14 Giu [0:11]

Le Mans - Qualifica finale
Kobayashi-Nakajima, 1-2 Toyota

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi - Photo4

Non ci sono stati grossi scossoni nella sessione di qualifica finale per la 24 Ore di Le Mans 2019, classe LMP1. La prima fila assoluta sarà tutta giapponese sia per la squadra, Toyota, con le due TS050 Hybrid, sia per i piloti che hanno segnato i tempi di vertice. Kamui Kobayashi ha regalato la pole alla numero 7, divisa con Jose Maria Lopez e Mike Conway, ricompensando il team per il lavoro nella sostituzione del telaio dopo l'incidente di ieri. Il secondo posto è stato centrato da Kazuki Nakajima, sull'esemplare diviso con Fernando Alonso e Sebastien Buemi. Sono bastati i tempi della sessione precedente, quella del tardo pomeriggio. Al terzo posto, è stato di soli sei decimi il distacco della prima vettura privata: il russo Egor Orudzhev ha migliorato il riscontro della BR1 by Dallara numero 17 del team SMP Racing. Quarto posto per la Rebellion numero 3, tornata in pista con un motore di scorta dopo il KO della seconda qualifica. Poi Mikhail Aleshin sempre per SMP, e la seconda Rebellion, che con Bruno Senna ha incontrato un problema.

Pole per il team Graff con Gommendy in LMP2
In LMP2, sconvolgimento nell'ultima sessione col tempone di Tristan Gommendy per il team Graff su un'Oreca gommata Dunlop. Il francese ha preceduto il connazionale Loic Duval con la vettura del team TDS. Gommendy prenderà il via insieme a Jonathan Hirschi e Vincent Capillaire. Scaraventato al terzo posto il team DragonSpeed con Gonzalez-Maldonado-Davidson.

Il "treno danese" fa la pole in GTE-Pro
Grande ricambio in classe GTE-Pro, e a prevalere è stata un'Aston Martin, quella con il "Dane Train" Thiim-Sorensen. Il giro che vale la pole l'ha messo a segno Marco Sorensen, che ha beffato la Ford di Harry Tincknell e la Porsche di Nick Tandy. Con Sorensen ci sarà, oltre a Nicki Thiim, Darren Turner. Tandy invece è stato poi beffato per il terzo posto da Antonio Garcia con la prima delle Corvette. Top-5 di classe per la BMW, con la M8 finalmente non più su un altro pianeta (meno competitivo rispetto agli altri). Da dire che Nicky Catsburg è finito fuori pista all'inizio della sessione. Continuano ad essere lontane le Ferrari, con l'ottavo posto per la prima vettura AF Corse: si spera che il passo gara si possa rivelare superiore. Comunque, il gruppo è ravvicinatissimo: la top-10 di categoria è racchiusa in un secondo e mezzo (su quasi 4 minuti di giro).

Cairoli domina la GTE-Am
In GTE-Am Matteo Cairoli ha continuato a fare il fenomeno, mantenendo la prima posizione con una pole mai in discussione. Scalzato dagli avversari, si è ripreso il primo posto come se niente fosse portando al top anche Giorgio Roda e il giapponese Satoshi Hoshino. Messi "a posto" Julien Andlauer, secondo nella doppietta Proton-Dempsey, e Thomas Preining. Da segnalare una bandiera rossa per l'uscita nella sabbia di Pedro Lamy con l'Aston ufficiale di classe GTE-Am.

I tempi finali della qualifica per la 24 Ore di Le Mans:

1 Conway/Kobayashi/Lopez (Toyota TS050) – Toyota 3'15"497
2 Buemi/Nakajima/Alonso (Toyota TS050) – Toyota 3'15"908
3 Sarrazin/Orudzhev/Sirotkin (BR1-AER) – SMP 3'16"159
4 Laurent/Berthon/Menezes (Rebellion R13-Gibson) – Rebellion 3'16"404
5 Petrov/Aleshin/Vandoorne (BBR1-AER) – SMP 3'16"665
6 Jani/Lotterer/Senna (Rebellion R13-Gibson) – Rebellion 3'16"810
7 Hedman/Hanley/Van Der Zande (BR1-Gibson) – DragonSpeed 3'20"200
8 Dillmann/Webb/Ruberti (Enso CLM P1/01-Gibson) – Bykolles 3'23"109
9 Gommendy/Capillaire/Hirschi (Oreca 07-Gibson) – Graff 3'25"073
10 Perrodo/Vaxiviere/Duval (Oreca 07-Gibson) - TDS Racing 3'25"345
11 Gonzalez/Maldonado/Davidson (Oreca 07-Gibson) – DragonSpeed 3'25"667
12 Lapierre/Negrão/Thiriet (Oreca 07-Gibson) – Signatech 3'25"874
13 Lafargue/Chatin/Rojas (Oreca 07-Gibson) – IDEC 3'26"011
14 Rusinov/Van Uitert/Vergne (Oreca 01-Gibson) – G-Drive 3'26"257
15 Hanson/Albuquerque/Di Resta (Ligier JSP217-Gibson) - United Autosports 3'26"543
16 Tung/Richelmi/Aubry (Oreca 07-Gibson) - DC Racing 3'26"821
17 Van Eerd/Van Der Garde/De Vries (Dallara P217-Gibson) – RTN 3'27"107
18 Cullen/Brundle/Owen (Ligier JSP217-Gibson) - United Autosports 3'27"509
19 Fjordbach/Andersen/Beche (Oreca 07-Gibson) - High Class 3'27"610
20 Binder/Canal/Stevens (Ligier JSP217-Gibson) – Panis-Barthez 3'27"790
21 Heinemeier-Hansson/King/Taylor (Oreca 07-Gibson) - DC Racing 3'28"049
22 Jamin/Ragues/Dumas (Oreca 07-Gibson) – Duqueine 3'28"195
23 Zollinger/Pizzitola/Falb (Oreca 07-Gibson) – Algarve 3'28"457
24 Farano/Maini/Nato (Oreca 07-Gibson) – RLR 3'28"803
25 Lacorte/Sernagiotto/Belicchi (Dallara P217-Gibson) – Villorba 3'28"942
26 Smiechowski/Winslow/Moore (Ligier JSP217-Gibson) - Inter Europol 3'30"744
27 Konopka/Enqvist/Tereschenko (Ligier JSP217-Gibson) – ARC 3'34"146
28 Creed/Ricci/Boulle (Ligier JSP217-Gibson) – Larbre 3'34"913
29 Thiim/Sørensen/Turner (Aston Martin Vantage) – AMR 3'48"000
30 Priaulx/Tincknell/Bomarito (Ford GT) – Ganassi 3'48"112
31 Magnussen/Garcia/Rockenfeller (Corvette C7.R) – Corvette 3'48"830
32 Pilet/Bamber/Tandy (Porsche 911) – Porsche 3'48"907
33 Farfus/Da Costa/Krohn (BMW M8) – MTEK 3'49"108
34 Hand/Müller/Bourdais (Ford GT) – Ganassi 3'49"116
35 Christensen/Estre/Vanthoor (Porsche 911) – Porsche 3'49"196
36 Rigon/Bird/Molina (Ferrari 488 EVO) - AF Corse 3'49"391
37 Mücke/Pla/Johnson (Ford GT) - Ganassi 3'49"511
38 Briscoe/Westbrook/Dixon (Ford GT) – Ganassi 3'49"546
39 Gavin/Milner/Fässler (Corvette C7.R) – Corvette 3'49"573
40 Pier Guidi/Calado/Serra (Ferrari 488 EVO) - AF Corse 3'49"655
41 Lietz/Bruni/Makowiecki (Porsche 911) – Porsche 3'49"921
42 Martin/Lynn/Adam (Aston Martin Vantage) – AMR 3'50"037
43 Müller/Jaminet/Olsen (Porsche 911) - Porsche 3'50"278
44 Catsburg/Tomczyk/Eng (BMW M8) – MTEK 3'51"353
45 Hoshino/Roda Jr/Cairoli (Porsche 911) – Dempsey/Proton 3'51"439
46 Derani/Jarvis/Gounon (Ferrari 488 EVO) – Risi 3'51"454
47 Campbell/Ried/Andlauer (Porsche 911) - Dempsey - Proton Racing 3'51"645
48 Wainwright/Barker/Preining (Porsche 911) - Gulf Racing 3'51"944
49 Segal/Baptista/Lu (Ferrari 488) – JMW 3'52"423
50 Prette/Prette/Abril (Porsche 911) – Proton 3'52"434
51 Bergmeister/Lindsey/Perfetti (Porsche 911) – Project1 3'52"750
52 Flohr/Castellacci/Fisichella (Ferrari 488) - AF Corse 3'52"826
53 Kimura/Cozzolino/Ledogar (Ferrari 488) – CarGuy 3'53"474
54 Keating/Bleekemolen/Fraga (Ford GT) – Keating 3'53"492
55 Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari 488) – Kessel 3'53"528
56 Dalla Lana/Lamy/Lauda (Aston Martin Vantage) – AMR 3'53"530
57 Yoluc/Hankey/Eastwood (Aston Martin Vantage) - TF Sport 3'53"606
58 Macneil/Vilander/Smith (Ferrari 488) - Scuderia Corsa 3'53"630
59 Ishikawa/Beretta/Cheever (Ferrari 488) - MR Racing 3'54"051
60 Gostner/Frey/Gatting (Ferrari 488) – Kessel 3'54"083
61 Perez-Companc/Griffin/Cressoni (Ferrari 488) – Clearwater 3'54"799

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone