Formula E

Berlino 3, gara 1
Prima vittoria elettrica di Rowland

Jacopo Rubino

Per Oliver Rowland è il giorno della prima vittoria in Formula E: l'inglese ...

Leggi »
Europeo

Rally di Roma Capitale
L'ERC riparte da Lukyanuk

Jacopo Rubino

La stagione 2020 dell'European Rally Championship doveva cominciare a marzo, sugli sterrat...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
9 Ago [16:02]

Spa, gara
Nuova vittoria di Albuquerque-Hanson

Marco Cortesi

Vittoria per il team United Autosports e per Filipe Albuquerque e Phil Hanson nel secondo appuntamento della ELMS 2020, con il duo capitanato dal portoghese che a Spa-Francorchamps si è ripetuto dopo il successo dell'appuntamento a Le Castellet. Nelle prime fasi, a fare ladifferenza era stato Mikkel Jensen con la vettura del team G-Drive TDS. Il danese con una prima fase eccellente era riuscito a conquistare la prima posizione su Hanson, ma è stato artefice anche del successivo KO al termine di una gran battaglia con numerosi scambi di posizione. Prima passato per una "dormita" ad una ripartenza, Jensen è stato tradito da un sovrasterzo della sua Aurus-Oreca, finendo nelle barriere a Pouhon.

Battaglia per il secondo posto a causa di una Full Course Yellow finale. Il team Duqueine, commettendo un errore, non si è fermato per la sosta durante la neutralizzazione passando dalla seconda alla quarta piazza. Tristan Gommendy, in corsa con Jonathan Hirschi e Konstantin Tereschenko, è riuscito però a riguadagnare una posizione con uno spettacolare sorpasso su Will Stevens all'Eau Rouge, ma ha poi rimediato una foratura, che l'ha obbligato a quel punto a chiudere quarto mentre si preparava per attaccare la seconda piazza. La scuderia francese ha chiuso quarta davanti alla seconda Oreca United, penalizzata per aver spedito nelle barriere la Ferrari 488 del team Iron Lynx. Sesto posto per Andre Negrao, Beitske Visser e Tatiana Calderon.

Vittoria di United Autosports anche in classe LMP3 con il dominio di Wayne Boyd, Tom Gamble e Rob Wheldon su Lapierre/Borga/Coignye Smiechowski/Binder/Isaakyan. Per la GTE, doppietta Ferrari. Team Kessel al top con David Perel, Michael Broniszewski e Marcos Gomes anche grazie ad un testacoda della Porsche di Beretta/Ried/Picariello, con l'italiano bravo a limitare i possibili danni nell'uscita al Radillon. Seconda piazza per l'AF Corse con Perrodo-Collard-Newey, mentre in terza posizione ha concluso l'Aston Martin di Paul Dalla Lana, affiancato da Mathias Lauda e Augusto Farfus.

Domenica 9 agosto 2020, gara

1 - Hanson/Albuquerque/ (Oreca 07/Gibson) - United Autosports - 100 giri
2 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07/Gibson) - Graff - 58”163
3 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07/Gibson) - Panis Racing - 1'01.115
4 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07/Gibson) - Duqueine Team - 1'14.321
5 - Owen/Brundle/Uitert (Oreca 07/Gibson) - United Autosports - 1'23.874
6 - Calderon/Negrão/Visser (Oreca 07/Gibson) - Richard Mille - 1'26.147
7 - Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07/Gibson) - IDEC Sport - 1'30.363
8 - Davidson/Gonzalez/Dennis (Oreca 07/Gibson) - JOTA - 2'02.400
9 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07/Gibson) - Algarve Pro Racing - 1 Laps
10 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07/Gibson) - Cool Racing - 1 Laps
11 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217/Gibson) - Inter Europol - 1 Laps
12 - Enqvist/Duval/Lancaster (Oreca 07/Gibson) - Algarve Pro Racing - 1 Laps
13 - Fjordbach/Andersen/ (Oreca 07/Gibson) - High Class Racing - 2 Laps
14 - Rojas/Hanley/Cullen (Oreca 07/Gibson) - DragonSpeed - 2 Laps
15 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier JS P320/Nissan) - United Autosports - 5 Laps
16 - Wells/Noble/ (Duqueine M30 – D08/Nissan) - Nielsen Racing - 5 Laps
17 - Broniszewski/Perel/Gomes (Ferrari F488 GTE EVO) - Kessel Racing - 6 Laps
18 - Perrodo/Collard/Newey (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 6 Laps
19 - Dalla Lana/Lauda/Farfus (Aston Martin VANTAGE AMR) - Aston Martin Racing - 7 Laps
20 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton Competition - 7 Laps
21 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race - 7 Laps
22 - Erdos/Kari/Laskaratos (Ligier JS P320/Nissan) - Eurointernational - 7 Laps
23 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P320/Nissan) - Graff - 7 Laps
24 - Mcguire/Tappy/Bentley (Ligier JS P320/Nissan) - United Autosports - 7 Laps
25 - Hörr/Kirmann/Glorieux (Duqueine M30 – D08/Nissan) - DKR Engineering - 8 Laps
26 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Proton Competition - 8 Laps
27 - Jakobsen/Dayson/Megennis (Ligier JS P320/Nissan) - RLR MSport - 8 Laps
28 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30 – D08/Nissan) - Graff - 8 Laps
29 - Ulrich/West/Görig (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 8 Laps
30 - Veglia/Fontana/Baratto (Ligier JS P320/Nissan) - BHK Motorsport - 9 Laps
31 - Gostner/Gatting/Frey (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 9 Laps
32 - Jeannette/Sales/Hutchison (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW Motorsport - 12 Laps
33 - Garcia/Droux/ (Ligier JS P320/Nissan) - Realteam Racing - 16 Laps
34 - Rusinov/Jensen/ (Aurus 01/Gibson) - G-Drive Racing - 24 Laps
35 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30 –D08/Nissan) - Nielsen Racing - 26 Laps
36 - Flohr/Castellacci/ (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 46 Laps
37 - Dracone/Campana/ (Oreca 07/Gibson) - BHK Motorsport - 48 Laps
38 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 83 Laps
39 - Moore/Hippe/ (Ligier JS P320/Nissan) - Inter Europol Competition - 94 Laps

8 Ago [21:37]

Spa, qualifica
Ancora Albuquerque in pole

Marco Cortesi

Doppietta dello United Autosports nella qualifica per la 4 ore di Spa-Francorchamps dell’European Le Mans Series. A segnare la pole è stato Filipe Albuquerque, in forma smagliante avendo ottenuto lo stesso risultato nell’apertura di Paul Ricard e nelle ultime due tappe del 2019 sempre per la compagine di Zak Brown. Seconda posizione per Job Van Uitert, con il giovane olandese in ottima forma anche grazie alla scelta del team di usare un set extra di gomme nuove.

Al terzo posto la prima delle vetture nei colori del team G-Drive, gestita da TDS e pilotata da Mikkel Jensen, con il danese staccato di soli 4 millesimi da Van Uitert. Buona prova per Konstantin Tereschenko. L’ex pilota World Series ha piazzato al quarto posto la vettura del team Duqueine, mentre un giro veloce nel finale ha portato in top-5 Anthony Davidson sull’Oreca del team Jota. Il britannico è risultato il migliore dei portabandiera Goodyear dietro alle prime due file gommate Michelin.

Il team United Autosports ha centrato la pole anche in LMP3, con Wayne Boyd al top con la nuova Ligier JSP320. Seconda la Duqueine C08/M30, vettura nata come evoluzione della precedente Norma M30. In GTE, gran prova di Richard Lietz, che ha fatto valere il suo peso di ufficiale mettendo al top la 911 che divide con Felipe Laser e con l’attore Michael Fassbender. Secondo e terzo posto per due Ferrari, nell’ordine per il team Kessel con David Perel e per Iron Lynx col patron Andrea Piccini. Quinta piazza per l’Aston Martin Vantage di Augusto Farfus.

Da sottolineare il debutto tra le fila del team Richard Mille di Beitske Visser. L’olandese ha sostituito nell’equipaggio tutto al femminile del team ideato dall’”orologiaio” svizzero l’infortunata Katherine Legge. Tra gli italiani, ottimo decimo posto in LMP2 per Francesco Dracone e Sergio Campana. Un po’ più indietro la LMP3 di Baratto-Fontana-Veglia. Sesta posizione nella stessa categoria per il team Eurointernational.

Sabato 8 agosto 2020, qualifica

1 - Hanson/Albuquerque (Oreca-Gibson) - UnitedAS - 2'03"298
2 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca-Gibson) - UnitedAS - 2'03"817
3 - Rusinov/Jensen (Aurus 01 - Gibson) - G-Drive - 2'03"821
4 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca-Gibson) - Duqueine - 2'03"828
5 - Davidson/Gonzalez/Dennis (Oreca-Gibson) - JOTA - 2'04"423
6 - Rojas/Hanley/Cullen (Oreca-Gibson) - DragonSpeed - 2'04"483
7 - Enqvist/Duval/Lancaster (Oreca-Gibson) - Algarve Pro - 2'04"644
8 - Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca-Gibson) - IDEC Sport - 2'04"912
9 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca-Gibson) - Cool Racing - 2'05"047
10 - Dracone/Campana (Oreca-Gibson) - BHK - 2'05"156
11 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca-Gibson) - Algarve Pro - 2'05"200
12 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca-Gibson) - Graff - 2'05"253
13 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca-Gibson) - Panis - 2'05"442
14 - Calderon/Negrão/Visser (Oreca-Gibson) - Richard Mille Team - 2'05"628
15 - Fjordbach/Andersen (Oreca-Gibson) - HCR - 2'05"682
16 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier-Gibson) - Inter Europol - 2'05"994
17 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier LMP3-Nissan) - UnitedAS - 2'12"634
18 - Hörr/Kirmann/Glorieux (Duqueine LMP3-Nissan) - DKR - 2'13"519
19 - Garcia/Droux (Ligier LMP3-Nissan) - Realteam - 2'14"240
20 - Mcguire/Tappy/Bentley (Ligier LMP3-Nissan) - UnitedAS - 2'14"520
21 - Jakobsen/Dayson/Megennis (Ligier LMP3-Nissan) - RLR - 2'14"559
22 - Erdos/Kari/Laskaratos (Ligier LMP3-Nissan) - Eurointernational - 2'14"625
23 - Wells/Noble (Duqueine LMP3-Nissan) - Nielsen - 2'14"954
24 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine LMP3-Nissan) - Nielsen - 2'14"967
25 - Moore/Hippe (Ligier LMP3-Nissan) - Inter Europol - 2'15"122
26 - Veglia/Fontana/Baratto (Ligier LMP3-Nissan) - BHK - 2'15"375
27 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier LMP3-Nissan) - Graff - 2'16"246
28 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine LMP3-Nissan) - Graff - 2'17"328
29 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton - 2'17"778
30 - Broniszewski/Perel/Gomes (Ferrari F488) - Kessel - 2'17"994
31 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari F488) - Iron Lynx - 2'18"090
32 - Dalla Lana/Lauda/Farfus (Aston Martin VANTAGE AMR) - AMR - 2'18"140
33 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Proton - 2'18"167
34 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488) - Spirit of Race - 2'18"490
35 - Perrodo/Collard/Newey (Ferrari F488) - AF Corse - 2'18"804
36 - Gostner/Gatting/Frey (Ferrari F488) - Iron Lynx - 2'19"178
37 - Ulrich/West/Görig (Ferrari F488) - AF Corse - 2'20"374
38 - Jeannette/Sales/Hutchison (Ferrari F488) - JMW - 2'20"706
39 - Flohr/Castellacci (Ferrari F488) - AF Corse - 2'22"840

20 Lug [10:13]

Le Castellet, Graff penalizzato
Il team perde il secondo posto

Michele Montesano

Dai festeggiamenti alla doccia fredda: questa la sintesi del weekend di Le Castellet della ELMS per il team Graff. La squadra è stata sanzionata per non aver rispettato il tempo minimo di guida. Il pilota Silver Alexandre Cougnaud ha corso per 1:03’54” contro l’ora e dieci minuti previsti dal regolamento. I commissari, constatata l’infrazione, non hanno potuto far altro che penalizzare l’Oreca 07 Gibson. Considerando il miglior tempo sul giro di Cougnaud (1’41”811) e i 6’6” in meno di guida del pilota, al Graff sono stati sommati tre giri in più alla classifica finale. L’equipaggio composto da Thomas Laurent, James Allen e lo stesso Cougnaud è sceso così al nono posto.

A salire sul secondo gradino del podio è stato il G-Drive di Roman Rusinov, Nyck De Vries e Mikkel Jensen. Terza l’altra Oreca dello United Autosports di Felipe Albuquerque e Phil Hanson, autori di un weekend perfetto offuscato solamente da una foratura avvenuta nelle ultime fasi di gara.

Domenica 19 luglio 2020, gara

1 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 132 giri
2 - Rusinov/Jensen/De Vries (Aurus 01–Gibson) - G-Drive - 21"146
3 - Hanson/Albuquerque (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 34"073
4 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool - 50"418
5 - Calderon/Negrao (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 1'26"960
6 - Enqvist/Duval/Lancaster (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 1 giro
7 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217-Gibson) - Inter Europol - 1 giro
8 - Rojas/Hanley/Cullen (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 1 giro
9 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 17"104
10 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 3 giri
11 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 10 giri
12 - Hippe/Moore (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol - 10 giri
13 - Jakobsen/Dayson (Ligier JS P3-Nissan) - RLR - 11 giri
14 - Garcia/Droux (Ligier JS P3-Nissan) - Realteam - 11 giri
15 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P3-Nissan) - Graff - 11 giri
16 - Brajnik/Hoogenboom (Ligier JS P3-Nissan) - EuroInternational - 11 giri
17 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Dempsey Proton - 11 giri
18 - McGuire/Tappy/Bentley (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 12 giri
19 - Broniszewski/Cadei/Perel (Ferrari F488 GTE EVO) - Kessel - 12 giri
20 - Gostner/Frey/Gatting (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 12 giri
21 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 12 giri
22 - Veglia/La Mazza (Ligier JS P3-Nissan) - BHK - 12 giri
23 - Fannin/Hutchison/Abbott (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW - 12 giri
24 - Hörr/Kirmann/Triller (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 13 giri
25 - Ulrich/West/Görig ( (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 13 giri
26 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 13 giri
27 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton - 17 giri
28 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30-Nissan) - Graff - 19 giri

Giro veloce: Felipe Albuquerque 1'38"268

Ritirati
Fjordbach/Andersen (Oreca 07-Gibson) - High Class -
Dalla Lana/Lauda/Gunn (Aston Martin Vantage AMR) - AMR -
Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine -
Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis -
Dracone/Campana (Oreca 07-Gibson) - BHK -
Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race -
Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07-Gibson) - Idec -
Wells/Noble (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen -

Il Campionato
1.Owen/Brundle/Van Uitert 25; 2.Rusinov/Jensen/De Vries 18; 3.Hanson/Albuquerque 16; 4.Lapierre/Borga/Coigny 12; 5.Calderon/Negrao 10; 6.Enqvist/Duval/Lancaster 8; 7.Smiechowski/Binder/Isaakyan 6; 8.Rojas/Hanley/Cullen 4; 9.Allen/Laurent/Cougnaud 2; 10.Falb/Trummer/Aubry 1.

19 Lug [16:40]

Le Castellet, gara
United Autosports mette la prima

Michele Montesano

È stato il team United Autosports ad apporre il primo sigillo della stagione 2020 della ELMS. Sul tracciato di Le Castellet a trionfare è stata l’Oreca 07 di Job Van Uitert, Will Owen e Alex Brundle. Secondo posto per il team Graff Racing, autore di una gara costante e priva di sbavature. Sul gradino più basso del podio si è piazzato il G-Drive Racing, con Nyck De Vries e Mikkel Jensen che si sono subito messi in mostra. United Autosports ha messo tutti in riga anche nella classe LMP3: con il successo di Wayne Boyd, Tom Gamble e Robert Wheldon. A trionfare nella classe LMGTE è stata la Porsche del Proton Competition di Alessio Picariello, Christian Ried e Michele Beretta.

Il team di Zak Brown ha dominato l’intero weekend di gara: fin dalle prove libere le Oreca dello United Autosport sono state le vetture da battere. Al pronti via i due prototipi hanno dettato subito il passo, con Phil Hanson al comando seguito da Owen che ha immediatamente superato l’Aurus di Jensen. Il duo United Autosports è arrivato alla prima tornata di pit-stop con un buon margine, mentre in casa G-Drive Roman Rusinov faceva scivolare la sua vettura in quarta posizione. All’inizio della seconda ora, il regime di Full Course Yellow, causato dal ritiro della Ferrari dello Spirit of Race, ha fatto sì che tutti gli equipaggi top rientrassero ai box. Tranne il G-Drive, che ha provato a diversificare la strategia. Subito dopo però, l’ingresso della vettura di sicurezza, per via dell’uscita di Julien Canal, ha ricompattato la classifica.

Al restart, le vetture United Autosports hanno ripreso a dettare l’andatura. Hanson era tranquillamente al comando quando la sua Oreca ha subito una foratura. L’inglese è stato costretto a effettuare una sosta supplementare, scivolando ai margini del podio. La vittoria è andata nelle mani dei compagni di team, seguiti a 17” dall’equipaggio del Graff Racing composto da James Allen, Alexandre Cognaud e Thomas Laurent. Terzo posto per la compagine russa del G-Drive, autore di una bella prova inaugurale per la nuova formazione di piloti. Detto dello sfortunato quarto posto di Hanson e Filipe Albuquerque, ha concluso quinto il Cool Racing. Sesta l’Oreca di Tatiana Calderon e André Negrão.

Il dominio United Autosports è proseguito anche nella classe LMP3. Il successo di Boyd, Gamble e Wheldon non è mai stato messo in discussione. Ci ha provato negli ultimi stint Nigel Moore a colmare il gap, ma il team Inter Europol si è dovuto accontentare del secondo posto. Terzo gradino del podio per il team RLR MSport, sesta la Ligier dell’Eurointernational di Antonio Ferrari. Per trovare la prima Duqueine M30 bisogna scendere all’ottavo posto con il team Nielsen Racing.

Fra le numerose Ferrari in pista, a trionfare in LMGTE è stata invece la Porsche di Ried, Beretta e un Picariello davvero in palla. Secondo posto per la Ferrari del Kessel Racing che aveva conquistato la pole. Podio anche per la Ferrari 488 GTE Evo delle “Iron Dames” Michelle Gatting, Rahel Frey e Manuela Gostner. Traumatico il debutto stagionale per l’attore Michael Fassbender: autore di un contatto con le barriere, tornato ai box è riuscito a portare comunque la sua Porsche alla bandiera a scacchi.

Domenica 19 luglio 2020, gara


1 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 132 giri
2 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 17"104
3 - Rusinov/Jensen/De Vries (Aurus 01–Gibson) - G-Drive - 21"146
4 - Hanson/Albuquerque (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 34"073
5 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool - 50"418
6 - Calderon/Negrao (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 1'26"960
7 - Enqvist/Duval/Lancaster (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 1 giro
8 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217-Gibson) - Inter Europol - 1 giro
9 - Rojas/Hanley/Cullen (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 1 giro
10 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 3 giri
11 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 10 giri
12 - Hippe/Moore (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol - 10 giri
13 - Jakobsen/Dayson (Ligier JS P3-Nissan) - RLR - 11 giri
14 - Garcia/Droux (Ligier JS P3-Nissan) - Realteam - 11 giri
15 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P3-Nissan) - Graff - 11 giri
16 - Brajnik/Hoogenboom (Ligier JS P3-Nissan) - EuroInternational - 11 giri
17 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Dempsey Proton - 11 giri
18 - McGuire/Tappy/Bentley (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 12 giri
19 - Broniszewski/Cadei/Perel (Ferrari F488 GTE EVO) - Kessel - 12 giri
20 - Gostner/Frey/Gatting (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 12 giri
21 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 12 giri
22 - Veglia/La Mazza (Ligier JS P3-Nissan) - BHK - 12 giri
23 - Fannin/Hutchison/Abbott (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW - 12 giri
24 - Hörr/Kirmann/Triller (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 13 giri
25 - Ulrich/West/Görig ( (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 13 giri
26 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 13 giri
27 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton - 17 giri
28 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30-Nissan) - Graff - 19 giri

Giro veloce: Felipe Albuquerque 1'38"268

Ritirati
Fjordbach/Andersen (Oreca 07-Gibson) - High Class -
Dalla Lana/Lauda/Gunn (Aston Martin Vantage AMR) - AMR -
Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine -
Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis -
Dracone/Campana (Oreca 07-Gibson) - BHK -
Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race -
Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07-Gibson) - Idec -
Wells/Noble (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen -

Il Campionato
1.Owen/Brundle/Van Uitert 25; 2.Allen/Laurent/Cougnaud 18; 3.Rusinov/Jensen/De Vries 15; 4.Hanson/Albuquerque 13; 5.Lapierre/Borga/Coigny 10; 6.Calderon/Negrao 8; 7.Enqvist/Duval/Lancaster 6; 8.Smiechowski/Binder/Isaakyan 4; 9.Rojas/Hanley/Cullen 2; 10.Falb/Trummer/Aubry 1.

18 Lug [15:32]

Le Castellet, qualifica
Pole di Albuquerque, Cadei in GT

Michele Montesano

La ELMS ha riacceso i suoi motori sul tracciato di Le Castellet. A siglare la prima pole stagionale è stato Filipe Albuquerque: il pilota dello United Autosports ha soffiato il primo crono a Nyck De Vries nel suo ultimo tentativo. Anche in LMP3, a partire dalla prima fila sarà una vettura dello United Autosports, quella di Wayne Boyd. Buona la prima per Niki Cadei, autore della pole in classe LMGTE al volante della Ferrari del Kessel Racing.

La lotta per la pole in classe LMP2 è stata senza esclusione di colpi. De Vries sembrava essere l’uomo da battere, ma in extremis l’esperto Albuquerque ha portato la sua Oreca 07 in prima fila. Il portoghese ha avuto la meglio sul pilota del G-Drive Racing per soli 237 millesimi. Terzo posto per l’altra vettura dello United Autosports portata in pista da Alex Brundle. Il team campione in carica IDEC Sport ha alzato bandiera bianca prima del termine della sessione, con Paul Loup Chatin che si è accontentato del quarto posto. Seguono Ben Hanley del DragonSpeed e Nicolas Lapierre. Tredicesimo crono per la debuttante Tatiana Calderon, affiancata da André Negrão in sostituzione dell’infortunata Katherine Legge.

Il team United Autosports si è appropriato anche della pole in classe LMP3. A segnare il giro più veloce è stato Boyd che ha avuto la meglio su Laurents Hörr per soli 84 millesimi. Terzo posto per il sedicenne Malthe Jakobsen e la sua Ligier del RLR Msport, seguito da David Droux. Sesta la Ligier del team campione in carica Eurointernational, con Niko Kari al volante. Con sette vetture nello spazio di un secondo, e il dualismo tra Ligier e Duqueine, domani la lotta per la vittoria sarà più che vivace.

In LMGTE ad avere la meglio è stato il team Kessel Racing. La compagine svizzera, grazie a Cadei, ha portato la Ferrari 488 GTE Evo in pole. La lotta fra le GT è stata serrata, tanto che l’italiano ha preceduto l’Aston Martin Vantage di Ross Gunn di soli 16 millesimi. Terzo posto per la Ferrari dello Spirit of Race guidata da Matthew Griffin. Quarto Alessio Picariello con la Porsche del Dempsey-Proton Racing , seguita dalla Ferrari di Andrea Piccini. Settimo crono per Michelle Gatting, portacolori dell’equipaggio tutto al femminile del team Iron Lynx.

Sabato 18 luglio 2020, qualifica

1 - Hanson/Albuquerque (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 1'38"268
2 - Rusinov/Jensen/De Vries (Aurus 01–Gibson) - G-Drive - 1'38"505
3 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 1'38"736
4 - Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07-Gibson) - Idec - 1'38"887
5 - Rojas/Hanley/Cullen (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 1'39"005
6 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool - 1'39"115
7 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis - 1'39"400
8 - Enqvist/Duval/Lancaster (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 1'39"430
9 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 1'39"476
10 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 1'39"506
11 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 1'39"573
12 - Fjordbach/Andersen (Oreca 07-Gibson) - High Class - 1'39"957
13 - Calderon/Negrao (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 1'40"123
14 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217-Gibson) - Inter Europol - 1'40"129
15 - Dracone/Campana (Oreca 07-Gibson) - BHK - 1'40"777
16 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 1'48"315
17 - Hörr/Kirmann/Triller (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 1'48"399
18 - Jakobsen/Dayson (Ligier JS P3-Nissan) - RLR - 1'48"457
19 - Garcia/Droux (Ligier JS P3-Nissan) - Realteam - 1'48"485
20 - McGuire/Tappy/Bentley (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 1'48"833
21 - Brajnik/Hoogenboom (Ligier JS P3-Nissan) - EuroInternational - 1'48"842
22 - Hippe/Moore (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol - 1'48"874
23 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 1'49"611
24 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P3-Nissan) - Graff - 1'49"632
25 - Wells/Noble (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 1'49"806
26 - Veglia/La Mazza (Ligier JS P3-Nissan) - BHK - 1'50"082
27 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30-Nissan) - Graff - 1'50"673
28 - Broniszewski/Cadei/Perel (Ferrari F488 GTE EVO) - Kessel - 1'51"729
29 - Dalla Lana/Lauda/Gunn (Aston Martin Vantage AMR) - AMR - 1'51"745
30 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race - 1'51"780
31 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Dempsey Proton - 1'51"781
32 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 1'51"843
33 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton - 1'51"892
34 - Gostner/Frey/Gatting (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 1'52"437
35 - Fannin/Hutchison/Abbott (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW - 1'52"820
36 - Ulrich/West/Görig ( (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 1'53"870

2 Lug [12:46]

G-Drive, confermato Vergne
Arrivano De Vries e Jensen

Michele Montesano

Il team russo G-Drive ha annunciato la line-up dei piloti con cui darà l’assalto alla ELMS e alla 24 Ore di Le Mans. Oltre al proprietario e pilota Roman Rusinov è stato confermato per la classica francese Jean-Éric Vergne. Mentre la novità riguardano il campionato continentale endurance dove ci saranno i giovani Nyck De Vries e Mikkel Jensen.

Sulla Aurus 01 della compagine russa si alterneranno diversi piloti con un palmares di tutto rispetto. De Vries, campione in carica della FIA Formula 2, non è al debutto assoluto nella ELMS avendo corso già per il Racing Team Nederland. L’olandese infatti sarà ancora una volta con il team nazionale nella 24 Ore di Le Mans di fine settembre. Proprio in occasione della gara di durata per antonomasia a sostituirlo ci sarà il campione di Formula E Vergne.

Infine a debuttare nel G-Drive e sulle LMP2 ci sarà Mikkel Jensen. Il danese, campione in carica della classe LMP3, andrà a sostituire Job Van Uitert passato al team United Autosport. Jensen farà parte del team russo sia per la 24 Ore di Le Mans che per tutta la ELMS. L’equipe di Rusinov avrà problemi alla voce piloti in occasione della 4 Ore di Spa Francorchamps. Infatti la gara belga cadrà in concomitanza con le tappe di Berlino della Formula E in cui militano sia Vergne, con la DS Techeetah, che De Vries con il team Mercedes.

Rusinov si aspetta molto dal nuovo equipaggio: “Il nostro team ha scelto sempre con molta cura i suoi piloti. Già prima della pandemia stavamo esaminando diversi candidati. Alla fine abbiamo scelto Mikkel che, nonostante la sua giovane età, è un pilota molto costante.”

Parole di elogio su De Vries: “Nyck è uno fra i piloti più talentuosi della sua generazione, ha ottenuto numerosi successi in tutte le categorie dove ha militato. Ha fatto parte del programma Junior McLaren oltre ad avere un’esperienza solida nell’endurance. Ha una predisposizione naturale per la velocità e rafforzerà sicuramente il nostro team.”

Infine una bella conferma la presenza di Vergne: “Siamo felicissimi di continuare la collaborazione con “JEV”. È senza dubbio uno dei piloti più forti al mondo. Negli ultimi due anni ha dimostrato di essere il miglior membro del team. Con lui avremo ottime possibilità di vincere la gara più prestigiosa dell’anno: la 24 Ore di Le Mans.”

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

elms
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone