formula 1

Monaco - Libere 2
Leclerc-Sainz divisi da 44 millesimi

E' una Ferrari che appare imprendibile quella che salta da un cordolo all'altro sfiorando i rail nel sempre affascina...

Leggi »
formula 1

Monaco - Libere 1
Leclerc fa gli onori di casa

Montecarlo è casa sua. Ci è cresciuto, le strade che formano il tracciato del Gran Premio le frequentava fin da piccolo sogna...

Leggi »
FIA Formula 2

Monaco - Qualifica
Pole di Lawson, ma da valutare

Pole-position con il giallo nella qualifica di Formula 2 a Montecarlo, letteralmente: l'autore del miglior tempo è stato ...

Leggi »
Rally

Loeb al via del Safari Rally
In Kenya con la Ford Puma Rally1

Michele Montesano L’indiscrezione circolava già nel corso del Rally del Portogallo, ma sono serviti altri giorni affinché t...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Qualifica
Dino lascia l'impronta

Con un gran giro finale Dino Beganovic è riuscito a strappare il miglior tempo assoluto nella qualifica di Monaco della Formu...

Leggi »
nascar

Raikkonen in NASCAR Cup
A Watkins Glen con Trackhouse

Sarà Kimi Raikkonen il primo pilota di caratura internazionale a correre con il team Trackhouse nell'ambito del nuovo pro...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
11 Feb [17:58]

Il punto sulle ultime firme, spiccano
Brabham, Lundqvist, Francis e Pedersen

Marco Cortesi

Va verso il completamento lo schieramento Indy Lights 2022. La categoria cadetta dell'IndyCar, che è stata oggetto di un potenziamento (e di una riduzione degli elevati costi di partecipazione), dovrebbe vedere al via 14 vetture. Resterà nella categoria Linus Lundqvist, terzo classificato della scorsa stagione dietro al tandem Kirkwood-Malukas, passati in IndyCar. Lo svedese, continuerà a correre con HMD Motorsport. Campione tra l'altro della F3 inglese e della Formula Regional Americas, ha corso anche alla 24 Ore di Daytona in GTD.

Quattro macchine ci saranno per il team Andretti. Matthew Brabham, dopo avere testato con la scuderia, ha chiuso un accordo per tornare nelle monoposto: a 27 anni, vuole un'ultima opportunità che si sarebbe meritato ben prima: la sua avventura dopo la Indy Lights era stata in IndyCar un... mordi e fuggi.

Confermato rispetto alle attese anche Ernie Francis Jr. Pluricampione Trans-Am, il ventiquattrenne afroamericano ha dimostrato grandi qualità pur con budget ridottissimi. Quest'anno a schierarlo sarà Roger Penske con il suo Force Indy.

Anche per il singaporeno Danial Frost, e per Kyffin Simpson, pilota delle Barbados, si è concretizzata una partecipazione full-time. Frosta sarà per il secondo anno con HMD, mentre Simpson ha firmato da rookie con il nuovo team TJSpeed, in arrivo dalla Regional Americas. In TJSpeed anche anche l'irlandese James Roe. Tra i più attesi anche un altro danese, Benjamin Pedersen, ancora in cerca della prima vittoria dopo i tanti podi dello scorso anno. Pedersen ha comandato la recentissima due giorni di test della categoria a Laguna Seca.

9 Nov [9:55]

Il punto sulla Indy Lights
Tra le sorprese Nannini e Brabham

Marco Cortesi

Novità di mercato e... di test per l'Indy Lights nella prima parte della stagione autunnale. La categoria, che dopo il rientro sotto l'ombrello IndyCar, punta a un'ulteriore crescita, ha visto come ulteriore adesione quella dell'Exclusive Autosport, struttura che schiererà due vetture. Nel 2021, il team canadese ha portato in pista Braden Eves e Artem Petrov.

Nei test, il miglior tempo è andato a Benjamin Pedersen per il team GRG, schierato in collaborazione con la HMD di Jay Howard. Ma non sono stati solo i piloti provenienti dalla Indy Pro 2000 a mettersi in luce.

Tra i protagonisti anche Kyffin Simpson e Matteo Nannini. Simpson, che ha conquistato il titolo Formula Regional Americas, si è piazzato secondo assoluto e ha preceduto Hunter McElrea (con Andretti). Nannini, in arrivo da un programma F3 e F2, ha testato con Juncos Hollinger terminando quarto assoluto sotto le insegne argentine.

Il Campione Indy Pro 2020 Sting Ray Robb ha debuttato con il team Andretti, con cui ha già annunciato la partecipazione alla stagione 2022, ma ci sono anche due novità "extra". La prima è Ernie Francis Jr, pluricampione della TransAm. Il ventitreenne afroamericano potrebbe essere messo in pista anche con il supporto di Penske. Ha girato su tempi competitivi, considerato la differenza di guida con le sue vetture abituali.

Altra sorpresa, quella di Matthew Branham. Il pilota australiano vorrebbe tornare alle ruote scoperte dopo il passaggio agli Stadium Super Truck e alla TransAm (dove è diventato campione 2021) per via delle poche opportunità. A 27 anni, potrebbe essere l'ultima chance.

4 Ott [16:43]

Gare a Mid-Ohio
Kirkwood vincente e campione

Marco Cortesi

Kyle Kirkwood ha conquistato a Mid-Ohio il titolo Indy Lights 2021. Il pilota di Jupiter Florida, schierato dal team Andretti, ha centrato una nuova vittoria nel doppio appuntamento conclusivo della serie, che ha fatto seguito alle numerose affermazioni della seconda parte dell'anno. In gara 1, Kirkwood ha portato a casa il primo posto con ampio margine sul suo principale avversario, David Malukas, partendo dalla pole, mentre nella seconda corsa il giovane di origini lituane si è dovuto inchinare a Linus Lundqvist sull'asfalto bagnato.

Kirkwood, quinto in gara 2, aveva bisogno semplicemente di finire la gara e non si è preso troppi rischi. E' diventato il primo pilota a vincere in successione (pur se con la "pausa-Covid" dell'Indy Lights) tutti e tre i "gradini" delle serie inclusa USF2000 e Indy Pro 2000. Come premio, riceverà una dote da oltre un milione di dollari.

Malukas, in predicato come Kirkwood di passare all'IndyCar l'anno prossimo, ha chiuso la stagione con due secondi posti in California, mentre Benjamin Pedersen e Robert Megennis hanno completato i podi. Il rookie danese ha così ottenuto il quarto posto in campionato alle spalle di Malukas e Lundqvist.

Domenica 3 ottobre 2021, gara 1

1 - Kyle Kirkwood - Andretti - 30 giri
2 - David Malukas - HMD - 6"4367
3 - Robert Megennis - Andretti - 9"9283
4 - Danial Frost - Andretti - 12"3174
5 - Sting Ray Robb - Juncos - 22"536
6 - Linus Lundqvist - GRG - 29"4496
7 - Manuel Sulaiman - HMD - 30"6398
8 - Benjamin Pedersen - GRG - 32"317
9 - Devlin DeFrancesco - Andretti - 36"0008
10 - Rasmus Lindh - Juncos - 40"0733
11 - Antonio Serravalle - Pserra - 42"1848
12 - Christian Bogle - Carlin - 49"0612

Domenica 3 ottobre 2021, gara 2

1 - Linus Lundqvist - GRG - 29 giri
2 - David Malukas - HMD - 10"6198
3 - Benjamin Pedersen - GRG - 40"6383
4 - Devlin DeFrancesco - Andretti - 1'04"7023
5 - Kyle Kirkwood - Andretti - 1'18"5828
6 - Danial Frost - Andretti - 1'21"5807
7 - Sting Ray Robb - Juncos - 1 giro
8 - Rasmus Lindh - Juncos - 1 giro
9 - Robert Megennis - Andretti - 1 giro
10 - Christian Bogle - Carlin - 3 giri
11 - Manuel Sulaiman - HMD - 4 giri
12 - Antonio Serravalle - Pserra - 24 giri

Il campionato finale
1. Kirkwood 537; 2. Malukas 524; 3. Lundqvist 449; 4. Pedersen 357; 5. Frost 338.

19 Set [20:08]

Gare a Laguna Seca
Kirkwood monopolista

Marco Cortesi

Quella dell'IndyLights a Laguna Seca è stata una gara... alla Kirkwood. Il pilota della Florida, che si trovava ad inseguire in campionato alla vigilia, ha messo a segno una perentoria doppietta partendo dalla pole in entrambe le manche, e con ampio margine.

Il portacolori di Andretti si è imposto con un margine di oltre 6 secondi su Linus Lundqvist nella prima gara, approfittando anche dell'attacco subito dal suo principale rivale, ed ex leader della graduatoria, David Malukas. Il pilota di HMD è stato anche passato dal semi-compagno di squadra (il team GRG è tecnicamente gestito da HMD) Benjamin Pedersen per il podio.

Malukas ha terminato secondo nella corsa conclusiva, con uno svantaggio impressionante, oltre 26 secondi in 35 giri. Lundqvist ha tagliato il traguardo terzo. L'ex campione della F3 inglese ha battuto Danial Frost e Pedersen.

Per dare un'idea del potenziale di Kirkwood, basti dire che da Detroit, ha conquistato otto vittorie e tre secondi posti in 12 gare. Dopo aver conquistato USF2000 e IndyPro in due anni, Kirkwood può diventare il primo pilota della storia a completare la "tripletta" con la IndyLights assicurandosi un budget da oltre un milione di dollari. Ma non è detto che la sua destinazione sia subito l'IndyCar. Andretti vorrebbe mantenerlo "in casa" e starebbe anche pensando per lui alla Formula E in attesa di avere un sedile libero. Tra l'altro, con le voci sull'acquisto della Sauber da parte di Andretti... l'appetito vien mangiando!

Sabato 18 settembre 2021

1 - David Malukas - HMD - 30 giri
2 - Kyle Kirkwood - Andretti - 5"4196
3 - Linus Lundqvist - HMD - 8"3935
4 - Benjamin Pedersen - HMD - 11"029
5 - Robert Megennis - Andretti - 13"6595
6 - Manuel Sulaiman - HMD - 15"9498
7 - Rasmus Lindh - Juncos - 17"4796
8 - Danial Frost - Andretti - 18"1948
9 - Sting Ray Robb - Juncos - 19"3916
10 - Christian Bogle - Carlin - 36"166
11 - Devlin DeFrancesco - Andretti - 4 giri

Domenica 19 settembre 2021

1 - Kyle Kirkwood - Andretti - 30 giri
2 - David Malukas - HMD - 2"5623
3 - Linus Lundqvist - HMD - 4"9886
4 - Benjamin Pedersen - HMD - 7"4706
5 - Robert Megennis - Andretti - 14"8848
6 - Danial Frost - Andretti - 16"0566
7 - Devlin DeFrancesco - Andretti - 19"3436
8 - Christian Bogle - Carlin - 39"3484
9 - Rasmus Lindh - Juncos - 51"4252
10 - Manuel Sulaiman - HMD - 1 giro
11 - Sting Ray Robb - Juncos - 12 giri

19 Set [20:07]

Gare a Portland
Parità Kirkwood-Malukas

Si è chiuso in perfetta parità tra Kyle Kirkwood e David Malukas il round dell'IndyLights a Portland. Entrambi hanno ottenuto un primo e un secondo posto con vittorie del pilota di Jay Howard in gara 1 e del portacolori Andretti in gara 2.

Nella prima gara il 19enne di origini lituane se n'è andato, mentre Kirkwood ha passato Benjamin Pedersen per la piazza d'onore. Linus Lundqvist si è poi avvantaggiato sul compagno in HMD (tre auto su quattro in top-4 in entrambe le gare).

Anche la seconda corsa ha visto Kirkwood rimontare in modo spettacolare, stavolta fino al primo posto, nelle fasi iniziali dopo essere partito quarto. Anche in questo caso nessuno è più riuscito ad impensierirlo, Terzo ha concluso nuovamente Lundqvist davanti a Pedersen.

Sabato 11 settembre 2021

1 - Kyle Kirkwood - Andretti - 30 giri
2 - Linus Lundqvist - GRG - 6"6515
3 - Benjamin Pedersen - GRG - 9"1243
4 - David Malukas - HMD - 9"7218
5 - Rasmus Lindh - Juncos - 12"0328
6 - Sting Ray Robb - Juncos - 14"3389
7 - Manuel Sulaiman - HMD - 15"4639
8 - Danial Frost - Andretti - 16"5291
9 - Devlin DeFrancesco - Andretti - 17"4696
10 - Robert Megennis - Andretti - 4 giri
11 - Christian Bogle - Carlin - 14 giri

Domenica 12 settembre 2021

1 - Kyle Kirkwood - Andretti - 35 giri
2 - David Malukas - HMD - 26"0555
3 - Linus Lundqvist - GRG - 39"3152
4 - Danial Frost - Andretti - 40"8857
5 - Benjamin Pedersen - GRG - 41"7672
6 - Robert Megennis - Andretti - 48"0055
7 - Rasmus Lindh - Juncos - 48"5498
8 - Devlin DeFrancesco - Andretti - 49"531
9 - Sting Ray Robb - Juncos - 50"1593
10 - Manuel Sulaiman - HMD - 54"303
11 - Christian Bogle - Carlin - 2 giri

24 Ago [13:52]

Gare a Gateway
La risposta di Malukas

Marco Cortesi

David Malukas ha messo in chiaro di essere ancora un valido candidato al titolo nel doppio appuntamento di Gateway dell'Indy Lights. Il diciannovenne di origine lituana ha portato al trionfo due volte il team di famiglia, l'HMD Motorsport. Entrambe le gare hanno visto preoccupazioni sull'eccessivo consumo delle gomme ed è stato deciso di anticipare la bandiera a scacchi.

In gara 1 Malukas ha dominato dalla pole, mentre Kirkwood, terzo, ha lottato con Linus Lunqvist finché il danese è finito a muro per una foratura. Un problema simile è capitato anche a Robert Megennis, che era quarto. Alla fine, terzo si è piazzato il ventunenne Benjamin Pedersen.

In gara 2, Malukas ha inseguito il poleman Kyle Kirkwood per i primi due terzi di gara, con un'interruzione decisa dalla direzione gara per permettere ai concorrenti di cambiare gomme e rifornire. Dopo l'interruzione, Malukas ha rotto gli indugi riuscendo ad affiancare il rivale all'esterno e passarlo al giro 41. Kirkwood ha concluso a 56 centesimi. Terzo Pedersen, che si è piazzato due volte a podio al suo esordio su ovale. Devlin De Francesco ha concluso quinto alle spalle di Lundqvist, dopo il quarto posto della prima corsa. Quinto e sesto posto per Alex Peroni.

Con la doppia vittoria di Gateway, Malukas ha ripreso la leadership del campionato per tre punti con tre eventi da disputare a Portland, Laguna Seca e Mid-Ohio.

Venerdì 20 agosto 2022, gara 1

1 - David Malukas - HMD - 66 giri
2 - Kyle Kirkwood - Andretti - 0"5636
3 - Benjamin Pedersen - Andretti - 0"9515
4 - Devlin DeFrancesco - Andretti - 1"5391
5 - Alex Peroni - Carlin - 1"9629
6 - Danial Frost - Andretti - 2"5944
7 - Robert Megennis - Andretti - 2 giri
8 - Christian Bogle - Carlin - 2 giri
9 - Linus Lundqvist - HMD - 8 giri
10 - Antonio Serravalle - Pserra - 9 giri
11 - Toby Sowery - Juncos - 40 giri
12 - Sting Ray Robb - Juncos - 49 giri

Sabato 21 agosto 2022, gara 2

1 - David Malukas - HMD - 62 giri
2 - Kyle Kirkwood - Andretti - 0"4572
3 - Benjamin Pedersen - HMD - 1"8575
4 - Linus Lundqvist - HMD - 2"6537
5 - Devlin DeFrancesco - Andretti - 3"0613
6 - Alex Peroni - Carlin - 4"7514
7 - Robert Megennis - Andretti - 5"7496
8 - Toby Sowery - Juncos - 8"1391
9 - Christian Bogle - Carlin - 1 giro
10 - Danial Frost - Andretti - 2 giri
11 - Sting Ray Robb - Juncos - 5 giri
12 - Antonio Serravalle - Pserra - 45 giri

Il campionato
1. Malukas 371; 2. Kirkwood 368; 3. Lundqvist 312; 4. Pedersen 245; 5. DeFrancesco 245

6 Lug [16:56]

Gare a Mid-Ohio
Kirkwood saluta la compagnia

Marco Cortesi

Doppia vittoria per Kyle Kirkwood nell'appuntamento di Mid-Ohio della Indy Lights 2021. Il pilota della Florida, schierato dal team Andretti, ha ripreso il ritmo da rullocompressore che l'aveva caratterizzato nelle stagioni precedenti. Arrivato in Ohio al secondo posto in graduatoria, ha ora 11 punti di vantaggio, ma coi cinque successi centrati nelle ultime sei gare, il futuro sembra positivo.

In gara 1, David Malukas ha provato ad inseguirlo, ma ha spinto troppo, commettendo un errore e lasciando passare il Singaporeno Danial Frost per una doppietta di Andretti, mentre al quarto posto, Linus Lundqvist ha preceduto Devlin DeFrancesco.

In gara 2, Frost è partito dalla pole ma Kirkwood ha usato al meglio il push-to-pass per mettersi davanti e scappare a oltre 6" di margine. A testimoniare un weekend che ha avuto valori molto ben definiti, il fatto che la top-6 della seconda corsa sia stata esattamente identica alla prima, con Malukas, Lundqvist, DeFrancesco e Toby Sowery.

Sabato 3 luglio luglio 2021, gara 1

1 - Kyle Kirkwood - Andretti - 35 giri
2 - Danial Frost - Andretti - 4"166
3 - David Malukas - HMD - 4"8076
4 - Linus Lundqvist - HMD - 8"1424
5 - Devlin DeFrancesco - Andretti - 13"4894
6 - Toby Sowery - Juncos - 14"0083
7 - Robert Megennis - Andretti - 17"608
8 - Benjamin Pedersen - HMD - 18"7311
9 - Alex Peroni - Carlin - 19"2162
10 - Sting Ray Robb - Juncos - 20"1702
11 - Nikita Lastochkin - HMD - 28"8213
12 - Antonio Serravalle - Pserra - 29"3824
13 - Christian Bogle - Carlin - 2 laps

Domenica 4 luglio 2021, gara 2

1 - Kyle Kirkwood - Andretti - 35 giri
2 - Danial Frost - Andretti - 6"8666
3 - David Malukas - HMD - 10"4069
4 - Linus Lundqvist - HMD - 13"252
5 - Devlin DeFrancesco - Andretti - 14"0368
6 - Toby Sowery - Juncos - 14"6599
7 - Benjamin Pedersen - HMD - 22"067
8 - Robert Megennis - Andretti - 22"6861
9 - Alex Peroni - Carlin - 26"3576
10 - Christian Bogle - Carlin - 42"5132
11 - Sting Ray Robb - Juncos - 43"244
12 - Nikita Lastochkin - HMD - 44"942
13 - Antonio Serravalle - Pserra - 6 laps

Il campionato
1. Kirkwood 290; 2. Malukas 279; 3. Lundqvist 265; 4. Frost 204; 5. Sowery 201.


23 Giu [15:18]

Gare a Road America
Battaglia Kirkwood-Malukas

Kyle Kirkwood e David Malukas sono sempre più i due contendenti di punta per il campionato Indy Lights 2021. A Road America, i due piloti si sono divisi le vittorie. La prima corsa è stata appannaggio del pilota della Florida, schierato da Andretti. Kirkwood ha preso la vetta dal terzo posto in griglia e non l'ha più mollata, precedendo il danese Benjamin Pedersen, autore del miglior risultato in carriera, e Robert Megennis. In gara 1, Malukas ha perso terreno invece per un contatto con Danial Frost. L'americano di origini lituane si è rifatto con gli interessi nella manche domenicale davanti a Megennis e Frost, con l'Australiano Alex Peroni quarto. Quinta piazza per Linus Lundqvist, una in meno rispetto alla prima gara. Mentre lottava per la terza piazza, Kirkwood è stato spedito ai box da un problema ad una sospensione.

Sabato 19 giugno 2021, gara 1

1 - Kyle Kirkwood - Andretti Autosport - 20 giri
2 - Benjamin Pedersen - HMD Motorsports - 11"0667
3 - Robert Megennis - Andretti Autosport - 12"4513
4 - Linus Lundqvist - HMD Motorsports - 13"8048
5 - Toby Sowery - Juncos Racing - 20"8627
6 - Antonio Serravalle - Pserra Racing - 21"8642
7 - David Malukas - HMD Motorsports - 23"5816
8 - Sting Ray Robb - Juncos Racing - 29"8924
9 - Christian Bogle - Carlin - 30"5161
10 - Devlin DeFrancesco - Andretti Autosport - 01:05"09
11 - Danial Frost - Andretti Autosport - 1 giro
12 - Nikita Lastochkin - HMD Motorsports - 5 giri
13 - Alex Peroni - Carlin - 8 giri

Domenica 20 giugno 2021, gara 2

1 - David Malukas - HMD Motorsports - 20 giri
2 - Robert Megennis - Andretti Autosport - 4"5886
3 - Danial Frost - Andretti Autosport - 8"0333
4 - Alex Peroni - Carlin - 8"4659
5 - Linus Lundqvist - HMD Motorsports - 15"3427
6 - Devlin DeFrancesco - Andretti Autosport - 17"0443
7 - Benjamin Pedersen - HMD Motorsports - 21"0577
8 - Christian Bogle - Carlin - 31"5845
9 - Sting Ray Robb - Juncos Racing - 35"1704
10 - Antonio Serravalle - Pserra Racing - 37"0462
11 - Nikita Lastochkin - HMD Motorsports - 37"8834
12 - Kyle Kirkwood - Andretti Autosport - 4 giri
13 - Toby Sowery - Juncos Racing - 19 giri

Il campionato
1. Malukas 235; 2. Kirkwood 227; 3. Lundqvist 227; 4. Sowery 171 5. Megennis, 156

PrevPage 1 of 10Next

News

indy lights
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone