formula 1

Sochi - Qualifica
Norris che pole, Sainz secondo
Hamilton sbaglia tutto, quarto

Nel giorno in cui Max Verstappen, dovendo partire dal fondo griglia per la penalità dovuta al cambio motore, la quarta unità,...

Leggi »
Regional by Alpine

Valencia - Gara 1
Colapinto trova il riscatto

1 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 21 giri 2 - David Vidales - Prema - 0"4173 - Mari Boya - VAR - 4"0924 -...

Leggi »
Regional by Alpine

Valencia - Qualifica 1
Colapinto batte Vidales

1 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 1’28"7692 - David Vidales - Prema - 1’28"8333 - Mari Boya - VAR - 1’28"...

Leggi »
FIA Formula 3

Alla scoperta di Hauger,
la nuova speranza della Norvegia

Il Dennis Hauger nel FIA Formula 3 ha chiuso un cerchio aperto da oltre dieci anni. Nel 2010 fu infatti un pilota norvegese a...

Leggi »
FIA Formula 3

Sochi – Gara 1
Hauger campione con Prema
Vittoria per Sargeant

Ha provato in tutti i modi a conquistare la vittoria di gara 1 a Sochi ma, nonostante il secondo posto, Dennis Hauger può fes...

Leggi »
FIA Formula 2

Sochi - Qualifica
Terza pole di fila per Piastri e Prema

Terza pole position consecutiva per Oscar Piastri in questa stagione di Formula 2, davanti a tutti ancora una volta in occasi...

Leggi »
24 Giu [16:34]

Lynk & Co. insoddisfatta del BoP
Non supporterà l’evento di Ningbo

Michele Montesano

BoP una sigla che ormai è diventata croce e delizia del WTCR. Se da un lato lo scopo del Balance of Performance è quello “nobile” di uniformare i valori in campo delle diverse auto che compongono la griglia, la parte oscura è quella di creare malcontenti, con vetture che su un circuito dominano, per poi sprofondare nelle ultime file del weekend successivo. Nella passata stagione, era toccato a Hyundai Motorsport che, dopo numerosi avvertimenti, decise di non far gareggiare le sue i30 N TCR in occasione del fine settimana del Nürburgring (leggi qui). Quest’anno è la volta del team Lynk & Co.

A sbottare è stato Christian Dahl, fondatore e proprietario del Cyan Racing braccio armato della casa cinese: “Siamo estremamente delusi degli attuali livelli del BoP e abbiamo chiesto un cambiamento prima dell’inizio della stagione. Siamo ancora sconcertati dalle performance messe in mostra da Hyundai e Honda nell’arco del weekend tedesco”.

Gli attuali livelli del BoP prevedono che le 03 TCR siano le vetture più pesanti del lotto, con l’altezza minima più elevata e i restrittori più piccoli. Invece, le nuove Hyundai Elantra N non sono state caricate con nessuna zavorra a bordo. Discorso ancora più articolato per le Honda Civic che, purché siano state ri-omologate (fra gli altri sono stati montati un nuovo intercooler, radiatore e condotti di aspirazione del motore, oltre a una nuova barra antirollio posteriore e bracci trasversali anteriori) hanno beneficiato di una riduzione di zavorra pari a 20 kg.

Così, come dimostrazione di forza, il gruppo Geely cui fa parte la Lynk & Co., ha deciso di sospendere immediatamente la collaborazione con Eurosport Events per supportare l’evento di Ningbo del WTCR.

A scendere in campo Victor Yang, il vicepresidente del Zhejiang Geely Holding Group: “A causa delle attuali condizioni sportive della serie, è stato deciso che non ha alcun senso essere coinvolti nella promozione commerciale delle gare del FIA WTCR in Cina. Non abbiamo più fiducia nelle organizzazioni TCR/WTCR per questo abbiamo sospeso il supporto a Eurosport Events per il round cinese di Ningbo. Questo evento sarebbe stato la chiave per collegare il nostro reparto sportivo con le vetture stradali ad alte prestazioni della Lynk & Co. Ma quando le auto da corsa non competono in condizioni paritarie non ha senso investire per uno spettacolo simile.”

Ciò non significa che le Lynk & Co. diserteranno la gara, anzi le quattro 03 saranno regolarmente della partita in Cina. Il braccio di ferro è appena iniziato e, nell'imminente weekend portoghese dell’Estoril, sicuramente assisteremo alla risposta da parte dell’organizzazione: non ci resta che attendere.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone