indycar

Bandiera rossa a Detroit
Brutto incidente per Felix Rosenqvist

Brutto incidente per Felix Rosenqvist nella prima gara del weekend IndyCar di Detroit. Il pilota svedese è finito dritto nell...

Leggi »
World Endurance

Portimao - Qualifica
Alpine pole da usato garantito

Michele Montesano A dispetto del nuovo corso delle HyperCar, voluto da Aco e WEC, a siglare la pole position a Portimão è st...

Leggi »
formula 1

Gli incidenti di Baku: sotto accusa
le pressioni adottate in gara dai team

Sono trascorsi sette giorni dal Gran Premio di Baku e ancora non si conoscono le cause precise che hanno determinato il cedim...

Leggi »
formula 1

La Haas non è più ultima,
ma la lotta interna si scalda

Anche un 13esimo posto può valere moltissimo. Quello ottenuto da Mick Schumacher nella caotica domenica a Baku, per esempio, ...

Leggi »
Rally

Mossa a sorpresa McLaren:
dal 2022 entra in Extreme E

Sorpresa: la McLaren aprirà una nuova pagina della sua lunga storia sportiva debuttando nelle gare off-road. Quali? Quelle de...

Leggi »
IMSA

BMW conferma il programma LMDh
per il 2023 e con obiettivo Le Mans

Il nuovo direttore di BMW M Markus Flasch ha confermato che la marca bavarese realizzerà un programma LMDh per il 2023. Senza...

Leggi »
28 Giu [8:01]

Pocono, gara 1
Harvick vince di strategia

Marco Cortesi

Kevin Harvick si è tolto un sassolino dalla scarpa a Pocono, conquistando il successo su uno dei pochi tracciati in cui non aveva parevalso ed incamerando la vittoria numero 52 in carriera, la terza dell’anno. Il pilota del team Stewart-Haas ha approfittato di una strategia brillante che l’ha visto, nel corso dell’ultima sosta con bandiera verde, montare solo due gomme nuove e sopravanzare così il suo compagno di colori Aric Almirola, che sembrava il favorito. Harvick, che per impostare la strategia sul finale aveva rinunciato a lottare per gli “stage” intermedi, ha così portato a casa il bottino più importante. Alla fine, Almirola è stato passato anche da Denny Hamlin, ma alla Toyota numero 11 del Joe Gibbs Racing è mancato qualcosa per effettuare un attacco perentorio: Hamlin ha lamentato pesanti vibrazioni.

Poca fortuna invece per Joey Logano, che dopo aver vinto il primo stage sembrava in gran forma con la prima Ford del Team Penske. Logano con 17 passaggi alla conclusione si è visto fermare da una foratura che ha causato pesanti danni all’anteriore della sua Mustang numero 22. Tra le sorprese positive invece Christopher Bell. Il campione delle gare midget, Junior del team Gibbs in prestito al team satellite Leavine Family, si è piazzato quarto, aggiungendo un’altra top-10 ad una stagione di debutto particolarmente lusinghiera. Quinto invece Kyle Busch, seguito da Martin Truex e Clint Bowyer. Poca fortuna in generale per la pattuglia Chevrolet. In difficoltà tutto il team Hendrick, mentre la prima Camaro al traguardo è stata quella del redivivo Matt Kenseth, subentrato a Kyle Larson. Lontani Chase Elliott e Jimmie Johnson, così come Bubba Wallace, mentre Alex Bowman, unico alfiere del cravattino in posizione per una top-5, è stato fermato a sua volta da una foratura.

Il round a Pocono, che è stato disturbato da qualche goccia d’acqua di troppo, e anche ritardato da un’acquazzone, è caratterizzato da una doppia gara: si correrà infatti anche oggi in tarda serata. Una decisione presa per continuare nel processo di recupero delle gare saltate a causa del Lockdown.

Sabato 27 giugno 2020, gara 1 (top-20)


1 - Kevin Harvick (Ford Mustang) – Stewart - 130 giri
2 - Denny Hamlin (Toyota Camry) – Gibbs - 130
3 - Aric Almirola (Ford Mustang) – Stewart - 130
4 - Christopher Bell (Toyota Camry) – Leavine - 130
5 - Kyle Busch (Toyota Camry) – Gibbs - 130
6 - Martin Truex Jr. (Toyota Camry) – Gibbs - 130
7 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart - 130
8 - Michael McDowell (Ford Mustang) – Front Row - 130
9 - Brad Keselowski (Ford Mustang) – Penske - 130
10 - Chris Buescher (Ford Mustang) – Roush - 130
11 - Matt Kenseth (Chevrolet) – Ganassi - 130
12 - Ryan Blaney (Ford Mustang) – Penske - 130
13 - Matt DiBenedetto (Ford Mustang) – Wood - 130
14 - William Byron (Chevy Camaro) – Hendrick - 130
15 - Ryan Newman (Ford Mustang) – Roush - 130
16 - Cole Custer (Ford Mustang) – Stewart - 130
17 - Ricky Stenhouse Jr. (Chevy Camaro) – JTG - 130
18 - Kurt Busch (Chevy Camaro) – Ganassi - 130
19 - Austin Dillon (Chevy Camaro) – Childress - 130
20 - Ryan Preece (Chevy) – JTG - 130

Il campionato
1. Harvick 534; 2. Blaney 505; 3. Logano 487; 4. Elliott 477; 5. Keselowski 472.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone