24 Mar [14:07]

Monza - Gara 2
Sato offre lezioni di guida

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Dall'inviato Dario Sala

Kimiya Sato ha stravinto la seconda gara dell'Auto GP a Monza sotto il diluvio. Il giapponese dell'Euronova è scattato dalla settima posizione, ma nei primissimi metri di gara ha realmente impartito una lezione di guida ai suoi colleghi. Nel primo giro lanciato (i piloti sono partiti dietro la safety car e vi sono rimasti per tre tornate), Sato è stato più veloce di cinque secondi rispetto agli altri. In un batter d'occhio ha passato i suoi avversari, alcuni dei quali hanno optato per il pit-stop anticipato, fino ad arrivare negli scarichi del leader Luciano Bacheta. Qualche attimo di studio per evitare di prendere rischi inutili e poi il sorpasso senza grossi patemi.

Una volta al comando, Sato ha continuato a girare veloce fino ad accumulare un margine comodo sugli inseguitori. Il pit-stop a due giri dalla fine è stata l'ultima incognita. Ma qui i ragazzi di Vincenzo Sospiri hanno lavorato benissimo rimandando in pista il giapponese che è andato a vincere. “Prima di venire a Monza – ha detto Sato alla fine – mi aspettavo un podio, non certo di vincere. Oggi invece tutto è girato al meglio. La macchina aveva un set-up incredibile ed io avevo grande confidenza con essa. Spingere al massimo era realmente semplice. La squadra ha fatto un grande lavoro”.

Secondo posto per Luciano Bacheta. L'inglese non può rimproverarsi molto. Nel diluvio monzese ha corso bene, sfruttando al massimo la pole guadagnata grazie alla griglia invertita. La sua tattica era simile a quella di Sato, ma la sua sfortuna oggi è stata quella di aver trovato sulla sua strada un missile inarrestabile. Il podio è stato completato da Vittorio Ghirelli che in pratica ha replicato il risultato in pista ottenuto in gara uno. Anche Vittorio non deve rimproverarsi nulla. Ha corso bene e per lui vale lo stesso discorso fatto per Bacheta. Oggi non si poteva fare di più, ma alla fine il pilota della Super Nova chiude il suo primo fine settimana in Auto GP in maniera decisamente positiva.

Quarta piazza finale per Sergio Campana. Scattato ottavo per via dello schieramento invertito, ha optato per la sosta anticipata. Cosa che hanno fatto anche i suoi rivali diretti. In gruppo e in mezzo alla nube d'acqua per lui è stato poi difficile tenere il ritmo di chi invece ha optato per la sosta ritardata. Ha dato poi vita ad un bel duello con Riccardo Agostini risoltosi a favore del modenese al decimo giro con un bel sorpasso all'esterno della Curva di Lesmo. Per Agostini in ogni caso è arrivato un bel piazzamento che conferma le sue doti. Va detto poi che in uno dei tanti lunghi a cui sono stati costretti i piloti, gli si è incastrato un birillo nei braccetti della sospensione e questo sicuramente lo ha limitato.

Ancora bene Robert Visoiu che, dopo un duello acceso con Antonio Spavone, ha ha portato a casa un buon sesto posto davanti a Yoshitaka Kuroda e Michele La Rosa che ha saggiamente scelto per la sosta posticipata. Nono Antonio Spavone e decimo Meidert Van Buuren. Gara finita prima di iniziare per Max Snegirev e Narain Karthikeyan fermo ai box per un problema ai freni. Ritirato anche Giacomo Ricci mentre Andrea Roda ha finito undicesimo.




Domenica 24 marzo, l'ordine d'arrivo di gara 2

1 – Kimiya Sato – Euronova – 14 giri 32'25”073
2 – Luciano Bacheta – Zele – 20”020
3 – Vittorio Ghirelli – Super Nova - 21"830
4 – Sergio Campana – Ibiza – 25”146
5 – Riccardo Agostini – Manor MP – 42”792
6 – Robert Visoiu – Ghinzani – 47”008
7 – Yoshitaka Kuroda – Euronova – 52”956
8 – Michele La Rosa – MLR71 – 58”044
9 – Antonio Spoavone – Super Nova – 1'03”175
10 – Meindert Van Buuren – Manor MP – 1'05”754
11 – Andrea Roda - Virtuosi – 1'10”991
12 – Giacomo Ricci – MLR71 – 1 giro
13 – Giuseppe Cipriani – Ibiza – 7 giri

Giro più veloce Kimiya Sato 2'01”136

Ritirati
0 giri - Max Snegirev
1° giro – Narain Karthikeyan

Il campionato
1.Sato 39; 2.Campana 36; 3.Ghirelli 24; 4.Visoiu 21; 5.Bacheta 19; 6.Agostini 15; 7.Karthikeyan e Spavone 10; 9.Kuroda e La Rosa 4; 11.Cipriani 2; 12.Snegirev e Van Buuren 1

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone