formula 1

La F1 piange Tambay, da
tempo malato di Parkinson

Se ne è andato, in silenzio, Patrick Tambay. Da tempo il 73enne pilota francese nato il 25 giugno 1949 a Parigi, soffriva di ...

Leggi »
World Endurance

Villeneuve ha provato la Vanwall LMH
a Montmelò, obiettivo Le Mans 2023?

Michele Montesano La voglia di rimettersi costantemente in discussione non è mai mancata a Jacques Villeneuve. Dopo aver vi...

Leggi »
FIA Formula 3

Fornaroli nuovo pilota Trident
Nel 2022 miglior rookie Alpine

Leonardo Fornaroli è il secondo pilota italiano dopo Gabriele Minì che parteciperà al campionato di F3. Il 18enne piacentino ...

Leggi »
formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
15 Lug [13:13]

Nurburgring, qualifica 2
Palou si ripete in pole

Jacopo Rubino

Alex Palou al Nurburgring ci ha già preso gusto. Nel weekend di debutto in World Series Formula V8 3.5, il nuovo acquisto del team Teo Martin si è aggiudicato la pole-position anche per gara 2 in programma domani. Lo spagnolo è stato protagonista della Q2 sotto ogni aspetto: innanzitutto rischiando di saltare la sessione, quando ha spento il motore ed è stato trainato in pit-lane da un veicolo di servizio (con le scuderie ospiti nel paddock del Mondiale Endurance, qui i piloti sfruttano un varco secondario per immettersi sul circuito). Dopodiché Palou si è installato al comando provvisorio, ma ha visto cancellato quello che era il suo best lap (1'42"080) per track limits. Poco male, perché il secondo crono personale (1'42"228) era ancora sufficiente a mantenere la vetta. Restava però da affrontare il rush finale dopo il cambio gomme. I riferimenti sono calati vertiginosamente, ma Palou non si è fatto intimidire rompendo il muro del minuto e 41 per il decisivo 1'40"840.

Le prestazioni dell'iberico qui in Germania stanno senza dubbio offuscando la concorrenza, ma questa volta brilla anche un altro rookie, Diego Menchaca: il messicano è tornato sui livelli delle prove libere conquistando la prima fila, a tre decimi e mezzo dalla pole. A seguire ci saranno Matevos Isaakyan e Roy Nissany, con AVF e RP Motorsport, poi Egor Orudhzev e Pietro Fittipaldi.

Per il brasiliano, leader del campionato e già autore di ben otto pole in questa stagione, è venuta fuori la peggior qualifica dell'anno: soltanto sesto, "travolto" dai miglioramenti dei colleghi, anche se in realtà la mattinata sembra essere stata storta soprattutto per lo squadrone Lotus. Il compagno René Binder, infatti, è addirittura nono proseguendo sul trend di scarsa forma già evidenziato ieri. In mezzo alle due monoposto nero-oro, Alfonso Celis e Yu Kanamaru.

La griglia di partenza di gara 2

1. fila
Alex Palou - Teo Martin - 1'40"840
Diego Menchaca - Fortec - 1'41"185
2. fila
Matevos Isaakyan - SMP by AVF - 1'41"257
Roy Nissany - RP Motorsport - 1'41"262
3. fila
Egor Orudzhev - SMP by AVF - 1'41"415
Pietro Fittipaldi - Lotus - 1'41"602
4. fila
Alfonso Celis - Fortec - 1'41"793
Yu Kanamaru - RP Motorsport - 1'41"831
5. fila
René Binder - Lotus - 1'41"895
Konstantin Tereschenko - Teo Martin - 1'41"973
6. fila
Damiano Fioravanti - RP Motorsport - 1'42"112
Giuseppe Cipriani - Barone Rampante - 1'44"006

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone