formula 1

La McLaren è stufa di Ricciardo
E comincia a guardarsi attorno

Daniel Ricciardo sta deludendo. La McLaren pensava di aver fatto il miglior colpo di mercato possibile quando nel 2020, all&#...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Libere
Minì parte forte, bene Fornaroli

La sessione unica di prove libere della Formula Regional by Alpine ha aperto il fine settimana del Gran Premio di Monaco, dov...

Leggi »
formula 1

I piloti F1 all'esame di Montecarlo:
con le auto 2022 sarà ancora più duro

C'è chi la ama e chi la odia, ma Montecarlo per i piloti è comunque una sfida. Quest'anno, probabilmente, persino più...

Leggi »
formula 1

Sauber Alfa Romeo sopra le attese,
e a Monaco può anche stupire

È un bel momento per la Sauber Alfa Romeo-Ferrari, e potrebbe proseguire a Montecarlo, dove si corre già nel prossimo weekend...

Leggi »
formula 1

Progressi Mercedes evidenti,
ma Ferrari e Red Bull ancora lontane

Ha compiuto progressi la Mercedes grazie agli sviluppi portati nel GP di Spagna? La risposta è sì. Ha raggiunto il livelo di ...

Leggi »
formula 1

Il primo ko tecnico pesa,
ma questa Ferrari può rimediare

Al giro 27 del Gran Premio di Spagna per la Ferrari è cambiato tutto: il ritiro di Charles Leclerc, dovuto alla rottura di tu...

Leggi »
1 Set [20:59]

Mexico City, libere 1
Orudzhev inaugura il weekend

Jacopo Rubino

A quindici anni di distanza dalla doppia trasferta Curitiba-Interlagos della vecchia World Series by Nissan, quella che oggi si chiama World Series Formula V8 3.5 è pronta di nuovo a correre oltre i confini europei. Fedele al Mondiale Endurance, in questo fine settimana il campionato fa tappa sul circuito di Città del Messico, lo stesso già tornato ad ospitare anche la F1.

La prima sessione di prove libere, con questo retrogusto storico, è cominciata con temperature attorno ai 19 gradi e pista umida, ma offrendo via via sempre maggior grip. Con i tempi andati progressivamente calando, a svettare nel finale è stato Egor Orudzhev in 1'33"616: il russo è riuscito a fare il vuoto rifilando oltre sei decimi all'idolo di casa Alfonso Celis, che in volata si è preso la seconda piazza.

I motori della categoria si sono riaccesi dopo oltre un mese e mezzo, ma Orudzhev ha fresco il sapore della vittoria: insieme a Matevos Isaakyan, suo compagno in AVF, appena domenica scorsa il pilota russo si è aggiudicato la tappa di Le Castellet della European Le Mans Series per i colori SMP Racing. Isaakyan, per la cronaca, in questo turno cronometrato si è classificato decimo.

A seguire le coppie di Lotus e Teo Martin, con René Binder terzo seguito da Pietro Fittipaldi, Alex Palou (confermato dopo il fantastico esordio al Nurburgring) e Konstantin Tereschenko. Poi, Yu Kanamaru, il più veloce per la RP Motorsport, che qui non schiera Damiano Fioravanti. Unico pilota italiano ai nastri di partenza è quindi il gentleman Giuseppe Cipriani. Ottava posizione invece per Diego Menchaca, l'altro messicano iscritto.

Venerdì 1° settembre 2017, libere 1

1 - Egor Orudzhev - SMP by AVF - 1'33"616 - 21 giri
2 - Alfonso Celis - Fortec - 1'34"259 - 24
3 - René Binder - Lotus - 1'34"342 - 20
4 - Pietro Fittipaldi - Lotus - 1'34"350 - 20
5 - Alex Palou - Teo Martin - 1'34"436 - 24
6 - Konstantin Tereschenko - Teo Martin - 1'34"439 - 21
7 - Yu Kanamaru - RP Motorsport - 1'34"689 - 22
8 - Diego Menchaca - Fortec - 1'34"699 - 23
9 - Roy Nissany - RP Motorsport - 1'34"796 - 23
10 - Matevos Isaakyan - SMP by AVF - 1'34"910 - 20
11 - Giuseppe Cipriani - Barone Rampante - 1'36"809 - 21

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone