formula 1

McLaren ritrova il 4° posto con un
grande Norris e un ritrovato Ricciardo

Sorpasso. La McLaren si riprende il quarto posto nella classifica costruttori ai danni della Alpine-Renault grazie a un clamo...

Leggi »
formula 1

Alonso diventa il pilota che
ha corso il maggior numero di GP

Trecentocinquanta. 350. La statistica relativa ai piloti che hanno disputato il maggior numero di Gran Premi nella storia del...

Leggi »
World Endurance

Cadillac affida la sua LMDh a Ganassi
Al via con Bamber, Lynn e Westbrook

Michele Montesano Cadillac ha rivelato la formazione con cui affronterà la stagione 2023 del FIA WEC. A gestire la Cadillac...

Leggi »
formula 1

Perez e la safety car a Singapore:
cosa lascia perplessi della direzione gara

Sergio Perez ha potuto festeggiare la sua quarta vittoria in Formula 1, con quella che lui stesso ha definito "la miglio...

Leggi »
GT World Challenge

Montmelò, gara
Marciello prende anche l’Endurance
Cairoli trascina Dinamic al successo

È stato un tripudio tricolore quello andato in scena a Montmelò, dove i piloti italiani sono stati grandi protagonisti del fi...

Leggi »
formula 1

Perez re dei circuiti cittadini
Doppio podio per la Ferrari

Ma chi c'era sulla Red Bull-Honda numero 11? Sergio Perez o Max Verstappen? No, nessun dubbio. A dominare un difficilissi...

Leggi »
PrevPage 1 of 5Next
6 Set [21:06]

USF2000 a Portland
D’Orlando beffa Rowe e Denmark

Mattia Tremolada

Finale concitato e scoppiettante per la USF2000, che a Portland ha visto una serie di colpi di scena che ha affossato i due piloti del team Pabst in favore di Michael d’Orlando di Cape Motorsports. Alla vigilia dell’ultima tappa l’afroamericano Myles Rowe aveva 22 punti di vantaggio nei confronti del rivale e 23 sul compagno di team Jace Denmark. Le cose sembravano volgere a favore di quest’ultimo, bravo a conquistare la pole position per tutte e tre le manche in programma. Ma dopo aver agevolmente vinto gara 1, nelle due corse disputate sabato 3 settembre Denmark è stato subito messo fuori gioco da due contatti nel primo giro di gara.

Al via della seconda corsa è stato lo stesso Rowe a colpire Denmark al posteriore. Quest’ultimo è stato costretto al ritiro mentre Rowe ha tagliato il traguardo in ultima posizione dopo aver chiuso decimo in gara 1. Questo ha favorito il rientro di d’Orlando, che si è portato a quota 356 lunghezze, nella scia dei rivali (Rowe era a 363 punti e Denmark 357).

Copione identico in gara 3, con Denmark che poche curve dopo il via è stato vittima di Thomas Nepveu, che lo ha colpito. Questa volta il portacolori di Pabst è tornato in azione, ma staccato di ben cinque giri. Anche Rowe è stato coinvolto in un contatto, rimontando di forza dalla 15esima alla quinta piazza. Non abbastanza per contrastare d’Orlando, che andando a trionfare ha scavalcato i due rivali di Pabst per assicurarsi il titolo.

20enne in arrivo dallo stato di New York, d’Orlando è riuscito a mettere le mani sul titolo alla terza stagione completa nella categoria, dopo aver chiuso quarto (una vittoria) nel 2020 e secondo nel 2021 (tre affermazioni), sempre con il team Cape. Il suo esordio nella serie era arrivato nel 2018 con una stagione parziale, prima di spostarsi l’annata successiva nella Formula 4 US.

La vittoria di gara 2 è andata al debuttante Mac Clark (leader della USF Juniors), bravo ad approfittare del parapiglia al via per risalire dalla settima alla prima posizione. Anche un altro rookie, sempre in arrivo dalla USF Juniors, Nikita Johnson, si è messo in mostra con il secondo posto di gara 1.

Venerdì 2 settembre 2022, gara 1

1 - Jace Denmark - Pabst - 25 giri in 36’44”963
2 - Nikita Johnson - VRD - 2”294
3 - Thomas Nepveu - DeForce - 3”177
4 - Mac Clark - DeForce - 7”878
5 - Jacob Douglas - Exclusive - 9”264
6 - Danny Dyszelski - JHDD - 9”798
7 - Michael d'Orlando - Cape - 10”162
8 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 10”555
9 - Jorge Garciarce - JHDD - 11”134
10 - Myles Rowe - Pabst - 11”943
11 - Christian Weir - Turn3 - 12”595
12 - Ethan Ho - VRD - 14”651
13 - Spike Kohlbecker - Turn 3 - 15”212
14 - Billy Frazer - Exclusive - 16”820
15 - Lucas Mann - Turn3 - 17”390
16 - Evagoras Papasavvas - JHDD - 37”333

Ritirati
Jagger Jones
Nicholas d’Orlando
Dylan Christie

Non partito
Joey Brienza

Sabato 3 settembre 2022, gara 2

1 - Mac Clark - DeForce - 18 giri in 24’29”662
2 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 0”897
3 - Billy Frazer - Exclusive - 2”620
4 - Michael d'Orlando - Cape - 3”617
5 - Christian Weir - Turn3 - 4”362
6 - Jacob Douglas - Exclusive - 4”573
7 - Dylan Christie - DeForce - 5”505
8 - Spike Kohlbecker - Turn 3 - 6”362
9 - Thomas Nepveu - DeForce - 8”580
10 - Jorge Garciarce - JHDD - 8”868
11 - Ethan Ho - VRD - 9”828
12 - Danny Dyszelski - JHDD - 10”565
13 - Lucas Mann - Turn3 - 11”409
14 - Evagoras Papasavvas - JHDD - 12”538
15 - Jagger Jones - Cape - 1 giro
16 - Myles Rowe - Pabst - 1 giro

Ritirati
Nikita Johnson
Jace Denmark
Nicholas d’Orlando

Non partito
Joey Brienza

Sabato 3 settembre 2022, gara 3

1 - Michael d'Orlando - Cape - 25 giri in 35’00”823
2 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 1”100
3 - Christian Weir - Turn3 - 2”212
4 - Jagger Jones - Cape - 2”490
5 - Myles Rowe - Pabst - 2”921
6 - Jorge Garciarce - JHDD - 6”422
7 - Spike Kohlbecker - Turn 3 - 7”818
8 - Danny Dyszelski - JHDD - 8”199
9 - Joey Brienza - Exclusive - 9”202
10 - Billy Frazer - Exclusive - 9”968
11 - Evagoras Papasavvas - JHDD - 15”799
12 - Ethan Ho - VRD - 21”490
13 - Thomas Nepveu - DeForce - 25”012
14 - Dylan Christie - DeForce - 26”949
15 - Nicholas d’Orlando - Exclusive - 4 giri
16 - Jace Denmark - Pabst - 5 giri

Ritirati
Lucas Mann
Nikita Johnson
Mac Clark
Jacob Douglas

Il campionato
1.D’Orlando 387 punti; 2.Rowe 381; 3.Denmark 363; 4.Jones 294; 5.Frazer 269; 6.Nepveu 263; 7.Hays 235; 8.Weir 229; 9.Garg 203; 10.Kohlbecker 200.

5 Set [19:06]

Indy Pro a Portland
Foster vince ed è campione

Mattia Tremolada

Con la vittoria nella prima manche disputata a Portland, Louis Foster si è matematicamente assicurato il titolo 2022 di Indy Pro 2000. Già vice-campione dell’Euroformula Open 2021 (terzo nel British F3 2020 e nel British F4 2019), il 19enne di Odiham ha conquistato cinque pole position, sette vittorie e dieci giri veloci nel proprio cammino verso il titolo, raggiunto alla prima stagione di gare oltreoceano.

Nel turno di qualifica di Portland Foster ha battuto Reece Gold, apparso in grande spolvero in tutto il fine settimana. Il portacolori di Exclusive Autosport è riuscito ad allungare sul rivale, mettendo in cassaforte il titolo. Gold ha poi avuto il proprio riscatto trionfando nelle due manche disputate nella giornata di sabato e assicurandosi a propria volta il titolo di vice-campione davanti al compagno di squadra Enaam Ahmed, terzo in gara 1.

Foster invece dopo aver chiuso secondo gara 2, nell’ultima corsa della stagione è stato colpito alla prima curva da Jack William Miller, precipitando in 12esima posizione. La rimonta del neo-campione è terminata in sesta piazza, proprio alle spalle dello stesso Miller. Doppio podio per Kiko Porto, campione in carica della USF2000 e autore di una bella progressione nel corso della stagione.

Venerdì 2 settembre 2022, gara 1

1 - Louis Foster - Exclusive - 30 giri
2 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 2”147
3 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 11”694
4 - Marcos Flack - JHDD - 28”193
5 - Jonathan Browne - Turn3 - 29”108
6 - Jordan Missig - Pabst - 30”442
7 - Braden Eves - JHDD - 30”941
8 - Salvador De Alba - JHDD - 32”862
9 - Josh Green - Turn3 - 33”184
10 - Bijoy Garg - DeForce - 33”736
11 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 36”413
12 - Lindsay Brewer - Exclusive - 47”719

Ritirato
Jack William Miller
Nolan Siegel
Kiko Porto

Sabato 3 settembre 2022, gara 2

1 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 22 giri
2 - Louis Foster - Exclusive - 3”550
3 - Kiko Porto - DeForce - 10”238
4 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 11”037
5 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 12”845
6 - Salvador De Alba - JHDD - 20”775
7 - Jordan Missig - Pabst - 21”323
8 - Nolan Siegel - DeForce - 21”821
9 - Braden Eves - JHDD - 22”404
10 - Bijoy Garg - DeForce - 22”992
11 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 29”191
12 - Lindsay Brewer - Exclusive - 42”000
13 - Josh Green - Turn3 - 42”240
14 - Jonathan Browne - Turn3 - 2 giri

Ritirato
Marcos Flack

Sabato 3 settembre 2022, gara 3

1 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 30 giri in 34’48”436
2 - Kiko Porto - DeForce - 3”658
3 - Nolan Siegel - DeForce - 5”586
4 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 6”277
5 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 12”648
6 - Louis Foster - Exclusive - 16”058
7 - Salvador De Alba - JHDD - 16”774
8 - Josh Green - Turn3 - 17”328
9 - Jordan Missig - Pabst - 20”451
10 - Braden Eves - JHDD - 20”999
11 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 22”047
12 - Jonathan Browne - Turn3 - 29”594
13 - Bijoy Garg - DeForce - 30”027
14 - Lindsay Brewer - Exclusive - 46”198
15 - Marcos Flack - JHDD - 47”881

In campionato
1.Foster 451 punti; 2.Gold 390; 3.Ahmed 338; 4.Siegel 333; 5.Eves 305; 6.Green 298; 7.Porto 290; 8.De Alba 289; 9.Miller 251; 10.Sundaramoorthy 243.

22 Ago [16:55]

Indy Pro a Gateway
De Alba vince, Foster vede il titolo

Mattia Tremolada

Seconda vittoria stagionale per Salvador De Alba, che a Gateway ha dominato il secondo e ultimo round su ovale della Indy Pro 2000. 22enne da Guadalajara, Messico, De Alba è il campione in carica della NASCAR messicana, in cui ha militato per cinque stagioni. Sull’ovale di Madison, Illinois, ha dominato in lungo e in largo il fine settimana, chiudendo al comando tutte le sessioni di prove libere prima di firmare la pole position nel turno di qualifica precedendo i due contendenti al titolo Reece Gold e Louis Foster.

Forte di sei vittorie nelle ultime otto gare il vice-campione dell’Euroformula Open Foster ha potuto permettersi di gestire il proprio fine settimana senza prendersi rischi eccessivi. In gara è anche riuscito a chiudere quarto davanti allo stesso Gold, solo sesto dopo una cattiva partenza. Alla vigilia dell’ultimo appuntamento stagionale, che assegnerà un massimo di 99 punti, Foster ha ben 77 lunghezze di vantaggio nei confronti dello stesso Gold, mentre Nolan Siegel rimane matematicamente in lizza per il titolo, seppur molto staccato.

Siegel ha chiuso secondo a Gateway dietro all’imprendibile De Alba, vincitore con oltre cinque secondi di vantaggio, mentre Brad Eves ha escuso dal podio Foster in volata. Il debuttante Marcos Flack, già al via nel 2022 dei campionati italiano, tedesco e spagnolo di Formula 4 e vincitore di una manche della GB3, ha chiuso ottavo al debutto con il team di Jay Howard, mentre Jordan Missig non è riuscito a prendere il via a causa dei danni riportati in un incidente in qualifica.

Sabato 20 agosto 2022, gara

1 - Salvador De Alba - JHDD - 55 giri in 29’52”069
2 - Nolan Siegel - DeForce - 5”939
3 - Braden Eves - JHDD - 6”317
4 - Louis Foster - Exclusive - 6”753
5 - Josh Green - Turn3 - 9”941
6 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 17”147
7 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 26”782
8 - Marcos Flack - JHDD - 27”105
9 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 28”999
10 - Bijoy Garg - DeForce - 31”838
11 - Kiko Porto - DeForce - 1 giro
12 - Trey Burke - Turn3 - 1 giro
13 - Lindsay Brewer - Exclusive - 2 giri

Ritirato
Jack William Miller

Non partito
Jordan Missig

In campionato
1.Foster 377 punti; 2.Gold 300; 3.Siegel 291; 4.Ahmed 278; 5.Eves 268; 6.Green 265; 7.De Alba 247; 8.Porto 239; 9.Sundaramoorthy 213; 10.Miller 209.

18 Lug [18:44]

Il punto sulla USF2000
Rowe guida la volata finale

Mattia Tremolada

Myles Rowe non molla. Il 22enne afroamericano è riuscito a superare i problemi di budget che hanno messo in dubbio la sua partecipazione per prendere la testa della classifica della USF2000. Rowe e il compagno di squadra in Pabst Jace Denmark hanno lottato contro Michael d’Orlando (Cape), dando vita ad un lungo duello durato tutta la stagione. Alla vigilia dell’ultima appuntamento di Portland, Rowe vanta 22 punti di vantaggio (90 sono ancora disponibili) nei confronti di d’Orlando, mentre Denmark segue ad un solo punto di distanza.

Rowe ha conquistato cinque successi, due in più rispetto ai diretti rivali. Non sono mancati anche attimi di tensione, con diversi contatti che hanno visto protagonisti Rowe e d’Orlando a Indianapolis e nella seconda manche di Toronto. D’Orlando si è comunque confermato specialista degli ovali, vincendo per il secondo anno consecutivo la Freedom 75, unico appuntamento in un catino della stagione.



Tra i rookie bel percorso di crescita per Jagger Jones (nella foto sopra), nipote di Parnelli Jones e figlio di PJ. Il 20enne di Scottsdale ha avuto una carriera non convenzionale, mettendosi in luce nei campionati stock-car ARCA prima di fare un sorprendente balzo in monoposto in questa stagione. Per lui un’affermazione a Barber, cinque podi, e il quarto posto in classifica. Non hanno ottenuto quanto meritato il 14enne Nikita Johnson e l’australiano Lochie Hughes, arrivati a stagione in corso e subito velocissimi, seppur fallosi.

Veni, vidi, vici per Alex Quinn, che come Giulio Cesare nel Ponto non ha fatto prigionieri, dominando la tappa disputata sul circuito stradale di Indianapolis. Approdato in America in virtù dell’accordo tra il team Velocity e Arden, squadra a cui è storicamente legato, Quinn ha disputato sole le tre manche del terzo appuntamento della stagione e, dopo aver ceduto a Jones la pole per soli 65 millesimi, ha piegato il nipote d’arte, autore anche di un contatto con d’Orlando in gara 2, per trionfare in tutte e tre le manche. Peccato non averlo visto al via anche di altri appuntamenti…



Barber, sabato 30 aprile 2022, gara 1

1 - Myles Rowe - Pabst - 20 giri in 27’48”152
2 - Billy Frazer - Exclusive - 1”763
3 - Michael d'Orlando - Cape - 2”305
4 - Bijoy Garg - DeForce - 7”409
5 - Simon Sikes - Legacy - 7”931
6 - Thomas Nepveu - DeForce - 9”107
7 - Christian Weir - Turn3 - 9”916
8 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 10”722
9 - Jagger Jones - Cape - 11”350
10 - Spike Kohlbecker - Turn3 - 12”524
11 - Jace Denmark - Pabst - 12”834
12 - Jacob Douglas - Exclusive - 16”163
13 - Viktor Andersson - Velocity - 16”591
14 - Jorge Garciarce - JHDD - 17”372
15 - Dylan Christie - DeForce - 18”714
16 - Trey Burke - Dooling - 24”396
17 - Jackson Lee - Cape - 37”196
18 - Yeoroo Lee - JHDD - 49”775
19 - Danny Dyszelski - JHDD - 52”197

Barber, domenica 1 maggio 2022, gara 2

1 - Jagger Jones - Cape - 17 giri in 25’24”834
2 - Michael d'Orlando - Cape - 0”545
3 - Christian Weir - Turn3 - 1”288
4 - Myles Rowe - Pabst - 1”823
5 - Thomas Nepveu - DeForce - 2”524
6 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 4”998
7 - Jacob Douglas - Exclusive - 6”101
8 - Dylan Christie - DeForce - 7”042
9 - Jackson Lee - Cape - 7”466
10 - Bijoy Garg - DeForce - 7”819
11 - Spike Kohlbecker - Turn3 - 8”084
12 - Jorge Garciarce - JHDD - 8”620
13 - Viktor Andersson - Velocity - 8”937
14 - Trey Burke - Dooling - 9”232
15 - Yeoroo Lee - JHDD - 17”366
16 - Billy Frazer - Exclusive - 52”699
17 - Jace Denmark - Pabst - 2 giri

Ritirato
Danny Dyszelski

Indianapolis, venerdì 13 maggio 2022, gara 1

1 - Alex Quinn - Velocity - 15 giri in 29’51”684
2 - Billy Frazer - Exclusive - 2”165
3 - Jagger Jones - Cape - 2”439
4 - Christian Weir - Turn3 - 3”632
5 - Thomas Nepveu - DeForce - 3”788
6 - Spike Kohlbecker - Turn3 - 4”318
7 - Jorge Garciarce - JHDD - 5”411
8 - Frank Mossman - JHDD - 5”901
9 - Simon Sikes - Legacy - 6”577
10 - Trey Burke - Dooling - 6”625
11 - Viktor Andersson - Velocity - 7”207
12 - Danny Dyszelski - JHDD - 7”329
13 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 7”631
14 - Jacob Douglas - Exclusive - 40”034
15 - Jace Denmark - Pabst - 40”460
16 - Jackson Lee - Cape - 1 giro
17 - Myles Rowe - Pabst - 1 giro
18 - Dylan Christie - DeForce - 1 giro
19 - Chase Gardner - DeForce - 4 giri

Ritirati
Michael d'Orlando
Bijoy Garg

Non partiti
Joey Brienza
Yeoroo Lee

Indianapolis, sabato 14 maggio 2022, gara 2

1 - Alex Quinn - Velocity - 15 giri in 25’33”621
2 - Billy Frazer - Exclusive - 3”411
3 - Myles Rowe - Pabst - 3”716
4 - Jace Denmark - Pabst - 4”231
5 - Michael d'Orlando - Cape - 6”997
6 - Spike Kohlbecker - Turn3 - 7”775
7 - Bijoy Garg - DeForce - 8”549
8 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 9”575
9 - Simon Sikes - Legacy - 10”191
10 - Chase Gardner - DeForce - 10”614
11 - Jackson Lee - Cape - 10”974
12 - Joey Brienza - Exclusive - 11”842
13 - Jacob Douglas - Exclusive - 13”458
14 - Dylan Christie - DeForce - 16”855
15 - Jorge Garciarce - JHDD - 17”729
16 - Thomas Nepveu - DeForce - 19”143
17 - Viktor Andersson - Velocity - 22”987
18 - Jagger Jones - Cape - 38”742

Ritirati
Christian Weir
Frank Mossman
Trey Burke
Danny Dyszelski
Yeoroo Lee

Indianapolis, sabato 14 maggio 2022, gara 3

1 - Alex Quinn - Velocity - 15 giri in 21’47”837
2 - Michael d'Orlando - Cape - 2”218
3 - Jagger Jones - Cape - 2”692
4 - Jace Denmark - Pabst - 8”308
5 - Thomas Nepveu - DeForce - 8”746
6 - Myles Rowe - Pabst - 13”038
7 - Billy Frazer - Exclusive - 17”630
8 - Bijoy Garg - DeForce - 17”931
9 - Simon Sikes - Legacy - 18”960
10 - Spike Kohlbecker - Turn3 - 19”295
11 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 21”187
12 - Trey Burke - Dooling - 23”089
13 - Christian Weir - Turn3 - 23”092
14 - Jacob Douglas - Exclusive - 26”465
15 - Frank Mossman - JHDD - 31”493
16 - Jackson Lee - Cape - 32”868
17 - Viktor Andersson - Velocity - 34”251
18 - Yeoroo Lee - JHDD - 38”313
19 - Chase Gardner - DeForce - 42”004
20 - Jorge Garciarce - JHDD - 45”166
21 - Dylan Christie - DeForce - 55”711
22 - Danny Dyszelski - JHDD - 59”648

Non partito
Joey Brienza

Freedom 75, sabato 28 maggio 2022, gara

1 - Michael d'Orlando - Cape - 75 giri in 27’30”423
2 - Bijoy Garg - DeForce - 0”232
3 - Myles Rowe - Pabst - 1”013
4 - Jace Denmark - Pabst - 6”175
5 - Jagger Jones - Cape - 6”422
6 - Thomas Nepveu - DeForce - 8”034
7 - Billy Frazer - Exclusive - 11”788
8 - Simon Sikes - Legacy - 11”817
9 - Spike Kohlbecker - Turn3 - 12”774
10 - Dylan Christie - DeForce - 13”652
11 - Christian Weir - Turn3 - 14”625
12 - Jackson Lee - Cape - 21”596
13 - Trey Burke - Dooling - 1 giro
14 - Danny Dyszelski - JHDD - 1 giro
15 - Jorge Garciarce - JHDD - 1 giro
16 - Jacob Douglas - Exclusive - 1 giro

Ritirato
Nicky Hays

Road America, sabato 11 giugno 2022, gara 1

1 - Jace Denmark - Pabst - 12 giri in 31’49”997
2 - Myles Rowe - Pabst - 0”312
3 - Billy Frazer - Exclusive - 2”073
4 - Dylan Christie - DeForce - 2”478
5 - Jackson Lee - Cape - 2”519
6 - Thomas Nepveu - DeForce - 3”657
7 - Bijoy Garg - DeForce - 3”979
8 - Christian Weir - Turn3 - 4”088
9 - Jacob Douglas - Exclusive - 6”400
10 - Spike Kohlbecker - Turn3 - 6”571
11 - Nicholas d’Orlando - Velocity - 7”435
12 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 9”548
13 - Danny Dyszelski - JHDD - 14”792
14 - Jagger Jones - Cape - 19”980
15 - Michael d'Orlando - Cape - 21”118
16 - Jorge Garciarce - JHDD - 25”589

Ritirati
Trey Burke
Viktor Andersson
Nikita Johnson
Evagoras Papasavvas

Non partito
Joey Brienza

Road America, sabato 11 giugno 2022, gara 2

1 - Michael d'Orlando - Cape - 12 giri in 45’03”773
2 - Myles Rowe - Pabst - 0”390
3 - Thomas Nepveu - DeForce - 2”205
4 - Bijoy Garg - DeForce - 2”415
5 - Jace Denmark - Pabst - 3”461
6 - Dylan Christie - DeForce - 3”961
7 - Jagger Jones - Cape - 4”319
8 - Nikita Johnson - Velocity - 4”934
9 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 5”812
10 - Spike Kohlbecker - Turn3 - 6”094
11 - Christian Weir - Turn3 - 6”505
12 - Billy Frazer - Exclusive - 7”184
13 - Nicholas d’Orlando - Velocity - 7”256
14 - Jackson Lee - Cape - 7”846
15 - Viktor Andersson - Velocity - 10”507
16 - Jorge Garciarce - JHDD - 11”687
17 - Jacob Douglas - Exclusive - 11”709
18 - Joey Brienza - Exclusive - 1 giro
19 - Trey Burke - Dooling - 1 giro

Ritirato
Danny Dyszelski

Non partito
Evagoras Papasavvas

Mid-Ohio, sabato 2 luglio 2022, gara 1

1 - Myles Rowe - Pabst - 20 giri in 28’41”164
2 - Jace Denmark - Pabst - 8”849
3 - Billy Frazer - Exclusive - 9”639
4 - Jagger Jones - Cape - 10”852
5 - Jacob Douglas - Exclusive - 13”164
6 - Christian Weir - Turn3 - 13”794
7 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 14”148
8 - Dylan Christie - DeForce - 16”820
9 - Bijoy Garg - DeForce - 17”197
10 - Danny Dyszelski - JHDD - 18”490
11 - Viktor Andersson - Velocity - 20”008
12 - Jackson Lee - Cape - 21”325
13 - Thomas Nepveu - DeForce - 23”607
14 - Michael d'Orlando - Cape - 1 giro
15 - Nicholas d’Orlando - Velocity - 1 giro

Ritirati
Nikita Johnson
Spike Kohlbecker
Jorge Garciarce
Evagoras Papasavvas

Squalificato
Lochie Hughes

Mid-Ohio, sabato 2 luglio 2022, gara 2

1 - Myles Rowe - Pabst - 20 giri in 30’58”659
2 - Michael d'Orlando - Cape - 0”503
3 - Jace Denmark - Pabst - 0”730
4 - Nikita Johnson - Velocity - 1”517
5 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 2”486
6 - Jagger Jones - Cape - 3”427
7 - Jacob Douglas - Exclusive - 4”683
8 - Nicholas d’Orlando - Velocity - 5”775
9 - Spike Kohlbecker - Turn 3 - 6”356
10 - Jackson Lee - Cape - 6”851
11 - Danny Dyszelski - JHDD - 7”314
12 - Thomas Nepveu - DeForce - 7”769
13 - Viktor Andersson - Velocity - 7”964
14 - Jorge Garciarce - JHDD - 8”341
15 - Evagoras Papasavvas - JHDD - 1 giro
16 - Christian Weir - Turn3 - 2 giri

Ritiriati
Billy Frazer
Dylan Christie
Bijoy Garg
Lochie Hughes

Mid-Ohio, sabato 2 luglio 2022, gara 3

1 - Michael d'Orlando - Cape - 20 giri in 27’56”427
2 - Jace Denmark - Pabst - 3”392
3 - Myles Rowe - Pabst - 5”795
4 - Lochie Hughes - JHDD - 9”296
5 - Dylan Christie - DeForce - 12”833
6 - Thomas Nepveu - DeForce - 13”547
7 - Jagger Jones - Cape - 13”864
8 - Nikita Johnson - Velocity - 16”340
9 - Bijoy Garg - DeForce - 17”637
10 - Christian Weir - Turn3 - 18”241
11 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 18”565
12 - Viktor Andersson - Velocity - 20”596
13 - Jacob Douglas - Exclusive - 26”430
14 - Billy Frazer - Exclusive - 29”880
15 - Evagoras Papasavvas - JHDD - 31”413
16 - Danny Dyszelski - JHDD - 59”689
17 - Spike Kohlbecker - Turn 3 - 1’18”018

Ritirati
Nicholas d’Orlando
Jackson Lee
Jorge Garciarce

Toronto, sabato 16 luglio 2022, gara 1

1 - Myles Rowe - Pabst - 20 giri in 24’17”022
2 - Jace Denmark - Pabst - 5”852
3 - Jagger Jones - Cape - 7”078
4 - Michael d'Orlando - Cape - 8”435
5 - Jacob Douglas - Exclusive - 13”606
6 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 14”163
7 - Spike Kohlbecker - Turn 3 - 18”852
8 - Christian Weir - Turn3 - 20”888
9 - Nicholas d’Orlando - Exclusive - 24”399
10 - Dylan Christie - DeForce - 25”530
11 - Thomas Nepveu - DeForce - 26”345
12 - Bijoy Garg - DeForce - 26”512
13 - Billy Frazer - Exclusive - 27”638
14 - Jorge Garciarce - JHDD - 33”946

Ritirati
Evagoras Papasavvas
Frederik Lund

Toronto, domenica 17 luglio 2022, gara 2

1 - Jace Denmark - Pabst - 20 giri in 28’06”625
2 - Thomas Nepveu - DeForce - 1”778
3 - Dylan Christie - DeForce - 2”119
4 - Michael d'Orlando - Cape - 2”422
5 - Myles Rowe - Pabst - 2”422
6 - Jagger Jones - Cape - 5”409
7 - Jacob Douglas - Exclusive - 6”073
8 - Jorge Garciarce - JHDD - 7”189
9 - Christian Weir - Turn3 - 1 giro
10 - Nicky Hays - Cape Motorsports - 1 giro

Ritirati
Spike Kohlbecker
Nicholas d’Orlando
Bijoy Garg
Billy Frazer
Evagoras Papasavvas
Frederik Lund

Il campionato
1.Rowe 345 punti; 2.D’Orlando 323; 3.Denmark 322; 4.Jones 265; 5.Frazer 229; 6.Nepveu 221; 7.Garg 203; 8.Weir 180; 9.Hays 172; 10.Christie 165.

17 Lug [22:06]

Indy Pro a Mid-Ohio e Toronto
Foster allunga senza rivali

Mattia Tremolada

Con tre vittorie (e un secondo posto) nelle ultime quattro gare, Louis Foster ha portato a 74 punti il proprio margine di vantaggio in classifica nei confronti dei propri inseguitori. Sui circuiti di Mid-Ohio e Toronto Foster è stato imprendibile per tutti, firmando tutte e quattro le pole position in palio in altrettanti turni di prove. Un dominio che non ha concesso repliche, con la sola eccezione della seconda manche di Mid-Ohio, in cui il campione in carica della USF2000 Kiko Porto è riuscito ad ottenere la prima affermazione nella categoria, dando un colpo di reni ad una stagione d’esordio non certo facile.

In gara 1 Foster aveva aperto il gap nei confronti degli inseguitori fino a chiudere con 14”5 di vantaggio su Salvador De Alba. Copione ripetuto nelle due corse di Toronto, dove con il sesto successo in otto gare ha ipotecato il titolo. Alle sue spalle Reece Gold guida il gruppo degli inseguitori davanti a Nolan Siegel e Enaam Ahmed. Al termine della stagione manca il secondo appuntamento su ovale di Gateway (gara singola) e le tre manche di Portland.

Mid-Ohio, sabato 2 luglio 2022, gara 1

1 - Louis Foster - Exclusive - 12 giri in 43’05”828
2 - Salvador De Alba - JHDD - 14”561
3 - Nolan Siegel - DeForce - 15”105
4 - Kiko Porto - DeForce - 15”706
5 - Josh Green - Turn3 - 16”046
6 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 16”573
7 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 16”868
8 - Braden Eves - JHDD - 17”839
9 - Wyatt Brichacek - Exclusive - 20”398
10 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 24”129
9 - Jordan Missig - Pabst - 27”644
8 - Jonathan Browne - Turn3 - 1 giro

Ritirato
Yuven Sundaramoorthy

Mid-Ohio, sabato 2 luglio 2022, gara 2

1 - Kiko Porto - DeForce - 12 giri in 33’24”442
2 - Louis Foster - Exclusive - 0”342
3 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 4”698
4 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 5”361
5 - Salvador De Alba - JHDD - 5”860
6 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 6”969
7 - Nolan Siegel - DeForce - 8”810
8 - Braden Eves - JHDD - 11”566
9 - Josh Green - Turn3 - 11”873
10 - Jordan Missig - Pabst - 15”994
11 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 16”501
12 - Jonathan Browne - Turn3 - 24”128
13 - Wyatt Brichacek - Exclusive - 2 giri

Toronto, sabato 16 luglio 2022, gara 1

1 - Louis Foster - Exclusive - 25 giri in 31’02”253
2 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 5”234
3 - Josh Green - Turn3 - 5”952
4 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 6”916
5 - Nolan Siegel - DeForce - 7”265
6 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 8”890
7 - Jordan Missig - Pabst - 13”759
8 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 14”544
9 - Kiko Porto - DeForce - 17”687
10 - Jonathan Browne - Turn3 - 20”107
11 - Wyatt Brichacek - Exclusive - 34”928
12 - Braden Eves - JHDD - 42”656
13 - Lindsay Brewer - Exclusive - 49”838
14 - Salvador De Alba - JHDD - 1 giro

Toronto, domenica 17 luglio 2022, gara 2

1 - Louis Foster - Exclusive - 25 giri in 35’43”485
2 - Jordan Missig - Pabst - 3”920
3 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 7”465
4 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 8”041
5 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 9”045
6 - Braden Eves - JHDD - 9”868
7 - Kiko Porto - DeForce - 11”738
8 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 19”051
9 - Wyatt Brichacek - Exclusive - 28”790
10 - Lindsay Brewer - Exclusive - 1 giro

Ritirati
Josh Green
Nolan Siegel
Jonathan Browne

Non partito
Salvador De Alba

In campionato
1.Foster 348 punti; 2.Gold 274; 3.Ahmed 256; 4.Siegel 253; 5.Green 239; 6.Eves 233; 7.Porto 221; 8.De Alba 206; 9.Miller, Sundaramoorthy 196.

28 Giu [18:23]

Il punto sulla Indy Pro 2000
Foster ci prende gusto

Mattia Tremolada

Dal titolo di vice-campione in Euroformula alla leadership in Indy Pro 2000. Sembra pagare la scelta di Louis Foster di migrare dall’Europa agli Stati Uniti, dove il pilota inglese si è subito portato al comando della seconda serie per importanza (dopo l’indy Lights) nella filiera Road to Indy. Dopo un avvio convincente con tre podi nelle prime quattro gare il pilota inglese ha commesso un paio di errori, arrivando al contatto con Jonathan Browne e Jack William Miller, poleman rispettivamente in gara 1 e gara 2 a Indianapolis. Ma nella terza manche in programma sullo stradale di Indy Foster ha trovato la prima di tre affermazioni consecutive che lo lanciano al comando della classifica.

Il secondo successo è arrivato al debutto su un tracciato ovale, ovvero il Lucas Oil Raceway che sorge alle porte di Indianapolis nella Freedom 90. Foster ha poi allungato in classifica a Road America, beffando nuovamente il duo di Juncos composto da Reece Gold e Enaam Ahmed, che, come già sull'ovale di Indy scattavano dalla prima fila davanti a lui. Nella seconda corsa di Road America è però arrivata una battuta d'arresto, con una sbavatura che ha compromessoo la sua rimonta dal fondo dopo che alcuni problemi al cambio lo avevano rallentato in qualifica.



Il primo degli inseguitori, Gold (nella foto sopra), autore di ben tre pole position e due vittorie, dista comunque 19 punt in classifica. Il portacolori di Juncos si era alternato con Nolan Siegel al comando della classifica nelle prime fasi, prima dell’ascesa di Foster. Ottavo nella USF2000 con un solo successo all’attivo, Siegel è stato la sorpresa della prima parte di stagione, conquistando due vittorie, ma ha anche mostrato poca costanza di rendimento.

Ancora a quota zero successi l’esperto Ahmed, alla seconda stagione nella categoria dopo una lunga gavetta in Europa, che lo aveva visto imporsi nel British F3 2017. Una vittoria a testa invece per Braden Eves, che a Road America si è rifatto della squalifica rimediata a Indianapolis, Josh Green e Salvador de Alba. Avvio complicato invece per Kiko Porto, campione in carica di USF2000, che non è andato oltre due top-5.

Barber, sabato 30 aprile 2022, gara 1

1 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 25 giri in 33’09”389
2 - Colin Kaminsky - Pabst - 4”888
3 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 5”319
4 - Louis Foster - Exclusive - 5”756
5 - Braden Eves - JHDD - 8”597
6 - Josh Green - Turn3 - 9”674
7 - Nolan Siegel - DeForce - 10”028
8 - Kiko Porto - DeForce - 10”414
9 - Jordan Missig - Pabst - 20”009
10 - Jonathan Browne - Turn3 - 20”858
11 - Wyatt Brichacek - JHDD - 21”894
12 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 27”034
13 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 1’17”447
14 - Charles Finelli - FatBoy - 1 giro

Ritirato
Salvador De Alba

Barber, domenica 1 maggio 2022, gara 2

1 - Nolan Siegel - DeForce - 30 giri in 40’04”521
2 - Braden Eves - JHDD - 0”752
3 - Louis Foster - Exclusive - 1”182
4 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 6”227
5 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 8”485
6 - Josh Green - Turn3 - 10”179
7 - Kiko Porto - DeForce - 10”747
8 - Salvador De Alba - JHDD - 11”101
9 - Jonathan Browne - Turn3 - 19”618
10 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 20”613
11 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 21”293
12 - Colin Kaminsky - Pabst - 21”969
13 - Wyatt Brichacek - JHDD - 27”533
14 - Jordan Missig - Pabst - 37”051
15 - Charles Finelli - FatBoy - 1 giro

Indianapolis, venerdì 13 maggio 2022, gara 1

1 - Salvador De Alba - JHDD - 25 giri in 39’54”958
2 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 0”088
3 - Colin Kaminsky - Pabst - 0”707
4 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 1”035
5 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 2”967
6 - Kiko Porto - DeForce - 4”507
7 - Jordan Missig - Pabst - 5”520
8 - Lindsay Brewer - Exclusive - 7”055
9 - Jonathan Browne - Turn3 - 26”122
10 - Wyatt Brichacek - JHDD - 27”838
11 - Josh Green - Turn3 - 34”260
12 - Charles Finelli - FatBoy - 54”674
13 - Nolan Siegel - DeForce - 4 giri

Ritirati
Louis Foster
Jack William Miller

Squalificato
Braden Eves

Indianapolis, sabato 14 maggio 2022, gara 2

1 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 25 giri in 38’15”574
2 - Colin Kaminsky - Pabst - 1”483
3 - Nolan Siegel - DeForce - 2”761
4 - Kiko Porto - DeForce - 4”286
5 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 8”066
6 - Salvador De Alba - JHDD - 10”220
7 - Wyatt Brichacek - JHDD - 11”387
8 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 12”903
9 - Braden Eves - JHDD - 15”109
10 - Jonathan Browne - Turn3 - 15”556
11 - Josh Green - Turn3 - 16”089
12 - Lindsay Brewer - Exclusive - 17”672
13 - Louis Foster - Exclusive - 32”805
14 - Charles Finelli - FatBoy - 1’10”863

Ritirati
Enaam Ahmed
Jordan Missig

Indianapolis, sabato 14 maggio 2022, gara 3

1 - Louis Foster - Exclusive - 25 giri in 37’26”379
2 - Braden Eves - JHDD - 2”560
3 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 6”753
4 - Wyatt Brichacek - JHDD - 6”819
5 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 7”266
6 - Nolan Siegel - DeForce - 7”626
7 - Josh Green - Turn3 - 10”669
8 - Kiko Porto - DeForce - 11”370
9 - Jonathan Browne - Turn3 - 11”499
10 - Colin Kaminsky - Pabst - 11”809
11 - Jordan Missig - Pabst - 12”455
12 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 12”879
13 - Lindsay Brewer - Exclusive - 13”226
14 - Charles Finelli - FatBoy - 16”075

Ritirati
Reece Gold
Salvador De Alba

Freedom 90, sabato 28 maggio 2022, gara

1 - Louis Foster - Exclusive - 90 giri in 33’20”230
2 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 1”408
3 - Josh Green - Turn3 - 2”817
4 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 8”808
5 - Nolan Siegel - DeForce - 9”326
6 - Jordan Missig - Pabst - 12”395
7 - Kiko Porto - DeForce - 1 giro
8 - Salvador De Alba - JHDD - 1 giro
9 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 1 giro
10 - Jonathan Browne - Turn3 - 1 giro
11 - Braden Eves - JHDD - 2 giri
12 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 3 giri
13 - Wyatt Brichacek - JHDD - 6 giri

Ritirati
Colin Kaminsky
Charles Finelli

Road America, sabato 11 giugno 2022, gara 1

1 - Louis Foster - Exclusive - 15 giri in 33’58”279
2 - Josh Green - Turn3 - 3”609
3 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 8”009
4 - Salvador De Alba - JHDD - 8”546
5 - Braden Eves - JHDD - 10”112
6 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 10”543
7 - Colin Kaminsky - Pabst - 12”125
8 - Jonathan Browne - Turn3 - 12”597
9 - Jordan Missig - Pabst - 13”392
10 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 14”381
11 - Nolan Siegel - DeForce - 20”991
12 - Charles Finelli - FatBoy - 59”300
13 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 1 giro
14 - Kiko Porto - DeForce - 1 giro

Ritirati
Wyatt Brichacek
Lindsay Brewer

Road America, domenica 12 giugno 2022, gara 2

1 - Braden Eves - JHDD - 15 giri in 31’33”799
2 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 1”253
3 - Salvador De Alba - JHDD - 14”446
4 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 14”446
5 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 14”974
6 - Josh Green - Turn3 - 16”142
7 - Nolan Siegel - DeForce - 16”489
8 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 17”950
9 - Jonathan Browne - Turn3 - 18”592
10 - Colin Kaminsky - Pabst - 20”093
11 - Wyatt Brichacek - Exclusive - 20”710
12 - Kiko Porto - DeForce - 21”134
13 - Louis Foster - Exclusive - 22”221
14 - Lindsay Brewer - Exclusive - 29”454

Ritirati
Jordan Missig
Charles Finelli

In campionato
1.Foster 223 punti; 2.Gold 204; 3.Siegel 191; 4.Ahmed 184; 5.Eves 183; 6.Green 180; 7.De Alba 149; 8.Miller 146; 9.Porto 145; 10.Kaminsky 144.

1 Mar [15:54]

USF2000 a St. Pete
Pabst vince con Denmark e Rowe

Marco Cortesi

Vittorie per i piloti del team Pabst Jace Denmark e Myles Rowe nel primo appuntamento dell’USF2000 a St. Petersburg. In particolare il pilota afroamericano, supportato da Roger Penske, è stato protagonista. Nella prima corsa infatti, si è toccato con il leader Thomas Napveu mentre andava all’attacco del canadese, causando il ritiro di entrambi.

A trionfare è stato così Denmark, diciassettenne di Phoenix al suo secondo anno nella categoria. Rowe ci ha riprovato nella seconda corsa, riuscendo a passare il compagno. Secondo nella prima corsa invece è arrivato Billy Frazer. Podi per Jagger Jones, nipote di Parnelli Jones, e Bijoy Garg.

Domenica 25 febbraio 2022, gara 1

Jace Denmark - Pabst - 20 giri
Billy Frazer - Exclusive - 0.8051
Bijoy Garg - DeForce - 1.3243
Michael d'Orlando - Cape - 1.9173
Simon Sikes - Legacy - 3.4197
Spike Kohlbecker - Turn3 - 11.0065
Trey Burke - Dooling - 11.0066
Jagger Jones - Cape - 11.6497
Dylan Christie - DEForce Racing - 14.9099
Christian Weir - Turn3 - 15.7431
Jacob Douglas - Exclusive - 16.3081
Jackson Lee - Cape - 19.5709
Viktor Andersson - Velocity - 21.1788
Frederik Lund - JHDD - 22.8786
Nicky Hays - Cape Motorsports - 27.0407
Yeoroo Lee - JHDD - 31.7547
Thomas Nepveu - DeForce - 1 giro
Myles Rowe - Pabst - 1 giro
Jorge Garciarce - JHDD - 1 giro

Domenica 27 febbraio 2022, gara 2

Myles Rowe - Pabst - 20 giri
Jace Denmark - Pabst - 20
Jagger Jones - Cape - 2.9011
Michael d'Orlando - Cape - 3.9496
Thomas Nepveu - DeForce - 7.2696
Billy Frazer - Exclusive - 7.6841
Jackson Lee - Cape - 8.7914
Nicky Hays - Cape - 9.7924
Simon Sikes - Legacy Autosport - 11.0887
Jorge Garciarce - Howard - 11.417
Yeoroo Lee - Howard - 11.4171
Spike Kohlbecker - Turn3 - 1 giro
Dylan Christie - DeForce - 13 giri
Christian Weir - Turn3 - 13 giri
Bijoy Garg - DeForce - 13 giri
Jacob Douglas - Exclusive - 13 giri
Frederik Lund - JHDD - 13 giri
Trey Burke - Dooling - 17 giri
Viktor Andersson - Velocity - 20 giri

Il campionato
1. Denmark 57; 2. Frazer 40; 3. D’Orlando 38.

1 Mar [15:36]

Indy Pro 2000 a St.Pete
Vincono i rookie Siegel e Green

Marco Cortesi

Due rookie, Josh Green e Nolan Siegel, hanno conquistato la prima tappa della Indy Pro 2000 a St.Petersburg. Con le rinnovate Tatuus dotate di Halo, novità in comune con la USF2000, la categoria “di mezzo” della Road To Indy, ha visto i debuttanti grandi protagonisti. Nella prima corsa, a prevalere è stato green, che ha regolato Enaam Ahmed, seguito a sua volta da un altro rookie (anche lui inglese) Louis Foster. Foster ha poi centrato il secondo posto in gara 2 alle spalle di Siegel. Piuttosto indietro sia Braden Eves, al suo terzo anno nella serie (secondo e mezzo, dato che il primo era stato fermato da un infortunio) e autore di un terzo posto in gara 2 come miglior risultato. Lontano dal podio anche il campione della USF2000 Kiko Porto.

Sabato 26 febbraio 2022, gara 1

1 - Josh Green - Turn3 - 25 giri
2 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 0"615
3 - Louis Foster - Exclusive - 1"8226
4 - Braden Eves - JHDD - 3"8042
5 - Nolan Siegel - DeForce - 5"2548
6 - Kiko Porto - DeForce - 8"509
7 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 10"355
8 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 11"5268
9 - Salvador De Alba - JHDD - 16"508
10 - Matt Round-Garrido - Exclusive - 24"1315
11 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 1 giro
12 - Jordan Missig - Pabst - 1 giro
13 - Wyatt Brichacek - JHDD - 1 giro
14 - Colin Kaminsky - Pabst - 1 giro
15 - Jonathan Browne - Turn3 - 1 giro
16 - Christian Brooks - Exclusive - non partito

Domenica 27 febbraio 2022, gara 2

1 - Nolan Siegel - DeForce - 25 giri
2 - Louis Foster - Exclusive - 0"747
3 - Braden Eves - JHDD - 1"602
4 - Kiko Porto - DeForce - 2"9505
5 - Wyatt Brichacek - JHDD - 3"7309
6 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 4"3236
7 - Yuven Sundaramoorthy - Pabst - 6"2772
8 - Jordan Missig - Pabst - 6"885
9 - Matt Round-Garrido - Exclusive - 7"6391
10 - Reece Gold - Juncos Hollinger - 39"8745
11 - Josh Green - Turn3 - 3 giri
12 - Colin Kaminsky - Pabst - 7 giri
13 - Enaam Ahmed - Juncos Hollinger - 10 giri
14 - Jonathan Browne - Turn3 - 10 giri
15 - Salvador De Alba - JHDD - 21 giri
16 - Christian Brooks - Exclusive - non partito

In campionato
1. Siegel 50; 2. Foster 48; 3. Green 42.

17 Ott [9:37]

Dalla Danimarca con furore
Rasmussen è il campione Indy Pro 2000

Marco Cortesi

Con una vittoria e un terzo posto, Christian Rasmussen si è laureato campione della Indy Pro 2000 2021. Il pilota danese del team di Jay Howard ha approfittato di un weekend non perfetto da parte di Braden Eves, suo principale rivale, per mettere la zampata definitiva sul titolo. Ventunenne, Rasmussen si è laureato campione della USF2000 lo scorso anno dopo aver rimediato un terzo posto al debutto, e si è subito ripetuto nella seconda categoria del programma Road To Indy. Eves ha pagato il prezzo di un errore in gara 2 per via di un breve acquazzone. A vincere è stato per la prima volta l’irlandese James Roe in volata sull'inglese Enaam Ahmed.

Rasmussen aveva iniziato la carriera nella Formula Ford e nella F4 Danese, dove tra gli altri aveva corso contro Frederik Vesti e i fratelli Lundgaard, Christian e Daniel. Per lui, era arrivato subito il passaggio negli USA con la F4 a stelle e strisce nella quale aveva conquistato un terzo posto. Ora, potrà beneficiare di un’importante bonus per il balzo in Indy Lights.

Per la categoria si apre ora una lunga stagione invernale nella quale avverrà l’implementazione di una rinnovata vettura, sempre realizzata dalla Tatuus, e dotata di Halo.

Sabato 2 ottobre 2021, gara 1

1 - Christian Rasmussen - JHDD - 25 giri
2 - Artem Petrov - Exclusive - 0"4290
3 - Braden Eves - Exclusive - 1"3866
4 - Reece Gold - Juncos - 2"0908
5 - Christian Brooks - Exclusive - 3"2536
6 - Jacob Abel - Abel - 4"0697
7 - Hunter McElrea - Pabst - 4"8290
8 - Enaam Ahmed - Juncos - 5"4623
9 - Wyatt Brichacek - JHDD - 5"8981
10 - Jordan Missig - Pabst - 6"4411
11 - James Roe - Turn3 - 2 giri
12 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 2 giri

Domenica 3 ottobre 2021, gara 2

1 - James Roe - Turn3 - 25 giri
2 - Enaam Ahmed - Juncos - 0"1412
3 - Christian Rasmussen - JHDD - 1"1772
4 - Artem Petrov - Exclusive - 1"2048
5 - Christian Brooks - Exclusive - 2"7677
6 - Hunter McElrea - Pabst - 5"2962
7 - Jack William Miller - Miller Vinatieri - 8"9085
8 - Wyatt Brichacek - JHDD - 11"7568
9 - Jacob Abel - Abel - 16"3491
10 - Braden Eves - Exclusive - 21"2606
11 - Reece Gold - Juncos - 1 giro
12 - Jordan Missig - Pabst - 2 giri

Il campionato finale
1. Rasmussen 445; 2. Eves 407; 3. McElrea 378; 4. Petrov 374; 5. Gold 366.

PrevPage 1 of 5Next

News

INDY PRO/USF 2000
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone