formula 1

Il test Ferrari a Fiorano
Sainz e Leclerc, un buon allenamento

La Ferrari ha concluso ieri la seconda giornata di test sul circuito di Fiorano, prove svolte con la SF71H del 2018.  Ad...

Leggi »
Rally

Sandro Munari è tornato a casa
Il ‘Drago’ ha sconfitto una polmonite

Michele Montesano Dopo aver lasciato tutto il mondo dei motori in apprensione e con il fiato sospeso, Sandro Munari ci ha r...

Leggi »
FIA Formula 3

Francesco Pizzi debutta
in Formula 3 con Charouz

Francesco Pizzi farà il proprio debutto nel FIA Formula 3 con il team Charouz nel 2022. Il 17enne di Frascati al momento è l’...

Leggi »
formula 1

Singapore rinnova con la F1,
in calendario fino al 2028

Il Gran Premio di Singapore sarà nel calendario di Formula 1 fino al 2028: è ufficiale il rinnovo dell'accordo fra Libert...

Leggi »
formula 1

La FIA boccia i test Ferrari SF21
Cambia poco, si girerà con la SF71H

Come vogliamo chiamarlo? Disguido? Mancanza di comunicazione? Leggerezza? Distrazione? La Ferrari aveva fatto sapere al mond...

Leggi »
formula 1

Gasly si allena a Imola
con l'Alpha Tauri 2020

Giornata di riscaldamento, si fa per dire considerando i 2-3 gradi di temperatura, per l'Alpha Tauri. Sul circuito di Imo...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
23 Gen [12:52]

Yas Marina - Gara 3
Vittoria con brivido per Minì, paura al via

Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

Primo successo stagionale con brivido per Gabriele Minì. Al via della terza e ultima corsa del primo appuntamento della Formula Regional Asia, il pilota siciliano è partito a rilento, precipitando nelle retrovie. Cem Bolukbasi è invece rimasto piantato sulla decima casella e Amna Al Qubaisi, che scattava dalla 12esima fila, non è riuscita ad evitarlo, colpendolo in pieno. La direzione gara ha immediatamente esposto la bandiera rossa, necessaria per ripulire il rettifilo di partenza, completamente ostruito dai detriti delle due vetture. Nessun problema fisico per i piloti coinvolti, così la gara è ripresa dopo circa trenta minuti di stop.

Minì è potuto tornare in prima posizione dietro la safety-car, aprendo nuovamente le danze nei 27 minuti restanti di gara. Il pilota siciliano è stato certamente aiutato dalla fortuna, ma nel corso del fine settimana ha ampiamente dimostrato di meritarsi il successo, che va ad aggiungersi al secondo posto di gara 1. Grazie a questi risultati, Minì occupa la prima posizione nella classifica piloti, precedendo di tre lunghezze un Arthur Leclerc molto costante. Anche in gara 3 il monegasco di Mumbai Falcons ha portato a casa punti importanti, chiudendo al quinto posto.



Bella la battaglia che ha coinvolto Jak Crawford, Isack Hadjar e il vincitore di gara 2 Gabriel Bortoleto, che hanno duramente duellato per il podio. Alla fine il pilota americano è riuscito a mantenere la seconda posizione davanti al collega nel vivaio junior Red Bull Hadjar, mentre Bortoleto ha perso terreno nella seconda parte di gara, scivolando in sesta piazza. Brillante prestazione per Pepe Martì, al debutto in F.Regional dopo una sola stagione nella Formula 4 spagnola. Il portacolori di Pinnacle è ben risalito dalla quarta fila a suo di sorpassi, concretizzando finalmente il buon potenziale mostrato nelle prime due gare.

Fine settimana opaco per Paul Aron, soltanto settimo davanti a Lorenzo Fluxa e Hadrien David, autore di una bella rimonta dalla 18esima piazza. Ha invece perso terreno nel finale il quarto pilota di 3Y by R-Ace GP Oliver Goethe, che ha ingaggiato un duello con Leonardo Fornaroli. Il piacentino è però stato colpito dal compagno di squadra Joshua Dufek, finendo anzitempo la sua corsa. Sebastian Montoya ha così concluso in decima piazza davanti all'altra vettura di Mumbai Falcons di Dino Beganovic. Nicola Marinangeli (nella foto) ha visto il traguardo in 14esima piazza dopo aver duellato nel finale con Levi Revesz.

Domenica 23 gennaio 2022, gara 3

1 - Gabriele Mini - Hitech - 15 giri
2 - Jak Crawford - Abu Dhabi Racing by Prema - 2”659
3 - Isack Hadjar - Hitech - 3”121
4 - Pepe Marti - Pinnacle - 4”340
5 - Arthur Leclerc - Mumbai Falcons - 5”891
6 - Gabriel Bortoleto - 3Y by R-Ace GP - 6”703
7 - Paul Aron - Abu Dhabi Racing by Prema - 8”638
8 - Lorenzo Fluxa - 3Y by R-Ace GP - 9”217
9 - Hadrien David - 3Y by R-Ace GP - 9”658
10 - Sebastian Montoya - Mumbai Falcons - 11”605
11 - Dino Beganovic - Mumbai Falcons - 12”759
12 - Joshua Dufek - Hitech - 19”430
13 - Levente Revesz - Evans GP Academy - 22”772
14 - Nicola Marinangeli - Evans GP - 23”032
15 - Hamda Al Qubaisi Abu Dhabi Racing by Prema - 24”493
16 - Ayato Iwasaki - Pinnacle - 25”551
17 - Brice Morabito - BlackArts - 31”192
18 - Oliver Goethe - 3Y by R-Ace GP - 46”663
19 - Khaled Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 47”443
20 - Thomas Luedi - BlackArts - 48”934

Ritirati
Leonardo Fornaroli
Frederick Lubin
Amna Al Qubaisi
Cem Bolukbasi
David Morales
Salih Yoluc

Il campionato
1.Mini 43 punti; 2.Leclerc 40; 3.Montoya 38 punti; 4.Bortoleto‍ 34; 5.Fluxa 30; 6.Hadjar 27; 7.Crawford 24; 8.Fornaroli 14; 9.Marti 12; 10.Beganovic, Lubin, Dufek 10; 13.Aron 6; 14.Revesz, David 2; 16.A.Al Qubaisi 1.

23 Gen [8:27]

Yas Marina - Gara 2
Bortoleto apre la doppietta 3Y R-Ace

Mattia Tremolada

La seconda corsa di Yas Marina della Formula Regional Asia 2022 è stata decisamente movimentata, ma non per Gabriel Bortoleto, che dalla pole position ha guidato le ostilità per tutta la durata della gara, prendendosi la prima vittoria stagionale. Il brasiliano aveva ben recuperato nella corsa inaugurale, rimediando ad un contatto che lo aveva spedito in fondo. La decima piazza conquistata gli ha permesso di scattare dalla pole in gara 2, beneficiando dell'inversione della griglia, una delle novità di questa stagione. La leadership di Bortoleto non è mai stata messa in discussione, con il 17enne di San Paolo che ha gestito alla perfezione anche le due ripartenze dopo i regimi di safety-car.

Solo Isack Hadjar è sembrato in grado di rovinargli la festa, con una prima parte di gara tutta all'attacco che lo ha visto risalire nel giro di pochi passaggi dalla settima alla seconda piazza. Tuttavia, il pilota del team Hitech ha sofferto nella seconda fase, cedendo la seconda posizione ad un bravo Lorenzo Fluxa, che ha così completato la doppietta del team 3Y by R-Ace GP. Hadjar è poi stato costretto a parcheggiare la propria vettura a bordo pista anzitempo, cedendo il terzo posto e tanti punti preziosi ad Arthur Leclerc, nuovamente terzo come in gara 1.



Il monegasco ha tagliato il traguardo davanti al compagno di squadra in Mumbai Falcons Sebastian Montoya, che ha confermato quanto di buono fatto in gara 1. Il pilota colombiano ha però rischiato grosso nel corso del quinto giro di gara. Gabriele Minì è infatti andato all'attacco della sesta posizione di Dino Beganovic in curva 6, ma lo svedese ha resistito, consentendo a Montoya di inserirsi nella bagarre. Montoya ha preso l'interno di curva 9, costringendo Beganovic ad allargare la propria traiettoria, ma Minì aveva già preso l'esterno del rivale. Stretto nella morsa, Beganovic non ha più avuto spazio, colpendo il pilota siciliano, finito fuori gioco con la sospensione posteriore sinistra ko, nella foto sopra.

Un incidente simile è poi avvenuto nuovamente a otto minuti dal termine della corsa. Hadrien David è pericolosamente rientrato in pista, infilandosi all'interno di Pepe Martì e Cem Bolukbasi in curva 11, una delle più veloci del circuito di Yas Marina. Inevitabile il contatto, che ha costretto al ritiro tutti e tre i piloti. La safety-car è quindi tornata in azione, ma a differenza della prima corsa è rientrata ai box prima della bandiera a scacchi, consentendo ai piloti di percorrere un ultimo giro di gara.



Tanto è bastato a Leonardo Fornaroli per scavalcare il compagno di squadra Joshua Dufek e prendere una bella top-5 nel primo fine settimana in Formula Regional. Dalla seconda fila della griglia di partenza, il pilota di Piacenza non è riuscito a mantenere il passo dei piloti di 3Y R-Ace e Mumbai Falcons, ma è rimasto lontano dai guai, attaccando Dufek al momento giusto. Il pilota svizzero è poi finito nel mirino di un poco incisivo Jak Crawford, ma il loro duello ha favorito Oliver Goethe, che ha chiuso in sesta posizione una gran rimonta dalla 24esima piazza, macchiata però da un contatto con il gentleman Khaled Al Qubaisi nel corso del primo giro.

Crawford ha chiuso ottavo, davanti ai due piloti Evans GP Frederick Lubin e Levente Revesz. Brava Amna Al Qubaisi, 11esima, mentre il suo compagno di squadra Paul Aron è stato escluso dalla zona punti da un contatto nel finale. Nicola Marinangeli è invece stato costretto al ritiro già alla fine del primo giro.

Aggiornamento: penalizzato Goethe, Al Qubaisi in top-10

Doccia fredda per Oliver Goethe, penalizzato dalla direzione gara con 10" da aggiungere al tempo finale. Il pilota danese scivola fuori dalla zona punti, in 14esima posizione. A trarne vantaggio sono Joshua Dufek, Jak Crawford, Frederick Lubin e Levente Revesz, ma soprattutto Amna Al Qubaisi, che conquista il primo punto della stagione. Ironia della sorte, Goethe è stato penalizzato proprio per un contatto con Khaled Al Qubaisi, papà di Amna.

Domenica 23 gennaio 2022, gara 2

1 - Gabriel Bortoleto - 3Y by R-Ace GP - 15 giri
2 - Lorenzo Fluxa - 3Y by R-Ace GP - 0”974
3 - Arthur Leclerc - Mumbai Falcons - 1”833
4 - Sebastian Montoya - Mumbai Falcons - 2”150
5 - Leonardo Fornaroli - Hitech - 3”418
6 - Joshua Dufek - Hitech - 5”953
7 - Jak Crawford - Abu Dhabi Racing by Prema - 6”333
8 - Frederick Lubin - Evans GP - 6”883
9 - Levente Revesz - Evans GP Academy - 7”324
10 - Amna Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 7”786
11 - Ayato Iwasaki - Pinnacle - 8”178
12 - Brice Morabito - BlackArts - 9”052
13 - Thomas Luedi - BlackArts - 10”046
14 - Oliver Goethe - 3Y by R-Ace GP - 14”503*
15 - Paul Aron - Abu Dhabi Racing by Prema - 19”023

Ritirati
Gabriele Mini
Isack Hadjar
Dino Beganovic
Hadrien David
Pepe Marti
Cem Bolukbasi
Nicola Marinangeli
David Morales
Hamda Al Qubaisi
Khaled Al Qubaisi
Salih Yoluc

Il campionato
1.Montoya 37 punti; 2.Leclerc 30; 3.Bortoleto‍, Fluxa 26; 5.Mini 18; 6.Fornaroli 14; 7.Hadjar 12; 8.Beganovic 10; 9.Lubin, Dufek 10; 11.Crawford 6; 12.Revesz 2; 13.A.Al Qubaisi 1.

22 Gen [8:54]

Yas Marina - Gara 1
Prima vittoria in carriera per Montoya

Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

È finalmente arrivato il primo successo in carriera di Sebastian Montoya. Un traguardo sofferto, che nella passata stagione nella F4, il figlio d’arte aveva sfiorato in diverse occasioni, non riuscendo però mai a concretizzare il proprio buon potenziale, culminato in otto secondi posti e due pole position. Al debutto su una monoposto di Formula Regional, Montoya è però stato perfetto, firmando a sorpresa il miglior tempo nella qualifica 1 e poi dominando dalla partenza fino al traguardo la prima corsa della stagione della F.Regional Asia.

Un successo che acquista ulteriormente valore considerando l’alto livello del campionato, con Montoya che è stato più concreto e maturo dei rivali più esperti, come Jak Crawford, che ha stallato sulla griglia di partenza, vanificando la prima fila conquistata. A contendersi il podio sono così stati Isack Hadjar e Gabriele Minì. Il pilota siciliano è andato all’attacco del compagno di squadra in Hitech, e rivale al titolo rookie della F.Regional by Alpine 2021, dopo il rientro ai box della safety-car, intervenuta una prima volta in seguito all’incidente di Oliver Goethe, che ha perso una ruota in curva 9.



La lotta tra Hadjar e Minì ha però favorito Arthur Leclerc, bravo a scavalcare entrambi all’uscita della chicane. Minì ha mantenuto il sangue freddo, e grazie ad un ritmo molto elevato è riuscito ad avere la meglio sul monegasco del Mumbai Falcons, che ha comunque chiuso in una positiva terza piazza davanti ad Hadjar, tagliando anche il traguardo per primo tra i piloti che prenderanno parte a tutta la serie asiatica.

Quinta posizione per Dino Beganovic, che ha preceduto Lorenzo Fluxa, l’unico pilota della pattuglia 3Y by R-Ace GP ad avere avuto una corsa regolare. Detto di Goethe, Hadrien David è finito fuori gioco in seguito ad un testacoda in curva 6, mentre Gabriel Bortoleto ha recuperato dal fondo riuscendo a strappare nel finale la decima piazza, che gli consentirà di scattare dalla pole position in gara 2.



Alle sue spalle, sulla griglia ci saranno i due piloti Hitech Joshua Dufek e Leonardo Fornaroli, nella foto sopra, che hanno chiuso rispettivamente nono e ottavo dietro a Frederick Lubin. Per il pilota di Piacenza un debutto positivo in F.Regional, con una bella rimonta che lo ha portato dalla 15esima all’ottava piazza, terzo tra i rookie. Bella prova anche di Hamda Al Qubaisi, 12esima in scia al compagno di squadra Crawford, partito ultimo dopo lo stallo.

Fuori gioco Cem Bolukbasi e Nicola Marinangeli, compagni di squadra in Evans Gp, costretti a rientrare ai box anzitempo per alzare bandiera bianca. Un incidente tra Pepe Martí e Paul Aron ha costretto la safety-car a tornare in azione, scortando le vetture fino al traguardo nei sette minuti finali. Il pilota spagnolo era risalito addirittura fino alla quinta piazza con una corsa tutta all’attacco, ma un contatto in curva 9 con l’estone ha messo ko entrambi. Non ha invece preso il via Dilano Van’t Hoff che già aveva saltato le qualifiche.

Sabato 22 gennaio 2022, gara 1

1 - Sebastian Montoya - Mumbai Falcons - 14 giri
2 - Gabriele Mini - Hitech - 0”282
3 - Arthur Leclerc - Mumbai Falcons - 0”627
4 - Isack Hadjar - Hitech - 0”771
5 - Dino Beganovic - Mumbai Falcons - 1”244
6 - Lorenzo Fluxa - 3Y by R-Ace GP - 1”719
7 - Frederick Lubin - Evans GP - 2”205
8 - Leonardo Fornaroli - Hitech - 2”983
9 - Joshua Dufek - Hitech - 3”302
10 - Gabriel Bortoleto - 3Y by R-Ace GP - 3”511
11 - Jak Crawford - Abu Dhabi Racing by Prema - 3”650
12 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 4”413
13 - Levente Revesz - Evans GP Academy - 4”937
14 - Amna Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 5”557
15 - Ayato Iwasaki - Pinnacle - 6”683
16 - Khaled Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 7”992
17 - Salih Yoluc - Pinnacle - 9”664
18 - Brice Morabito - BlackArts - 10”177
19 - Thomas Luedi - BlackArts - 10”733

Ritirati
Paul Aron
Hadrien David
Pepe Marti
Oliver Goethe
Cem Bolukbasi
Nicola Marinangeli
David Morales

Non partito
Dilano van’t Hoff

Il campionato
1.Montoya 25 punti; 2.Mini 18; 3.Leclerc 15; 4.Hadjar 12; 5.Beganovic 10; 6.Fluxa 8; 7.Lubin 6; 8.Fornaroli 4; 9.Dufek 2; 10.Bortoleto‍ 1.

21 Gen [12:16]

Yas Marina - Qualifica 1-2
Minì velocissimo, Montoya sorprende

Mattia Tremolada

Due sessioni di qualifiche movimentate e divertenti hanno dato il via alla stagione 2022 della Formula Regional Asia, che ha subito regalato qualche sorpresa. La prima pole dell'anno è infatti andata al rookie Sebastian Montoya, che con un colpo di reni proprio sotto la bandiera a scacchi ha beffato i rivali più accreditati, come Jak Crawford, Isack Hadjar e Gabriele Minì. Quest'ultimo ha trovato il proprio riscatto nel Q2, stampando un tempo imprendibile in 1'51"657, mentre Montoya, nuovamente brillante in seconda posizione, ha perso il proprio miglior riferimento per track limits, scivolando in settima fila.

Per il colombiano in arrivo dalla Formula 4 rimane comunque una prestazione di altissimo livello con il team Mumbai Falcons, che gode del supporto tecnico di Prema. La squadra italiana ha monopolizzato la prima fila, con Crawford che è risultato due volte secondo in entrambi i turni. Hadjar scatterà due volte dalla terza piazza in gara 1 e gara 3 (per la prima volta la griglia di gara 2 sarà composta dall'inversione dell'ordine di arrivo di gara 1) dopo aver inizialmente dettato il passo nelle due sessioni. 



Bene anche gli altri piloti Prema, con Arthur Leclerc quinto e sesto, Dino Beganovic sesto e settimo e Paul Aron ottavo e quinto. Hanno invece faticato i portacolori di 3Y by R-Ace GP, con Gabriel Bortoleto quarto nel Q2 dopo aver chiuso decimo nel primo turno. L'esperto Hadrien David scatterà due volte dalla quarta fila, seguito da vicino dai compagni di squadra Lorenzo Fluxa, nono e decimo, e Oliver Goethe, due volte 11esimo. In top-10 ha anche trovato spazio Pepe Martí, buon nono nel secondo turno con la migliore vettura di Pinnacle.

Il suo compagno di squadra Dilano Van't Hoff non ha invece fatto segnare alcun riferimento. Gli altri piloti italiani hanno chiuso a centro gruppo, con Leonardo Fornaroli 16esimo e 14esimo assoluto, ma buon terzo rookie nella seconda sessione, mentre Nicola Marinangeli è risultato 15esimo e 17esimo. Assente Alister Yoong, che avrebbe dovuto correre al posto di Ido Cohen al team BlackArts.

Venerdì 21 gennaio 2022, qualifica 1

1 - Sebastian Montoya - Mumbai Falcons - 1’51”849
2 - Jak Crawford - Abu Dhabi Racing by Prema - 1’51”886
3 - Isack Hadjar - Hitech - 1’51”911
4 - Gabriele Mini - Hitech - 1’51”976
5 - Arthur Leclerc - Mumbai Falcons - 1’52”126
6 - Dino Beganovic - Mumbai Falcons - 1’52”147
7 - Hadrien David - 3Y by R-Ace GP - 1’52”255
8 - Paul Aron - Abu Dhabi Racing by Prema - 1’52”269
9 - Lorenzo Fluxa - 3Y by R-Ace GP - 1’52”471
10 - Gabriel Bortoleto - 3Y by R-Ace GP - 1’52”587
11 - Oliver Goethe - 3Y by R-Ace GP - 1’52”788
12 - Pepe Marti - Pinnacle - 1’52”789
13 - Cem Bolukbasi - Evans GP - 1’52”818
14 - Frederick Lubin - Evans GP - 1’52”881
15 - Nicola Marinangeli - Evans GP - 1’53”051
16 - Leonardo Fornaroli - Hitech - 1’53”097
17 - Joshua Dufek - Hitech - 1’53”162
18 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 1’53”170
19 - Levente Revesz - Evans GP Academy - 1’53”992
20 - Ayato Iwasaki - Pinnacle - 1’54”039
21 - Amna Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 1’54”055
22 - David Morales - Evans GP Academy - 1’54”585
23 - Brice Morabito - BlackArts - 1’54”614
24 - Salih Yoluc - Pinnacle - 1’54”953
25 - Khaled Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 1’55”028
26 - Thomas Luedi - BlackArts - 1’56”878
27 - Dilano van’t Hoff - Pinnacle - nessun tempo

Venerdì 21 gennaio 2021, qualifica 2

1 - Gabriele Mini - Hitech - 1’51”657
2 - Jak Crawford - Abu Dhabi Racing by Prema - 1’51”734
3 - Isack Hadjar - Hitech - 1’51”748
4 - Gabriel Bortoleto - 3Y by R-Ace GP - 1’51”836
5 - Paul Aron - Abu Dhabi Racing by Prema - 1’51”870
6 - Arthur Leclerc - Mumbai Falcons - 1’51”905
7 - Dino Beganovic - Mumbai Falcons - 1’51”908
8 - Hadrien David - 3Y by R-Ace GP - 1’51”922
9 - Pepe Marti - Pinnacle - 1’51”925
10 - Lorenzo Fluxa - 3Y by R-Ace GP - 1’52”000
11 - Oliver Goethe - 3Y by R-Ace GP - 1’52”093
12 - Cem Bolukbasi - Evans GP - 1’52”431
13 - Sebastian Montoya - Mumbai Falcons - 1’52”436
14 - Leonardo Fornaroli - Hitech - 1’52”560
15 - Joshua Dufek - Hitech - 1’52”741
16 - Frederick Lubin - Evans GP - 1’52”818
17 - Nicola Marinangeli - Evans GP - 1’52”881
18 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 1’53”158
19 - Levente Revesz - Evans GP Academy - 1’53”529
20 - Ayato Iwasaki - Pinnacle - 1’53”677
21 - Brice Morabito - BlackArts - 1’53”769
22 - David Morales - Evans GP Academy - 1’54”046
23 - Amna Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 1’54”337
24 - Salih Yoluc - Pinnacle - 1’54”604
25 - Khaled Al Qubaisi - Abu Dhabi Racing by Prema - 1’54”654
26 - Thomas Luedi - BlackArts - 1’55”770
27 - Dilano van’t Hoff - Pinnacle - nessun tempo

20 Gen [18:58]

Prosegue il duello tra
Minì e Hadjar nei test di Yas Marina

Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

È un duello iniziato nella Formula Regional by Alpine 2021 quello tra Gabriele Minì e Isack Hadjar. I due si sono contesi fino all’ultimo round di Monza il titolo riservato ai rookie nella serie europea, con il pilota francese di origini algerine che l’ha spuntata nella seconda parte di stagione ai danni del campione italiano di F4 2020. Minì e Hadjar si troveranno nuovamente a confronto nei primi due appuntamenti della Formula Regional Asia, poi il pilota siciliano si concentrerà sulla seconda stagione di F.Regional by Alpine con il team ART, mentre Hadjar si preparerà al debutto nel FIA Formula 3 con Hitech.

Ieri era stato Minì a prevalere nella prima giornata di test privati della stagione e anche oggi il pilota dell’All Road Management di Nicolas Todt si è confermato al vertice nel primo turno in 1’51”569, seguito a ruota da Hadjar in 1’51”637. Quest’ultimo è però stato il più rapido nelle due sessioni conclusive, stampando il riferimento di giornata in 1’51”271 nel secondo turno, prima di fermare i cronometri in 1’51”404 nel terzo. Minì è invece risultato rispettivamente secondo e quarto, alle spalle di Gabriel Bortoleto, in gran spolvero con la monoposto di 3Y R-Ace e del neo pilota di F2 Cem Bolukbasi (Evans GP).

Bene anche Leonardo Fornaroli, che ha chiuso i tre turni rispettivamente in decima, 14esima e 11esima posizione. Non ha invece girato Lena Buhler, sostituita da Hadrien David in 3Y R-Ace, così come Ido Cohen, fermato dal Covid-19. Al posto dell’israeliano ci sarà Alister Yoong, figlio dell’ex pilota di Formula 1 e team manager del team BlackArts Alex.

19 Gen [18:46]

Minì il più rapido
nei test privati di Yas Marina

Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

Quattro turni di test privati sul circuito di Abu Dhabi hanno ufficialmente dato il via alla stagione 2022 della Formula Regional Asia, la prima con il nuovo nome che va ad allinearsi con le categorie equivalenti in Europa e America, abbandonando l’etichetta “Formula 3”. Il circuito di Yas Marina ospiterà il primo e l’ultimo appuntamento del campionato, mentre i tre round centrali andranno in scena a Dubai, dove saranno adottate due configurazioni differenti. Quest’oggi un totale di 28 monoposto di F.Regional si è alternato in pista con le vetture di Formula 4 di seconda generazione, con la F4 UAE che andrà a seguire la Regional Asia in tutti e cinque gli appuntamenti della stagione.

Subito sono stati grandi protagonisti i nomi più attesi al via. Nel primo turno è stato Dino Beganovic a portarsi al comando con il tempo di 1’53”973, al volante della vettura del team Mumbai Falcons, squadra indiana che gode del supporto tecnico di Prema. Isack Hadjar ha chiuso alle sue spalle con il team Hitech, con cui familiarizzerà nella F.Regional Asia in vista del debutto nel FIA Formula 3, mentre Paul Aron ha chiuso al terzo posto con Abu Dhabi Racing by Prema.



Il pilota estone è uno dei più esperti con la Tatuus T-318, che ha già utilizzato in due stagioni di Formula Renault Eurocup e Formula Regional by Alpine, ma per la prima utilizzerà il propulsore Alfa Romeo-Autotecnica. Discorso simile per Hadrien David, che prenderà però parte solamente ai primi due appuntamenti prima di lasciare il posto a Francesco Braschi. Oggi il pilota francese ha invece ceduto il sedile a Lena Buhler, che a sua volta sarà presente soltanto negli ultimi due round.

I tempi sono andati progressivamente abbassandosi nel corso della giornata. Nel secondo turno Arthur Leclerc (Mumbai Falcons) ha preceduto Gabriele Minì (Hitech) in 1’53”028, ma il pilota siciliano si è poi imposto nelle ultime due sessioni, stampando il riferimento di giornata in 1’51”782. Hadjar si è nuovamente affacciato nelle prime posizioni con il secondo tempo nel terzo turno e il terzo assoluto di giornata, chiudendo nella scia di Beganovic. Il pilota svedese ha infatti fermato il cronometro in 1’51”808, mentre Hadjar in 1’51”843. Presenti anche Leonardo Fornaroli (Hitech) e Nicola Marinangeli (Evans GP), che hanno rispettivamente fatto segnare un 1’52”818 e un 1’53”009. Il giovane emiliano Fornaroli si è ben comportato su una pista inedita per lui e al debutto con il team Hitech, rimanendo nei vari turni nella top 10.

17 Gen [14:24]

Minì, Fornaroli, Marinangeli, al
via della prima tappa di Yas Marina

Massimo Costa

Sono ben 28 i piloti che si presenteranno questo fine settimana a Yas Marina al via della prima prova del campionato di Formula Regional Asian, questo il nuovo nome della ex F3 Asia. Le monoposto sono le Tatuus che partecipano anche al campionato Formula Regional European by Alpine, ma il motore è della Autotecnica. Il parco partenti è di assoluto rispetto anche se mancheranno i piloti di F2, come dettato dal regolamento 2022.

Il team Prema, sotto le insegne Abu Dhabi Racing, presenta Paul Aron, che sarà tra coloro che potranno puntare alla vittoria finale assieme a Jak Crawford, Junior Red Bull già tra i migliori attori della F3. Nella squadra ci sarà la famiglia Al Qubaisi con le ragazze Hamda e Amna, già viste nella F4 Italia ed UAE, e il loro padre Khaled, pilota di vetture Gran Turismo.

Notevole lo schieramento del team Hitech che presenta Gabriele Minì, campione italiano F4 nel 2020 e protagonista della Regional by Alpine lo scorso anno, e Leonardo Fornaroli, al debutto nella serie Regional dopo due buone stagioni di F4. Con i due italiani, Hitech ha anche Isack Hadjar, junior Red Bull vincitore della classifica rookie della Regional by Alpine 2021 che quest'anno gareggerà in F3, e Joshua Dufek, al debutto nella categoria dopo aver corso in F4 con buoni risultati.



Con il Black Arts Racing avremo Thomas Luedi, Brice Morabito, al debutto in un contesto internazionale di livello, e Ido Cohen, protagonista in F3 e nel Regional by Alpine. Grande attenzione per il Mumbai Falcons India supportato da Prema con Dino Beganovic (che ripeterà la Regional by Alpine) e Arthur Leclerc (tra i protagonisti assoluti della F3) e poi Sebastian Montoya in uscita dalla F4 Italia.

Il team Evans avrà Nicola Marinangeli, già nel Regional by Alpine e atteso al debutto in Euroformula, e il debuttante Levente Revesz, ex F4 e quest'anno nel Regional by Alpine. Con loro anche Cem Bolukbasi, che correrà in F2 (non avendovi ancora gareggiato può partecipare alla Regional Asian), David Morales, americano visto nel British F4, e Frederick Lubin., la scorsa stagione nella GB3.

Altra squadra top la 3Y by R-Ace che avrà Hadrien David, vice campione della Regional by Alpine 2021, Gabriel Bortoleto, Oliver Goethe e Lorenzo Fluxa, anche loro con un anno di esperienza nella serie promossa da Aci Sport. Il Pinnacle Motorsport ha iscritto il rookie Pepe Marti, della F4 spagnola e quest'anno correrà in F3, e il campione di tale serie, Dilano Van't Hoff, pronto a debuttare nella Regional by Alpine. Poi, Salih Yoluc, pilota Gran Turismo e il giovane Ayato Iwasaki in arrivo dal karting.

Gli iscritti alla prima prova di Yas Marina

Abu Dhabi Racing by Prema
Paul Aron - Jak Crawford - Khaled Al Qubaisi - Hamda Al Qubaisi - Amna Al Qubaisi

Hitech
Gabriele Minì - Leonardo Fornaroli - Isack Hadjar - Joshua Dufek

BlackArts
Thomas Luedi - Brice Morabito - Ido Cohen

Mumbai Falcons
Dino Beganovic - Arthur Leclerc - Sebastian Montoya

Evans
Levente Revesz - Nicola Marinangeli - Cem Bolukbasi - David Morales - Frederik Lubin

3Y by R-Ace
Oliver Goethe - Lorenzo Fluxa - Hadrien David - Gabriel Bortoleto

Pinnacle
Pepe Marti - Dilano Van't Hoff - Salih Yoluc - Ayato Iwasaki



PrevPage 1 of 10Next

News

Regional Asia
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone