieri ha dovuto fare i conti con una manovra Kamikaze di Mikel Azcona. Lo spagnolo è arrivato lungo in curva uno facendo perdere terreno anche al poleman. Ne ha immediatamente approfittato Homola, scattato dalla seconda piazzola, seguito dall’idolo locale Norbert Michelisz. I due si sono punzecchiati fino alla bandiera a scacchi. Con lo slovacco che ha conquistato la vittoria mantenendo dietro il campione del mondo.

Guerrieri, piombato a centro gruppo, ha recuperato furiosamente fino ad agguantare il gradino più basso del podio. La lotta per il quarto posto è stata senza esclusione di colpi con Niels Langeveld e Yann Ehrlacher che sono arrivati ai ferri corti negli ultimi giri. Il pilota del Comtoyou ha avuto la meglio mentre il francese è scivolato in settima posizione. Quinto Azcona che è riuscito a rintuzzare i colpi dell’altra Cupra guidata da Bence Boldizs.

Gara 2 ha visto partire dal palo Aurelien Comte, per via della top-10 invertita. La Peugeot 308 del francese inizialmente ha tenuto il passo per poi essere inghiottita dall’intero gruppo. A salire in cattedra è stato Girolami marcato a stretto contatto da Ehrlacher. Al duo di testa si è aggiunto, dopo poche tornate, Azcona. Lo spagnolo al penultimo giro ha provato il sorpasso arrivando al contatto con la Lynk & Co. di Ehrlacher il quale si è scomposto perdendo secondi preziosi. A guadagnare la seconda posizione è stato così Attila Tassi. Terzo Azcona penalizzato per la manovra poco corretta, oltre all’aver disputato due gare leggermente sopra le righe. Quarto l’incolpevole Ehrlacher. Quinta posizione per Boldizs che ha preceduto i due piloti Hyundai Michelisz e Homola. Solamente nono l’ex leader di campionato Guerrieri reduce da due gare decisamente poco fortunate.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone