formula 1

23 Gran Premi per il 2023
Imola se la gioca con Le Castellet

Circola già una prima bozza del calendario del Mondiale F1 2022. I Gran Premio potrebbero essere 23, di cui due in Italia. Il...

Leggi »
formula 1

Mercedes lancia un assist al gruppo
Volkswagen: "Eliminare la MGU-H"

Come fare per coinvolgere in F1 un maggior numero di motoristi e che magari travolti dall'entusiasmo decidano di entrare ...

Leggi »
indycar

Laguna Seca - Gara
Herta non sbaglia, Palou vede il titolo

Colton Herta si è preso la rivincita per il difficile finale di Nashville nella "sua" Laguna Seca. Il californiano ...

Leggi »
F4 Spanish

Valencia - Gara 3
Øgaard firma la doppietta

1 - Sebastian Øgaard - Campos - 16 giri2 - Dilano Van't Hoff - MP Motorsport - 0”2363 - Filip Jenic - Teo Martin - 2”2094...

Leggi »
dtm

Assen - Gara 2
Vince Auer, Lawson secondo

Lucas Auer festeggia la sua prima vittoria stagionale nel DTM: l'austriaco ha fatto sua gara 2 ad Assen dopo essere parti...

Leggi »
F4 Spanish

Valencia - Gara 2
Macia penalizzato, primo Van’t Hoff

È stata una corsa davvero bella e combattuta quella che ha aperto la seconda giornata di gare dell’appuntamento di Valencia d...

Leggi »
2 Lug [14:35]

Spielberg - Qualifica
Hauger risponde a Vesti

Mattia Tremolada

Non poteva trovare modo migliore per festeggiare l'annuncio del cambio di proprietà del team Prema Dennis Hauger, che a Spielberg ha messo a segno la seconda pole position della stagione, beffando Frederik Vesti per soli 18 millesimi di secondo. Come in mattinata è stato scongiurato il pericolo pioggia, attesa verso la fine della sessione. La minaccia di precipitazioni aveva portato gran parte della griglia a scendere in pista immediatamente, creando diverse situazioni pericolose lungo la pista, con tutte e trenta le vetture presenti racchiuse in pochi metri, cercando di scaldare le gomme ma anche di trovare il miglior traino per il proprio giro veloce. Nel primo tentativo era stato proprio Vesti, già in pole a Le Castellet, a portarsi al comando, guidando un gruppetto di cinque piloti racchiusi in soli 68 millesimi.

La situazione in pista è parsa meno confusionaria nel secondo stint, ma il traffico intenso nella parte finale del circuito ha comunque portato prima Calan Williams e poi Jak Crawford, che aveva appena ottenuto il record nel primo settore, ad abortire i propri giri veloci. A beneficiare del caos creatosi sono stati i piloti più esperti, con Hauger che ha risposto al 1'20"153 di Vesti, firmando il nuovo primato in 1'20"085. Il danese di ART ha risposto sfondando la barriera del 1'20" in 1'19"743, ma non è riuscito a migliorarsi nell'ultimo passaggio, venendo beffato da Hauger in 1'19"726. A sorpresa è emerso Caio Collet, già recordman nei test pre-stagionali, che si è portato in testa in 1'19"697, ma dopo pochi istanti i commissari di gara hanno cancellato il suo riferimento per track limits.

Collet è così scivolato in quarta piazza, alle spalle anche di Alex Smolyar, che lo affiancherà in seconda fila per la corsa domenicale. Quinta posizione per un brillante Crawford, su un circuito che ama particolarmente e su cui ha ottenuto la prima vittoria sul suolo europeo nella Formula 4 Italia. Sesto Clement Novalak, che ha preceduto il compagno di squadra Jack Doohan e la coppia di Prema composta da Olli Caldwell e Arthur Leclerc. Victor Martins, il principale inseguitore di Hauger in campionato, chiude la top-10 con una prestazione sottotono, mentre Matteo Nannini e Logan Sargeant scatteranno dalla prima fila in gara 1.

20esimo Lorenzo Colombo, in una griglia molto serrata che vede ben 24 piloti racchiusi in un secondo. Un incidente in pit lane ha coinvolto Reshad De Gerus e Johnathan Hoggard. Per un errore degli uomini di Charouz, il pilota francese è partito dalla propria piazzola mentre transitava la vettura del team Jenzer, colpendo l'incolpevole Hoggard. Ido Cohen ha invece dovuto alzare bianca per un apparente problema tecnico a metà sessione, costringendo la direzione gara ad esporre la bandiera rossa.

Venerdì 2 luglio 2021, qualifica

1 - Dennis Hauger - Prema - 1'19"726
2 - Frederik Vesti - ART - 1'19"754
3 - Alexander Smolyar - ART - 1'19"801
4 - Caio Collet - MP Motorsport - 1'19"809
5 - Jak Crawford - Hitech - 1'19"817
6 - Clement Novalak - Trident - 1'19"829
7 - Jack Doohan - Trident - 1'19"887
8 - Olli Caldwell - Prema - 1'19"900
9 - Arthur Leclerc - Prema - 1'19"975
10 - Victor Martins - MP Motorsport - 1'20"003
11 - Matteo Nannini - HWA - 1'20"070
12 - Logan Sargeant - Charouz - 1'20"101
13 - Calan Williams - Jenzer - 1'20"112
14 - David Schumacher - Trident - 1'20"148
15 - Enzo Fittipaldi - Charouz - 1'20"188
16 - Kaylen Frederick - Carlin - 1'20"235
17 - Oliver Rasmussen - HWA - 1'20"326
18 - Jonny Edgar - Carlin - 1'20"444
19 - Ayumu Iwasa - Hitech - 1'20"463
20 - Lorenzo Colombo - Campos - 1'20"634
21 - Tijmen van der Helm - MP Motorsport - 1'20"672
22 - Roman Stanek - Hitech GP - 1'20"676
23 - Amaury Cordeel - Campos - 1'20"680
24 - Juan Manuel Correa - ART - 1'20"690
25 - Reshad de Gerus - Charouz - 1'20"762
26 - Rafael Villagomez - HWA - 1'20"943
27 - Johnathan Hoggard - Jenzer - 1'21"078
28 - Laszlo Toth - Campos - 1'21"292
29 - Filip Ugran - Jenzer - 1'21"451
30 - Ido Cohen - Carlin - 1'21"536

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone