formula 1

È sempre Red Bull, Ferrari benino
Delusione Mercedes e Aston Martin

Nel Gran Premio del Bahrain del 2023, si era registrata la doppietta Red Bull-Honda proprio come quest'anno. Il terzo cla...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
formula 1

Sakhir - La cronaca
Verstappen trionfa su Perez e Sainz

Verstappen trionfa nel primo GP stagionale, doppietta Red Bull con Perez secondo. Sainz porta la Ferrari sul terzo gradino de...

Leggi »
FIA Formula 2

Sakhir – Gara 2
Doppietta del leader Maloney

Un weekend da incorniciare per Zane Maloney in Bahrain. Nella Feature Race della Formula 2, il barbadiano è riuscito a beffar...

Leggi »
FIA Formula 3

Sakhir - Gara 2
Dominio di Browning

Dominio di Luke Browning nella main race della Formula 3 a Sakhir. Il pilota inglese del team Hitech, già vincitore della gar...

Leggi »
formula 1

Sakhir - Qualifica
Verstappen gela tutti con la pole

E alla fine c'è sempre lui, anzi, ci sono sempre loro, là davanti. Max Verstappen e la Red Bull-Honda si sono presi la po...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
2 Mar [10:59]

Sakhir - Gara 2
Dominio di Browning

Massimo Costa

Dominio di Luke Browning nella main race della Formula 3 a Sakhir. Il pilota inglese del team Hitech, già vincitore della gara di Macao lo scorso novembre, è scattato perfettamente dalla seconda piazzola della prima fila e approfittando di una defaillance del poleman Dino Beganovic, avviatosi lentamente, ha sempre tenuto la prima posizione con grande sicurezza. Browning non è un pilota di "primo pelo", ha già 22 anni e una lunga esperienza in formula. Ha vinto la F4 inglese nel 2020, si è piazzato terzo nella F4 tedesca 2021, ha conquistato la GB3 nel 2022, serie dalla quale ha compiuto il salto nella F3 lo scorso anno.

Entrato nella Academy Williams, Browning ha conquistato a Sakhir la prima vittoria in F3 e si pone come uno dei principali candidati al successo finale. Certo è ancora presto per trarre conclusioni, ma la sicurezza evidenziata oggi non lascia molti dubbi che il pilota del team Hitech può giocarsi il titolo. In gara 1 ha commesso una leggerezza sfruttando troppo i track limits e per questo è stato penalizzato perdendo punti importanti, si sarebbe piazzato ottavo.

Sul traguardo, Browning ha preceduto un sorprendente Christian Mansell. Ottavo sulla griglia di partenza, l'australiano del team ART ha sbalordito tutti transitando quinto al 1° giro, poi superando Santiago Ramos, Tim Tramnitz e Sami Meguetounif. Ma non ne aveva più per tentare di andare a prendere Browning. Per Mansell, al secondo anno di F3, non è il primo podio nella categoria avendo ottenuto nel 2023 (con il team Campos) un secondo posto a Spa gara 2 e un terzo a Silverstone gara 1.

Primo dei rookie, e terzo all'arrivo, un ottimo Tim Tramnitz del team MP Motorsport. Il tedesco che da quest'anno è divenuto parte del programma Junior Red Bull, ha avuto la meglio su Meguetounif del team Trident, inizialmente secondo, ma quarto al traguardo. La squadra di Maurizio Salvadori registra anche il quinto posto di Santiago Ramos e il settimo di Leonardo Fornaroli, terzo in gara 1.

Gabriele Minì che si trovava in seconda fila non ha sfruttato il problema di Beganovic partendo non bene tanto che è transitato sesto al 1° giro e in quella posizione ha concluso. Beganovic, da ultimissimo ha compiuto una grande rimonta terminando 13esimo. Peccato perché poteva giocarsi la vittoria con Browning. Lo svedese del team Prema lascia il Bahrain con zero punti in quanto in gara 1 aveva urtato Ramos alla prima curva dopo la partenza ed era stato penalizzato. Il vincitore di gara 1, Arvid Lindblad, ha visto la bandiera a scacchi in ottava piazza.

Anche in gara 2 nessuna safety-car è dovuta intervenire, da registrare un contatto innescato da Cian Shields ai danni di Joshua Dufek. Oliver Goethe col decimo posto ha salvato il bilancio negativo del team Campos, con Sebastian Montoya disperso e Mari Boya subito in difficoltà per una foratura. Saluta il Bahrain con zero punti anche Martinius Stenshorne del team Hitech, vice campione Regional European by Alpine, sicuramente la grande delusione del weekend.

Sabato 2 marzo 2024, gara 2

1 - Luke Browning - Hitech - 22 giri 41'08"012
2 - Christian Mansell - ART - 1"264
3 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 2"432
4 - Sami Meguetounif - Trident - 5"654
5 - Santiago Ramos - Trident - 6"930
6 - Gabriele Minì - Prema - 8"200
7 - Leonardo Fornaroli - Trident - 8"888
8 - Arvid Lindblad - Prema - 9"542
9 - Alexander Dunne - MP Motorsport - 16"619
10 - Olvier Goethe - Campos - 17"032
11 - Nikola Tsolov - ART - 18"076
12 - Noel Leon - Van Amersfoort - 19"451
13 - Dino Beganovic - Prema - 20"021
14 - Martinius Stenshorne - Hitech - 21"734
15 - Laurens Van Hoepen - ART - 22"676
16 - Charlie Wurz - Jenzer - 23"108
17 - Sebastian Montoya - Campos - 23"679
18 - Nikita Bedrin - PHM - 29"902
19 - Matias Zagazeta - Jenzer - 30"847
20 - Tasanapol Inthrapuvasak - PHM - 34"409
21 - Callum Voisin - Rodin - 35"839
22 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 37"465
23 - Joseph Loake - Rodin - 41"131
24 - Max Esterson - Jenzer - 42"347
25 - Piotr Wisnicki - Rodin - 52"341
26 - Cian Shields - Hitech - 53"921
27 - Joshua Dufek - PHM - 59"979
28 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 1'03"836
29 - Mari Boya - Campos - 1'28"231
30 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 1 giro

Il campionato
1.Browning 25; 2.Tramnitz 21; 3.Mansell 18; 4.Fornaroli 15; 5.Lindblad 14; 6.Meguetounif 13; 7.Minì 12; 8.Van Hoepen, Ramos 10; 10.Tsolov 7; 11.Esterson 5; 12.Boya, Goethe 3; 14.Dunne, Beganovic 2.

1 Mar [12:43]

Sakhir - Gara 1
Lindblad vince al debutto
Fornaroli conquista il podio

Massimo Costa

Se questo è l'inizio, ci sarà da divertirsi. La prima gara stagionale della Formula 3 sul circuito di Sakhir, è stata a dir poco elettrizzante. La vittoria è andata al rookie Arvid Lindblad del team Prema che, dal quinto posto iniziale del 1° giro, ha condotto un recupero travolgente superando Tim Tramnitz e Max Esterson, poi ha ingaggiato una lunga battaglia con i due piloti ART che scattavano dalla prima fila (per via delle prime 12 posizioni invertite della qualifica), Nilkola Tsolov e Laurens Van Hoepen.

Al 12° giro, Lindblad ha approfittato di un piccolo errore di Van Hoepen per salire in seconda posizione, poi si è lanciato sul leader Tsolov. Con il campione 2022 della F4 spagnola, Lindblad (terzo nella F4 Italia 2023), ha ingaggiato un bel duello che li ha portati a superarsi più volte. Lindblad al 17° giro è riuscito ad allungare mentre Tsolov, con le gomme ormai finite, ha dovuto alzare bandiera bianca concludendo quarto. Il bulgaro nei primi giri della corsa aveva anche affrontato un bel confronto con il compagno di squadra Van Hoepen, tra la trepidazione del team ART per via dei continui sorpassi, o tentativi al limite, messi in scena dai due piloti.

In seconda posizione ha terminato Van Hoepen, anch'egli al debutto in F3. L'olandese proviene da due stagioni nella Regional European by Alpine disputate proprio con il team ART e, curiosità, ha completamente saltato la scuola della F4 passando dal kart alla Regional. Anche Van Hoepen è andato in crisi con le gomme e sul rettifilo finale si è visto affiancare da Leonardo Fornaroli, ma ha tenuto la piazza d'onore.

Il pilota italiano del team Trident ha condotto una gara di alto livello. Partito dalla settima casella, Fornaroli si è subito liberato di Christian Mansell, ha avuto ragione di Tramnitz mettendosi alle spalle di Lindblad. Dopo di che ha partecipato alle varie battaglie con Esterson e i due piloti ART. Sempre attento a non finire in qualche trappola, Fornaroli con grinta ha agguantato il terzo gradino del podio e solo per pochi millesimi gli è sfuggito il secondo posto. Un buon inizio di stagione per il piacentino.

Peccato per Tsolov, quarto dopo aver sostenuto una serie di estenuanti duelli che sono costati cari alle sue gomme Pirelli. Buon quinto posto per un altro rookie, Tramnitz, proveniente dalla Regional European by Alpine. Notevole il sesto posto di Esterson del team Jenzer. Il 21enne americano si è fatto le ossa nella inglese GB3 (11esimo nel 2023 e settimo nel 2022) ed ha venduto cara la pelle nel finale difendendosi per un paio di giri e fino all'ultima curva, dagli attacchi di Gabriele Minì. Il palermitano del team Prema si è districato bene dopo essere partito dalla decima posizione.

Il poleman Dino Beganovic, alla prima curva dopo il via ha urtato Santiago Ramos rimediando una foratura e una penalità di 10". Per track limits invece, è stato penalizzato di 10" Luke Browning che ha perso l'ottava posizione. Da segnalare un testacoda di Joseph Loake, giravolta voluta per evitare Sebastian Montoya dopo un tentativo azzardato di sorpasso, e il contatto tra Tommy Smith e Matias Zagazeta. La corsa è stata "pulita", senza intervento della safety-car, e questo è senza dubbio un bel segnale.

Venerdì 1 marzo 2024, gara 1

1 - Arvid Lindblad - Prema - 19 giri 35'35"482
2 - Laurens Van Hoepen - ART - 5"478
3 - Leonardo Fornaroli - Trident - 5"514
4 - Nikola Tsolov - ART - 6"717
5 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 6"927
6 - Max Esterson - Jenzer - 8"409
7 - Gabriele Minì - Prema - 8"413
8 - Mari Boya - Campos - 9"183
9 - Oliver Goethe - Campos - 9"938
10 - Sami Meguetounif - Trident - 11"245
11 - Martinius Stenshorne - Hitech - 12"585
12 - Alexander Dunne - MP Motorsport - 13"082
13 - Nikita Bedrin - PHM - 14"987
14 - Christian Mansell - ART - 19"282
15 - Luke Browning - Hitech - 19"513 **
16 - Tasanapol Inthrapuvasak - PHM - 19"756
17 - Callum Vosin - Rodin - 21"166
18 - Sebastian Montoya - Campos - 22"907
19 - Charlie Wurz - Jenzer - 24"629
20 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 26"625
21 - Santiago Ramos - Trident - 27"349
22 - Noel Leon - Van Amersfoort - 30"135
23 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 33"128
24 - Joshua Dufek - PHM - 37"819
25 - Piotr Wisnicki - Rodin - 38"205
26 - Cian Shields - Hitech - 40"079
27 - Joseph Loake - Rodin - 40"715
28 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 1'00"473
29 - Dino Beganovic - Prema - 1'30"029 **

** 10" di penalità

Il campionato
1.Lindblad, Van Hoepen 10; 3.Fornaroli 8; 4.Tsolov 7; 5.Tramnitz 6; 6.Esterson 5; 7.Minì 4; 8.Boya 3; 9.Goethe 2; 10.Meguetounif 1.

29 Feb [14:53]

Sakhir - Qualifica
Prima pole in F3 per Beganovic

Massimo Costa

E venne il giorno della prima volta per Dino Beganovic. Lo svedese del team Prema ha siglato la sua prima pole in Formula 3 al termine della qualifica di Sakhir. Al secondo anno nella serie che lo aveva visto piazzarsi sesto nella classifica generale 2023, il pilota del Ferrari Driver Academy è emerso nei decisivi giri finali siglando il mglior crono in 1'46"431. Beganovic ha tenuto a debita distanza Luke Browning, secondo per il team Hitech in 1'46"598. L'inglese della Academy Williams era stato il più rapido nel turno del mattino e si è confermato al vertice in qualifica,

Browning ha preceduto per appena tre millesimi Gabriele Minì. Il palermitano del team Prema è stato decisamente efficace considerando che non ha girato nel turno libero per l'uscita di pista causata dal bloccaggio dei freni posteriori dopo pochissimi chilometri. Nonostante ciò, Minì della Academy Alpine è riuscito a piazzare il terzo tempo in 1'46"601. Alle sue spalle i tre piloti Trident, con Sami Meguetounif quarto e primo dei rookie davanti a Santiago Ramos, anch'egli al debutto nella serie. Leonardo Fornaroli, che aveva occupato in due occasioni il primo posto, è scivolato sesto in quanto nell'ultimo giro ha commesso un paio di errori.

Buon debutto anche per Tim Tramnitz (MP), settimo, e per Avrid Lindblad, nono per Prema. Bene anche la "prima" di Max Esterson, ottimo decimo per Jenzer. Tra chi ha deluso, Nikola Tsolov, 11esimo, e tutto il team Campos: Mari Boya, primo dei piloti della squadra di Valencia, è appena 15esimo. Ci si aspettava di più da Nikita Bedrin e da PHM, 18esimi. Ha fatto sorridere Joshua Dufek che richiamato ai box, ha imboccato la pit-lane del paddock secondario.

Giovedì 29 febbraio 2024, qualifica

1 - Dino Beganovic - Prema - 1'46"431
2 - Luke Browning - Hitech - 1'46"598
3 - Gabriele Minì - Prema - 1'46"601
4 - Sami Meguetounif - Trident - 1'46"795
5 - Santiago Ramos - Trident - 1'46"798
6 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'46"805
7 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 1'46"828
8 - Christian Mansell - ART - 1'46"843
9 - Arvid Lindblad - Prema - 1'46"873
10 - Max Esterson - Jenzer - 1'46"934
11 - Nikola Tsolov - ART - 1'46"941
12 - Laurens Van Hoepen - ART - 1'46"962
13 - Noel Leon - Van Amersfoort - 1'47"031
14 - Alexander Dunne - MP Motorsport - 1'47"133
15 - Mari Boya - Campos - 1'47"170
16 - Charlie Wurz - Jenzer - 1'47"191
17 - Oliver Goethe - Campos - 1'47"198
18 - Nikita Bedrin - PHM - 1'47"209
19 - Callum Voisin - Rodin - 1'47"216
20 - Matias Zagazeta - Jenzer - 1'47"217
21 - Joseph Loake - Rodin - 1'47"219
22 - Martinius Stenshorne - Hitech - 1'47"471
23 - Tasanapol Inthrapuvasak - PHM - 1'47"735
24 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 1'47"745
25 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 1'47"812
26 - Joshua Dufek - PHM - 1'47"878
27 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 1'47"929
28 - Piotr Wisnicki - Rodin - 1'47"971
29 - Sebastian Montoya - Campos - 1'48"358
30 - Cian Shields - Hitech - 1'48"565

29 Feb [10:33]

Sakhir, libere
Fornaroli secondo, Minì in rosso...

Massimo Costa - Dutch Photo

Il momento tanto atteso è arrivato. Sul circuito di Sakhir, che dall'11 al 13 febbraio ha ospitato i test collettivi della categoria, è iniziato il campionato della Formula 3. Il turno di prove libere, proprio perché il tracciato del Bahrain ha visto i trenta piloti della serie impegnati per tre giorni, è stato pressoché inutile. Le monoposto sono rimaste ferme ai box a lungo e a far perdere ulteriore tempo è stata una bandiera rossa per permettere ai commissari di percorso di recuperare la Dallara di Gabriele Minì, inspiegabilmente finito in testacoda e fuori pista dopo appena tre giri. Poi si è saputo che ha avuto un problema ai freni posteriori.

Al termine dei 45 minuti del turno, davanti a tutti c'era Leonardo Fornaroli , ma sullo slancio finale Luke Browning lo ha preceduto di 55 millesimi. L'inglese del team Hitech ha siglato il tempo di 1'47"828, l'italiano del team Trident 1'47"883. Con Minì fuori gioco, è stato Dino Beganovic a portare il team Prema al vertice segnando il terzo tempo in 1'48"576 davanti a Nikola Tsolov portato in pista da ART. Primo dei rookie, Charlie Wurz, figlio d'arte, quinto per il team Jenzer.

Non sono mancati i tempi cancellati per track limits il ché spiega i riferimenti cronometrici elevati degli ultimi classificati, Minì a parte in quanto uscito subito.

Giovedì 29 febbraio 2024, turno libero

1 - Luke Browning - Hitech - 1'47"828 - 7 giri
2 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'47"883 - 8
3 - Dino Beganovic - Prema - 1'48"576 - 8
4 - Nikola Tsolov - ART - 1'48"742 - 8
5 - Charlie Wurz - Jenzer - 1'48"750 - 9
6 - Laurens Van Hoepen - ART - 1'48"763 - 8
7 - Sami Meguetounif - Trident - 1'48"767 - 8
8 - Noel Leon - Van Amersfoort - 1'48"792 - 8
9 - Christian Mansell - ART - 1'48"853 - 8
10 - Arvid Lindblad - Prema - 1'49"153 - 7
11 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 1'49"182 - 8
12 - Matias Zagazeta - Jenzer - 1'49"184 - 9
13 - Callum Voisin - Rodin - 1'49"335 - 8
14 - Max Esterson - Jenzer - 1'49"377 - 9
15 - Mari Boya - Campos - 1'49"467 - 7
16 - Alexander Dunne - MP Motorsport - 1'49"512 - 8
17 - Martinius Stenshorne - Hitech - 1'49"599 - 9
18 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 1'49"653 - 8
19 - Joseph Loake - Rodin - 1'49"654 - 9
20 - Joshua Dufek - PHM - 1'49"777 - 7
21 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 1'49"897 - 8
22 - Piotr Wisnicki - Rodin - 1'50"050 - 9
23 - Tasanapol Inthrapuvasak - PHM - 1'50"094 - 7
24 - Sebastian Montoya - Campos - 1'50"104 - 7
25 - Nikita Bedrin - PHM - 1'50"218 - 8
26 - Cian Shields - Hitech - 1'50"224 - 9
27 - Santiago Ramos - Trident - 2'16"348 - 8
28 - Gabriele Minì - Prema - 2'20"673 - 3
29 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 2'24"813 - 8
30 - Oliver Goethe - Campos - 2'35"940 - 7

28 Feb [16:00]

Fornaroli e Minì le speranze
italiane della serie cadetta

Massimo Costa - XPB Images

Ci saranno due italiani a combattere nella sempre iper competitiva Formula 3. Se in F2 sarà Andrea Kimi Antonelli a difendere il tricolore, nella serie un gradino inferiore ci penseranno Leonardo Fornaroli e Gabriele Minì a tenere alto il motorsport italiano. Entrambi guidano per team di casa, Trident e Prema. Per Fornaroli è il secondo anno nella squadra di Maurizio Salvadori, Minì invece, dopo una stagione trascorsa con Hitech, è tornato in Prema, il team che lo ha lanciato in F4 nel 2020.

Nell'anno del debutto in F3, il 18enne Minì ha terminato in settima posizione con 92 punti, Fornaroli è risultato 11esimo con 69. Su 18 gare disputate nel 2023, il siciliano della Alpine Academy ha visto l'arrivo nella top 10 in nove occasioni. Due le vittorie ottenute: la prima strepitosa, a Montecarlo nella main race, la seconda a Budapest nella corsa Sprint. Due le pole siglate: nella prova di apertura a Sakhir e quella clamorosa, per il distacco lasciato al secondo classificato, a Montecarlo. Minì è poi salito sul podio anche a Spielberg, secondo in gara 1.



Fornaroli, 19enne di Piacenza, lo scorso anno ha siglato una super pole a Silverstone ed ha visto l'arrivo in zona punti undici volte su diciotto corse. Proprio sul tracciato britannico, Leonardo ha colto la seconda posizione nella main race mentre sul podio ci è salito altre due volte, secondo a Montecarlo nella prima frazione, terzo a Montmelò gara 1. 

Per Fornaroli e Minì, il campionato che scatterà in Barhain questo fine settimana è senza dubbio fondamentale per garantirsi un comodo accesso in F2 nel 2025. Il livello della F3 è sempre molto alto, ma nei test pre stagione i due italiani hanno ottenuto sempre eccellenti piazzamenti in classifica. Fornaroli in casa Trident dovrà vedersela con due rookie, Santiago Ramos e Sami Meguetounif, mentre Minì avrà sotto la stessa tenda Dino Beganovic (al secondo anno) della FDA, e il debuttante Arvid Lindblad, Junior Red Bull. 

13 Feb [15:59]

Test a Sakhir, 3° giorno pomeriggio
Beganovic chiude le prove pre stagione

Massimo Costa

Si è conclusa la tre giorni di test della F3 a Sakhir. Sei sessioni molto intense, con addirittura la pioggia inattesa che ha caratterizzato la prima giornata. Nel turno finale, si è lavorato sui long run non badando alla ricerca delle prestazioni. Dino Beganovic del team Prema, è stato il più rapido in 1'48"285, ma quasi due secondi più lento della "pole" finale che va assegnata a Luke Browning, autore stamane del tempo di 1'46"566. E proprio l'inglese del team Hitech ha occupato anche oggi le prime posizioni terminando terzo in 1'48"365.

Tra Beganovic e Browning si è insertio Noel Leon di Van Amersfoort, il quale si porta a casa la miglior seconda prestazione assoluta ottenuta il primo giorno in 1'46"657. Tre le bandiere rosse esposte in tutta la giornata, due al mattino per recuperare Cian Shields e Nikita Tsolov, una al pomeriggio per Joshua Dufek. Ora la F3 tornerà in pista per il primo appuntamento stagionale proprio a Sakhir il weekend del 3 marzo per poi affrontare la trasferta in Australia, a Melbourne il 22-24 marzo. A seguire, i test in Europa, a Montmelò, dal 16 al 18 aprile.
 
Martedì 13 febbraio 2024, 3° giorno pomeriggio

1 - Dino Beganovic - Prema - 1'48"285 - 33 giri
2 - Noel Leon - Van Amersfoort - 1'48"360 - 29
3 - Luke Browning - Hitech - 1'48"365 - 31
4 - Gabriele Minì - Prema - 1'48"409 - 33
5 - Arvid Lindblad - Prema - 1'48"545 - 33
6 - Mari Boya - Campos - 1'48"624 - 38
7 - Martinius Stenshorne - Hitech - 1'48"711 - 28
8 - Oliver Goethe - Campos - 1'48"794 - 31
9 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 1'49"015 - 32
10 - Nikita Bedrin - PHM - 1'49"062 - 28
11 - Sebastian Montoya - Campos - 1'49"158 - 30
12 - Matias Zagazeta - Jenzer - 1'49"236 - 33
13 - Tasanapol Inthrapuvsak - PHM - 1'49"413 - 25
14 - Cian Shields - Hitech - 1'49"443 - 35
15 - Callum Voisin - Rodin - 1'49"467 - 33
16 - Piotr Wisnicki - Rodin - 1'49"528 - 26
17 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 1'49"580 - 33
18 - Max Esterson - Jenzer - 1'49"587 - 33
19 - Joshua Dufek - PHM - 1'49"961 - 27
20 - Charlie Wurz - Jenzer - 1'50"259 - 26
21 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'50"950 - 47
22 - Joseph Loake - Rodin - 1'51"030 - 25
23 - Alexx Dunne - MP Motorsport - 1'51"557 - 33
24 - Santiago Ramos - Trident - 1'51"722 - 36
25 - Sami Meguetounif - Trident - 1'51"746 - 38
26 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 1'51"775 - 30
27 - Nikola Tsolov - ART - 1'51"789 - 41
28 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 1'51"792 - 33
29 - Laurens Van Hoepen - ART - 1'51"892 - 38
30 - Christian Mansell - ART - 1'52"062 - 39

13 Feb [11:47]

Test a Sakhir, 3° giorno mattina
Browning si conferma leader

Massimo Costa

E' ancora Luke Browning a condurre la classifica dei test F3 a Sakhir. Nel penultimo turno del terzo giorno, quello della mattina, l'inglese del team Hitech ha abbassato il proprio tempo ottenuto ieri pomeriggio di un paio di decimi realizzando il crono di 1'46"566. Seconda prestazione per Nikola Tsolov del team ART che ha piazzato il tempo di 1'46"825, di poco davanti al rookie Max Esterson della squadra svizzera Jenzer che in questi test è costantemente tra i protagonisti assoluti. Si è visto finalmente nelle prime posizioni il rookie vice campione della Regional European, Martinius Stenshorne, quarto. Il team Trident ha piazzato i suoi tre piloti tra la settima e la nona posizione (nell'ordine Sami Meguetounif, Leonardo Fornaroli e Santiago Ramos). A centro classifica il team Prema con Dino Beganovic 16esimo e Gabriele Minì 19esimo, più indietro Arvid Lindblad. Proseguono i problemi per Sebastian Montoya.

Martedì 13 febbraio 2024, 3° giorno mattina

1 - Luke Browning - Hitech - 1'46"566 - 35 giri
2 - Nikola Tsolov - ART - 1'46"825 - 32
3 - Max Esterson - Jenzer - 1'46"836 - 26
4 - Martinius Stenshorne - Hitech - 1'46"979 - 31
5 - Noel Leon - Van Amersfoort - 1'47"196 - 33
6 - Laurens Van Hoepen - ART - 1'47"298 - 32
7 - Sami Meguetounif - Trident - 1'47"323 - 32
8 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'47"327 - 28
9 - Santiago Ramos - Trident - 1'47"343 - 28
10 - Alex Dunne - MP Motorsport - 1'47"381 - 30
11 - Christian Mansell - ART - 1'47"387 - 34
12 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 1'47"425 - 30
13 - Oliver Goethe - Campos - 1'47"474 - 28
14 - Mari Boya - Campos - 1'47"516 - 24
15 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 1'47"524 - 27
16 - Dino Beganovic - Prema - 1'47"536 - 32
17 - Charlie Wurz - Jenzer - 1'47"546 - 24
18 - Nikita Bedrin - PHM - 1'47"579 - 27
19 - Gabriele Minì - Prema - 1'47"645 - 31
20 - Callum Voisin - Rodin - 1'47"668 - 28
21 - Matias Zagazeta - Jenzer - 1'47"678 - 21
22 - Joshua Dufek - PHM - 1'47"745 - 35
23 - Tasanapol Inthrapuvasak - PHM - 1'47"770 - 25
24 - Arvid Lindblad - Prema - 1'47"888 - 32
25 - Cian Shields - Hitech - 1'48"136 - 30
26 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 1'48"163 - 34
27 - Joseph Loake - Rodin - 1'48"209 - 29
28 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 1'48"292 - 34
29 - Piotr Wisnicki - Rodin - 1'48"312 - 25
30 - Sebastian Montoya - Campos - 1'50"758 - 5

12 Feb [23:39]

Test a Sakhir - 2° giorno pomeriggio
Browning comanda la classifica

Massimo Costa

E' di Luke Browning e del team Hitech il miglior tempo della seconda giornata dei test collettivi F3 a Sakhir. L'inglese della Academy Williams nel turno pomeridiano ha staccato il crono di 1'46"819 battendo il rookie Alex Dunne (vice campione della GB3 nel 2023), secondo in 1'46"885 per il team MP Motorsport. Browning aveva concluso la sessione del mattino al quinto posto in 1'47"442 mentre Dunne (che ricordiamo aver vinto la F4 inglese nel 2022 ed essere stato vice campione della F4 Italia nello stesso anno) si era trovato a centro classifica. Terzo un altro rookie, Tim Tramnitz, proveniente dalla Regional European by Alpine e anche lui in forza a MP Motorsport.

Notevole la progressione del russo Nikita Bedrin, quarto con la Dallara del team PHM il quale ha preceduto un consistente Alex Wurz, leader del mattino, e confermatosi al vertice per il team Jenzer. Nella top 10 il campione italiano della F4 Kacper Sztuka, ottavo con la terza monoposto di MP. Gabriele Minì, terzo al mattino, ha terminato 14esimo in 1'47"861 senza puntare a particolari prestazioni, mentre Leonardo Fornaroli ha effettuato dei long run come anche i suoi compagni in Trident. Da segnalare una bandiera rossa per l'uscita di pista di Max Esterson.

Lunedì 12 febbraio 2024, 2° giorno pomeriggio

1 - Luke Browning - Hitech - 1'46"819 - 32 giri
2 - Alex Dunne - MP Motorsport - 1'46"885 - 36
3 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 1'46"976 - 35
4 - Nikita Bedrin - PHM - 1'47"122 - 34
5 - Charlie Wurz - Jenzer - 1'47"342 - 31
6 - Mari Boya - Campos - 1'47"517 - 38
7 - Nikota Tsolov - ART - 1'47"579 - 34
8 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 1'47"586 - 36
9 - Cian Shields - Hitech - 1'47"730 - 33
10 - Martinius Stenshorne - Hitech - 1'47"797 - 29
11 - Max Esterson - Jenzer - 1'47"799 - 31
12 - Noel Leon - Van Amersfoort - 1'47"804 - 35
13 - Matias Zagazeta - Jenzer - 1'47"853 - 29
14 - Gabriele Minì - Prema - 1'47"861 - 36
15 - Laurens Van Hoepen - ART - 1'47"948 - 31
16 - Tasanapol Inthrapuvasak - PHM - 1'48"028 - 36
17 - Dino Beganovic - Prema - 1'48"110 - 37
18 - Arvid Lindblad - Prema - 1'48"133 - 36
19 - Oliver Goethe - Campos - 1'48"217 - 32
20 - Callum Voisin - Rodin - 1'48"231 - 34
21 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 1'48"455 - 36
22 - Joshua Dufek - PHM - 1'48"472 - 36
23 - Joseph Loake - Rodin - 1'48"473 - 35
24 - Piotr Wisnicki - Rodin - 1'48"517 - 32
25 - Christian Mansell - ART - 1'48"569 - 34
26 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 1'48"963 - 35
27 - Sebastian Montoya - Campos - 1'49"081 - 22
28 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'50"913 - 47
29 - Santiago Ramos - Trident - 1'51"504 - 47
30 - Sami Meguetounif - Trident - 1'51"609 - 47

12 Feb [12:56]

Test a Sakhir, 2° giorno mattina
Wurz conduce il gruppo, Minì terzo

Massimo Costa

Secondo giorno dei test Formula 3 a Sakhir. Nel test della mattina il miglior crono lo ha registrato il rookie Charlie Wurz, figlio dell'ex pilota di F1 Alexander. L'austriaco ha portato davanti a tutti la monoposto del team Jenzer realizzando il tempo di 1'46"963 ed ha battuto per un solo millesimo (!) Mari Boya, 1'46"964, schierato dal team Campos. Bene gli italiani con Gabriele Minì (Prema) terzo in 1'47"304 mentre Leonardo Fornaroli (Trident) è sesto con 1'47"564. Tra loro si sono inseriti Oliver Goethe (Campos) e Luke Browning (Hitech). Problemi per Sebastian Montoya che ha coperto soltanto 5 giri.

Lunedì 12 febbraio 2024, 2° giorno mattina

1 - Charlie Wurz - Jenzer - 1'46"963 - 30 giri
2 - Mari Boya - Campos - 1'46"964 - 24
3 - Gabriele Minì - Prema - 1'47"304 - 19
4 - Oliver Goethe - Campos - 1'47"332 - 17
5 - Luke Browning - Hitech - 1'47"442 - 32
6 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'47"564 - 33
7 - Nikola Tsolov - ART - 1'47"600 - 29
8 - Santiago Ramos - Trident - 1'47"616 - 26
9 - Matias Zagazeta - Jenzer - 1'47"617 - 25
10 - Sami Meguetounif - Trident - 1'47"629 - 23
11 - Christian Mansell - ART - 1'47"662 - 28
12 - Dino Beganovic - Prema - 1'47"676 - 18
13 - Arvid Lindblad - Prema - 1'47"697 - 19
14 - Max Esterson - Jenzer - 1'47"764 - 30
15 - Alex Dunne - MP Motorsport - 1'47"781 - 29
16 - Laurens Van Hoepen - ART - 1'48"143 - 28
17 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 1'48"200 - 32
18 - Martinius Stenshorne - Hitech - 1'48"348 - 25
19 - Callum Voisin - Rodin - 1'48"377 - 30
20 - Nikita Bedrin - PHM - 1'48"389 - 22
21 - Piotr Wisnicki - Rodin - 1'48"438 - 28
22 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 1'48"453 - 28
23 - Joseph Loake - Rodin - 1'48"615 - 25
24 - Noel Leon - Van Amersfoort - 1'48"720 - 31
25 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 1'48"814 - 30
26 - Cian Shields - Hitech - 1'48"820 - 24
27 - Tasanapol Inthrapuvasak - PHM - 1'48"858 - 25
28 - Joshua Dufek - PHM - 1'49"025 - 26
29 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 1'49"376 - 34
30 - Sebastian Montoya - Campos - 1'49"763 - 5

11 Feb [14:59]

Test a Sakhir - 1° giorno
Il ruggito del Leon dopo la pioggia

Massimo Costa

Non ci si crede, ma come ad Abu Dhabi dove è andata in scena la F4 UAE con gare addirittura sospese per pioggia con bandiera rossa, anche il Bahrain è stato colpito da temporali che si sono protratti per tutta la giornata. Sul circuito di Sakhir è infatti andata in scena la prima delle tre giornate di test collettivi pre campionato della Formula 3. Una vera sorpresa per tutti trovare il maltempo in una zona dove la pioggia è praticamente impossibile incontrarla. 

Se al mattino in pochi hanno girato, nel turno del pomeriggio tutti sono scesi in pista trovando finalmente le condizioni ideali per lanciarsi alla ricerca del miglior crono. Il rookie Noel Leon, del team Van Amersfoort, è stato il più veloce in 1'46"657. Un buon inizio di stagione quindi per il messicano che nel 2023 ha vinto la Euroformula e già con Van Amersfoort aveva svolto test nel 2022 e alla fine dello scorso anno.

Al secondo posto, a 15 millesimi da Leon, ha concluso Oliver Goethe , in forza al team Campos. Il danese ha evidenziato come i risultati ottenuti nei test di fine stagione 2023, quando era stato spesso al vertice, non erano frutto del caso. Terza posizione per il rookie Tim Tramnitz in 1'46"828 per il team MP Motorsport mentre quarto ha chiuso un altro debuttante, Sergio Ramos del team Trident, che come Tramnitz arriva dalla Regional European by Alpine.

Quinta posizione per Gabriele Minì, schierato dal team Prema, che è stato anche al comando della classifica. Il siciliano ha preceduto di 11 millesimi Leonardo Fornaroli (Trident). Buone sensazioni dunque per i due piloti italiani presenti nel campionato. A completare la top 10 troviamo in settima piazza Dino Beganovic (Prema) della FDA, ancora un pilota Trident, Sami Meguetounif, la brava Sophia Floersch, nona davanti a Nikola Tsolov.

Tra i piloti arrivati da Abu Dhabi direttamente dalla Regional Middle East o dalla F4 UAE, abbiamo Arvid Lindblad 16esimo, Mari Boya 17esimo, mentre tra coloro che avevano saltato la prova di Yas Marina, ci sono Nikita Bedrin 18esimo, Martinius Stenshorne soltanto 26esimo. Non male come inizio il test del campione italiano F4, Kacper Sztuka, 20esimo.

Domenica 11 febbraio 2024, 1° giorno

1 - Noel Leon - Van Amersfoort - 1'46"657
2 - Oliver Goethe - Campos - 1'46"672
3 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 1'46"828
4 - Santiago Ramos - Trident - 1'46"934
5 - Gabriele Minì - Prema - 1'46"942
6 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'46"953
7 - Dino Beganovic - Prema - 1'47"060
8 - Sami Meguetounif - Trident - 1'47"125
9 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 1'47"194
10 - Nikola Tsolov - ART - 1'47"208
11 - Max Esterson - Jenzer - 1'47"281
12 - Matias Zagazeta - Jenzer - 1'47"436
13 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 1'47"481
14 - Charlie Wurz - Jenzer - 1'47"552
15 - Luke Browning - Hitech - 1'47"573
16 - Arvid Lindblad - Prema - 1'47"586
17 - Mari Boya - Campos - 1'47"594
18 - Nikita Bedrin - PHM - 1'47"604
19 - Alex Dunne - MP Motorsport - 1'47"619
20 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 1'47"764
21 - Joseph Loake - Rodin - 1'47"802
22 - Piotr Wisnicki - Rodin - 1'48"182
23 - Sebastian Montoya - Campos - 1'48"214
24 - Callum Voisin - Rodin - 1'48"457
25 - Christian Mansell - ART - 1'48"464
26 - Martinius Stenshorne - Hitech - 1'48"475
27 - Laurens Van Hoepen - ART - 1'49"381
28 - Cian Shields - Hitech - 1'49"966
29 - Tasanapol Inthrapuvasak - PHM - 1'50"955
30 - Joshua Dufek - PHM - 1'51"272

PrevPage 1 of 10Next

News

FIA Formula 3
v