formula 1

Vettel, futuro in Racing Point?
Per la stampa tedesca accordo vicino

Jacopo Rubino - XPB Images

Sebastian Vettel in Racing Point? Qualcosa si starebbe muovendo: il...

Leggi »
Mondiale Rally

Millener: "Inutile
provare in Finlandia"

Mattia Tremolada

Mentre Hyundai e Toyota sono già tornate in azione per una serie di test privati, M-Spo...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
12 Lug [11:12]

Spielberg - Gara 2
La prima di Pourchaire

Mattia Tremolada

P‍rima vittoria nel FIA Formula 3 per Theo Pourchaire, il più giovane della griglia dopo Roman Stanek. Classe 2003, il francese si è laureato campione Junior della F4 nazionale nel 2018, per poi trionfare nell'ADAC F4 2019. Ad inizio anno è approdato nel programma giovani della Sauber, firmando per la Formula 3 con il team ART. Già nel primo appuntamento stagionale aveva dimostrato buone doti velocistiche, senza però riuscire a capitalizzare il proprio potenziale.

Venerdì Pourchaire ha fatto segnare il quinto tempo in qualifica, ma in gara 1 è scivolato in nona posizione, guadagnando comunque la prima fila per la seconda corsa accanto a Jake Hughes. Al via il francese ha immediatamente infilato il rivale di HWA, mantenendo la testa della gara fino al quarto giro, quando con una grande manovra Liam Lawson si è infilato tra i due, sfilandoli entrambi. La battaglia tra Lawson e Hughes è proseguita con diversi scambi di posizione fino al ventesimo giro, quando il neozelandese ha perso il posteriore della propria vettura sul cordolo interno di curva 3. Nel tentativo di correggere il sovrasterzo ha allargato la propria traiettoria, colpendo Hughes che si era portato all'esterno. Per entrambi è arrivato il ritiro a causa della rottura della sospensione.

Pourchaire è riuscito ad evitare le due vetture, limitandosi a seguire la safety car verso la prima vittoria in carriera in F3. Seconda posizione per Logan Sargeant, che, risolti i problemi alla frizione, ha potuto collezionare punti importanti in ottica campionato. Oscar Piastri ha comunque chiuso quinto, facendo anche segnare il giro più veloce, mentre Frederik Vesti si è fermato in ottava piazza dopo la netta vittoria di ieri. Terza posizione per David Beckmann, che a sua volta mantiene vive le proprie speranze di successo, portandosi nella scia del trio della Prema in classifica.

Quarto ha chiuso Richard Verschoor, sesto Olli Caldwell e settimo Max Fewtrell, autore finalmente di una prova convincente, seppur da lui ci si aspettavano ben altri risultati. Sebastian Fernandez ha terminato in nona piazza, dopo essere stato spinto nella ghiaia da Lirim Zendeli, che chiude la top-10. Fine settimana tremendo per Clement Novalak, grande protagonista solo una settimana fa. Il pilota inglese è stato spinto su un dissuasore da Jack Doohan, facendo una spettacolare impennata con la propria vettura. Alessio Deledda e Federico Malvestiti sono stati costretti ad effettuare una sosta ai box non prevista, mentre Matteo Nannini non ha nemmeno preso il via della corsa a causa di problemi tecnici. Un incidente con Alex Smolyar ha messo ko Sophia Floersch, agganciata in pieno rettilineo del russo. 

Domenica 12 luglio 2020, gara 2

1 - Theo Pourchaire - ART - 24 giri - 38'25"185
2 - Logan Sargeant - Prema - 0"464
3 - David Beckmann - Trident - 0"674
4 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1"102
5 - Oscar Piastri - Prema - 1"805
6 - Olii Caldwell - Trident - 1"876
7 - Max Fewtrell - Hitech - 2"197
8 - Frederik Vesti - Prema - 2"594
9 - Sebastian Fernandez - ART - 3"017
10 - Lirim Zendeli - Trident - 3"324
11 - Alex Peroni - Campos - 3"662
12 - Dennis Hauger - Hitech - 3"968
13 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 4"263
14 - Igor Fraga - Charouz - 4"540
15 - Enaam Ahmed - Carlin - 5"398
16 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 5"786
17 - David Schumacher - Charouz - 6"412
18 - Roman Stanek - Charouz - 6"592
19 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 8"379
20 - Jack Doohan - HWA Racelab - 8"588
21 - Alex Smolyar - ART - 8"924
22 - Alessio Deledda - Campos - 9"736
23 - Federico Malvestiti - Jenzer - 10"011
24 - Calan Williams - Jenzer - 11"342
25 - Clement Novalak - Carlin - 1 giro

Ritirati
Liam Lawson
Jake Hughes
C‍ameron Das
Sophia Floersch
Matteo Nannini

Giro più veloce: Oscar Piastri in 1'20"968

Il campionato
1‍. Piastri 44; 2. Vesti 37,5; 3. Sargeant 34; 4. Beckmann 31,5; 5. Verschoor 27; 6. Zendeli 26; 7. Lawson 25, 8. Peroni 17; 9. Pourchaire 16; 10. Novalak 11; 11. Caldwell 10; 12. Smolyar, Fernandez 6; 14. Fewtrell 5; 15. Fittipaldi 2;16. Hughes 0,5.‍

11 Lug [11:29]

Spielberg - Gara 1
Vesti vince nel diluvio

Mattia Tremolada

Nel primo appuntamento stagionale era stato l'unico alfiere Prema a non essere salito sul podio, ma oggi Frederik Vesti si è rifatto con gli interessi, vincendo una corsa interrotta anzitempo dall'esposizione della bandiera rossa, necessaria al quindicesimo giro di ventiquattro visto il peggiorare delle condizioni del tracciato. La corsa, infatti, era iniziata sotto una leggera pioggia, che aveva tratto in inganno ben cinque piloti, Jack Doohan, Calan Williams, Cameron Das, Federico Malvestiti e Alessio Deledda, partiti con le gomme stick, ma poi costretti a rientrare ai box al termine del giro di formazione. 

Scattato alla perfezione dalla prima casella, Vesti nel corso del primo giro ha respinto gli attacchi di Lirim Zendeli, strepitoso al via a portarsi dalla sesta alla seconda piazza. Il danese però è poi riuscito a scappare, rimanendo imprendibile nonostante la safety car entrata al nono giro per il testacoda di Clement Novalak, colpito dal compagno di squadra Das, che gli ha forato la posteriore sinistra.

Zendeli si è così accontentato della seconda posizione, precedendo le altre due Trident di David Beckmann e Olli Caldwell, quinto, bravissimo a rimontare dall'ottava piazza. Il team italiano ha mostrato di avere un ottimo assetto anche sull'asfalto bagnato, dopo aver già brillato ieri in qualifica. Oscar Piastri ha chiuso quarto, mentre Logan Sargeant, dopo i problemi tecnici patiti negli ultimi minuti della qualifica di ieri pomeriggio, ha dovuto vedersela nuovamente con la frizione della sua vettura. Il pilota americano ha poi alzato bandiera bianca proprio nel momento in cui la gara è stata sospesa, venendo così graziato e classificato sesto. 

Bella rimonta da parte di Richard Verschoor, a proprio agio sull'asfalto bagnato. Il vincitore del Gran Premio di Macao è risalito dall'undicesima alla sesta posizione, ma ha dovuto cedere la piazza guadagnata ai danni di Sargeant. Liam Lawson ha preceduto Theo Pourchaire e Jake Hughes, che ha guadagnato la pole per gara 2, che vinse nel 2019. Alex Peroni è scivolato in undicesima piazza dopo una sportellata subita da Lawson. Alex Smolyar è finito contro il muro all'uscita dell'ultima curva, mentre anche Sebastian Fernandez è uscito di pista perché tratto in inganno dalla scarsa visibilità, che non gli ha permesso di vedere le altre vetture rallentare per la bandiera rossa. Roman Stanek ha invece parcheggiato la propria vettura nella ghiaia.

Sabato 11 luglio 2020, gara 1


1 - Frederik Vesti - Prema - 11 giri - 19'29"657
2 - Lirim Zendeli - Trident - 0"626
3 - David Beckmann - Trident - 0"918
4 - Oscar Piastri - Prema - 1"698
5 - Olii Caldwell - Trident - 2"087
6 - Logan Sargeant - Prema - 2"551
7 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 2"999
8 - Liam Lawson - Hitech - 3"406
9 - Theo Pourchaire - ART - 4"031
10 - Jake Hughes - HWA Racelab - 4"436
11 - Alex Peroni - Campos - 4"982
12 - David Schumacher - Charouz - 5"676
13 - Sebastian Fernandez - ART - 6"074
14 - Max Fewtrell - Hitech - 6"366
15 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 6"771
16 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 7"260
17 - Roman Stanek - Charouz - 7"876
18 - Dennis Hauger - Hitech - 8"631
19 - Enaam Ahmed - Carlin - 9"319
20 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 9"783
21 - Sophia Floersch - Campos - 10"731
22 - Jack Doohan - HWA Racelab - 11"186
23 - Matteo Nannini - Jenzer - 11"815
24 - Cameron Das - Carlin - 13"078
25 - Calan Williams - Jenzer - 13"531
26 - Igor Fraga - Charouz - 13"834
27 - Alessio Deledda - Campos - 15"189
28 - Federico Malvestiti - Jenzer - 15"687
29 - Clement Novalak - Carlin - 1 giro

Ritirato
Alex Smolyar

Giro più veloce: Frederik Vesti in 1:33.358

Il campionato
1‍. Piastri 36; 2. Vesti 34,5; 3. Lawson, Zendeli 25; 5. Sargeant 22; 6. Beckmann 21,5; 7. Verschoor 19;  8. Peroni 17; 9. Novalak 11; 10. Smolyar 6; 11. Caldwell 5; 12. Fernandez 4; 13. Fittipaldi 2; 14. Fewtrell, Pourchaire 1; 16. Hughes 0,5.

10 Lug [15:00]

Spielberg - Qualifica
Prema e Trident in prima fila

Mattia Tremolada

Parla italiano il FIA Formula 3 2020. Prema e Trident, le due squadre tricolori al via l'hanno fatta da padrone nella sessione di qualifica del secondo appuntamento stagionale, dividendosi la prima fila dello schieramento e piazzando tutte e sei le proprie vetture nei primi otto posti. La pole position è andata a Frederik Vesti, desideroso di riscatto dopo essere stato l'unico pilota della Prema a non salire sul podio nel corso del primo round.

Il campione della Formula Regional European 2019 ha preceduto David Beckmann, che lo affiancherà sulla griglia. Alle loro spalle troveranno posto Logan Sargeant e Oscar Piastri. Il pilota americano non è più riuscito a ripartire dai box nei cinque minuti finali, vedendo la propria leadership provvisoria sfumare dal muretto dei box. Il guasto tecnico alla sua vettura è arrivato pochi istanti dopo quello di Igor Fraga, che per la terza volta è rimasto fermo a bordo pista, causando l'esposizione della seconda bandiera rossa della sessione.

La prima era stata chiamata verso la metà del turno, quando Sebastian Fernandez è finito nella ghiaia mentre occupava la prima posizione. Sfortunato l'alfiere del team ART, che ha perso la possibilità di far segnare la seconda pole position consecutiva. A risollevare le sorti della squadra ci ha pensato il rookie Theo Pourchaire, campione in carica della F4 tedesca. Il francese, junior Sauber, si è portato in quinta piazza nel finale del turno, precedendo Lirim Zendeli, Alex Peroni e Olli Caldwell, che ha mostrato un impressionante progressione rispetto all'appuntamento precedente.

Fernandez è scivolato in nona piazza accanto a Liam Lawson, ancora una volta poco incisivo in qualifica. Buona prestazione per Matteo Nannini, che allo scadere del tempo regolamentare ha messo a segno il quattordicesimo tempo. Gli altri due piloti italiani Federico Malvestiti e Alessio Deledda sono invece in ultima fila.

Venerdì 10 luglio 2020, qualifica

1 - Frederik Vesti - Prema - 1'20"378
2 - David Beckmann - Trident - 1'20"501
3 - Logan Sargeant - Prema - 1'20"570
4 - Oscar Piastri - Prema - 1'20"590
5 - Theo Pourchaire - ART - 1'20"654
6 - Lirim Zendeli - Trident - 1'20"709
7 - Alex Peroni - Campos - 1'20"734
8 - Olii Caldwell - Trident - 1'20"767
9 - Sebastian Fernandez - ART - 1'20"816
10 - Liam Lawson - Hitech - 1'20"853
11 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1'20"871
12 - Alex Smolyar - ART - 1'20"935
13 - Max Fewtrell - Hitech - 1'20"960
14 - Matteo Nannini - Jenzer - 1'21"026
15 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 1'21"115
16 - Jake Hughes - HWA Racelab - 1'21"122
17 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 1'21"156
18 - Roman Stanek - Charouz - 1'21"169
19 - Dennis Hauger - Hitech - 1'21"224
20 - Sophia Floersch - Campos - 1'21"228
21 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'21"269
22 - David Schumacher - Charouz - 1'21"292
23 - Jack Doohan - HWA Racelab - 1'21"344
24 - Igor Fraga - Charouz - 1'21"415
25 - Clement Novalak - Carlin - 1'21"436
26 - Calan Williams - Jenzer - 1'21"527
27 - Enaam Ahmed - Carlin - 1'21"544
28 - Cameron Das - Carlin - 1'21"547
29 - Federico Malvestiti - Jenzer - 1'21"606
30 - Alessio Deledda - Campos - 1'22"226‍

10 Lug [10:35]

Spielberg - Libere
Zendeli guida la doppietta Trident

Mattia Tremolada - Dutch Photo

D‍opo il positivo debutto nel primo appuntamento stagionale, la coppia del team Trident composta da Lirim Zendeli e David Beckmann si è imposta nel finale del turno di prove libere del FIA Formula 3, di scena per il secondo fine settimana consecutivo a Spielberg. Il team italiano conferma così il buon potenziale mostrato nelle due manche precedenti, piazzando anche Olli Caldwell in undicesima piazza. Il pilota inglese ha però causato una Virtual Safety Car a cinque minuti dal termine, quando ha colpito un cartellone del DRS, i cui detriti sono finiti in pieno rettilineo.

Terza posizione per Alex Peroni, che a sua volta conferma l'ottimo stato di forma che lo ha portato sul podio della prima gara dell'anno, precedendo la prima vettura del team Prema, affidata Frederik Vesti. Sesto Logan Sargeant e settimo il leader del campionato Oscar Piastri, fermato a metà sessione da un problema tecnico, prontamente risolto dagli uomini della squadra italiana. Buoni riscontri anche per ART, che ha visto Alex Smolyar chiudere in quinta posizione, Sebastian Fernandez in ottava e Theo Pourchaire dodicesimo. 

Richard Verschoor e Sophia Floersch completano la top-10. Nel finale Clement Novalak e Alessio Deledda sono stati protagonisti di un'escursione sulla ghiaia, mentre Max Fewtrell ha parcheggiato la propria Hitech a bordo pista per qualche istante, prima di riprendere regolarmente la marcia.

Venerdì 10 luglio 2020, libere

1 - Lirim Zendeli - Trident - 1'19"994 - 22 giri
2 - David Beckmann - Trident - 1'20"002 - 23
3 - Alex Peroni - Campos - 1'20"037 - 18
4 - Frederik Vesti - Prema - 1'20"206 - 23
5 - Alex Smolyar - ART - 1'20"256 - 25
6 - Logan Sargeant - Prema - 1'20"324 - 23
7 - Oscar Piastri - Prema - 1'20"512 - 18
8 - Sebastian Fernandez - ART - 1'20"544 - 22
9 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1'20"549 - 22
10 - Sophia Floersch - Campos - 1'20"663 - 20
11 - Olii Caldwell - Trident - 1'20"694 - 24
12 - Theo Pourchaire - ART - 1'20"762 - 24
13 - Liam Lawson - Hitech - 1'20"783 - 18
14 - David Schumacher - Charouz - 1'20"823 - 25
15 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 1'20"855 - 20
16 - Calan Williams - Jenzer - 1'20"875 - 25
17 - Jake Hughes - HWA Racelab - 1'20"909 - 27
18 - Igor Fraga - Charouz - 1'20"920 - 23
19 - Cameron Das - Carlin - 1'20"996 - 24
20 - Roman Stanek - Charouz - 1'21"017 - 24
21 - Jack Doohan - HWA Racelab - 1'21"024 - 27 
22 - Federico Malvestiti - Jenzer - 1'23"338 - 24 
23 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'23"360 - 27
24 - Max Fewtrell - Hitech - 1'22"235 - 15
25 - Matteo Nannini - Jenzer - 1'21"909 - 25
26 - Clement Novalak - Carlin - 1'21"638 - 20
27 - Dennis Hauger - Hitech - 1'22"504 - 18
28 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 1'22"058 - 21
29 - Enaam Ahmed - Carlin - 1'22"577 - 21
30 - Alessio Deledda - Campos - 1'23"494 - 21

5 Lug [11:11]

Spielberg - Gara 2
Lawson risponde presente

Mattia Tremolada

H‍a iniziato in sordina con una deludente dodicesima piazza in qualifica. In gara 1 è riuscito a portarsi in zona punti, sesto, assicurandosi la terza fila di partenza per la seconda manche. Liam Lawson sapeva di dover risponde subito ai propri rivali del team Prema per non perdere il treno in campionato e così ha fatto, gestendo alla perfezione i duelli con Clement Novalak e David Beckmann, non perdendo la concentrazione nemmeno quando la safety-car è entrata in pista al diciannovesimo giro. Lawson ora occupa la seconda piazza in classifica, distante sette punti da Oscar Piastri, che scattando decimo non è riuscito a risalire oltre l'ottava posizione, piazzando però il giro più veloce, che gli permette di mantenere un buon margine di sicurezza sui propri rivali.

Come detto, Lawson ha gestito al meglio la bagarre con Novalak e Beckmann. Al quarto giro, il tedesco ha affondato il sorpasso sul rivale, che nel tentativo di riportarsi in vetta ha commesso un errore, perdendo la piazza d'onore ai danni del neozelandese. Al settimo giro l'alfiere di Hitech si è portato al comando, allungando rapidamente sugli inseguitori. In seconda piazza nel frattempo è salito Richard Verschoor, che ha potuto avvicinare Lawson grazie alla safety-car. Negli ultimi due passaggi, però, l'olandese non è riuscito a sferrare l'attacco, penalizzato dall'assenza del DRS.

Buona terza piazza per Novalak, che al primo fine settimana nella categoria ha regalato il primo podio nel nuovo corso del FIA Formula 3 al team Carlin. Il duo di Trident composto da Beckmann e Lirim Zendeli ha chiuso la top-5, con il tedesco che dopo aver preso la testa ha perso diverse posizioni, non riuscendo a difendere il podio. Sesta posizione per Frederik Vesti, la migliore delle vetture Prema al traguardo. Detto di Piastri, Logan Sargeant è stato costretto ad un pit-stop non preventivato a causa di una foratura alla posteriore destra, bucata dall'alettone di Bent Viscaal.

Alex Smolyar ha chiuso settimo, mentre in nona piazza troviamo Enzo Fittipaldi. Ventinovesimo in qualifica, il brasiliano ha recuperato fino alla diciottesima piazza in gara 1, ma nella seconda manche ha fatto ancora meglio, raggiungendo la zona punti e rimediando alla grande ad un fine settimana iniziato male. Anche il suo compagno in HWA, Jake Hughes, si è prodigato in una bella rimonta, risalendo dalla ventottesima alla dodicesima posizione. Max Fewtrell ha chiuso la zona punti, beffando nel finale Viscaal. Tredicesimo Sebastian Fernandez, costretto a partire dal fondo dopo l'incidente al via di gara 1.

Sfortunato Alex Peroni, fermato da un problema tecnico che lo ha fatto rallentare di colpo. Nulla ha potuto per evitarlo Theo Pourchaire, che ha così danneggiato la propria ala anteriore. Ritiro anche per Jack Doohan e Cameron Das, che ha colpito Dennis Hauger. Problemi tecnici si sono ripresentati sulla vettura di Igor Fraga, costretto nel finale a far sfilare diversi piloti. Roman Stanek ha confermato le difficoltà mostrate in gara 1, perdendo molto terreno e provocando l'ingresso della safety-car. Uscito di pista, il ceco ha sfondato il cartello del DRS, i cui detriti sono finiti sul rettifilo principale. Matteo Nannini è stato il migliore dei piloti italiani in diciottesima piazza. Alessio Deledda ha chiuso ventunesimo davanti a Federico Malvestiti, colpito da un drive-through per falsa partenza.

Domenica 5 luglio 2020, gara 2

1 - Liam Lawson - Hitech - 24 giri 
2 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 0"4
3 - Clement Novalak - Carlin - 1"3
4 - David Beckmann - Trident - 1"639
5 - Lirim Zendeli - Trident - 2"232
6 - Frederik Vesti - Prema - 2"836
7 - Alex Smolyar - ART - 3"090
8 - Oscar Piastri - Prema - 3"451
9 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 4"098
10 - Max Fewtrell - Hitech - 4"580
11 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 4"975
12 - Jake Hughes - HWA Racelab - 5"437
13 - Sebastian Fernandez - ART - 6"206 
14 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 7"109
15 - David Schumacher - Charouz - 8"499
16 - Sophia Floersch - Campos - 9"159
17 - Calan Williams - Jenzer - 9"491
18 - Matteo Nannini - Jenzer - 9"864
19 - Olii Caldwell - Trident - 10"949*
20 - Alessio Deledda - Campos - 11"388
21 - Federico Malvestiti - Jenzer - 12"050
22 - Dennis Hauger - Hitech - 12"445
23 - Roman Stanek - Charouz - 13"189
24 - Enaam Ahmed - Carlin - 18"137
25 - Igor Fraga - Charouz - 30"838
26 - Theo Pourchaire - ART - 40"237
27 - Logan Sargeant - Prema - 1 giro

*5" di penalità 

Ritirato
Jack Doohan
Alex Peroni
Cameron Das

Giro più veloce: Oscar Piastri in 1'21"513

Il campionato
1‍. Piastri 30; 2. Lawson 23; 3. Sargeant 18; 4. Peroni, Vesti 17; 6. Zendeli, Verschoor 16; 8. Beckmann 14; 9. Novalak 11; 10. Smolyar 6; 11. Fernandez 4; 12. Fittipaldi 2; 13. Fewtrell 1.

4 Lug [11:20]

Spielberg - Gara 1
Piastri guida la doppietta Prema

Mattia Tremolada

Un incontenibile Oscar Piastri ha conquistato la vittoria al debutto nel FIA Formula 3, guidando la doppietta del team Prema davanti a Logan Sargeant. Il team vicentino può festeggiare anche il quarto posto dell'altro rookie Frederik Vesti, fermatosi a un solo secondo dal terzo posto di uno strepitoso Alex Peroni, l'unico a riuscire a tenere il passo delle Prema. Impressionante la prova dell'australiano, i cui compagni di colori si trovano ai piedi della classifica.

Al via, il poleman Sebastian Fernandez non è partito bene ed è arrivato alla staccata di curva 1 accanto a Lirim Zendeli e Piastri. L'alfiere del team ART ha tentato di forzare la frenata, toccandosi con l'incolpevole australiano, stretto nella morsa dei rivali. Mentre Fernandez ha dovuto alzare bandiera bianca, il campione della Formula Renault Eurocup 2019 non ha riportato danni, prendendosi addirittura la vetta della corsa alla curva seguente. Sfruttando proprio il tappo di Zendeli, Piastri ha allungato, mettendo 3"4 secondi tra sé e Sargeant, capace di portarsi in seconda piazza nel corso del sesto giro. Il pilota americano ha poi tentato di forzare negli ultimi passaggi, dimezzando il gap nei confronti del compagno di squadra, ma non ha potuto avvicinarsi a sufficienza per tentare un attacco.

Zendeli ha poi chiuso in quinta posizione, davanti a Liam Lawson, bravo a recuperare dalla dodicesima casella dello schieramento. Il neozelandese è stato stretto nel sandwich del team Trident, che ha piazzato David Beckmann in settima piazza. Ottavo ha chiuso il vincitore di Macao Richard Verschoor, autore di qualche sbavatura nelle prime fasi. Scatteranno dalla prima fila nella corsa di domani mattina, che da quest'anno prevede l'inversione dei primi dieci classificati di gara 1, Alexander Smolyar e Clement Novalak.

Igor Fraga del team Charouz ha recuperato ben dieci posizioni nel corso della prima tornata, concludendo la propria rimonta dall'ultima casella, in quanto problemi elettrici lo hanno costretto a saltare di fatto la qualifica, in sedicesima piazza. Il brasiliano è però sotto investigazione per aver perso del materiale nel corso del giro di formazione lasciato sulla vettura dai meccanici. Fraga ha chiuso davanti al proprio compagno di colori Roman Stanek, crollato dopo una brillante qualifica. 

Giornata nera per i piloti italiani: Federico Malvestiti ha chiuso nella stessa posizione in cui è partito, diciannovesimo; Matteo Nannini è precipitato ventisettesimo, mentre Alessio Deledda ha chiuso in ritardo di un giro dopo uno Stop&go di 10". Il romano del team Campos ha stallato sulla griglia del giro di formazione, venendo sfilato da tutti i concorrenti. Ha poi ripreso la propria posizione sulla griglia, anziché schierarsi in ultima piazza come da regolamento.

Sabato 4 luglio 2020, gara 1

1 - Oscar Piastri - Prema - 24 giri - 32'53"331
2 - Logan Sargeant - Prema - 1"671
3 - Alex Peroni - Campos - 3"017
4 - Frederik Vesti - Prema - 4"002
5 - Lirim Zendeli - Trident - 7"496
6 - Liam Lawson - Hitech - 10"818
7 - David Beckmann - Trident - 12"862
8 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 13"800
9 - Alex Smolyar - ART - 14"194
10 - Clement Novalak - Carlin - 14"558
11 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 15"477
12 - Max Fewtrell - Hitech - 22"398
13 - Theo Pourchaire - ART - 22"921
14 - Jack Doohan - HWA Racelab - 25"218
15 - Dennis Hauger - Hitech - 26"634
16 - Igor Fraga - Charouz - 27"131
17 - Roman Stanek - Charouz - 27"587
18 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 27"874
19 - Federico Malvestiti - Jenzer - 29"229
20 - Olii Caldwell - Trident - 29"599
21 - Calan Williams - Jenzer - 29"930
22 - Cameron Das - Carlin - 30"365
23 - Enaam Ahmed - Carlin - 30"868
24 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 31"123
25 - David Schumacher - Charouz - 35"204
26 - Sophia Floersch - Campos - 35"838
27 - Matteo Nannini - Jenzer - 36"354
28 - Jake Hughes - HWA Racelab - 37"545
29 - Alessio Deledda - Campos - 1 giro

Ritirato
Sebastian Fernandez

Giro più veloce: Alex Peroni in 1'21"602

Il campionato
1‍. Piastri 25; 2. Sargeant 18; 3. Peroni 17; 4. Vesti 12; 5. Zendeli 10; 6. Lawson 8; 7. Beckmann 6; 8. Verschoor, Fernandez 4; 10. Smolyar 2; 11. Novalak 1.

3 Lug [15:03]

Spielberg - Qualifica
Fernandez prende la pole

Mattia Tremolada

Risultato inaspettato per il primo turno di qualifica del 2020 del FIA Formula 3, in scena sul circuito di Spielberg. Sebastian Fernandez si è imposto con il tempo di 1'19"429, ben tre decimi più rapido della pole position della passata stagione fatta segnare da Marcus Armstrong della Prema. Accanto a lui scatterà un ottimo Lirim Zendeli, campione della F4 tedesca nel 2018 e al secondo anno nella categoria. Confermato così l'ottimo potenziale del team Trident, già in vetta questa mattina grazie a David Beckmann, che scatterà dalla settima casella dello schieramento.

S‍econda fila targata Prema con il bravo Oscar Piastri, campione Renault Eurocup 2019, capace di mettersi dietro il più esperto Logan Sargeant, che aveva ottenuto il miglior tempo con il primo set di gomme, non riuscendo a trovare lo spunto decisivo nei minuti finali. La terza vettura, affidata a Frederik Vesti (campione Regional European 2019), ha chiuso in sesta piazza, alle spalle di Jake Hughes, vincitore di gara 2 la stagione scorsa.

C‍hiudono la top-10 Alex Peroni, Richard Verschoor e Roman Stanek, il migliore dei piloti provenienti dalla Formula 4. La prestazione dell'alfiere del team Charouz è ancora più impressionante considerando che ha una sola stagione di corse alle spalle e che i suoi compagni di colori sono nelle retrovie. David Schumacher, infatti, non è andato oltre la ventiquattresima posizione, mentre Igor Fraga è addirittura ultimo, fermato da un problema tecnico dopo sole cinque tornate.

C‍hi ha da recriminare è Clement Novalak, vincitore del British F3 2019, che dopo aver ottenuto il record nel primo settore e un ottimo tempo nel secondo, è stato rallentato da Calan Williams. In difficoltà anche Liam Lawson, uno dei favoriti della vigilia. Il neozelandese è stato comunque il migliore del team Hitech, che ha piazzato Dennis Hauger e Max Fewtrell rispettivamente in sedicesima e diciassettesima piazza, davanti alla coppia di piloti italiani di Jenzer composta da Matteo Nannini e Federico Malvestiti. Alessio Deledda è ventisettesimo davanti alla compagna di squadra Sophia Floersch.

Venerdì 3 luglio 2020, qualifica

1 - Sebastian Fernandez - ART - 1'19"429
2 - Lirim Zendeli - Trident - 1'19"445
3 - Oscar Piastri - Prema - 1'19"564
4 - Logan Sargeant - Prema - 1'19"595
5 - Jake Hughes - HWA Racelab - 1'19"618
6 - Frederik Vesti - Prema - 1'19"676
7 - David Beckmann - Trident - 1'19"693
8 - Alex Peroni - Campos - 119"709
9 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1'19"809
10 - Roman Stanek - Charouz - 1'19"826
11 - Alex Smolyar - ART - 1'20"028
12 - Liam Lawson - Hitech - 1'20"055
13 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 1'20"108
14 - Clement Novalak - Carlin - 1'20"111
15 - Jack Doohan - HWA Racelab - 1'20"141
16 - Dennis Hauger - Hitech - 1'20"190
17 - Max Fewtrell - Hitech - 1'20"200
18 - Matteo Nannini - Jenzer - 1'20"228
19 - Federico Malvestiti - Jenzer - 1'20"324
20 - Theo Pourchaire - ART - 1'20"338
21 - Cameron Das - Carlin - 1'20"344
22 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 1'20"353
23 - Calan Williams - Jenzer - 1'20"555
24 - David Schumacher - Charouz - 1'20"807
25 - Olii Caldwell - Trident - 1'20"846
26 - Enaam Ahmed - Carlin - 1'20"858
27 - Alessio Deledda - Campos - 1'21"233
28 - Sophia Floersch - Campos - 1'21"311
29 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'21"330
30 - Igor Fraga - Charouz - 1'23"060

3 Lug [10:59]

Spielberg - Libere
Beckmann apre le danze

Mattia Tremolada

I‍l FIA Formula 3 ha aperto ufficialmente il primo fine settimana di Formula 1 dell'epoca post lockdown. Un asfalto bagnato dalla pioggia caduta nella notte ha accolto i trenta piloti della terza serie, che hanno potuto montare le gomme da asciutto solo negli ultimi quindici minuti della sessione, potendo quindi percorrere pochi chilometri nelle condizioni che andranno poi a trovare alle 14 in qualifica.

C‍on asfalto bagnato il più veloce è stato Matteo Nannini, alfiere del team Jenzer al debutto nella categoria dopo la vittoria nella Formula 4 UAE 2018/19 e una stagione nella Formula Regional European. Il pilota italiano ha preceduto David Beckmann, che dopo essersi assicurato all'ultimo minuto il sedile del team Trident è risultato il più veloce una volta montate le gomme slick. Una bella rivincita per il tedesco, che con la squadra diretta da Giacomo Ricci aveva brillato nella seconda metà della stagione 2018 di Gp3, e che non avendo trovato posto sulla griglia di F3 era in procinto di fare il salto nel mondo delle ruote coperte.

Subito velocissimo anche Oscar Piastri, campione della Formula Renault Eurocup 2019 e parte del programma junior della casa francese, che con il team Prema si è portato a meno di un decimo da Beckmann. Terza e quarta posizione per altri due rookie, schierati dal team Charouz. Roman Stanek, che nelle scorse settimane ha soffiato il sedile a Niko Kari, ha preceduto il compagno di colori David Schumacher. Curiosamente i due facevano parte dello stesso team già lo scorso anno, quando correvano per US Racing rispettivamente in Formula 4 e in Formula Regional.

Quinto il vincitore del Gran Premio di Macao Richard Verschoor, rimasto in forze a MP, che ha preceduto Frederik Vesti, che proprio nell'ex protettorato portoghese ha fatto il proprio debutto in F3. Jake Hughes è settimo davanti a Igor Fraga con la terza vettura di Charouz. Il brasiliano, alfiere junior Red Bull è stato protagonista anche di un'escursione nella ghiaia. Chiudono la top-10 Sebastian Fernandez (ART) e Liam Lawson (Hitech), che si era portato in testa nelle primissime fasi.

Venerdì 3 luglio 2020, libere

1 - David Beckmann - Trident - 1'20"434 - 20 giri
2 - Oscar Piastri - Prema - 1'120"513 - 19
3 - Roman Stanek - Charouz - 1'20"963 - 27
4 - David Schumacher - Charouz - 1'21"053 - 24
5 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1'21"129 - 20
6 - Frederik Vesti - Prema - 1'21"207 - 20
7 - Jake Hughes - HWA Racelab - 1'21"211 - 18
8 - Igor Fraga - Charouz - 1'21"218 - 18
9 - Sebastian Fernandez - ART - 1'21"235 - 20
10 - Liam Lawson - Hitech - 1'21"281 - 21
11 - Alex Smolyar - ART - 1'21"442 - 21
12 - Logan Sargeant - Prema - 1'21"451 - 17
13 - Theo Pourchaire - ART - 1'21"582 - 20
14 - Clement Novalak - Carlin - 1'21"638 - 19
15 - Lirim Zendeli - Trident - 1'21"698 - 19
16 - Calan Williams - Jenzer - 1'21"743 - 24
17 - Alex Peroni - Campos - 1'21"748 - 19
18 - Sophia Floersch - Campos - 1'21"812 - 18
19 - Matteo Nannini - Jenzer - 1'21"909 - 23
20 - Cameron Das - Carlin - 1'22"054 - 22
21 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 1'22"058 - 21
22 - Max Fewtrell - Hitech - 1'22"235 - 20
23 - Jack Doohan - HWA Racelab - 1'22"242 - 17 
24 - Dennis Hauger - Hitech - 1'22"504 - 22
25 - Enaam Ahmed - Carlin - 1'22"577 - 21
26 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 1'22"826 - 19
27 - Olii Caldwell - Trident - 1'23"034 - 20
28 - Federico Malvestiti - Jenzer - 1'23"338 - 22 
29 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'23"360 - 19
30 - Alessio Deledda - Campos - 1'23"494 - 21

1 Lug [15:06]

Deledda pronto al rientro:
"Riparto dall'esperienza del 2019"

Mattia Tremolada

Insieme a Formula 1 e Formula 2, in Austria ripartirà anche il FIA Formula 3, alla seconda stagione del nuovo ciclo tecnico, che ha visto la terza categoria unire le forze con la GP3 di Bruno Michel, facendo il proprio ritorno nel paddock della F1. Dei tre piloti italiani attesi al via Alessio Deledda è più esperto nella categoria, avendo preso parte alla stagione 2019 con le insegne del team Campos, che ritroverà anche quest’anno. Con lui abbiamo parlato della pandemia che ha colpito il globo negli scorsi mesi e della stagione alle porte.

Alessio, sei riuscito ad allenarti nel corso della quarantena?
“La mia quarantena è stata un po’ particolare. Il primo giorno di lockdown in Italia sono partito per Dubai, dove avevo intenzione di trascorrere un po’ di tempo prima della gara del Bahrain, cercando anche di evitare problemi logistici nel raggiungere il Medio Oriente. Pochi giorni dopo la corsa è stata cancellata, ma dato che in Italia ormai vigeva la quarantena, ho deciso di prolungare la mia permanenza a Dubai dove le palestre erano ancora aperte, la temperatura era tutto sommato mite e permetteva di correre all’aperto e di allenarmi con i kart ad Abu Dhabi. Dopo un paio di settimane, però, anche negli Emirati Arabi hanno iniziato a chiudere tutte le attività. Fortunatamente ho avuto il tempo di prepararmi e di comprare elastici e qualche attrezzo per cercare di rimanere in forma. Un mese più tardi sono riuscito a prendere un volo per tornare in Italia, così da sfruttare il giardino, la palestra di casa e il simulatore”.

Cosa ne pensi delle corse virtuali?
“Trovo che correre in macchina sia completamente diverso. Però è molto utile come allenamento, sia per la concentrazione che per la tecnica di guida. Già l’anno scorso ho utilizzato molto il simulatore per imparare i nuovi circuiti su cui avrei corso, visto che la maggior parte non li avevo ancora saggiati”.

Quali aspettative hai per il 2020, ora che conosci piste e vettura?
“Lo scorso anno ho debuttato in Formula 3 con solo un anno di esperienza in Formula 4 alle spalle. Conoscevo pochissime piste e mi sono trovato a correre contro piloti che arrivano da oltre dieci anni di kart. Per cercare di rimediare mi sono diviso tra F3 e Formula Renault Eurocup, per poi disputare in inverno la F3 Asia. Spero che l’esperienza maturata mi permetta di fare un bel salto di qualità rispetto al 2019. Sono molto contento di tornare in pista, specialmente dopo il brutto periodo che abbiamo passato. Il fatto che gli appuntamenti siano tutti attaccati non rappresenta un grande problema”.

Hai già avuto modo di tornare in pista?
“Da quando hanno riaperto i kartodromi in Italia ho fatto diverse giornate di allenamento. Settimana scorsa, invece, sono stato a Valencia con tutti i piloti del team Campos e insieme abbiamo ripreso il feeling con il simulatore”.

Prima della pausa forzata arrivavi da un periodo molto positivo in F3 Asia, in cui hai compiuto buoni progressi avvicinando piloti più esperti come Nikita Mazepin o Jake Hughes. Hai il rimpianto di aver fermato questo slancio?
“Ovviamente mi è dispiaciuto fermarmi così a lungo, ma credo ormai di aver assimilato quello che ho imparato lo scorso anno e in F3 Asia. In Austria spero di poter ripartire da lì, per puntare magari alla zona punti”.

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

FIA Formula 3
v

PrimaPrecedentePagina 1 di 2SuccessivaUltima
PrimaPrecedentePagina 1 di 2SuccessivaUltima

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone