9 Mar [16:32]

Media Day a Donington
Prende corpo la British F3 2018

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

Con il media day a Donington, bella tradizione tipicamente d'Oltremanica, la stagione 2018 della British F3 ha ricevuto il battesimo ufficiale: in avvicinamento alla prima tappa prevista ad Oulton Park nel weekend di Pasqua, la giornata di ieri ha visto in azione 16 piloti, 12 dei quali già sicuri nella lista iscritti.

Fra chi aspetta ancora un accordo spicca senza dubbio Billy Monger che insieme al team Carlin ha già sostenuto varie prove private, con una vettura dotata di opportune modifiche per consentirgli di guidare senza l'uso degli arti inferiori. Per lui il sesto tempo finale: "Non è andata male, è sempre bello capire il proprio livello e in generale sono soddisfatto", ha commentato.

Il più veloce di tutti, in 1'24"523, è stato invece Kush Maini: fratello minore di Arjun, che sarà in F2, l'indiano correrà con il team Lanan dopo essere passato anche dalla F4 italiana. A sei decimi di distacco, ha concluso alle sue spalle Tom Gamble, proveniente dal campionato Ginetta Junior: ha girato con la Fortec, ma non ha ancora firmato un contratto. Terzo lo svedese Linus Lundqvist, pronto con Double R al definitivo salto dalla British F4. Il migliore della pattuglia Carlin è stato Clement Novalak, che sta valutando il doppio impegno agonistico al fianco di quello, già definito, in Formula Renault Eurocup. Dietro di lui il danese Nicolai Kjaergaard, suo potenziale compagno di colori.

Divisa in tre segmenti da 60 minuti, alternandosi con i protagonisti British GT, la giornata era partita con asfalto bagnato: nel primo turno a imporsi in 1'45"725 era stato Harry Webb, ora annunciato dal Chris Dittmann Racing. Kjaergaard è stato il più rapido nella seconda sessione, quando le condizioni erano ormai in netto miglioramento, poi la frazione conclusiva ha premiato appunto Maini.

A Donington ha esordito anche il team Stratton, portando una sola macchina per Garry Findlay, 13esimo assoluto. Mancava invece il Douglas Motorsport, che avrà due ragazze nella line-up: la confermata Jamie Chadwick e la messicana Alexandra Mohnhaupt, prima "pilotessa" ad aggiudicarsi una gara di F4 trionfando a Puebla nella serie del Centro America.

Da segnalare infine che, seguendo le indicazioni della FIA, ci saranno alcuni aggiornamenti di sicurezza per il telaio Tatuus: cambia la struttura di assorbimento degli urti al posteriore, più lunga, con modifiche conseguenti al diffusore. Davanti ci sarà una nuova paratia anti-intrusione, montata fra il musetto e l'estremità della monoscocca.

Giovedì 8 marzo 2018, i tempi

1 - Kush Maini - Lanan - 1'24"523
2 - Tom Gamble - Fortec - 1'25"155
3 - Linus Lundqvist - Double R - 1'25"230
4 - Clement Novalak - Carlin - 1'25"248
5 - Nicolai Kjaergaard - Carlin - 1'25"417
6 - Billy Monger - Carlin - 1'25"453
7 - Tristan Charpentier - Fortec - 1'25"585
8 - Krish Mahadik - Double R - 1'25"751
9 - Sun Yue Yang - Carlin - 1'25"765
10 - Manuel Maldonado - Fortec - 1'26"069
11 - Harry Webb - Dittmann - 1'26"548
12 - Pavan Ravishankar - Double R - 1'26"580
13 - Garry Findlay - Stratton - 1'26"599
14 - Jusuf Owega - Hillspeed - 1'26"785
15 - Joshua Mason - Lanan - 1'28"048
16 - Ben Hurst - Hillspeed - 1'30"763

I piloti confermati per la British F3 2018

Carlin - Nicolai Kjaergaard, Sun Yue Yang
Dittmann - Harry Webb
Double R - Linus Lundqvist, Krish Mahadik, Pavan Ravishankar
Douglas - Jamie Chadwick, Alexandra Mohnhaupt
Fortec - Manuel Maldonado, Tristan Charpentier
Hillspeed - Ben Hurst, Jusuf Owega
Lanan - Joshua Mason, Kush Maini

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone