formula 1

"Senna, la magia della perfezione"
Il libro/racconto di Alberto Sabbatini

Qual era la forza nascosta dietro i grandi successi di Ayrton Senna? La velocità, il talento, il maniacale perfezionismo? ...

Leggi »
Mondiale Rally

Italia Sardegna, finale
Sordo resiste e trionfa

Jacopo Rubino

Per il secondo anno consecutivo Dani Sordo trionfa al Rally d’Italia Sardegna: pilota Hyun...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 2Successiva
23 Set [10:21]

IndyPro2000 a Laguna Seca
Kirkwood e RP Motorsport campioni

Marco Cortesi

Titolo per Kyle Kirkwood nell'appuntamento di Laguna Seca dell'IndyCar. Il pilota del team lombardo RP Motorsport ha passato Sting Ray Robb poco dopo il via, e si è involato verso la bandiera a scacchi di gara 1. A quel punto, gli bastava prendere la bandiera verde di gara 2 per avere la certezza matematica.

Ed è stata una grande fortuna, visto che si è toccato col compagno di squadra Artem Petrov alla prima curva della manche finale, dopo un contatto tra il russo e Robb. A vincere la corsa è stato Rasmus Lindh, che dopo le prime fasi di campionato sembrava il favorito per il successo finale.

Invece, Kirkwood (che curiosamente viene dalla stessa cittadina da 60.000 abitanti del neo-campione IndyLights Oliver Askew) ha centrato sette vittorie nelle ultime otto gare. Lindh, che si era piazzato terzo in gara 2, ha pagato alla fine solo due punti di distacco. A podio in gara 2 anche Parker Thompson e Kory Enders.

Sabato 21 settembre 2019, gara 1

1 - Kyle Kirkwood - RP - 25 giri
2 - Sting Ray Robb - Juncos - 2"0447
3 - Rasmus Lindh - Juncos - 7"4350
4 - Parker Thompson - Abel - 14"0675
5 - Artem Petrov - RP - 14"4600
6 - Danial Frost - Exclusive - 14"9563
7 - Jacob Abel - Abel - 15"7943
8 - Phillippe Denes - Exclusive - 20"2203
9 - Nikita Lastochkin - Exclusive - 29"0080
10 - Antonio Serravalle - Pserra - 41"3543
11 - Kory Enders - DEForce - 42"0009
12 - Moises de la Vara - DEForce - 42"4632
13 - Charles Finelli - FatBoy - 2 giri
14 - Antoine Comeau - Turn3 - 4 giri
15 - Matt Round-Garrido - Howard - 15 giri

Domenica 22 settembre 2019, gara 2

1 - Rasmus Lindh - Juncos - 25 giri
2 - Parker Thompson - Abel - 0"8684
3 - Kory Enders - DEForce - 4"0491
4 - Moises de la Vara - DEForce - 5"4240
5 - Jacob Abel - Abel - 6"9345
6 - Sting Ray Robb - Juncos - 7"7717
7 - Phillippe Denes - Exclusive - 8"6424
8 - Antonio Serravalle - Pserra - 9"5019
9 - Antoine Comeau - Turn3 - 12"3933
10 - Matt Round-Garrido - Howard - 1 giro
11 - Charles Finelli - FatBoy - 1 giro
12 - Danial Frost - Exclusive - 12 giri
13 - Nikita Lastochkin - Exclusive - 14 giri
14 - Kyle Kirkwood - RP - 25 giri
15 - Artem Petrov - RP - 25 giri

Il campionato finale
1. Kyle Kirkwood 419; 2. Rasmus Lindh 417; 3. Parker Thompson 344; 4. Sting Ray Robb 323; 5. Danial Frost 318.

23 Set [10:20]

USF2000 a Laguna Seca
Eves all'ultima vittoria

Marco Cortesi

E' arrivato in sordina nel campionato USF2000 Braden Eves, ma con un inizio e un finale di stagione al top, il ventenne dell'Ohio ha sovvertito i pronostici centrando il titolo 2019 del campionato alla base della piramide della Road To Indy. Un anno fa, non era nemmeno riuscito a finire la F4 USA per mancanza di budget. Ora insieme al team Cape ha ammutolito il neozelandese Hunter McElrea, vincitore a inizio anno della Scholarship Mazda.

A Laguna Seca, Eves ha chiuso quarto in gara 1, mentre Rasmus Lindh precedeva McElrea. Poi, ha battuto il danese nella seconda corsa, mentre McElrea si è piazzato solo settimo, facendosi scavalcare di soli 5 punti. E' stato il successo più importante della stagione, dato che sono proprio stati quei punti a dargli il titolo: doveva vincere, e così ha fatto.

Sul podio è andato anche Colin Kaminski, mentre si è visto nelle prime posizioni finalmente Eduardo Barrichello, figlio di Rubens Barrichello e autore di un sesto e un quinto posto.

Sabato 21 settembre 2019, gara 1

1 - Christian Rasmussen - Howard - 20 giri
2 - Hunter McElrea - Pabst - 4"4573
3 - Colin Kaminsky - Pabst - 9"4027
4 - Braden Eves - Cape - 13"6619
5 - Jak Crawford - Cape - 14"6917
6 - Eduardo Barrichello - DEForce - 14"8641
7 - Darren Keane - Cape - 15"4156
8 - Wyatt Brichacek - Howard - 17"0336
9 - Manuel Sulaiman - DEForce - 21"3742
10 - Zach Holden - Legacy - 22"4607
11 - Reece Gold - Cape - 26"8713
12 - Bruna Tomaselli - Pabst - 32"6114
13 - Kyle Dupell - NWR - 34"3535
14 - Nolan Siegel - NWR - 36"0428
15 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 38"7530
16 - Ayrton Ori - Legacy - 39"9632
17 - Jack William Miller - Miller - 47"1341
18 - Christian Bogle - Howard - 50"4385

Domenica 22 settembre 2019, gara 2

1 - Braden Eves - Cape - 20 giri
2 - Christian Rasmussen - Howard - 0"8549
3 - Colin Kaminsky - Pabst - 2"2871
4 - Zach Holden - Legacy - 3"1024
5 - Eduardo Barrichello - DEForce - 4"3168
6 - Darren Keane - Cape - 5"7950
7 - Hunter McElrea - Pabst - 7"3058
8 - Reece Gold - Cape - 14"7595
9 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 15"0859
10 - Bruna Tomaselli - Pabst - 17"6964
11 - Manuel Sulaiman - DEForce - 18"3789
12 - Kyle Dupell - NWR - 22"5557
13 - Jack William Miller - Miller - 28"7915
14 - Christian Bogle - Howard - 29"5875
15 - Jak Crawford - Cape - 32"0622
16 - Ayrton Ori - Legacy - 32"4447
17 - Nolan Siegel - NWR - 43"1286
18 - Wyatt Brichacek - Howard - 46"8715

Il campionato finale
1. Eves 361; 2. McElrea 356; 3. Rasmussen 282; 4. Kaminsky 282; 5. Keane 270.

3 Set [7:40]

Indy Pro 2000 a Portland
Kirkwood e RP, continua il monopolio

Continua in modalità... Kyle Kirkwood il campionato Indy Pro 2000. Il pilota della Florida, schierato dall'RP Motorsport, ha ripreso a vincere nello stesso modo in cui aveva vinto USF2000 e Formula Regional l'anno scorso, ovvero da cannibale. Anche a Portland, ha piazzato due vittorie, prendendo finalmente la leadership della classifica dopo il difficile inizio stagione. Enormi i margini, rispettivamente di 11 e 7 secondi nelle due manche, nei confronti di Sting Ray Robb e Danial Frost. Kirkwood ha vinto otto delle ultime nove gare, conducendo in tutte le occasioni il maggior numero di giri. Poco da fare per lo svedese Rasmus Lindh, che ha preso il quinto e terzo posto, mentre il podio in gara 1 è stato completato da Parker Thompson, uscito da un momento di smarrimento.

Sabato 31 agosto 2019, gara 1

1 - Kyle Kirkwood (R) - RP - 30 giri
2 - Sting Ray Robb - Juncos - 7"5856
3 - Rasmus Lindh (R) - Juncos - 13"9365
4 - Parker Thompson - Abel - 14"3556
5 - Artem Petrov (R) - RP - 15"3555
6 - Danial Frost (R) - Exclusive - 17"0412
7 - Antonio Serravalle - Pserra - 24"8983
8 - Jacob Abel (R) - Abel - 35"3750
9 - Nikita Lastochkin - Exclusive - 35"9538
10 - Kory Enders (R) - DEForce - 36"0720
11 - Moises de la Vara - DEForce - 49"6021
12 - Matt Round-Garrido (R) - Howard - 51"3541
13 - Antoine Comeau (R) - Turn3 - 52"2559

Domenica 1 settembre, gara 2

1 - Kyle Kirkwood (R) - RP - 30 giri
2 - Danial Frost (R) - Exclusive - 12"3497
3 - Parker Thompson - Abel - 18"8424
4 - Antonio Serravalle - Pserra - 28"8289
5 - Rasmus Lindh (R) - Juncos - 35"2033
6 - Nikita Lastochkin - Exclusive - 39"7415
7 - Jacob Abel (R) - Abel - 40"5314
8 - Sting Ray Robb - Juncos - 1:04"9424
9 - Moises de la Vara - DEForce - 1 giro
10 - Artem Petrov (R) - RP - 1 giro
11 - Kory Enders (R) - DEForce - 2 giri
12 - Antoine Comeau (R) - Turn3 - 2 giri

Ritirati
6° giro - Matt Round-Garrido

Il campionato
1. Kirkwood 382; 2. Lindh 361; 3. Thompson 300; 4. Frost 294; 5. Robb 280.

3 Set [7:36]

USF2000 a Portland
Doppietta di McElrea

Nella USF2000 in programma a Portland, il favorito iniziale del campionato ha vinto due gare su due, passando al comando della graduatoria e completando la sua rimonta. Si tratta del diciannovenne Hunter McElrea. Il pilota di Los Angeles ha vinto battendo due volte il suo rivale diretto Braden Eves, mentre i terzi posti sono stati divisi da Christian Rasmussen (che ha lottato per il secondo posto) e Zach Holden. Quella di McElrea è stata una prestazione dominante, con i rivali che non hanno provato nemmeno ad impensierirlo, pensando a limitare i danni.

Sabato 31 agosto 2019, gara 1

1 - Hunter McElrea (R) - Pabst - 25 giri
2 - Braden Eves (R) - Cape - 4"8713
3 - Christian Rasmussen (R) - Howard - 5"4358
4 - Colin Kaminsky - Pabst - 16"1443
5 - Darren Keane - Cape - 17"6402
6 - Jak Crawford (R) - Cape - 19"5516
7 - Manuel Sulaiman (R) - DEForce - 19"8186
8 - Eduardo Barrichello (R) - DEForce - 20"5335
9 - Bruna Tomaselli - Pabst - 22"1288
10 - Zach Holden - Legacy - 22"6569
11 - Josh Green (R) - Howard - 24"2893
12 - Reece Gold (R) - Cape - 24"5648
13 - Jack William Miller (R) - MVM - 33"0238
14 - Kyle Dupell - NWR - 34"3752
15 - Yuven Sundaramoorthy (R) - Pabst - 49"6012
16 - Christian Bogle (R) - Howard - 57"9336
17 - Nolan Siegel (R) - NWR - 1 giro
18 - Ayrton Ori (R) - Legacy - 1 giro

Domenica 1 settembre, gara 2

1 - Hunter McElrea (R) - Pabst - 25 giri
2 - Braden Eves (R) - Cape - 5"5127
3 - Zach Holden - Legacy - 7"0539
4 - Colin Kaminsky - Pabst - 7"2444
5 - Darren Keane - Cape - 9"3538
6 - Jak Crawford (R) - Cape - 13"7975
7 - Manuel Sulaiman (R) - DEForce - 17"1918
8 - Eduardo Barrichello (R) - DEForce - 19"0390
9 - Bruna Tomaselli - Pabst - 19"3233
10 - Josh Green (R) - Howard - 21"1953
11 - Reece Gold (R) - Cape - 21"3304
12 - Nolan Siegel (R) - NWR - 22"7133
13 - Jack William Miller (R) - MVM - 26"9590
14 - Yuven Sundaramoorthy (R) - Pabst - 30"5474
15 - Kyle Dupell - NWR - 31"8179
16 - Ayrton Ori (R) - Legacy - 58"1400
17 - Christian Rasmussen (R) - Howard - 58"6857
18 - Christian Bogle (R) - Howard - 59"1202

Il campionato
1. McElrea 316; 2. Eves 310; 3. Keane 241; 4. Kaminsky 237; 5. Rasmussen 225.

27 Ago [21:31]

Indy Pro 2000 a Gateway
Kirkwood rimonta, Petrov debutta

Marco Cortesi

Continua con una rimonta la... rimonta di Kyle Kirkwood nella Indy Pro 2000 2019. Il pilota della Florida, squalificato nelle prove ufficiali sull'ovale di Gateway a causa di un'infrazione tecnica, è partito dal fondo ma è stato in grado di riprendere la leadership già al settimo giro, portando il team RP Motorsport ad un altro trionfo ed avvicinando ulteriormente la leadership di Rasmus Lindh in classifica. Il danese, dopo avere perso un paio di posizioni al via, è sopravvissuto a un contatto con Moises de la Vara (finito a muro) per chiudere al secondo posto dopo un gran duello con Kory Enders. Per il texano si è trattato del primo podio dell'anno. Quarto il singaporeno Danial Frost seguito da Sting Ray Robb. Solo sesto Parker Thompson, ormai lontano dalla lotta per il titolo. Da sottolineare il debutto, sempre col team RP, di Artem Petrov. Il russo ex Formula 4 quest'anno ha corso sporadicamente in Euroformula e FIA F3.

Sabato 24 agosto 2019, gara

1 - Kyle Kirkwood (R) - RP Motorsport - 55 laps
2 - Rasmus Lindh (R) - Juncos - 0"8679
3 - Kory Enders (R) - DEForce - 0"9601
4 - Danial Frost (R) - Exclusive - 3"4598
5 - Sting Ray Robb - Juncos - 4"0903
6 - Parker Thompson - Abel - 4"5870
7 - Artem Petrov (R) - RP Motorsport - 6"6119
8 - Nikita Lastochkin - Exclusive - 7"8187
9 - Antoine Comeau (R) - Turn 3 - 8"7151
10 - Charles Finelli - FatBoy - 1 giro

Ritirati
40° giro - Moises de la Vara
15° giro - Jacob Abel

Il campionato
1. Lindh, 323; 2. Kirkwood, 317; 3. Thompson, 259; 4. Frost, 254; 5. Robb, 241

29 Lug [11:29]

Indy Pro 2000 a Mid-Ohio
Dominio di Kirkwood e RP

Doppia vittoria per Kyle Kirkwood e per l'RP Motorsport a Mid-Ohio, sul tosto tracciato che ha ospitato anche il Grand Prix dell'IndyCar. Il pilota della Florida si è riportato con una netta superiorità in lotta per il campionato, dopo la sfortuna delle prime fasi del 2019. Kirkwood ha dominato due volte dalla pole, mentre il principale rivale nella corsa al campionato, lo svedese Rasmus Lindh, ha conquistato un secondo e un terzo posto. Per casa RP, altri ottimi risultati sono arrivati da Ian Rodriguez, che si è assicurato il podio di gara 1 e il quinto posto nella seconda. Poca fortuna per il canadese Parker Thompson, ritirato nella prima corsa e quarto in gara 2.

Sabato 27 luglio, gara 1

1 - Kyle Kirkwood (R) - RP - 25 giri
2 - Rasmus Lindh (R) - Juncos - 2"7028
3 - Ian Rodriguez (R) - RP - 5"6793
4 - Nikita Lastochkin - Exclusive - 6"8405
5 - Sting Ray Robb - Juncos - 7"3015
6 - Phillippe Denes (R) - FatBoy - 7"7709
7 - Antonio Serravalle - Pserra - 8"2758
8 - Charles Finelli - FatBoy - 28"3104
9 - Antoine Comeau (R) - Turn3 - 1 giro
10 - Moises de la Vara - DEForce - 7 giri

Ritirati
4° giro - Parker Thompson
3° giro - Jacob Abel
3° giro - Danial Frost
0 giri - Kory Enders

Domenica 28 luglio 2019, gara 2

1 - Kyle Kirkwood (R) - RP - 25 giri
2 - Sting Ray Robb - Juncos - 3"4783
3 - Rasmus Lindh (R) - Juncos - 3"9523
4 - Parker Thompson - Abel - 4"5132
5 - Ian Rodriguez (R) - RP - 5"3491
6 - Danial Frost (R) - Exclusive - 7"9953
7 - Nikita Lastochkin - Exclusive - 8"3256
8 - Phillippe Denes (R) - FatBoy - 11"1495
9 - Antonio Serravalle - Pserra - 41"4824
10 - Jacob Abel (R) - Abel - 46"0435
11 - Antoine Comeau (R) - Turn3 - 1 giro

Ritirati
19° giro - Charles Finelli
19° giro - Moises de la Vara
0 giri - Kory Enders (R)

Il campionato
1. Lindh 284; 2. Kirkwood 271; 3. Thompson 236; 4. Frost 225; 5. Robb 215

29 Lug [11:28]

USF2000 a Mid-Ohio
Vittorie di Rasmussen e McElrea

Christian Rasmussen e Hunter McElrea sono stati i protagonisti dell'appuntamento di Mid-Ohio della USF2000 serie. Il pilota danese ha vinto la prima frazione approfittando di un'ingenuità dell'australiano, che alla prima curva dopo il via gli ha lasciato la porta aperta. In gara 2, McElrea non si è però fatto più fregare, tenendo il cpomando per tutta la durata delle ostilità. Autore di un doppio terzo posto Colin Kaminscky. Il portacolori del BN Racing ha anche pressato McElrea in gara 1, ma globalmente ne aveva di meno degli avversari. Lo stesso dicasi per il leader del campionato, Braden Eves, che sembra avere un po' perso la strada sul difficile saliscendi dell'Ohio. Hanno ben impressionato Matt Round-Garrido e Bruna Tomaselli.


Sabato 27 luglio, gara 1

1 - Christian Rasmussen (R) - Howard - 20 giri
2 - Hunter McElrea (R) - Pabst - 9"5753
3 - Colin Kaminsky - Pabst - 10"7498
4 - Matt Round-Garrido (R) - BN Racing - 11"2931
5 - Bruna Tomaselli - Pabst - 12"7114
6 - Yuven Sundaramoorthy (R) - Pabst - 13"2952
7 - Jak Crawford (R) - Cape - 13"8461
8 - Braden Eves (R) - Cape - 14"0798
9 - Darren Keane - Cape - 14"5044
10 - Zach Holden - Legacy - 15"1382
11 - Manuel Sulaiman (R) - DEForce - 15"6301
12 - Reece Gold (R) - Cape - 27"0755
13 - Jack William Miller (R) - Miller Vinatieri - 27"4602
14 - Eduardo Barrichello (R) - Miller Vinatieri - 28"6715
15 - Christian Bogle (R) - Howard - 29"2901
16 - Nolan Siegel (R) - NWR - 32"1383
17 - Timmy Pagliuso (R) - Legacy - 2 giri

Domenica 28 luglio 2019, gara 2

1 - Hunter McElrea (R) - Pabst - 20 giri
2 - Christian Rasmussen (R) - Howard - 0"5652
3 - Colin Kaminsky - Pabst - 8"1742
4 - Zach Holden - Legacy - 8"6937
5 - Jak Crawford (R) - Cape - 14"3891
6 - Darren Keane - Cape - 17"2252
7 - Braden Eves (R) - Cape - 20"7171
8 - Manuel Sulaiman (R) - DEForce - 21"1403
9 - Reece Gold (R) - Cape - 25"9813
10 - Bruna Tomaselli - Pabst - 26"3793
11 - Eduardo Barrichello (R) - Miller Vinatieri - 28"1250
12 - Jack William Miller (R) - Miller Vinatieri - 28"5486
13 - Matt Round-Garrido (R) - BN Racing - 33"2558
14 - Yuven Sundaramoorthy (R) - Pabst - 33"9488
15 - Christian Bogle (R) - Howard - 41"5165
16 - Timmy Pagliuso (R) - Legacy - 1 giro
17 - Nolan Siegel (R) - NWR - 1 giro

Il campionato
1. Eves, 260; 2. McElrea, 251; 3. Keane, 207; 4. Kaminsky, 199; 5. Rasmussen, 198.

15 Lug [17:03]

USF2000 a Toronto
Le prime di Rasmussen e Keane

Marco Cortesi

Tempo di prime volte per la USF2000 a Toronto, con i successi di Darren Keane e Christian Rasmussen, in un weekend difficile per i leader della classifica Braden Eves e Hunter McElrea. In gara 1, Keane ha passato di forza Rasmussen, partito in pole, al giro 11, resistendo poi ai tentativi di rivincita ed evitando contatti come quello che aveva messo entrambi KO a St.Petersburg. Al terzo posto si sono piazzati McElrea e Eves.  In gara 2, Rasmussen ha completato il lavoro centrando la vittoria, passando Keane all'interno della prima curva. Nonostante i re-start seguenti, il danese è riuscito a mantenere i nervi saldi, aiutato anche dalla lotta tra Keane e Colin Kaminski. Il canadese è poi stato attaccato anche dal leader di campionato Eves, ma il contatto risultante ha spedito entrambi indietro. Terzo si è piazzato Matt Round-Garrido, diciannovene del Regno Unito anche coach del team di Jay Howard che schiera proprio Rasmussen. Solo undicesimo al traguardo Eves, che ha però potuto allungare sul rivale diretto McElrea.

Sabato 13 luglio 2019, gara 1

1 - Darren Keane - Cape - 20 giri
2 - Christian Rasmussen - Howard - 1"1439
3 - Hunter McElrea - Pabst - 2"4964
4 - Braden Eves - Cape - 2"6062
5 - Zach Holden - Legacy - 2"9959
6 - Colin Kaminsky - Pabst - 3"4755
7 - Manuel Sulaiman - DeForce - 4"0148
8 - Matt Round-Garrido - BN - 4"8880
9 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 5"4070
10 - Christian Bogle - Howard - 5"7333
11 - Bruna Tomaselli - Pabst - 5"8477
12 - Jak Crawford - DeForce - 6"4634
13 - Reece Gold - Cape - 7"0135
14 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 8"2286
15 - Eduardo Barrichello - Miller Vinatieri - 8"5473
16 - Nolan Siegel - Newman - 8"8119
17 - Cameron Shields - Newman - 5 giri

Domenica 14 luglio, gara 2

1 - Christian Rasmussen - Howard - 25 giri
2 - Darren Keane - Cape - 0"1147
3 - Matt Round-Garrido - BN - 0"7684
4 - Manuel Sulaiman - DeForce - 1"4613
5 - Jak Crawford - DeForce - 1"7840
6 - Cameron Shields - NWR - 2"8792
7 - Bruna Tomaselli - Pabst - 5"0400
8 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 5"4222
9 - Reece Gold - Cape - 5"9537
10 - Nolan Siegel - NWR - 6"5201
11 - Braden Eves - Cape - 18"9093
12 - Colin Kaminsky - Pabst - 41"4705
13 - Christian Bogle - Howard - 1 giro
14 - Hunter McElrea - Pabst - 2 giri

Ritirati
12° giro - Zach Holden
11° giro - Jack William Miller
6° giro - Eduardo Barrichello

Il campionato
1. Eves 233; 2. McElrea 192; 3. Keane 180; 4. Kamisnky 155; 5. Rasmussen 141.‍

15 Lug [17:00]

Indy Pro 2000 a Toronto
RP Motorsport torna al successo

Marco Cortesi

Una vittoria per il ragazzo di Singapore, una per la scuderia italiana. Si è chiuso con due successi "alla lontana" il weekend in terra canadese della Indy Pro 2000, ex ProMazda, a Toronto.

In gara 1, prima vittoria per il diciassettenne singaporeno Danial Frost, andato a passare perentoriamente il leader Kirkwood alla prima curva, facendo anche spazio a Rasmus Lindh e Parker Thompson. Dopo essere scivolato indietro, Kirkwood è stato poi centrato dal compagno di squadra Ian Rodriguez, perdendo tempo in pit-lane. Quarto invece si è piazzato il sedicenne Antonio Serravalle. Il canadese, in pista con una vettura gestita privatamente dalla propria famiglia, ha battagliato anche per il terzo posto, cedendo però nel finale a Thompson.

In gara 2 si è avuta la rivincita di Kirkwood, che ha riportato al successo l'RP Motorsport. Stavolta, non si è fatto passare al via controllando per tutta la durata della corsa Thompson e Lindh, recuperando anche punti preziosi per il campionato.

Sabato 13 luglio 2019, gara 1

1 - Danial Frost - Exclusive - 25 giri
2 - Rasmus Lindh - Juncos - 0"4500
3 - Parker Thompson - Abel - 1"7381
4 - Antonio Serravalle - Pserra - 3"0377
5 - Ian Rodriguez - RP - 6"4480
6 - Jacob Abel - Abel - 6"7097
7 - Kory Enders - DeForce - 11"0195
8 - Kyle Kirkwood - RP - 1 giro
9 - Phillippe Denes - FatBoy - 5 giri

Ritirati
16° giro - Nikita Lastochkin
15° giro - Sting Ray Robb
15° giro - Charles Finelli
5° giro - Moises de la Vara

Domenica 14 luglio, gara 2

1 - Kyle Kirkwood - RP - 30 giri
2 - Parker Thompson - Abel - 1"7233
3 - Rasmus Lindh - Juncos - 2"0484
4 - Danial Frost - Exclusive - 5"0984
5 - Sting Ray Robb - Juncos - 7"0498
6 - Ian Rodriguez - RP - 14"7363
7 - Jacob Abel - Abel - 16"4116
8 - Nikita Lastochkin - Exclusive - 26"8440
9 - Kory Enders - DeForce - 41"4837
10 - Moises de la Vara - DeForce - 1 giro
11 - Charles Finelli - FatBoy - 7 giri

Ritirati
1° giro - Phillippe Denes
1° giro - Antonio Serravalle

Il campionato
1. Lindh 237; 2. Thompson 207; 3. Kirkwood 205; 4. Frost 202; 5. Robb 173.

24 Giu [13:07]

Indy Pro 2000 a Road America
Dominio di Kirkwood e RP Motorsport

Marco Cortesi

Doppietta per Kyle Kirkwood, trionfo per il team RP Motorsport a Road America, sul difficile tracciato da 4 miglia del Wisconsin. Il pilota della florida ha dominato entrambe le corse, e per la scuderia piacentina si è trattato di una superiorità netta, confermata dal secondo posto del messicano Ian Rodriguez in gara 1. Poco dopo il via, al re-start dopo un incidente di Danial Frost, Kirkwood ha attaccato approfittando della scia il poleman Parker Thompson. Rodriguez, alla successiva caution, ha fatto lo stesso, mentre il canadese ha terminato terzo, difendendosi dal danese Rasmus Lindh.

Proprio Lindh era partito davanti a tutti in gara 2, ma al quinto giro Kirkwood, che aveva già "seminato" Sting Ray Robb, l'ha attaccato, controllandolo poi fino al traguardo. Senza situazioni di caution ad aiutare gli inseguitori, Thompson ha chiuso ancora terzo dopo aver lottato con Frost e Robb, entrambi messi KO da problemi tecnici. Al quarto posto si è così issato Rodriguez. In campionato, Lindh continua a condurre con 163 punti, seguito da Frost, Thompson e Robb, ma Kirkwood, dopo un inizio di stagione difficile, sta velocemente recuperando.

Sabato 22 giugno 2019, gara 1

1 - Kyle Kirkwood - RP Motorsport - 15 giri
2 - Ian Rodriguez - RP Motorsport - 4"7096
3 - Parker Thompson - Abel Motorsports - 5"2599
4 - Rasmus Lindh - Juncos Racing - 5"9208
5 - Nikita Lastochkin - Exclusive Autosport - 6"6035
6 - Phillippe Denes - FatBoy Racing - 7"5689
7 - Sting Ray Robb - Juncos Racing - 7"9741
8 - Jacob Loomis - JDL Racing - 10"5813
9 - Kory Enders - DEForce Racing - 12"7469
10 - Moises de la Vara - DEForce Racing - 8 giri

Ritirati
1° giro - Danial Frost
1° giro - Antonio Serravalle
1° giro - Charles Finelli

Domenica 23 giugno 2019, gara 2

1 - Kyle Kirkwood - RP Motorsport - 15 giri
2 - Rasmus Lindh - Juncos Racing - 0"5847
3 - Parker Thompson - Abel Motorsports - 7"5904
4 - Ian Rodriguez - RP Motorsport - 13"8042
5 - Nikita Lastochkin - Exclusive Autosport - 19"7676
6 - Jacob Loomis - JDL Racing - 34"8959
7 - Phillippe Denes - FatBoy Racing - 35"0850
8 - Antonio Serravalle - Pserra Racing - 37"1950
9 - Kory Enders - DEForce Racing - 1 giro
10 - Sting Ray Robb - Juncos Racing - 1 giro
11 - Moises de la Vara - DEForce Racing - 1 giro

Ritirati
9° giro - Danial Frost
1° giro - Charles Finelli

Il campionato
1. Rasmus Lindh, 162; 2. Danial Frost, 143; 3. Parker Thompson, 138; 4. Sting Ray Robb, 135; 5. Kyle Kirkwood, 128.

PrecedentePagina 1 di 2Successiva

News

INDY PRO/USF 2000
v

Nessuna Notizia trovata.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone