8 Gen [16:02]

Wehrlein continua in Ferrari
come pilota del simulatore

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino - XPB Images

Pascal Wehrlein proseguirà il suo impegno da pilota del simulatore Ferrari. Il 24enne tedesco, ex pupillo della rivale Mercedes, è arrivato a Maranello nella scorsa stagione per formare il quartetto composto dai nostri Antonio Fuoco, Davide Rigon e Brendon Hartley, che si sono alternati nel lavoro di sviluppo sulla piattaforma virtuale.

Dopo due stagioni da titolare in Formula 1, nel 2016 con la Manor e nel 2017 con la Sauber, Wehrlein lo scorso anno ha però avuto una sola occasione per guidare una monoposto della categoria regina: la vecchia F60, la Rossa schierata nel campionato 2009, in occasione dei Ferrari Racing Days che si sono svolti in estate sul circuito del Nurburgring. Pascal ha comunque affrontato in parallelo la sua prima campagna in Formula E con il team Mahindra, conquistando una pole-position e un secondo posto quali migliori risultati.

Il 2020 si profila per lui con un'agenda molto simile divisa tra le gare nella serie elettrica e, appunto, le sessioni al simulatore Ferrari. Che peraltro è oggetto di un aggiornamento tecnologico significativo: "Sarà sempre più importante, per questo ci stiamo investendo per il futuro", ha confermato il team principal Mattia Binotto. "I nostri piloti al simulatore sono ben integrati nella squadra. Pascal resta con noi, ne abbiamo altri forse non così esperti di F1, ma con tanti anni in questo incarico".

Nei mesi scorsi, invece, Wehrlein era stato indicato (insieme ad Alex Palou, ora in IndyCar) come uno dei portacolori del progetto Campos per il Mondiale 2021, dichiarandosi aperto all'eventualità di un ritorno sulla griglia del Circus.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone