13 Dic [16:19]

Operazione BoP conclusa
Tre motori nello stesso decimo

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

Si sono conclusi positivamente i due giorni di test dedicati alla comparazione dei motori che il prossimo anno equipaggeranno i team della Euroformula Open. Le squadre coinvolte, Carlin e Martin. La formazione inglese ha schierato due Dallara F312 che impiegavano rispettivamente propulsori targati Piedrafita (Toyota) e Spiess (Volkswagen), mentre la compagine spagnola ha portato in pista due Dallara F312 motorizzate Piedrafita e HWA (Mercedes). Per Carlin ha guidato Callum Ilott, per Martin Bent Viscaal. Il processo di Balance of Performance tra Piedrafita, Spiess e HWA che era stato avviato con delle prove a Jerez, è stato finalmente concluso con successo.

L'organizzatore della Euroformula Open, Jesus Pareja, si è detto soddisfatto dell'operazione: "Lavorando insieme ai tre motoristi è stato possibile eguagliare le prestazioni e la curva di potenza dei tre propulsori e questo secondo test lo ha confermato. Su un circuito probante e lungo 4,6 km come quello di Montmelò, le differenze sul giro tra un motore e l'altro sono state contenute in un decimo di secondo. Ora dobbiamo completare solamente alcuni dettagli".

Il miglior compromesso è quindi stato raggiunto e la Euroformula sarà l'unico campionato con monoposto di F3 a presentare tre diverse motorizzazioni. L'ottimo lavoro è stato svolto dal delegato tecnico di GT Sport, Luis Isasi, e dai tre ingegneri dei tre motoristi, ovvero Timo Krasse di HWA, José Aracil di Piedrafita e Samuel Schleier di Spiess.

A Montmelò vi erano altre due squadre della Euroformula, i campioni della RP Motorsport e Campos che hanno valutato nuovi piloti per la prossima stagione.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone