22 Apr [15:20]

Suzuka, gara
Cassidy, da 12esimo a primo

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

E' stato decisamente movimentato il primo appuntamento della Super Formula a Suzuka. La vittoria è andata a Nick Cassidy con la Dallara-Toyota del team Tom's, ma il neozelandese deve ringraziare le tante safety-car chiamate in causa e la brillante strategia della squadra diretta da Nobuhide Tachi. Ma andiamo per ordine.

La qualifica ha visto il dominio del team Nakajima Honda con Tadasuke Makino (ex F2) ed Alex Palou blindare la prima fila. Lo spagnolo era stato il più rapido sia nel Q1 sia nel Q2, ma il compagno di squadra giapponese lo ha beffato nel decisivo Q3 battendolo per 29 millesimi, 1'36"060 contro 1'36"089, e prendendosi il punto per la pole. Ancora due motori Honda in seconda fila grazie a Naoki Yamamoto e Nirei Fukuzumi (ex F2), entrambi del team Dandelion.

Primo degli europei, Lucas Auer, undicesimo con la Dallara-Honda del B-Max Motopark, proprio davanti a Cassidy. Solo sedicesimo Dan Ticktum, ultimo del Q2. Q1 movimentata con Sho Tsuboi che ha sbattuto imitato poco dopo da Artem Markelov appena uscito dai box. Disavventura per Harrison Newey (ai box presente il padre Adrian) che ha forato la posteriore destra: perso il controllo della vettura, l'inglese è franato su Kazuki Nakajima che sopraggiungeva cercando un varco nel suo giro di lancio.

La corsa ha visto partire al comando il poleman Makino mentre Naoki Yamamoto ha subito superato Palou, che si è ripreso il secondo posto al 2° giro. Al 4° passaggio Makino conduceva su Palou, Sekiguchi, Yamamoto, HIrakawa e Yamashita. Al 7° giro la mossa vincente per Cassidy, primo ad effettuare il cambio gomme e il rifornimento. Dopo appena due tornate l'uscita di pista di Tristan Charpentier e la vettura ferma di Hirakawa hanno chiamato in pista la safety-car permettendo a Cassidy di scalare la classifica perché quasi tutti sono rientrati in pit-lane. A farne le spese Sekiguchi che è rimasto bloccato in fase di uscita dalla corsia box creando confusione. Riuscito a ripartire, si è ritirato il giro seguente per noie al cambio.

A condurre il gruppo si è ritrovato Kamui Kobayashi in quanto non aveva pittato. Dietro di lui, Kunimoto (anche lui senza pit), Palou, Makino Cassidy, Yamamoto. Al 15° giro, uscita nella ghiaia di Nakajima, imitato nello stesso punto da Newey. Di nuovo la SC è entrata in pista e Kunimoto ha preso la via dei box. Al restart, Palou ha attaccato all'esterno della prima curva Kobayashi, il quale ha resistito, ma subito dopo la Dallara-Honda dello spagnolo si è ammutolita costringendolo al ritiro. Si scoprirà poi che una ruota si è staccata dalla sede, proprio come capiterà a Makino qualche tornata dopo. Di nuovo safety-car per recuperare la monoposto del team Nakajima.

La corsa riprende senza particolari colpi di scena con Kobayashi davanti a Cassidy, Yamamoto, Makino e Yamashita. Al 27° giro, però, Makino mentre si difendeva da Yamashita si è ritrovato con la gomma posteriore destra a terra finendo fuori pista e contro le barriere. Ecco ancora la safety-car davanti a tutti. Kobayashi ha proseguito al comando sapendo bene che le sue chance di poter finire sul podio erano pari allo zero. All'ultimo giro l'ex F1 ha fatto il pit, gomme e benzina, lasciando così via libera a Cassidy che ha vinto davanti a Yamamoto, Yamashita, Nojiri e Tsuboi che si è riscattato alla grande dopo il crash in qualifica. Settimo Auer davanti a Ticktum mentre Kobayashi ha chiuso nono precedendo Markelov.

Domenica 21 aprile 2019, gara

1 - Nick Cassidy (Dallara-Toyota) - Tom's - 43 giri 1.28'21"635
2 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Dandelion - 1"749
3 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 2"399
4 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 8"265
5 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Cerumo Inging - 10"522
6 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - Kondo - 10"825
7 - Lucas Auer (Dallara-Honda) - B Max Motopark - 13"939
8 - Daniel Ticktum (Dallara-Honda) - Mugen - 15"097
9 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 30"912
10 - Artem Markelov (Dallara-Toyota) - LeMans - 37"082
11 - Nirei Fukuzumi (Dallara-Honda) - Dandelion - 37"977
12 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - LeMans - 39"057

Giro più veloce: Alex Palou 1'41"057

Ritirati
7° giro - Tristan Charpentier
7° giro - Ryo Hirakawa
10° giro - Yuhi Sekiguchi
14° giro - Harrison Newey
14° giro - Kazuki Nakajima
15° giro - Hiroaki Ishiura
17° giro - Alex Palou
26° giro - Tadasuke Makino 

Il campionato
1.Cassidy 10; 2.Yamamoto 8; 3.Yamashita 6; 4.Nojiri 5; 5.Tsuboi 4; 6.Kunimoto 3; 7.Auer 2; 8.Ticktum, Makino 1

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone