formula 1

Ben Sulayem investigato per
l'esito del GP di Jeddah 2023

Non c'è che dire, se i risultati in pista dei Gran Premi di F1 sono quanto meno scontati per via del dominio Red Bull, il...

Leggi »
World Endurance

Il BoP un male inevitabile nel WEC
purché usato nella giusta maniera

Michele Montesano - XPB Images Come prevedibile, a conclusione della 1812 km del Qatar si è tornato a parlare di BoP. Al di ...

Leggi »
formula 1

McLaren sotto le aspettative
Attesi importanti sviluppi

Massimo Costa - XPB Images La stagione 2023 per la McLaren si era conclusa in maniera brillantissima, con una seconda parte d...

Leggi »
World Endurance

Peugeot: oltre il danno la beffa
Squalificati Vergne-Müller-Jensen

Michele Montesano Dalla gioia di un podio tanto inseguito e finalmente alla portata, all’amara delusione della squalifica. C...

Leggi »
formula 1

Jos Verstappen attacca Horner
e terremota il team Red Bull

Chi ci legge da anni, conosce il nostro pensiero su Jos Verstappen, padre del pilota Max Verstappen. Un personaggio sempre&nb...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
11 Feb [12:10]

Yas Marina - Gara 3
Vince Al Dhaheri, Al Azhari leader

Mattia Tremolada

In una corsa ricca di variabili imprevedibili, l’unica costante è rimasta la leadership di Rashid Al Dhaheri. Scattato dalla pole position, il pilota della Prema è stato impeccabile nella gestione di gara 3, mantenendo sempre calma e lucidità anche nei momenti più complicati. La corsa è infatti scattata su pista umida, ma tutti i piloti hanno optato per montare gomme da asciutto. Già nel secondo giro è entrata in azione la safety car, necessaria per rimuovere la vettura di Raphael Narac, e in contemporanea ha ricominciato a piovere.

La gara è quindi stata sospesa con la bandiera rossa e al momento della ripartenza la scelta tra gomme slick o rain ha messo in difficoltà molti protagonisti. I cinque piloti che in quel momento occupavano la testa, Al Dhaheri, Keanu Al Azhari, Kean Nakamura Berta, Enzo Deligny e Gabriel Stilp, hanno tutti optato per le slick, ma nei primi giri si sono trovati ad affrontare condizioni difficilissime. Nonostante tutto, Al Dhaheri ha respinto tutti gli attacchi, cogliendo la prima vittoria stagionale, che lo proietta in quinta posizione nella classifica assoluta, ancora matematicamente in lizza per il titolo alla vigilia dell’ultima tappa di Dubai.

La leadership di Keanu Al Azhari è però parecchio distante, con il portacolori di Yas Heat Academy che con intelligenza ha portato a casa un secondo posto importantissimo in ottica campionato, forse fondamentale al fine dell’assegnazione del titolo. Kean Nakamura Berta, infatti, è nuovamente finito ko per una foratura durante la lotta con Stilp per la piazza d’onore, mentre Freddie Slater ha sbagliato la scelta delle gomme da montare dopo la bandiera rossa, optando per le rain. Al Azhari è così balzato al comando con 151 punti, 16 in più di Slater e 28 in più di Nakamura Berta.

Bel terzo posto per Deligny, che ha preceduto Stilp, nuovamente velocissimo su pista umida. Dion Gowda ha invece tenuto a bada Deagen Fairclough, seguito da Luka Sammalisto e Reza Seewooruthun. I piloti junior Mercedes Doriane Pin e Yuanpu Cui hanno chiuso la top-10. Jack Beeton, 19esimo, è stato il migliore al traguardo dei piloti su rain, con Alex Powell che tra tutti è stato quello a perdere più terreno, precipitando dalla sesta alla 23esima piazza.

Domenica 11 febbraio 2024, gara 3

1 - Rashid Al Dhaheri - Prema - 13 giri
2 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 0”410
3 - Enzo Deligny - R-Ace - 4”757
4 - Gabriel Stilp - Hitech - 8”789
5 - Dion Gowda - Mumbai Falcons - 9”627
6 - Deagen Fairclough - Hitech - 9”987
7 - Luka Sammalisto - R-Ace - 12”093
8 - Reza Seewooruthun - Hitech - 12”467
9 - Doriane Pin - Prema - 13”400
10 - Yuanpu Cui - Xcel - 14”294
11 - Jules Caranta - R-Ace - 15”159
12 - Enzo Yeh - R-Ace - 23”100
13 - Yevan David - Sainteloc - 33”625
14 - Zack Scoular - Yas Heat Academy - 39”792
15 - Tiago Rodrigues - Xcel - 40”176
16 - Kai Shun Liu - Xcel - 41”173
17 - Davide Larini - PHM - 48”623
18 - Everett Stack - PHM - 55”117
19 - Jack Beeton - AGI - 1’30”285
20 - Matteo Quintarelli - Sainteloc - 1’38”817
21 - Sebastian Murray - Hitech - 1’39”627
22 - Kai Daryanani - Pinnacle - 1’44”985
23 - Alex Powell - Mumbai Falcons - 1’45”288
24 - Yuhao Fu - Pinnacle - 1’45”715
25 - Maksimilian Popov - PHM - 1’55”880
26 - Alvise Rodella - Xcel - 1’56”211
27 - Maximiliano Restrepo - Sainteloc - 1’57”014
28 - Nicolas Stati - AGI - 1 giro

Ritirati
Freddie Slater
Kamal Mrad
Kean Nakamura
Hiyu Yamakoshi
Tomass Stolcermanis
Raphael Narac

Il campionato
1.Al Azhari 151 punti; 2.Slater 135; 3.Bedrin 124; 4.Nakamura 123; 5.Al Dhaheri 106; 6.Powell 90; 7.Stilp 73; 8.Pin 64; 9.Fairclough 56; 10.Gowda 53; 11.Beeton 38; 12.Deligny 37; 13.Quintarelli 36; 14.Caranta, Seewooruthun 22; 16.Scoular 20; 17.Yeh 19; 18.Murray 12; 19.Rodella, Sammalisto 10; 21.Narac, Rodrigues 4; 23.Daryanani 2; 24.Cui 1.