formula 1

FIA e F1, missione compiuta:
approvate le regole sui motori 2026

Finalmente. Dopo mesi, per non dire un paio d'anni, di trattative e discussioni, sono ufficialmente confermate le regole ...

Leggi »
formula 1

Misure anti porpoising dal 2023:
la delibera FIA con un compromesso

Nel Consiglio Mondiale di oggi, oltre ad approvare le power unit 2026, la FIA ha deliberato le misure in vigore dal 2023 cont...

Leggi »
formula 1

Verstappen non ha dubbi: "La Ferrari
più competitiva della mia Red Bull"

Il suo ruolino di marcia è impeccabile, la stagione 2022 è senza dubbio una delle migliori della sua carriera. Otto le vitto...

Leggi »
World Endurance

Ferrari prosegue i test della LMH
Cosa nasconde la livrea mimetica

Michele Montesano È un’estate intensa e priva di soste quella del reparto Ferrari Competizioni GT. Gli uomini di Maranello ...

Leggi »
Regional by Alpine

Intervista a Dino Beganovic
“Tanto lavoro con Prema dietro i miei successi”

Una partenza eccezionale, con sette podi nelle prime sette gare della stagione. Quello di Dino Beganovic, pilota della Ferrar...

Leggi »
Formula E

Vandoorne, l'ennesimo campione che
la F1 ha snobbato con troppa fretta

Nelson Piquet, Sebastien Buemi, Lucas Di Grassi, Jean-Eric Vergne (due volte), Antonio Felix Da Costa, Nyck De Vries, Stoffel...

Leggi »
24 Lug [18:13]

Vallelunga, gara 2
Magnus comanda la doppietta Audi

Da Vallelunga - Michele Montesano

Non è cambiata la musica nella seconda gara di Vallelunga, ancora una volta a tenere banco nel WTCR è stata la questione pneumatici. Dopo un lungo briefing tenutosi nel paddock, fra team organizzatori e Goodyear, si è deciso di disputare la seconda manche. Però, con le temperature ancora più calde rispetto alla gara mattutina, per i piloti la sfida è stata ancora più complessa. A siglare una sonante doppietta è stato il Comtoyou Racing con Gilles Magnus che ha preceduto il team mate Nathanaël Berthon. Gradino più basso del podio per Mikel Azcona che, sotto consiglio del muretto box BRC, ha evitato di spingere negli ultimi giri portando così a casa il risultato.

Le prime fasi di gara hanno visto nuovamente le Lynk & Co rientrare ai box al termine del giro di formazione. La protesta della Casa cinese e del team Cyan Racing è quindi continuata fino in fondo nel weekend italiano del Mondiale Turismo. Yann Ehrlacher e Santiago Urrutia hanno così ceduto la prima fila rispettivamente a Magnus e Mehdi Bennani. Allo spegnimento dei semafori i due piloti Audi non si sono risparmiati procedendo appaiati fino alla prima staccata del Curvone, quando il marocchino ha alzato il piede lasciando strada al compagno di squadra e ad Attila Tassi (nella foto sotto) bravo a sfruttare l’occasione.



Bennani, in seguito, è stato costretto a cedere il passo anche a Berthon prima di rientrare ai box al settimo giro per l’ennesima delaminazione all’anteriore sinistro Goodyear. Stessa sorte è toccata anche all’ungherese della Honda Tassi scivolato così in fondo alla classifica. Ne hanno approfittato Berton e Azcona. Il driver Hyundai è entrato in zona podio anche grazie allo switch di posizioni fatto al secondo passaggio con il compagno di squadra Norbert Michelisz. Le prime quattro posizioni sono rimaste invariate fin sotto la bandiera a scacchi, con i piloti che hanno preferito non spingere per non compromettere la corsa.

Quinto posto per il vincitore di gara 1 Nestor Girolami. Ufficialmente scattato dalla decima piazzola, per via dell’inversione della griglia, l’argentino ha badato al sodo guidando di conserva. È poi toccato a Esteban Guerrieri partito dall’ultima fila, causa sostituzione del motore, e abile a rimontare numerose posizioni rivestire il ruolo dello scudiero. Il pilota del Münnich Motorsport ha provato a insidiare Michelisz ma poi ha seguito gli ordini di scuderia cedendo la posizione a Girolami.



Sesta posizione e vittoria nel WTCR Trophy per Rob Huff (nella foto sopra) seguito dal sempre combattivo Tom Coronel. Nono Tassi, migliore fra i piloti che hanno effettuato la sosta supplementare, davanti a Bennani e Guerrieri chiamato ai box nel corso del penultimo giro. Non ha festeggiato nel migliore dei modi il compleanno Tiago Monteiro ultimo fra i classificati anche al termine della seconda manche.

Domenica 24 luglio 2022, gara 2

1 - Gilles Magnus (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 21 giri
2 - Nathanaël Berthon (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 1"409
3 - Mikel Azcona (Hyundai Elantra N) - BRC - 1"783
4 - Norbert Michelisz (Hyundai Elantra N) - BRC - 11"857
5 - Néstor Girolami (Honda Civic TypeR) - Münnich - 12"768
6 - Rob Huff (Cupra Leon Competición) - Zengő - 13"366
7 - Tom Coronel (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 20"291
8 - Attila Tasi (Honda Civic TypeR) - Engstler - 55"093
9 - Mehdi Bennani (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 1'04"012
10 - Esteban Guerrieri (Honda Civic TypeR) - Münnich - 1'12"993
11 - Tiago Monteiro (Honda Civic TypeR) - Engstler - 1 giro

Giro più veloce: Gilles Magnus 1'16"464

Ritirati
Yann Ehrlacher (Lynk & Co 03) - Cyan
Santiago Urrutia (Lynk & Co 03) - Cyan
Ma Qing Hua (Lynk & Co 03) - Cyan
Yvan Muller (Lynk & Co 03) - Cyan
Thed Björk (Lynk & Co 03) - Cyan

Il campionato
1.Azcona 200 punti; 2.Girolami 164; 3.Huff 148; 4.Magnus 142; 5.Urrutia 137; 6.Ehrlacher 133; 7.Berthon 114; 8.Michelisz 98; 9.Ma 97; 10.Guerrieri 89.


Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone