formula 1

Perez, primi giorni in Red Bull:
"Comincio a sentirmi a mio agio"

Jacopo Rubino

L'avventura di Sergio Perez in Red Bull è davvero cominciata: sta scoprendo ...

Leggi »
Mondiale Rally

Anteprima WRC 2020
Ogier a caccia dell'ottavo titolo,
per Neuville è emergenza navigatore

Mattia Tremolada

Tra dubbi e incertezze, il Rally di Montecarlo 2021 è ormai alle porte. Grande è stata ...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
6 Gen [16:28]

Prema entra in F3 Asia e
F4 UAE con Abu Dhabi Racing

Mattia Tremolada

S‍i chiamerà Abu Dhabi Racing by Prema la squadra che prenderà parte alle stagioni 2021 di F3 Asia e di F4 UAE, che andranno in scena dal 13 gennaio al 20 febbraio sui circuiti di Dubai e Abu Dhabi, in quanto il Medio Oriente è meno stringente sulle restrizioni logistiche rispetto all'Asia, dove invece da ormai un anno a questa parte è quasi impossibile muoversi. L'operazione sarà gestita dal team Prema, che supporterà la famiglia Al Qubaisi come avvenuto nelle ultime tre stagioni di Formula 4 Italia. Al via della serie minore ci sarà proprio Hamda Al Qubaisi.

D‍opo il debutto in due appuntamenti di F4 Italia nel 2019, Hamda ha preso parte alla F4 UAE 2020, in cui ha firmato sette pole position su dieci, cogliendo tre successi ed il quarto posto in campionato. La Al Qubaisi ha poi proseguito nella F4 Italia 2020, dove ha ottenuto due top-10. Papà Khaled, gentleman driver due volte vincitore della 24 ore di Dubai e tre volte al via della 24 ore di Le Mans, dovrebbe prendere parte ad alcuni appuntamenti della F3 Asia, già l'anno scorso ottenne tre successi nella categoria Masters, alternandosi con la figlia maggiore Amna.

Diversi rumors vorrebbero che un paio di piloti di F2 possano prendere parte alla serie e uno di loro potrebbe trovare la propria collocazione proprio in Prema, accanto ad uno dei portacolori della squadra italiana nella Formula Regional by Alpine, che utilizzerebbe la serie per allenarsi in vista dell'inizio della stagione europea.

6 Gen [15:27]

Il 29 gennaio parte la F3 Asia
Attesi al via 9 team e 23 vetture

Mattia Tremolada

La F3 Asia by FIA si prepara ad accendere i motori a fine gennaio, con il via della stagione 2021 che è stato posticipato di una settimana, passando dal 22 al 29 gennaio. Il campionato organizzato da Top Speed, società che fa capo a Davide De Gobbi, scatterà da Dubai, dove è prevista una giornata di test il 27. Il secondo appuntamento sarà ad Abu Dhabi la settimana seguente, con la pista di Yas Marina che chiuderà poi la stagione il 19-20 febbraio in seguito al doppio round di Dubai dalll'11 al 14 dello stesso mese.

I‍n totale saranno quindici le corse che i protagonisti della serie affronteranno. I punti per la Super Licenza di F1, ancora più ambiti dopo che sono stati decisivi nell'approdo di Pietro Fittipaldi in Haas, pare abbiano richiamato anche diversi piloti di F2 appartenenti a programmi junior di F1, tanto che al via sono attese ben 23 vetture di 9 squadre. A spiccare è il nome Prema, che supporterà Abu Dhabi Racing, che dovrebbe portare nuovamente al via il gentleman Khaled Al Qubaisi e la figlia maggiore Amna, rimasta ferma nel 2020. Prema porterà in dote la propria esperienza nella Formula Regional con le Tatuus T-318 motorizzate Autotecnica-Alfa Romeo, in cui ha conquistato tutti i titoli disponibili.

L'unica squadra ad aver già confermato tutti e tre i propri piloti è Evans Gp, che porterà al via Casper Stevenson (terzo nel British F4), Irina Sidorkova e Isack Hadjar, terzo nella F4 francese e fresco di firma con R-Ace per la Formula Regional by Alpine. Tre monoposto verranno schierate da BlackArts Racing, il team con cui Joey Alders si è laureato campione nella passata stagione. Con la compagine di Hong Kong saranno al via Zdenek Chovanec e Rafael Villagomez, oltre ad un terzo pilota ancora da annunciare.

Doppio impegno per Hitech Grand Prix, che alle tre vetture iscritte sotto le insegne ufficiali, ne affiancherà altre due per la succursale Hitech Asia. Al momento l'unico pilota confermato dalla squadra inglese è Reece Ushijima, già al via della F3 inglese con Hitech nel 2020, in cui ha chiuso undicesimo con due podi. T‍re monoposto anche per Pinnacle Motorsport, che ha già confermato tra le proprie file Alexandre Bardinon, mentre Absolute Racing manterrà la propria presenza con due vetture.

Il calendario

29-30 gennaio - Dubai
5-6 febbraio - Yas Marina
11-12 febbraio - Dubai
13-14 febbraio - Dubai
19-20 febbraio - Yas Marina‍

2 Dic [19:05]

Top Speed conferma il via del
campionato 2021 negli Emirati Arabi

Massimo Costa

Top Speed, organizzatore del campionato FIA F3 Asia by FIA, ha confermato che la stagione inizierà il 23 gennaio e che si svolgerà negli Emirati Arabi Uniti sui circuiti di Dubai e Yas Marina ad Abu Dhabi. Sei squadre hanno già confermato la loro presenza nei cinque appuntamenti, per un totale di quindici gare che assegneranno punti importanti ai piloti per ottenere la Super Licenza FIA. Il campionato si svolgerà con le consuete Tatuus T-318 con il nuovo look della Formula Regional European.

Davide De Gobbi, general manager di Top Speed, ha commentato: "Siamo felici di poter dire ufficialmente che il campionato partirà il 23 gennaio. Dopo tutti i problemi che il motorsport ha incontrato nel corso del 2020 in tutto il mondo, la nostra serie darà l'opportunità ai piloti di guadagnare punti per la Super Licenza offrendo anche ai team la possibilità di partecipare a quella che può essere definita una Winter Series e ai giovani talenti di allenarsi a dovere per riprendere al meglio la loro carriera".
 
E' curioso notare come la F3 Asia abbia contribuito in maniera decisiva all'ottenimento dei punti Super Licenza a Pietro Fittipaldi, che proprio questo weekend avrà l'occasione di debuttare in F1 con il team Haas prendendo il posto dello sfortunato Romain Grosjean. Anche Nikita Mazepin, che correrà in F1 il prossimo anno, è stato tra i protagonisti della F3 Asia incassando punti per la Super Licenza.
  
Per quanto riguarda le date del calendario, è importante seguire le regole Covid-19 del prossimo mese che potrebbero prevedere ancora un periodo di quarantena per chi giunge da Paesi stranieri.

Il calendario

23 gennaio - Yas Marina
30 gennaio - Dubai
6 febbraio - Yas Marina
13 febbraio - Dubai
20 febbraio - Yas Marina

23 Set [10:58]

F3 Asia, proposto il calendario 2021:
cinque round consecutivi negli Emirati

Jacopo Rubino

Cinque round in cinque settimane, alternati fra Dubai e Abu Dhabi: è il piano della F3 Asia per strutturare l'edizione 2021, con partenza a gennaio. In questo modo la serie diretta dall'italiano Davide De Gobbi risolverebbe i problemi logistici dettati dal Coronavirus, destinati a permanere anche nei prossimi mesi.

"L'inizio a metà gennaio offre l'opportunità alle squadre di spedire le auto via nave negli Emirati Arabi, mentre la libertà negli spostamenti fra Abu Dhabi e Dubai non rende necessaria la quarantena a campionato in corso. Riteniamo che sia una proposta interessante", ha sottolineato De Gobbi.

Nelle tappe a Yas Marina verrebbero utilizzate due configurazioni differenti dell'impianto, che secondo le regole FIA verrebbero considerate come piste distinte: resteranno così i requisiti per l'assegnazione dei punti che contribuiscono alla Superlicenza F1. Considerate le conseguenze della pandemia COVID-19 nel panorama dell'intero motorsport, in ogni caso, la Federazione ha già dato il nulla osta al format studiato.

La F3 Asia ha "esordito" a Dubai e Abu Dhabi quest'anno, nell'ambito della stagione 2019-2020 che è stata la prima a essere disputata nel periodo invernale. In questo modo la categoria riservata alle monoposto Tatuus motorizzate Autotecnica è diventata ancora più attraente per i piloti impegnati successivamente in Europa, come Jack Doohan in F3 internazionale, Nikita Mazepin in F2 o Jamie Chadwick nella Formula Regional.

Il calendario provvisorio della F3 Asia 2021

23 gennaio - Abu Dhabi
30 gennaio - Dubai
6 febbraio - Abu Dhabi
13 febbraio - Dubai
20 febbraio - Abu Dhabi





23 Feb [13:09]

Buriram, gara 3
Sasahara chiude vincendo

Jacopo Rubino

Va in archivio l'edizione 2019-2020 della F3 Asia, la prima disputata nel periodo invernale per venire incontro alle nuove regole FIA sulla Superlicenza. L'ultimo atto, gara 3 a Buriram, ha visto imporsi il campione uscente Ukyo Sasahara: scattato bene dalla pole-position, il giapponese ha viaggiato in controllo al comando fino alla bandiera a scacchi, bissando così il successo ottenuto in gara 2. L'alfiere della Hitech, che cede a sua volta il trono dopo il dominio incontrastato del 2018 e del 2019, non ha però conseguito punti per la classifica generale, in quanto detentore del titolo.

Il bottino pieno è stato così "ereditato" da Jack Doohan, vicecampione per la seconda volta consecutiva: l'australiano ha chiuso secondo al traguardo, partendo subito forte, ma la doppia (incredibile) foratura nelle due manches precedenti aveva già consegnato i gradi di numero 1 al rivale Joey Alders. Ormai matematicamente vincitore, l'olandese non ha dovuto preoccuparsi troppo per il fatto di avviarsi dalla nona casella, visto il deludente risultato in Q2.

Alders ha terminato settimo, nella scia di Tommy Smith, beneficiando dei 5" di penalità inflitti a Nikita Mazepin per una condotta di guida troppo aggressiva. Senza questa sanzione, il russo sarebbe stato quarto precedendo il connazionale Mikhael Belov, protagonista diun debutto molto interessante in F3 Asia, e Yu Kanamaru.

A completare il podio è stata una solida Jamie Chadwick, a coronamento di un ottimo weekend che l'ha vista sempre in top 3. Un bel segnale per le avversarie che la sfideranno in W Series, per provare a strapparle lo scettro conquistato nella scorsa annata.

Domenica 23 febbraio 2020, gara 3

1 - Ukyo Sasahara * - Hitech - 15 giri 23'17"444
2 - Jack Doohan - Pinnacle - 3"436
3 - Jamie Chadwick - Absolute - 4"872
4 - Mikhael Belov - BlackArts - 10"197
5 - Yu Kanamaru - BlackArts - 10"836
6 - Tommy Smith - Absolute - 12"291
7 - Joey Alders - BlackArts - 12"767
8 - Nikita Mazepin - Hitech - 14"352
9 - James Yu - Zen - 33"351
10 - Pietro Fittipaldi - Pinnacle - 37"432
11 - Thomas Luedi - BlackArts - 1'02"863
12 - Paul Wong - Zen - 1'08"127
13 - Alessio Deledda - Hitech - 1 giro

* Pilota guest, non prende punti

Giro più veloce: Ukyo Sasahara 1'32"403

Non partito
Pietro Fittipaldi

Il campionato
1.Alders 266 punti; 2.Doohan 229; 3.Mazepin 186; 4.Chadwick 139; 5.Fittipaldi 119; 6.Kanamaru 104; 7.DeFrancesco 101; 8.Fernandez 96; 9.Yu70; 10.Smith 48

23 Feb [9:00]

Buriram - Gara 2
Alders festeggia il titolo 2019-2020

Jacopo Rubino

Joey Alders è il campione 2019-2020 della F3 Asia: la certezza matematica per l'olandese è arrivata con una manche di anticipo, al termine di gara 2 a Buriram. Dopo la fortunata vittoria di sabato il pilota del team BlackArts partiva da un vantaggio di 36 punti sull'antagonista Jack Doohan, fermato da un'altra foratura alla gomma posteriore destra. Esattamente come ieri, incredibile. A due minuti e mezzo dal termine, le speranze dell'australiano di tenere aperti i giochi in gara 3 sono evaporate in modo definitivo. La cattiva sorte ha davvero bersagliato il pupillo Red Bull, che scattato dalla pole-position aveva di nuovo viaggiato sempre al comando, eseguendo il compito alla perfezione,

Quinto al traguardo, a motori spenti Alders è come se avesse chiuso secondo: il campione uscente Ukyo Sasahara ha salutato per primo la bandiera a scacchi, ma è trasparente per la classifica generale; Mikhael Belov era giunto alle sue spalle, ma ha ricevuto 10" di penalità per track limits, mentre più tardi altri 5" sono stati comminati a Pietro Fittipaldi.

A ereditare le 25 lunghezze è stata così Jamie Chadwick, che idealmente si riprende la vittoria persa in gara 2 ad Abu Dhabi, quando era stata punita per start anticipato. Per la campionessa in carica della W Series il weekend in Thailandia si sta rivelando il migliore dell'avventura nella categoria asiatica.

Gli stewards sono stati severi anche con Nikita Mazepin e con il nostro Alessio Deledda, entrambi alfieri Hitech, sanzionati a loro volta con 10" per il superamento dei track limits. Il russo è diventato così ottavo, il romano decimo, ma i punti raccolti sono 2 considerando lo status di "ospite" di Sasahara, in base al regolamento FIA.

Domenica 23 febbraio 2020, gara 2

1 - Ukyo Sasahara * - Hitech - 15 giri 23'20"012
2 - Jamie Chadwick - Absolute - 5"481
3 - Joey Alders - BlackArts - 8"419
4 - Pietro Fittipaldi - Pinnacle - 9"463
5 - Mikhael Belov - BlackArts - 11"827
6 - Yu Kanamaru - BlackArts - 14"204
7 - James Yu - Zen - 28"203
8 - Nikita Mazepin - Hitech - 28"323
9 - Tommy Smith - Absolute - 28"783
10 - Alessio Deledda - Hitech - 34"367
11 - Thomas Luedi - BlackArts - 44"415
12 - Paul Wong - Zen - 45"381
13 - Jack Doohan - Pinnacle - 2 giri

* Pilota guest, non prende punti

Giro più veloce: 1'32"260 Mikhael Belov

Il campionato
1.Alders 258 punti; 2.Doohan 204; 3.Mazepin 178; 4.Chadwick 118; 5.Fittipaldi 114; 6.DeFrancesco 101; 7.Fernandez 96; 8.Kanamaru 92; 9.Yu 66; 10.Smith 38

22 Feb [9:47]

Buriram, gara 1
Foratura Doohan, Alders ringrazia

Jacopo Rubino

Ultimo giro di gara 1 della F3 Asia a Buriram, Jack Doohan vede vicina la vittoria dopo aver viaggiato al comando dall'inizio alla fine. Ma l'epilogo è incredibile: l'australiano accusa una foratura alla gomma posteriore destra, va lungo, a fatica taglia il traguardo in ottava posizione. È l'episodio che potrebbe rivelarsi decisivo per il titolo 2019-2020, con l'alfiere del team Pinnacle che da un potenziale -8 nei confronti del capoclassifica Joey Alders scivola a -36, con 50 punti ancora in palio domani.

L'olandese riceve un regalo inaspettato dalla sorte, e mette una serie ipoteca sul campionato quando sembrava destinato a difendersi con le unghie. Quinto in griglia, Alders di forza si è preso la piazza d'onore già al primo giro, però non è stato in grado di impensierire Doohan. Ma a poche curve dalla bandiera a scacchi si è ritrovato in testa, centrando il quinto successo stagionale. Alle sue spalle ha chiuso Nikita Mazepin, giunto in Thailandia da terzo incomodo in graduatoria, ma ormai il russo è matematicamente escluso dai giochi: si trova infatti 182 punti, contro i 240 di Alders e 204 di Doohan.

Come unica consolazione, il figlio del motociclista Mick si è guadagnato la pole anche per gara 2 grazie al best lap messo a segno in 1'32"486, ma Alders avrà l'occasione di completare la pratica ed evitare rischi per gara 3, quando dovrà scattare dalla nona casella.

A completare il podio di oggi è Jamie Chadwick, protagonista di una buona prestazione. La ragazza britannica nelle fasi iniziali si era vista superare dal nostro Alessio Deledda, autore della sua miglior prova in F3 Asia. Non solo per il risultato in assoluto (settimo posto), ma anche per il carattere mostrato. Il pilota romano è stato a lungo quarto, poi ha saputo difendersi con grinta da un altro avversario temibile come Pietro Fittipaldi, vincitore 2017 della Formula V8 3.5, al via di alcuni round in IndyCar e tester Haas F1.

Con il brasiliano ha lottato l'esordiente Mikhael Belov, apparso a suo agio sulla Tatuus-Autotecnica, mentre è giunto sesto l'australiano Tommy Smith. In zona punti anche James Yu, che scattava dalla prima fila ma ha subito perso terreno, e Yu Kanamaru. Il campione uscente Ukyo Sasahara ha invece alzato bandiera bianca dopo essere incappato in un testacoda al termine del primo giro, imboccando la via dei box.

Aggiornamento: Mazepin penalizzato, Chadwick seconda


Cambia l'ordine d'arrivo di gara 1 della F3 Asia a Buriram. Nikita Mazepin, secondo al traguardo, è stato penalizzato di 5" per un "contatto evitabile", come spiegato dai commissari. A ereditare la piazza d'onore è quindi l'ottima Jamie Chadwick, mentre sul podio sale virtualmente anche Pietro Fittipaldi. Il brasiliano non aveva mai concluso in top 3 in questa stagione. Mazepin retrocede invece quinto, alle spalle anche di Mikhael Belov.

Sabato 22 febbraio 2020, gara 1 (aggiornata)

1 - Joey Alders - BlackArts - 20 giri 31'12"193
2 - Jamie Chadwick - Absolute - 5"246
3 - Pietro Fittipaldi - Pinnacle - 7"358
4 - Mikhael Belov - BlackArts - 8"894
5 - Nikita Mazepin - Hitech - 9"695
6 - Tommy Smith - Absolute - 15"384
7 - Alessio Deledda - Hitech - 16"600
8 - Jack Doohan - Pinnacle - 21"690
9 - James Yu - Zen - 22"186
10 - Yu Kanamaru - BlackArts - 27"846
11 - Thomas Luedi - BlackArts - 1'23"144
12 - Paul Wong - Zen - 1 giro
13 - Ukyo Sasahara - 4 giri

Giro più veloce: Jack Doohan 1'32"486

Ritirati
6° giro - Leonard Hoogenboom
4° giro - Dominic Ang
3° giro - Alister Yoong

Il campionato
1.Alders 240 punti; 2.Doohan 204; 3.Mazepin 182; 4.DeFrancesco 101; 5.Fittipaldi 99; 6.Fernandez 96; 7.Chadwick 93; 8.Kanamaru 82; 9.Yu 58; 10.Smith 34




PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

F3 FIA Asia
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone