formula 1

Kubica con Alfa nella FP1 in Bahrain,
in attesa di definire i programmi 2021

Jacopo Rubino - XPB Images

Robert Kubica è pronto a tornare al volante dell'Alfa Romeo Rac...

Leggi »
Mondiale Rally

Niente ritiro per Ogier:
resta in Toyota per il WRC 2021

Jacopo Rubino

Il ritiro può attendere: Sebastien Ogier ha deciso di proseguire almeno per un altro anno ...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
9 Nov [9:31]

Silverstone, gare
Frederick campione di forza

Jacopo Rubino

Kaylen Frederick, il favorito alla vigilia della stagione, è il campione 2020 della BRDC British F3. L'americano nell'ultimo round a Silverstone è stato quasi implacabile, anche per il suo principale avversario Kush Maini: tornato leader della classifica nella precedente tappa a Donington, Frederick ha vinto con autorità gara 1 e gara 3 scattando dalla pole-position. Il suo totale di successi quest'anno è così salito a 9.

Nella prima corsa, dopo aver respinto la minaccia di Maini allo start, il portacolori del team Carlin era già in fuga quando il suo vantaggio è stato azzerato dalla safety-car intervenuta per l'incidente fra Ulysse De Pauw e Reece Ushijima (addirittura squalificato per la manovra). Alla ripresa, comunque, Frederick ha subito staccato il resto del gruppo. Tutto liscio invece in gara 3, quella decisiva per il titolo: allo statunitense bastava tagliare al traguardo per la certezza matematica del trono, ma ha trionfato con una marcia ininterrotta al comando.

Niente da fare per Maini, sesto, che aveva perso terreno su Frederick anche in gara 2 con griglia invertita. Entrambi avevano scelto di partire con gomme da bagnato, hanno duellato nelle fasi iniziali, ma l'asfalto è andato ad asciugarsi e sono scivolati indietro: l'indiano 17esimo, Frederick più avanti, 12esimo. L'alfiere della Hitech, squadra comunque vicina al titolo al debutto, è così salito sul podio soltanto in gara 1, terzo. Lo aveva però scavalcato subito Ayrton Simmons, velocissimo al rientro nella categoria con JHR. L'anglo-spagnolo si è poi preso il gradino basso in gara 3, dietro al brasiliano Roberto Faria, in crescendo dopo essere entrato ad anno in corso insieme alla Fortec.

Gara 2, iniziata in ritardo per nebbia, è stata la più spettacolare e ha visto improsi Benjamin Pedersen, terzo sullo schieramento. Il pilota Double R ha capeggiato un trenino di cinque macchine, composto inoltre da Bart Horsten, Nazim Azman, Roberto Faria e Oliver Clarke, ma anche nelle retrovie la lotta è stata molto intensa.

Sabato 7 novembre 2020, gara 1

1 - Kaylen Frederick - Carlin - 10 giri 20'50"749
2 - Ayrton Simmons - JHR - 2"608
3 - Kush Maini - Hitech - 3"834
4 - Roberto Faria - Fortec - 4"857
5 - Louis Foster - Double R - 6"127
6 - Oliver Clarke - Hillspeed - 6"260
7 - Josh Skelton - Dittmann - 8"176
8 - Bart Horsten - Lanan - 9"664
9 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 10"023
10 - Piers Prior - Lanan - 10"713
11 - Nazim Azman - Carlin - 12"258
12 - Carter Williams - JHR - 13"883
13 - Jonny Wilkinson - Fortec - 15"095
14 - Manaf Hijjawi - Douglas - 18"174
15 - Benjamin Pedersen - Double R - 18"466
16 - Josh Mason - Lanan - 24"881
17 - Max Marzorati - Dittmann - 24"963

Giro più veloce: Kaylen Frederick 1'54"406

Ritirati
6° giro - Ulysse De Pauw

Squalificato
Reece Ushijima

Domenica 8 novembre 2020, gara 2

1 - Benjamin Pedersen - Double R - 10 giri 20'21"370
2 - Bart Horsten - Lanan - 0"737
3 - Nazim Azman - Carlin - 1"140
4 - Oliver Clarke - Hillspeed - 2"001
5 - Carter Williams - JHR - 19"440
6 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 20"362
7 - Roberto Faria - Fortec - 21"327
8 - Piers Prior - Lanan - 1'00"282
9 - Louis Foster - Double R - 1'13"833
10 - Josh Skelton - Dittmann - 1'16"222
11 - Max Marzorati - Dittmann - 1'122"715
12 - Kaylen Frederick - Carlin - 1'36"082
13 - Ulysse De Pauw - Douglas - 1'43"082
14 - Manaf Hijjawi - Douglas - 1'48"091
15 - Reece Ushijima - Hitech - 1'48"261
16 - Jonny Wilkinson - Fortec - 1'49"577
17 - Kush Maini - Hitech - 1'53"081
18 - Ayrton Simmons - JHR - 1 lap
19 - Josh Mason - Lanan - 1 lap

Giro più veloce: Sasakorn Chaimongkol 1'56"877

Domenica 8 novembre 2020, gara 3

1 - Kaylen Frederick - Carlin - 10 giri 19'15"778
2 - Roberto Faria - Fortec - 4"121
3 - Ayrton Simmons - JHR - 8"660
4 - Oliver Clarke - Hillspeed - 9"932
5 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 11"435
6 - Kush Maini - Hitech - 14"600
7 - Josh Skelton - Dittmann - 15"562
8 - Reece Ushijima - Hitech - 20"135
9 - Jonny Wilkinson - Fortec - 22"404
10 - Carter Williams - JHR - 23"129
11 - Nazim Azman - Carlin - 23"687
12 - Piers Prior - Lanan - 24"851
13 - Josh Mason - Lanan - 27"091
14 - Benjamin Pedersen - Double R - 27"617
15 - Ulysse De Pauw - Douglas - 39"192
16 - Louis Foster - Double R - 1'28"117
17 - Manaf Hijjawi - Douglas - 1'33"117

Giro più veloce: Kaylen Frederick 1'54"564

Ritirati
2° giro - Max Marzorati
2° giro - Bart Horsten

Il campionato
1.Frederick 499 punti; 2.Maini 448; 3.De Pauw 392; 4.Foster 388; 5.Azman 370; 6.Skelton 320; 7.Chaimongkol 320; 8.Clarke 310; 9.Pedersen 299; 10.Horsten 288

26 Ott [9:54]

Donington, gare
Frederick si riprende la vetta

Jacopo Rubino

Kaylen Frederick ha riconquistato la vetta della British F3, e lo ha fatto proprio in vista del round decisivo in programma il 7-8 novembre a Silverstone. Merito di un grande fine settimana a Donington, che sul circuito corto "National" ha ospitato la penultima tappa in calendario: il pilota americano ha vinto gara 1 e gara 3 e adesso ha 13 punti di vantaggio su Kush Maini, che era diventato leader dal weekend a Brands Hatch.

Il sorpasso in graduatoria è avvenuto già nella prima manche, posticipata a domenica mattina per l  condizioni meteo sfavorevoli del sabato. Su asfalto umido, Frederick ha viaggiato sempre in testa inseguito da Ulysse De Pauw. Maini, invece, ha scelto di partire con le gomme slick e ha faticato moltissimo nelle fasi iniziali, quando è stata persino necessaria la safety-car per le uscite di ben sei macchine, comprese quelle di Louis Foster e Josh Skelton. La pista si è via via asciugata, ma Maini non è andato oltre il nono posto.

L'indiano ha riguadagnato qualcosa terminando quarto in gara 2 con griglia invertita, vinta dal malese Nazim Azman davanti Benjamin Pedersen, mentre Frederick ha chiuso settimo. L'alfiere Carlin, di nuovo in pole, ha però dominato gara 3: altro successo, il settimo dell'anno, ottenuto con 15" di margine sulla sorpresa Sasakorn Chaimongkol, giunto in piazza d'onore. Sul gradino più basso del podio, proprio Maini: il portacolori Hitech, così come Chaimongkol, ha beneficiato del problema tecnico che ha costretto al ritiro Oliver Clarke, il quale fino a una tornata dal traguardo occupava in tranquillità la seconda posizione.

E ora, come detto, resta un solo round da disputare: la matematica tiene in gioco per il titolo anche il belga De Pauw, Foster nonostante un weekend difficile e, di un soffio, Azman. Il malese è infatti a -89 dal leader Frederick, suo compagno di squadra, a fronte di un massimo di 100 lunghezze ancora disponibili.

Domenica 25 ottobre 2020, gara 1

1 - Kaylen Frederick - Carlin - 15 giri 20'41"850
2 - Ulysse De Pauw - Douglas - 1"266
3 - Oliver Clarke - Hillspeed - 8"659
4 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 11"285
5 - Roberto Faria - Fortec - 12"850
6 - Benjamin Pedersen - Double R - 15"182
7 - Nazim Azman - Carlin - 15"704
8 - Max Marzorati - Dittmann - 31"171
9 - Kush Maini - Hitech - 43"933
10 - Reece Ushijima - Hitech - 56"983
11 - Bart Horsten - Lanan - 1'00"289

Giro più veloce: Ulysse De Pauw 1'09"459

Ritirati
1° giro - Louis Foster
1° giro - Josh Skelton
1° giro - Manaf Hijjawi
1° giro - Piers Prior
1° giro - Josh Mason

Domenica 25 ottobre 2020, gara 2

1 - Nazim Azman - Carlin - 18 giri
2 - Benjamin Pedersen - Double R - 2"655
3 - Ulysse De Pauw - Douglas - 3"099
4 - Kush Maini - Hitech - 7"702
5 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 10"632
6 - Josh Skelton - Dittmann - 11"772
7 - Kaylen Frederick - Carlin - 12"476
8 - Roberto Faria - Fortec - 12"993
9 - Oliver Clarke - Hillspeed - 17"643
10 - Bart Horsten - Lanan - 18"074
11 - Piers Prior - Lanan - 19"259
12 - Louis Foster - Double R - 20"764
13 - Reece Ushijima - Hitech - 21"029
14 - Josh Mason - Lanan - 21"535
15 - Max Marzorati - Dittmann - 28"758

Giro più veloce: Ulysse De Pauw 1'03"283

Ritirati
4° giro - Manaf Hijjawi

Domenica 25 ottobre 2020, gara 3

1 - Kaylen Frederick - Carlin - 18 giri
2 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 15"103
3 - Kush Maini - Hitech - 15"412
4 - Louis Foster - Double R - 16"549
5 - Benjamin Pedersen - Double R - 17"304
6 - Nazim Azman - Carlin - 17"994
7 - Bart Horsten - Lanan - 18"765
8 - Ulysse De Pauw - Douglas - 19"847
9 - Roberto Faria - Fortec - 20"854
10 - Josh Skelton - Dittmann - 21"166
11 - Josh Mason - Lanan - 24"082
12 - Piers Prior - Lanan - 24"344
13 - Manaf Hijjawi - Douglas - 28"264
14 - Max Marzorati - Dittmann - 29"993

Giro più veloce: Kaylen Frederick 1'02"677

Ritirati
17° giro - Oliver Clarke
7° giro - Reece Ushijima

Il campionato
1.Frederick 420 punti; 2.Maini 407; 3.De Pauw 378; 4.Foster 353; 5.Azman 331; 6.Skelton 283; 7.Chaimongkol 276; 8.Pedersen 264; 9.Clarke 251; 10.Horsten 250

6 Ott [10:30]

Snetterton, gare
Ora è sfida a 4 per il titolo

Jacopo Rubino

Dopo il super weekend a Snetterton, con quattro manches disputate, la lotta per il titolo 2020 della BRDC British F3 è diventata accesissima: Kush Maini ha conservato la vetta della classifica con 349 punti, ma Kaylen Frederick si è riportato sotto, a -9, e in scia ci sono inoltre Louis Foster (328) e Ulysse De Pauw (317). Ed è stato proprio questo poker a spartirsi i successi in palio sul circuito nella regione di Norfolk, in cui la pioggia è stata una presenza costante.

Ad aprire le danze è stato Frederick, trionfatore in gara 1 con una prova impeccabile dalla pole-position: solo Foster, secondo, ha retto il confronto. Corsa difficile invece per Maini, appena undicesimo, per giunta con un testacoda al penultimo giro. In gara 2 con griglia invertita l'indiano si è però riscattato, andando a vincere davanti a De Pauw. La miglior rimonta è stata però quella di Foster, quarto risalendo dalla penultima casella in griglia. La stessa impresa non è riuscita Frederick, costretto a limitare i danni dopo essere uscito di pista al primo giro per il contatto con un'altra vettura.

Foster ha celebrato la vittoria di gara 3, forse la più difficile a livello meteo, tanto che la partenza è avvenuta in regime di safety-car. L'alfiere del team Double R ha preceduto Frederick, dopo un elastico fra i loro distacchi, poi l'americano ha chiuso in piazza d'onore anche in gara 4, aggiunta (come a Oulton Park e Brands Hatch) per sopperire alla cancellazione del round di Spa per il COVID-19.

L'ultima corsa del fine settimana ha visto imporsi il belga De Pauw, già secondo in gara 2. Il pilota di casa Douglas ha subito approfittato di un errore del poleman Foster, poi quinto al traguardo. Maini ha ceduto altro terreno prezioso in graduatoria sui diretti inseguitori: il portacolori Hitech ha infatti terminato con un settimo posto, incassando un paio di attacchi, ma in gara 3 era giunto appena quindicesimo. Da segnalare i podi conquistati dal malese Nazim Azman (doppio), Josh Skelton e Benjamin Pedersen. Adesso restano due eventi in calendario, quello del 24/25 ottobre sul tracciato "corto" di Donington e il 7/8 novembre a Silverstone.

Sabato 3 ottobre 2020, gara 1

1 - Kaylen Frederick - Carlin - 10 giri 21'24"530
2 - Louis Foster - Double R - 3"125
3 - Nazim Azman - Carlin - 15"281
4 - Oliver Clarke - Hillspeed - 17"166
5 - Ulysse De Pauw - Douglas - 18"124
6 - Manaf Hijjawi - Douglas - 23"351
7 - Josh Skelton - Dittmann - 35"776
8 - Bart Horsten - Lanan - 38"250
9 - Reece Ushijima - Hitech - 52"249
10 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 53"720
11 - Kush Maini - Hitech - 54"158
12 - Roberto Faria - Fortec - 1'16"901
13 - Alex Fores - Dittmann - 1'25"715
14 - Piers Prior - Lanan - 1'36"468
15 - Carter Williams - JHR - 1'48"186
16 - Max Marzorati - JHR - 2'03"613

Giro più veloce: Louis Foster 2'06"747

Ritirati
1° giro - Benjamin Pedersen
1° giro - Josh Mason

Sabato 3 ottobre 2020, gara 2

1 - Kush Maini - Hitech - 10 giri 20'24"244
2 - Ulysse De Pauw - Douglas - 4"421
3 - Josh Skelton - Dittmann - 9"028
4 - Louis Foster - Double R - 13"940
5 - Piers Prior - Lanan - 14"351
6 - Benjamin Pedersen - Double R - 18"716
7 - Manaf Hijjawi - Douglas - 21"908
8 - Bart Horsten - Lanan - 22"280
9 - Oliver Clarke - Hillspeed - 26"826
10 - Nazim Azman - Carlin - 30"546
11 - Reece Ushijima - Hitech - 36"091
12 - Kaylen Frederick - Carlin - 36"241
13 - Carter Williams - JHR - 42"947
14 - Alex Fores - Dittmann - 43"301
15 - Max Marzorati - JHR - 45"083
16 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 56"142
17 - Josh Mason - Lanan - 1'11"704
18 - Roberto Faria - Fortec - 1'54"790

Giro più veloce: Ulysse De Pauw 1'59"552

Domenica 4 ottobre 2020, gara 3

1 - Louis Foster - Double R - 8 giri 20'15"234
2 - Kaylen Frederick - Carlin - 2"271
3 - Benjamin Pedersen - Double R - 12"101
4 - Manaf Hijjawi - Douglas - 12"664
5 - Ulysse De Pauw - Douglas - 13"343
6 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 14"954
7 - Oliver Clarke - Hillspeed - 16"406
8 - Piers Prior - Lanan - 23"037
9 - Josh Mason - Lanan - 24"450
10 - Bart Horsten - Lanan - 24"814
11 - Nazim Azman - Carlin - 28"461
12 - Roberto Faria - Fortec - 52"675
13 - Reece Ushijima - Hitech - 58"496
14 - Carter Williams - JHR - 1'01"870
15 - Kush Maini - Hitech - 1'05"704
16 - Max Marzorati - JHR - 1'13"146

Giro più veloce: Kaylen Frederick 2'11"915

Ritirati
7° giro - Josh Skelton
4° giro - Alex Fores

Domenica 4 ottobre 2020, gara 4

1 - Ulysse De Pauw - Douglas - 9 giri 21'37"050
2 - Kaylen Frederick - Carlin - 0"896
3 - Nazim Azman - Carlin 14"924
4 - Oliver Clarke - Hillspeed - 15"413
5 - Louis Foster - Double R - 15"535
6 - Josh Skelton - Dittmann - 24"909
7 - Kush Maini - Hitech - 31"680
8 - Piers Prior - Lanan - 34"092
9 - Bart Horsten - Lanan - 36"765
10 - Reece Ushijima - Hitech - 39"417
11 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 39"581
12 - Carter Williams - JHR - 40"003
13 - Alex Fores - Dittmann - 40"330
14 - Benjamin Pedersen - Double R - 40"756
15 - Roberto Faria - Fortec - 41"685
16 - Manaf Hijjawi - Douglas - 42"521
17 - Max Marzorati - JHR - 49"794

Giro più veloce: Kalyen Frederick 2'08"163

Ritirati
3° giro - Josh Mason

Il campionato
1.Maini 349 punti; 2.Frederick 340; 3.Foster 328; 4.De Pauw 317; 5.Azman 278; 6.Skelton 256; 7.Clarke 220; 8.Chaimongkol 215; 9.Horsten 213; 10.Jewiss 211

21 Set [19:17]

Donington, gare
Maini allunga in classifica

Jacopo Rubino

A Donington la British F3 ha compiuto il giro di boa della stagione 2020, con Kush Maini a consolidare la leadership nella generale: l'indiano ha chiuso il weekend in bellezza grazie alla vittoria in gara 3. Decisivo il suo sorpasso al primo giro sul poleman Kaylen Frederick, ormai calato a tutti gli effetti nei panni di antagonista. L'americano si è lasciato alle spalle il "disastro" della precedente tappa a Brands Hatch, dominando gara 1 e riprendendosi almeno la piazza d'onore in campionato, a -54 dal battistrada Maini.

L’alfiere della Hitech, squadra all’esordio nella categoria, sta facendo della costanza la sua arma principale: ha vinto “solo” due manches, ma ha sempre raccolto punti. Sabato in gara 1 è salito sul gradino più basso del podio, dietro a un ottimo Ulysse De Pauw, in gara 2 con griglia totalmente invertita ha lottato per giungere decimo. Meglio di Frederick, dodicesimo, e costretto a recuperare da un errore in apertura. In gara 3 il pilota del team Carlin è stato poi superato non solo da Maini, ma anche dal belga De Pauw, di nuovo secondo. E per colpa di una penalità di 5” per track limits, dopo il traguardo è stato retrocesso quarto. A venire promosso in terza posizione è stato quindi il compagno di squadra Nazim Azman.

In gara 2, invece, ha trionfato Louis Foster che è terzo in graduatoria: il portacolori Double R scattava sesto ma si è rapidamente proiettato in cima al gruppo, e nelle fasi finali ha resistito all’avvicinarsi di Josh Mason per blindare il risultato. Terzo Manaf Hijjawi (Douglas Motorsport), al primo podio nella serie d’Oltremanica. Nell’ultima manche il giordano non ha però preso il via, fermato da un problema tecnico nel giro di formazione. Foster in avvio di gara 1 aveva perso terreno in un contatto che ha messo ko la novità Frank Bird e ha danneggiato anche Kiern Jewiss, richiamando la safety-car.

Da segnalare che in questo round la British F3 ha riaccolto la Fortec, una delle compagini di maggior peso: due le vetture messe in pista, per il già citato Bird (ex F.Renault, tornato in monoposto dopo qualche sortita nel mondo GT) e per Roberto Faria, promosso in corsa dalla British F4, a cui è stato così "rubato" un iscritto. Altro esordiente con il Chris Dittmann Racing è stato Alex Fores, protagonista di un doppio crash: in gara 2 con Oliver Clarke, in gara 3 con Piers Prior, in questo caso rimediando addirittura la squalifica dai commissari per una manovra ritenuta antisportiva.

Sabato 19 settembre 2020, gara 1

1 - Kaylen Frederick - Carlin - 12 giri 19'29"110
2 - Ulysse De Pauw - Douglas - 3"204
3 - Kush Maini - Hitech - 3"784
4 - Bart Horsten - Lanan - 5"047
5 - Nazim Azman - Carlin - 8"805
6 - Benjamin Pedersen - Double R - 10"132
7 - Oliver Clarke - Hillspeed - 10"606
8 - Reece Ushijima - Hitech - 11"167
9 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 12"207
10 - Piers Prior - Lanan - 12"902
11 - Louis Foster - Double R - 13"222
12 - Manaf Hijjawi - Douglas - 14"250
13 - Josh Skelton - Dittmann - 14"530
14 - Josh Mason - Lanan - 16"923
15 - Alex Fores - Dittmann - 20"073
16 - Roberto Faria - Fortec - 24"167
17 - Kiern Jewiss - Douglas - 5 giri

Giro più veloce: Kaylen Frederick 1'25"210

Ritirati
1° giro - Frank Bird

Domenica 20 settembre 2020, gara 2

1 - Louis Foster - Double R - 12 giri 17'17"422
2 - Josh Mason - Lanan - 0"998
3 - Manaf Hijjawi - Douglas - 1"950
4 - Reece Ushijima - Hitech - 2"337
5 - Roberto Faria - Fortec - 5"256
6 - Josh Skelton - Dittmann - 5"820
7 - Piers Prior - Lanan - 6"752
8 - Oliver Clarke - Hillspeed - 7"287
9 - Ulysse De Pauw - Douglas - 8"661
10 - Kush Maini - Hitech - 9"180
11 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 9"849
12 - Kaylen Frederick - Carlin - 10"136
13 - Bart Horsten - Lanan - 11"935
14 - Nazim Azman - Carlin - 12"678
15 - Benjamin Pedersen - Double R - 13"474
16 - Frank Bird - Fortec - 14"147
17 - Kiern Jewiss - Douglas - 15"068

Giro più veloce: Reece Ushijima 1'25"095

Ritirati
8° giro - Alex Fores

Domenica 20 settembre 2020, gara 3

1 - Kush Maini - Hitech - 11 giri 15'48"539
2 - Ulysse De Pauw - Douglas - 2"771
3 - Nazim Azman - Carlin - 7"303
4 - Kaylen Frederick - Carlin - 8"130
5 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 8"291
6 - Reece Ushijima - Hitech - 11"669
7 - Bart Horsten - Lanan - 13"103
8 - Kiern Jewiss - Douglas - 14"314
9 - Benjamin Pedersen - Double R - 14"799
10 - Frank Bird - Fortec - 19"081
11 - Louis Foster - Double R - 20"051
12 - Roberto Faria - Fortec - 20"487
13 - Josh Mason - Lanan - 24"631
14 - Josh Skelton - Dittmann - 1 lap
15 - Oliver Clarke - Hillspeed - 1 lap

Giro più veloce: Kaylen Frederick 1'25"419

Ritirati
3° giro - Piers Prior
1° giro - Manaf Hijjawi

Squalificato
Alex Fores

Il campionato
1.Maini 296 punti; 2.Frederick 242; 3.Foster 224; 4.De Pauw 220; 5.Azman 213; 6.Jewiss 211; 7.Skelton 204; 8.Chaimongkol 177; 9.Ushijima 175; 10.Horsten 169

31 Ago [10:19]

Brands Hatch, gare
Maini leader, disastro Frederick

Jacopo Rubino

Durante il terzo appuntamento a Brands Hatch la classifica della British F3 ha cambiato leader: con 227 punti ora è Kush Maini, alfiere della debuttante Hitech, che ha inoltre festeggiato la prima vittoria dell'anno in gara 4. Anche in questo weekend si è infatti disputata una corsa aggiuntiva, come già accaduto a Oulton Park e come sarà a Snetterton, per recuperare la trasferta di Spa cancellata dal calendario 2020. Kaylen Frederick, che alla vigilia si era presentato in vetta alla graduatoria, ha invece vissuto un fine settimana disastroso e adesso è addirittura quinto in campionato a quota 178.

L'americano è uscito di pista in qualifica, sul bagnato, e al via di gara 1 è stato vittima di un crash con Piers Prior, a motori spenti addirittura squalificato per la manovra. Questi episodi hanno compromesso il suo intero fine settimana, con partenza dalle retrovie sia in gara 2 (12° al traguardo) che nella manche conclusiva (11°). Frederick è stato protagonista di un ulteriore contatto con Prior all'inizio di gara 3, coinvolgendo l'incolpevole Manaf Hijjawi. Entrambi sono stati esclusi dai commissari, con Prior recidivo, avendo ignorato la segnalazione di safety-car chiamata dal crash di Ulysse De Pauw. È stata così necessaria la bandiera rossa e lunga interruzione.

In gara 4 Maini ha preso il via dalla pole e ha preceduto proprio De Pauw, con Louis Foster terzo. Rischio per Ayrton Simmons, che ha rallentato dopo pochi metri per problemi tecnici, fortunatamente schivato dagli avversari. L'anglo-spagnolo ha vissuto comunque bel weekend da wild-card di lusso: impegnato quest'anno in Euroformula Open, è tornato una-tantum con il team Dittmann per sostituire l'argentino Nico Varrone e ha giocato un ruolo da protagonista, vincendo dalla pole-position sia gara 1 che gara 3. Maini ha chiuso in piazza d'onore nella manche di apertura, mentre nella terza si è dovuto accontentare del gradino più basso del podio, beffato al restart da Josh Skelton e lottando contro Kiern Jewiss e Sasakorn Chaimongkol.

Jewiss, Skelton e Foster hanno quindi superato a loro volta in graduatoria Frederick, e non lontano dal pilota del team Carlin c'è il compagno Nazim Azman. Il malese ha centrato il successo in gara 2, quella con schieramento invertito, grazie a un ottimo scatto che dalla quarta casella lo ha lanciato in cima al gruppo. Alle sue spalle Reece Ushijima e Bart Horsten, mentre il miglior "big" è stato Jewiss, quinto.

Sabato 29 agosto 2020, gara 1

1 - Ayrton Simmons - Dittmann - 11 giri 20'39"317
2 - Kush Maini - Hitech - 0"587
3 - Ulysse De Pauw - Douglas - 1"683
4 - Louis Foster - Double R - 5"013
5 - Kiern Jewiss - Douglas - 6"497
6 - Josh Skelton - Dittmann - 8"081
7 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 8"858
8 - Benjamin Pedersen - Double R - 9"318
9 - Oliver Clarke - Hillspeed - 10"516
10 - Josh Mason - Lanan - 12"089
11 - Nazim Azman - Carlin - 13"456
12 - Manaf Hijjawi - Douglas - 15"511
13 - Bart Horsten - Lanan - 16"630
14 - Reece Ushijima - Hitech - 24"763

Giro più veloce: Ulysse De Pauw 1'21"595

Ritirati
4° giro - Kaylen Frederick

Squalificato
Piers Prior

Sabato 29 agosto 2020, gara 2

1 - Nazim Azman - Carlin - 14 giri 19'29"899
2 - Reece Ushijima - Hitech - 0"699
3 - Bart Horsten - Lanan - 1"142
4 - Oliver Clarke - Hillspeed - 2"807
5 - Kiern Jewiss - Douglas - 3"136
6 - Benjamin Pedersen - Double R - 3"856
7 - Ulysse De Pauw - Douglas - 4"328
8 - Josh Skelton - Dittmann - 6"868
9 - Josh Mason - Lanan - 7"153
10 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 7"460
11 - Kush Maini - Hitech - 8"246
12 - Kaylen Frederick - Carlin - 8"728
13 - Piers Prior - Lanan - 9"030
14 - Louis Foster - Double R - 9"206
15 - Ayrton Simmons - Dittmann - 12"394
16 - Manaf Hijjawi - Douglas - 18"033

Giro più veloce: Ulysse De Pauw 1'21"557

Domenica 30 agosto 2020, gara 3

1 - Ayrton Simmons - Dittmann - 10 giri 13'44"642
2 - Josh Skelton - Dittmann - 1"362
3 - Kush Maini - Hitech - 3"523
4 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 4"082
5 - Kiern Jewiss - Douglas - 5"684
6 - Louis Foster - Double R - 6"985
7 - Bart Horsten - Lanan - 8"036
8 - Reece Ushijima - Hitech - 9"607
9 - Benjamin Pedersen - Double R - 10"817
10 - Nazim Azman - Carlin - 12"926
11 - Oliver Clarke - Hillspeed - 14"747
12 - Josh Mason - Lanan - 16"342

Giro più veloce: Ayrton Simmons 1'21"251

Non partiti
Kaylen Frederick
Piers Prior
Manaf Hijjawi
Ulysse De Pauw

Domenica 30 agosto 2020, gara 4

1 - Kush Maini - Hitech - 12 giri 19'59"633
2 - Ulysse De Pauw - Douglas - 0"782
3 - Louis Foster - Double R - 4"994
4 - Kiern Jewiss - Douglas - 5"645
5 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 7"849
6 - Josh Skelton - Dittmann - 9"448
7 - Bart Horsten - Lanan - 10"362
8 - Nazim Azman - Carlin - 10"540
9 - Reece Ushijima - Hitech - 10"644
10 - Benjamin Pedersen - Double R - 11"610
11 - Kaylen Frederick - Carlin - 11"845
12 - Oliver Clarke - Hillspeed - 12"075
13 - Josh Mason - Lanan - 13"031
14 - Piers Prior - Lanan - 14"205

Giro più veloce: Kush Maini 1'21"454

Ritirati
1° giro - Ayrton Simmons
1° giro - Manaf Hijjawi

Il campionato
1.Maini 227 punti; 2.Jewiss 198; 3.Skelton 180; 4.Louis Foster 179; 5.Frederick 178; 6.Azman 168; 7.De Pauw 149; 8.Chaimongkol 141; 9.Horsten 130; 10.Pedersen 128

17 Ago [10:27]

Donington, gare
Grande domenica per Frederick

Jacopo Rubino

A Donington si è svolta la seconda tappa della British F3 2020, e Kaylen Frederick rimane il nome in maggiore evidenza. L'americano ha dominato gara 3 su pista umida, ha rimontato fino alla piazza d'onore in gara 2, ma in gara 1 problemi al cambio erano stati causa di tre errori (più un crash dopo la bandiera a scacchi) che lo avevano fatto scivolare dalla pole-position a una deludente ottava posizione al traguardo. Il pilota del team Carlin desiderava di riscattarsi e nelle manche di domenica ha reagito al meglio, conservando il suo ruolo di leader.

Ora Frederick ha 161 punti, contro i 132 di Kush Maini che è il principale inseguitore: in questo weekend l'alfiere della debuttante Hitech ha portato a casa due terzi posti. In gara 1 l'indiano ha chiuso dietro al compagno Reece Ushijima e soprattutto a Louis Foster, che ha festeggiato primo successo stagionale. In gara 3 Maini scattava dalla pole, ma poco ha potuto fare contro un Frederick inarrestabile. Sull'acqua gli avversari si sono quindi giocati il resto del podio, con tanto spettacolo, e Josh Skelton ha battuto in volata Maini per la seconda posizione. Splendido quarto l'argentino Nico Varrone, all'inizio di gara 1 incappato in un incidente che aveva reso necessaria la safety-car.

Appassionante anche gara 2, quella con inversione totale della griglia: occasione sfruttata da Ulysse De Pauw, vincitore dalla pole, ma anche capace di prendere margine sul resto del gruppo. A riavvicinarsi è stato il solo Frederick, che sul bagnato in sette tornate è salito da undicesimo a secondo, per poi lanciarsi alla caccia del battistrada e guadagnargli persino 1"5 a giro. Il belga ha conservato ancora un piccolo margine per assicurarsi il trionfo, ma le 9 posizioni recuperate sono valse a Frederick altrettanti punti bonus, come prevede il regolamento.

In graduatoria, alle spalle di Frederick e Maini, ci sono Kiern Jewiss a 123 lunghezze e Foster a 111: a Donington il portacolori del Douglas Motorsport non ha fatto meglio di quinto, pur inserito nella lotta, quello di casa Double R ha forse bisogno di più costanza al vertice. Agganciati al trenino ci sono inoltre il malese Nazim Azman, sempre concreto, e Skelton del team Dittmann.

Sabato 15 agosto 2020, gara 1

1 - Louis Foster - Double R - 12 giri 19'46"018
2 - Reece Ushijima - Hitech - 1"424
3 - Kush Maini - Hitech - 1"740
4 - Piers Prior - Lanan - 2"440
5 - Kiern Jewiss - Douglas - 3"240
6 - Josh Skelton - Dittmann - 4"041
7 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 7"037
8 - Kaylen Frederick - Carlin - 7"223
9 - Benjamin Pedersen - Double R - 7"624
10 - Nazim Azman - Carlin - 8"824
11 - Bart Horsten - Lanan - 9"115
12 - Josh Mason - Lanan - 10"510
13 - Manaf Hijjawi - Douglas - 10"754
14 - Oliver Clarke - Hillspeed - 11"022
15 - Guilherme Peixoto - Carlin - 11"387
16 - Carter Williams - JHR - 18"652
17 - Max Marzorati - JHR - 20"581
18 - Ulysse De Pauw - Douglas - 1'01"685

Giro più veloce: Ulysse De Pauw 1'25"526

Ritirati
1° giro - Nico Varrone

Domenica 16 agosto 2020, gara 2

1 - Ulysse De Pauw - Douglas - 12 giri 20'31"213
2 - Kaylen Frederick - Carlin - 2"140
3 - Oliver Clarke - Hillspeed - 10"614
4 - Bart Horsten - Lanan - 12"181
5 - Benjamin Pedersen - Double R - 12"491
6 - Kush Maini - Hitech - 15"775
7 - Nazim Azman - Carlin - 15"984
8 - Louis Foster - Double R - 18"292
9 - Carter Williams - JHR - 21"336
10 - Josh Mason - Lanan - 21"838
11 - Nico Varrone - Dittmann - 22"175
12 - Kiern Jewiss - Douglas - 23"179
13 - Piers Prior - Lanan - 26"778
14 - Josh Skelton - Dittmann - 27"200
15 - Reece Ushijima - Hitech - 33"828
16 - Max Marzorati - JHR - 50"150
17 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 1'07"662

Giro più veloce: Kaylen Frederick 1'40"058

Ritirati
10° giro - Guilherme Peixoto
3° giro - Manaf Hijjawi

Domenica 16 agosto 2020, gara 3

1 - Kaylen Frederick - Carlin - 12 giri 20'07"997
2 - Josh Skelton - Dittmann - 11"112
3 - Kush Maini - Hitech - 11"213
4 - Nico Varrone - Dittmann - 11"824
5 - Kiern Jewiss - Douglas - 12"405
6 - Louis Foster - Double R - 12"692
7 - Benjamin Pedersen - Double R - 13"857
8 - Ulysse De Pauw - Douglas - 15"370
9 - Guilherme Peixoto - Carlin - 17"934
10 - Nazim Azman - Carlin - 18"072
11 - Piers Prior - Lanan - 20"574
12 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 25"230
13 - Reece Ushijima - Hitech - 37"863
14 - Bart Horsten - Lanan - 38"575
15 - Manaf Hijjawi - Lanan - 40"252
16 - Max Marzorati - JHR - 57"096
17 - Carter Williams - JHR - 57"273
18 - Oliver Clarke - Hillspeed - 1 giri

Giro più veloce: Kayeln Frederick 1'39"638

Ritirati
12° giro - Josh Mason

Il campionato
1.Frederick 161 punti; 2.Maini 132; 3.Jewiss 123; 4.Foster 115; 5.Azman 111; 6.Skelton 108; 7.Priori 96; 8.De Pauw 82; 9.Pedersen 81; 10.Chaimongkol 80

3 Ago [15:49]

Oulton Park, gare
Frederick conferma le attese

Jacopo Rubino

A Oulton Park è cominciata la stagione 2020 della BRDC British F3, con le vetture Tatuus aggiornate, e il principale protagonista del weekend è stato Kaylen Frederick: l'americano del team Carlin per adesso ha rispettato il ruolo di favorito della vigilia, emergendo da leader della classifica generale con 87 punti. Per lui due successi, in gara 3 e nella gara 4 "extra", ma poteva essere addirittura tripletta senza la penalità rimediata nella prima corsa per partenza anticipata, che ha promosso a vincitore Kiern Jewiss. Il campione 2018 della F4 nazionale si candida a principale avversario di Frederick, staccato in graduatoria di 8 lunghezze, mentre -9 c'è il malese Nazim Azman, molto costante nella sua marcia.

In gara 3 e in gara 4 Frederick si è comunque fatto perdonare per l'errore, in entrambi i casi viaggiando in testa dall'inizio al traguardo: nella manche di domenica mattina ha superato allo start il poleman Louis Foster, per poi andare in fuga, in quella del pomeriggio è invece scattato subito davanti a tutti. Gara 4, va ricordato, è stata inserita per recuperare la cancellazione di una tappa dal calendario post Coronavirus: il format sarà ripetuto in altri due eventi, con la griglia stilata sulla media dei due giri più veloci di ciascun pilota nelle prime tre sfide del fine settimana.

Resta invece la gara 2 "sprint", con inversione totale dello schieramento, che questa volta ha premiato Piers Prior del team Lanan, bravo a sfruttare l'occasione di allinearsi davanti a tutti. Nella sua scia Kush Maini, tornato nella categoria dove ha chiuso terzo nel 2018 grazie all'accordo in extremis con la Hitech, squadra al debutto nella serie. In grande evidenza nei test del giovedì, l'indiano ha poi centrato un'altra piazza d'onore in gara 4.

Re delle qualifiche, Foster sperava senza dubbio di raccogliere di più: durante gara 1 è stato anche lui sanzionato per jump start, con 10" che lo hanno fatto precipitare nelle retrovie, complici i distacchi azzerati dalla safety-car causata dal crash di Josh Mason. In gara 2 l'ex British F4 è stato invece costretto al ritiro, e deve già rincorrere nella generale. Unica consolazione, il podio di gara 3 ereditato per la squalifica di Ulysse De Pauw, dato che il belga non aveva rispettato una segnalazione di bandiere gialle.

Sabato 1° agosto 2020, gara 1

1 - Kiern Jewiss - Douglas - 11 giri 20'12"148
2 - Ulysse De Pauw - Douglas - 1"247
3 - Nazim Azman - Carlin - 2"020
4 - Josh Skelton - Dittmann - 2"932
5 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 4"470
6 - Guilherme Peixoto - Carlin - 4"798
7 - Oliver Clarke - Hillspeed - 5"416
8 - Kaylen Frederick - Carlin - 6"040
9 - Nico Varrone - Dittmann - 7"694
10 - Reece Ushijima - Hitech - 8"324
11 - Benjamin Pedersen - Double R - 8"929
12 - Bart Horsten - Lanan - 9"202
13 - Louis Foster - Double R - 9"404
14 - Kush Maini - Hitech - 11"257
15 - Piers Prior - Lanan - 11"936
16 - Manaf Hijjawi - Douglas - 16"782

Giro più veloce: Kaylen Frederick 1'31"369

Ritirati
4° giro - Josh Mason

Sabato 1° agosto 2020, gara 2

1 - Piers Prior - Lanan - 13 giri 19'59"995
2 - Kush Maini - Hitech - 0"639
3 - Bart Horsten - Lanan - 1"934
4 - Benjamin Pedersen - Double R - 9"441
5 - Nico Varrone - Dittmann - 10"019
6 - Reece Ushijima - Hitech - 10"592
7 - Oliver Clarke - Hillspeed - 10"899
8 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 11"219
9 - Guilherme Peixoto - Carlin - 12"413
10 - Josh Skelton - Dittmann - 13"240
11 - Ulysse De Pauw - Douglas - 14"308
12 - Nazim Azman - Carlin - 15"116
13 - Kiern Jewiss - Douglas - 16"569
14 - Kaylen Frederick - Carlin - 16"979
15 - Josh Mason - Lanan - 20"005

Giro più veloce: Bart Horsten 1'31"522

Ritirati
7° giro - Manaf Hijjawi
7° giro - Louis Foster

Domenica 2 agosto 2020, gara 3

1 - Kaylen Frederick - Carlin - 13 giri 19'53"658
2 - Nazim Azman - Carlin - 8"650
3 - Louis Foster - Double R - 14"707
4 - Kiern Jewiss - Douglas - 15"158
5 - Bart Horsten - Lanan - 16"841
6 - Oliver Clarke - Hillspeed - 17"166
7 - Josh Skelton - Dittmann - 21"748
8 - Guilherme Peixoto - Carlin - 22"121
9 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 24"074
10 - Kush Maini - Hitech - 24"563
11 - Piers Prior - Lanan - 26"950
12 - Benjamin Pedersen - Double R - 29"092
13 - Manaf Hijjawi - Douglas - 29"375
14 - Josh Mason - Lanan - 29"909
15 - Reece Ushijima - Hitech - 30"210

Giro più veloce: Kaylen Frederick 1'31"074

Ritirati
8° giro - Nico Varrone

Squalificato
Ulysse De Pauw

Domenica 2 agosto 2020, gara 4

1 - Kaylen Frederick - Carlin - 13 giri 19'51"168
2 - Kush Maini - Hitech - 2"280
3 - Piers Prior - Lanan - 11"063
4 - Nazim Azman - Carlin - 13"557
5 - Kiern Jewiss - Douglas - 18"454
6 - Josh Skelton - Dittmann - 18"808
7 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 19"626
8 - Louis Foster - Double R - 21"021
9 - Guilherme Peixoto - Carlin - 21"317
10 - Reece Ushijima - Hitech - 21"741
11 - Ulysse De Pauw - Douglas - 23"048
12 - Oliver Clarke - Hillspeed - 23"483
13 - Manaf Hijjawi - Douglas - 27"086
14 - Josh Mason - Lanan - 27"204
15 - Benjamin Pedersen - Double R - 27"309

Giro più veloce: Kaylen Frederick 1'30"812

Ritirati
8° giro - Nico Varrone
7° giro - Bart Horsten

Il campionato
1.Frederick 87 punti; 2.Jewiss 79; 3.Azman 78; 4.Maini 64; 5.Prior 60; 6.Skelton 60; 7.Chaimongkol 56; 8.Clarke 51; 9.Peixoto 49; 10.De Pauw 46

28 Lug [15:29]

BRDC British F3, quinta stagione:
Tatuus aggiornata e arriva la Hitech

Jacopo Rubino

Comincia in questo weekend da Oulton Park la quinta edizione della BRDC British F3, organizzata dalla MotorSport Vision di Jonathan Palmer. E si parte con alcune novità tecniche: la monoposto Tatuus introdotta nel 2016 ha ricevuto un kit di aggiornamento con modifiche che hanno portato maggior carico aerodinamico, e maggiore sicurezza grazie a un telaio rinforzato. Per motivi strutturali non c'è ancora l'Halo, ma di fronte all'abitacolo è stata installata una mini-pinna utile in caso di ribaltamento e di detriti. Nuovo anche il motore sotto al cofano, ora preparato da Mountune: è un 2 litri da 230 cavalli di potenza.

A inizio marzo si era già svolto il tradizionale media day a Snetterton, poi è subentrata l'emergenza Coronavirus che ha tenuto in sospeso il calendario. Saltata la trasferta belga a Spa, le tappe 2020 saranno sette, tre delle quali a Donington, e non più otto. Per compensare, in tre appuntamenti si disputeranno così ben 4 manches: uno di questi sarà proprio quello di apertura. La corsa extra avrà la griglia formata da una media dei due giri più veloci ottenuti da ogni pilota durante le tre gare precedenti.

La griglia, intanto, appare in buona salute con 19 concorrenti già iscritti, e un team di alto calibro che si è aggiunto appena un mese fa si tratta della Hitech, che affianca questo programma nazionale a quelli in F3 FIA, F3 Asia e Formula 2. Il primo alfiere ufficializzato è stato il californiano Reece Ushijima, al debutto agonistico in Europa.

Per tradizione Carlin resta la compagine da battere, e potrebbe avere il suo uomo di punta in un altro americano, Kaylen Frederick, che prosegue l'avventura nella categoria. Al suo fianco il malese Nazim Azman e il brasiliano Guilherme Peixoto. Ma attenzione a Double R, vincitrice del titolo 2018 con Linus Lundqvist, che ha promosso dalla British F4 i veloci Louis Foster che Sebastian Alvarez. Dalla Formula 4 arrivano anche l'australiano Bart Horsten (Lanan), Carter Williams (JHR) e Josh Skelton (Dittmann).

Quarto nella classifica 2019, Kiern Jewiss è stato il meglio piazzato fra chi ha scelto di continuare in British F3: rimasto nel team Douglas, potrebbe ora capitalizzare l'esperienza accumulata. Una sola macchina per adesso confermata da Fortec, quella affidata al danese Christian Olsen.

Il calendario 2020 della British F3

2 agosto - Oulton Park
16 agosto - Donington
30 agosto - Brands Hatch
20 settembre - Donington
4 ottobre - Snetterton
25 ottobre - Donington
8 novembre - Silverstone

23 Ott [11:35]

La Tatuus di British F3
si aggiorna per la stagione 2020

Jacopo Rubino

Per la stagione 2020 di British F3 ci sarà un pacchetto tecnico aggiornato: la MSV F3 016, la vettura dell'italiana Tatuus presente sin dalla nascita del campionato nel 2016, sarà oggetto di un'evoluzione in favore dell'aerodinamica e della sicurezza. Non ci sarà l'introduzione dell'Halo, per motivi strutturali, ma di fronte all'abitacolo verrà posizionata una pinna in stile IndyCar che aiuterà a deviare eventuali detriti e avrà una funzione di supporto in caso di ribaltamento. Tutti le scocche verranno modificate per consentirne l'installazione.

Sono state ridisegnate le ali, che permetteranno di generare un carico aerodinamico superiore: quella anteriore offrirà maggiori opportunità di configurazione per gli assetti, mentre quella posteriore presenta dimensioni più generose. Lateralmente verranno inseriti i deviatori di flusso davanti alle pance, mentre il cofano motore, più rastremato, sarà sormontato da un profilo simile a quelli già visti su F2 e F3.

Il propulsore Cosworth da 2 litri e 230 cavalli rimarrà lo stesso, ma le auto saranno equipaggiate da un nuovo impianto elettrico. "Il telaio Tatuus si è dimostrato affidabile e capace di ottime prestazioni, con i nostri team molto contenti di continuare ad utilizzarlo", ha commentato l'organizzatore del campionato Jonathan Palmer. "In accordo, abbiamo deciso per questo pacchetto che può migliorare ancora un po' i tempi sul giro".

Per ragioni di costi, questa soluzione "intermedia" è stata preferita ad esempio all'utilizzo immediato della T-318, che Tatuus ha già prodotto con grande successo e diverse motorizzazioni per Formula Regional, F3 Asia, W Series, Formula Renault Eurocup e dal prossimo anno anche per la Toyota Racing Series in Nuova Zelanda.

Come dichiarato da Palmer ad Autosport, la FIA deve ancora valutare la promozione della British F3 allo status effettivo di F3 regionale. "Siamo certamente aperti all'utilizzo delle ultime regole tecniche FIA, abbiamo avanzato la nostra proposta, ma fino ad allora l'attuale vettura sta svolgendo benissimo il suo compito", ha confermato il capo di MotorSport Vision. La speranza è che nel frattempo la Federazione conceda ancora l'utilizzo della denominazione "Formula 3", dopo la deroga avuta nel 2019.

16 Set [12:10]

Donington, gare
Novalak porta a casa il titolo

Jacopo Rubino

Con l'ultima tappa a Donington è sceso il sipario sull'edizione 2019 della British F3, e Clement Novalak si è laureato campione. Capoclassifica sin dal primo round, il portacolori del team Carlin ha raggiunto matematicamente l'obiettivo in gara 2, in cui ha vissuto un episodio-thriller: al primo giro è stato protagonista di uno spettacolare contatto con Johnathan Hoggard, suo avversario per il titolo, ed entrambe le vetture sono "rimbalzate" sull'erba della via di fuga in curva Schwantz. Proseguendo, Novalak è risalito in dodicesima posizione, mentre il rivale di casa Fortec, costretto a effettuare un pit-stop, è rimasto in fondo al gruppo, quindicesimo. Le sue ambizioni sono così sfumate.

Vincendo gara 1, dopo essere partito dalla pole siglata in qualifica, Hoggard peraltro aveva ridotto il ritardo di 52 lunghezze con cui si era presentato alla vigilia, tenendo vive le speranze di realizzare il colpaccio. Novalak, dal canto suo, aveva giocato ancora una volta di rimessa, chiudendo quarto anche alle spalle di Kiern Jewiss e di Manuel Maldonado.

Per Hoggard, quindi, non sono bastati i ben 7 successi ottenuti nell'arco dell'anno, più di chiunque altro: l'ultimo domenica in gara 3, di nuovo viaggiando in testa dallo start alla bandiera a scacchi. In questo modo si è comunque garantito la medaglia di vicecampione davanti ad Ayrton Simmons e a Jewiss, sua ombra in pista sia nella prima che nella terza manche. Novalak in questo weekend non è mai andato sul podio, chiudendo la corsa finale in sesta posizione. A fronte di due sole vittorie, in tutto l'anno non ha mai patito un ritiro, raccogliendo sempre qualcosa: un fattore determinante, considerando il sistema di punteggio in vigore nella British F3. L'unico altro pilota a riuscirci è stato il thailandese Sasakorn Chaimongkol.

Gara 2, come detto quella decisiva per il titolo, ha visto imporsi Nazim Azman, capace di superare subito Kris Wright, in pole grazie alla griglia invertita. Da quel momento il malese è rimasto sempre davanti, ma ha dovuto difendersi con i denti dagli attacchi di Simmons, che si è poi accontentato della piazza d'onore. Con loro sul podio Neil Verhagen, sfruttando la penalità di 5" inflitta a Lucas Petersson per il mancato rispetto dei track limits.

Nella foto, la festa per i primi tre della classifica finale: Novalak, Hoggard e Simmons

Sabato 14 settembre 2019, gara 1

1 - Johnathan Hoggard - Fortec - 12 giri 17'07"497
2 - Kiern Jewiss - Douglas - 0"607
3 - Manuel Maldonado - Fortec - 4"525
4 - Clement Novalak - Carlin - 5"799
7 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 7"606
8 - Neil Verhagen - Double R - 10"930
9 - Kaylen Frederick - Carlin - 11"782
10 - Ayrton Simmons - Dittmann - 12"316
11 - Hampus Ericsson - Double R - 14"987
12 - Lucas Petersson - Carlin - 15"542
13 - Ulysse De Pauw - Douglas - 16"935 *
12 - Josh Mason - Lanan - 20"828
13 - Pavan Ravishankar - Double R - 21"502
14 - Nazim Azman - Dittmann - 22"116
15 - Kris Wright - Fortec - 22"372

* 10 secondi di penalità

Giro più veloce: Johnathan Hoggard 1'24"958

Domenica 15 settembre 2019, gara 2

1 - Nazim Azman - Dittmann - 12 giri
2 - Ayrton Simmons - Dittmann - 0"432
3 - Neil Verhagen - Double R - 1"957
4 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 2"150
5 - Kiern Jewiss - Douglas - 6"275
6 - Lucas Petersson - Carlin - 6"666 *
7 - Manuel Maldonado - Fortec - 7"795
8 - Kaylen Frederick - Carlin - 8"024
9 - Ulysse De Pauw - Douglas - 8"371
10 - Hampus Ericsson - Double R - 10"917 *
11 - Kris Wright - Fortec - 12"081
12 - Clement Novalak - Carlin - 14"435
13 - Josh Mason - Lanan - 16"976
14 - Pavan Ravishankar - Double R - 17"772
15 - Johnathan Hoggard - Fortec - 38"841

* 5 secondi di penalità

Giro più veloce: Johnathan Hoggard 1'25"1654

Domenica 15 settembre 2019, gara 3

1 - Johnathan Hoggard - Fortec - 12 giri
2 - Kiern Jewiss - Douglas - 0"719
3 - Neil Verhagen - Double R - 5"725
4 - Manuel Maldonado - Fortec - 8"166
5 - Sasakorn Chaimongkol - Hillspeed - 8"388
6 - Clement Novalak - Carlin - 8"725
7 - Kaylen Frederick - Carlin - 10"203
8 - Ayrton Simmons - Dittmann - 10"626
9 - Hampus Ericsson - Double R - 11"442
10 - Lucas Petersson - Carlin - 11"809
11 - Nazim Azman - Dittmann - 12"881
12 - Pavan Ravishankar - Double R - 18"303
13 - Josh Mason - Lanan - 22"315
14 - Kris Wright - Douglas - 25"211

Ritirati
5° giro - Ulysse De Pauw

Giro più veloce: Kiern Jewiss 1'25"479

Il campionato
1.Novalak 505 punti; 2.Hoggard 482; 3.Simmons 450; 4.Jewiss 438; 5.Verhagen 357; 6.Maldonado 348; 7.De Pauw 320; 8.Chaimongkol 314; 9.Frederick 305; 10.Ericsson 284

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

British f.3
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone