formula 1

Szafnauer e il caso Piastri-Alonso
"Fernando non ci ha detto nulla,
Piastri non è una persona leale"

E' una bella e lunga intervista quella che il team principal Otman Szafnauer ha rilasciato a Javier Rubio, giornalista de...

Leggi »
GT Internazionale

GT Masters - Nürburgring
Marciello e Mercedes sugli scudi

Michele Montesano Inarrestabile Raffaele Marciello che, dopo aver vinto la 24 Ore di Spa la settimana scorsa, ha dominato l...

Leggi »
indycar

Nashville - Gara
Dal caos emerge Dixon

1 - Scott Dixon (Dallara/Honda) - Ganassi - 80 giri2 - Scott McLaughlin (Dallara/Chevy) - Penske - 0"10673 - A...

Leggi »
Rally

Rally Finlandia – Finale
Tanak vince contenendo Rovanpera

Michele Montesano Ott Tanak, vincendo il Rally di Finlandia, ha spezzato ancora una volta il dominio di Kalle Rovanpera nell...

Leggi »
Rally

Rally Finlandia – 3° giorno finale
Tanak 1°, ma Rovanpera è in agguato

Michele Montesano Il finale del Rally di Finlandia, ottavo round del WRC, si preannuncia una volata a due. Con ancora 4 Prov...

Leggi »
formula 1

Piastri diventa l'incubo di Ricciardo
L'incredibile pasticcio dell'Alpine

Non ha mai disputato un Gran Premio, non ha mai avuto l'occasione di partecipare un turno libero del venerdì, al volante ...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
9 Ago [10:44]

F4 Brasiliana a San Paolo
Clerot allunga, vittorie di Barrichello e Staico

Mattia Tremolada

Pedro Clerot ha ulteriormente allungato il proprio vantaggio in testa alla classifica della Formula 4 brasiliana nel terzo appuntamento stagionale, di nuovo in scena a San Paolo come già accaduto sette giorni fa. Il 15enne di Full Time Sports, seguito dalla Pro Racing di Marco Cioci, per la prima volta non è riuscito a conquistare la doppietta nelle tre gare in programma. A differenza delle prime due tappe Clerot ha infatti mancato una delle due pole position in palio nelle qualifiche, venendo beffato da Nick Monteiro per 126 millesimi nel Q1.

Il pilota brasiliano di origini americane ha guidato il gruppo al via di gara 3, con Clerot che nella prima metà della corsa lo ha incalzato da vicino, fino a farsi vedere con un timido attacco al giro di boa. L’attacco è però fallito e ad approfittarne è stato Lucas Staico, il principale inseguitore di Clerot in classifica. Staico ha scavalcato il leader di campionato e nei giri seguenti ha ricucito il gap nei confronti di Monteiro, che aveva tentato di allungare in vetta. All’inizio dell’ultimo giro Staico ha sferrato un attacco chirurgico. Monteiro è stato colto alla sprovvista e non ha potuto replicare, subendo pochi istanti più tardi anche il sorpasso da parte di Clerot, che non si è fatto pregare per prendere la seconda posizione.



Staico (nella foto sopra) ha così conquistato la prima vittoria in carriera, ma dopo tre dei sei appuntamenti previsti il suo divario nei confronti di Clerot ammonta a ben 77 lunghezze. Nelle due manche del sabato infatti Clerot aveva chiuso davanti al diretto rivale, conquistando il quinto successo stagionale dalla pole position in gara 1 e chiudendo poi quarto la seconda corsa dopo una bella rimonta dall’ottava piazza.

Gara 2 ha visto imporsi Fernando “Fefo” Barrichello, figlio minore di Rubens e fratello di Eduardo, impegnato in Formula Regional by Alpine con Arden. Una vittoria maturata grazie alla bella rimonta di cui è stato protagonista nella prima corsa, in cui dopo una partenza negativa si è rimboccato le maniche, recuperando di forza dalla 14esima all’ottava piazza sotto la bandiera a scacchi, diventata poi settima in seguito alla squalifica del cugino Nicolas Giaffone, che aveva invece vinto gara 2 una settimana fa. Scattato dalla prima fila Barrichello ha subito scavalcato Ricardo Gracia, prendendo il comando in curva 1 e mantenendolo fino al termine della corsa per la gioia di papà Rubens, scoppiato in lacrime ancor prima del calare della bandiera a scacchi.



Nonostante abbia perso la possibilità di conquistare la prima vittoria stagionale, Monteiro, al via di due appuntamenti della F4 Italia con Cram, ha vissuto un ottimo fine settimana, firmando una pole position e tre terzi posti, che lo proiettano a soli due punti dalla terza piazza della classifica piloti, attualmente nelle mani di Vinicius Tessaro, secondo in gara 1 dopo la squalifica per non conformità tecnica del compagno di squadra Giaffone.

Al contrario, tappa disastrosa per Ricardo Gracia, coinvolto in numerosi contatti che gli hanno fatto perdere terreno in campionato. Con il punto conquistato da Aurelia Nobels in gara 1 (la ragazza di origini Belga ha chiuso in top-10 le prime due corse del fine settimana), tutti e 16 i piloti iscritti al campionato hanno marcato punti nella prima metà di stagione.

Sabato 6 agosto 2022, gara 1

1 - Pedro Clerot - Full Time - 17 giri
2 - Vinicius Tessaro - Cavaleiro - 2”542
3 - Nicholas Monteiro - TMG - 6”524
4 - Lucas Staico - TMG - 10”164
5 - Alvaro Cho - KTF - 11”901
6 - Richard Annunziata - KTF - 16”684
7 - Fernando Barrichello - Full Time - 19”188
8 - Ricardo Gracia - Full Time - 21”662
9 - Nelson Neto - Full Time - 21”769
10 - Aurelia Nobels - TMG - 23”664
11 - Felipe Barrichello Bartz - Cavaleiro - 25”183
12 - Luan Lopes - KTF - 25”720
13 - Victor Backes - KTF - 32”072
14 - Lucca Zucchini - TMG - 39”113

Ritirati
João Tesser

Squalificato
Nicolas Giaffone

Sabato 6 agosto 2022, gara 2

1 - Fernando Barrichello - Full Time - 12 giri
2 - Alvaro Cho - KTF - 3”484
3 - Nicholas Monteiro - TMG - 7”734
4 - Pedro Clerot - Full Time - 8”574
5 - Vinicius Tessaro - Cavaleiro - 9”935
6 - Nicolas Giaffone - Cavaleiro - 17”134
7 - Nelson Neto - Full Time - 21”031
8 - Felipe Barrichello Bartz - Cavaleiro - 22”194
9 - Luan Lopes - KTF - 24”477
10 - Aurelia Nobels - TMG - 27”658
11 - Lucca Zucchini - TMG - 30”765
12 - Victor Backes - KTF - 30”954
13 - João Tesser - Cavaleiro - 31”387
14 - Richard Annunziata - KTF - 1’03”929
15 - Lucas Staico - TMG - 1’33”626

Ritirato
Ricardo Gracia

Domenica 7 agosto 2022, gara 3

1 - Lucas Staico - TMG - 17 giri
2 - Pedro Clerot - Full Time - 0”537
3 - Nicholas Monteiro - TMG - 1”332
4 - Vinicius Tessaro - Cavaleiro - 3”723
5 - Nicolas Giaffone - Cavaleiro - 11”228
6 - Luan Lopes - KTF - 11”546
7 - Fernando Barrichello - Full Time - 11”990
8 - Felipe Barrichello Bartz - Cavaleiro - 16”817
9 - Nelson Neto - Full Time - 17”472
10 - Lucca Zucchini - TMG - 19”921
11 - Ricardo Gracia - Full Time - 1’27”573
12 - Aurelia Nobels - TMG - 1 giro

Ritirati
Alvaro Cho
João Tesser
Victor Backes
Richard Annunziata

Il campionato
1.Clerot 178 punti; 2.Staico 101; 3.Tessaro 74; 4.Monteiro 72; 5.Giaffone 63; 6.Barrichello 56; 7.Gracia 52; 8.Lopes 35; 9.Barrichello Bartz 31; 10.Neto 30.

7 Ago [19:43]

ADAC F4 al Nurburgring
Barnard ferma Antonelli

Mattia Tremolada

Amici, compagni di squadra nel karting e oggi rivali in Formula 4. Taylor Barnard e Andrea Kimi Antonelli hanno regalato grande spettacolo al Nürburgring, lottando duramente per tutto il fine settimana. Il pilota bolognese ha conquistato la pole position per gara 1, la settima consecutiva nell'ADAC F4, ma nel Q2 è stato beffato dal pilota britannico per un solo millesimo di secondo. Barnard, che proprio con il team AKM di Marco Antonelli aveva fatto il proprio debutto in monoposto, conquistando una brillante prima fila a Vallelunga nel 2020 sotto la pioggia, ha poi messo il proprio sigillo nelle prime due gare del fine settimana, prima di chiudere nuovamente davanti ad Antonelli nella manche con griglia invertita.

Se in gara 1 la vittoria di Barnard è arrivata grazie ad una penalità di 5” rimediata da Antonelli per falsa partenza, nella seconda corsa il britannico ha conquistato il successo sul campo. Antonelli infatti verso metà gara si è fatto minaccioso alle spalle del poleman e negli ultimi dieci minuti ha sferrato il primo di una serie di attacchi. I due hanno duellato duramente tra sorpassi e contro-sorpassi, permettendo a Nikita Bedrin di rifarsi sotto. Il pilota russo è anche riuscito a prendere la seconda piazza, ma all’ultimo giro Antonelli gli ha restituito il favore.



I tre piloti hanno dunque riproposto il medesimo podio di gara 1, con Barnard e Bedrin che avevano avuto la meglio di Charlie Wurz, che come Antonelli ha rimediato una penalità per falsa partenza, chiudendo solo sesto. In gara 3 poi Barnard e Antonelli hanno nuovamente duellato, questa volta per la terza posizione. Dopo aver trovato spazio per prendere il podio all’ultimo giro, il portacolori di Prema ha rallentato sul traguardo, cedendo nuovamente la posizione a Barnard.

Per il team PHM Racing, già autore di una pole e tre successi nella Formula 4 UAE, è maturato il miglior fine settimana della propria breve storia. Nata dalle ceneri e dall’ex personale del team Mucke, la squadra tedesca si è presentata in grande stile nel 2022, prendendo parte alla Formula 4 UAE nel corso dell’inverno e poi sia al campionato tricolore sia all’ADAC F4. Se nella F4 Italia è stato US Racing a imporsi come principale antagonista di Prema, nella serie tedesca è proprio PHM a rivestire il ruolo di antagonista, con Barnard che sta mettendo in ombra il più quotato Bedrin. Da quarto a 86 punti alla vigilia di questo appuntamento, Barnard si è portato a sole quattro lunghezze dal secondo posto dell’assente Rafael Camara, fermato dal Covid-19.



I colori della Ferrari Driver Academy sono così stati difesi da James Wharton, che ha conquistato il primo successo nella serie tedesca in gara 3. Il pilota australiano ha approfittato del duello tra il leader iniziale Rasmus Joutsimies di Jenzer e Conrad Laursen per prendere la testa della corsa, andando poi ad allungare proprio sul danese. Assenti i team VAR e US Racing, presenti mercoledì e giovedì a Spielberg per i test della F4 Italia, campionato a cui danno la priorità, mentre ha fatto il proprio debutto Ugo Ugochukwu, pilota junior McLaren. Con il team Prema Ugochukwu ha conquistato un nono, un settimo e un sesto posto in gara 3, in cui scattava dalla prima fila in virtù dell'inversione della griglia.

Sabato 7 agosto 2022, gara 1

1 - Taylor Barnard - PHM - 21 giri in 30’51”216
2 - Andrea Kimi Antonelli - Prema - 3”042*
3 - Nikita Bedrin - PHM - 8”040
4 - James Wharton - Prema - 10”334
5 - Conrad Laursen - Prema - 10”788
6 - Charlie Wurz - Prema - 14”234*
7 - Rasmus Joutsimies - Jenzer - 15”980
8 - Valentin Kluss - PHM - 27”158
9 - Ugo Ugochukwu - Prema - 27”307
10 - Jonas Ried - PHM - 28”109
11 - Nandhavud Bhirombhakdi - Jenzer - 28”452
12 - Michael Sauter - Sauter - 35”359**
13 - Samir Ben - Jenzer - 37”264**

*5” di penalità per falsa partenza
**5” di penalità per track limits

Domenica 8 agosto 2022, gara 2

1 - Taylor Barnard - PHM - 21 giri
2 - Andrea Kimi Antonelli - Prema - 0”923
3 - Nikita Bedrin - PHM - 1”802
4 - Charlie Wurz - Prema - 2”890
5 - James Wharton - Prema - 4”436
6 - Conrad Laursen - Prema - 8”483
7 - Ugo Ugochukwu - Prema - 13”497
8 - Rasmus Joutsimies - Jenzer - 14”448
9 - Nandhavud Bhirombhakdi - Jenzer - 18”978
10 - Valentin Kluss - PHM - 21”143
11 - Michael Sauter - Sauter - 42”870
12 - Samir Ben - Jenzer - 49”064
13 - Jonas Ried - PHM - 3 giri

Domenica 8 agosto 2022, gara 3

1 - James Wharton - Prema - 21 giri
2 - Conrad Laursen - Prema - 4”604
3 - Taylor Barnard - PHM - 6”485
4 - Andrea Kimi Antonelli - Prema - 6”972
5 - Rasmus Joutsimies - Jenzer - 8”767
6 - Ugo Ugochukwu - Prema - 10”045
7 - Charlie Wurz - Prema - 18”091
8 - Nikita Bedrin - PHM - 26”025
9 - Jonas Ried - PHM - 26”295
10 - Michael Sauter - Sauter - 32”434
11 - Nandhavud Bhirombhakdi - Jenzer - 42”421
12 - Samir Ben - Jenzer - 46”800

Ritirati
Valentin Kluss

Il campionato
1.Antonelli 253 punti; 2.Camara 155; 3.Barnard 151; 4.Laursen 129; 5.Wurz 109; 6.Wharton 104; 7.Bedrin 95; 8.Amand 48; 9.Joutsimies 44; 10.Ried 37.

5 Ago [16:39]

Top Speed promotore della F4 UAE
Cinque tappe, la novità è il Kuwait

Massimo Costa

Importanti novità arrivano dagli Emirati Arabi Uniti. Top Speed, la società di Davide De Gobbi che già promuove e organizza la Formula Regional Asia e dal 2008 ha giocato un ruolo dominante nella organizzazione delle gare asiatiche, dal 2023 si occuperà assieme ad EMSO del campionato della F4 UAE. Gli appuntamenti saranno cinque e la grande novità sarà l'ingresso, oltre ai tradizionali circuiti Yas Marina di Abu Dhabi e Dubai, di una tappa al nuovo Kuwait Motor Town progettato da Hermann Tilke. Tale tracciato è lungo 5.609 metri, nella foto in basso, ed ha anche due configurazioni più brevi.

Inoltre, verrà organizzata anche una gara F4, fuori campionato, in concomitanza con il Gran Premio F1 di Abu Dhabi in programma il fine settimana del 20 novembre 2022.

La stagione della F4 UAE scatterà con i test collettivi in programma a Dubai il 9-10 gennaio, poi il 13-14 gennaio si terrà la prima prova (in tutti gli eventi si disputeranno tre gare), sul circuito di Dubai. A seguire, il 21-22 si correrà ad Abu Dhabi, poi il 2-3 febbraio si andrà sull'inedito tracciato del Kuwait, l'11-12 febbraio si torna a Dubai poi grande finale il 18-19 febbraio ad Abu Dhabi. Tutte le tappe saranno in concomitanza con la Formula Regional Asian Championship.

Il calendario 2023

9-10 gennaio: Test collettivi a Dubai
13-14 gennaio: Dubai
21-22 gennaio: Yas Marina
2-3 febbraio: Kuwait Motor Town
11-12 febbraio: Dubai
18-19 febbraio: Yas Marina

3 Ago [8:28]

F4 Brasiliana a San Paolo
Clerot senza rivali

Mattia Tremolada

Pedro Clerot è sempre più leader della Formula 4 brasiliana, tornata in azione per il primo dei due appuntamenti consecutivi (settimana prossima i 16 protagonisti della serie saranno nuovamente in azione sul tracciato che ospita il Gran Premio del Brasile di Formula 1) in programma sul circuito di Interlagos di San Paolo a due mesi e mezzo dalla tappa inaugurale di Velo Città. Al vertice della classifica il 15enne Clerot ha preso il largo grazie a quattro pole position su quattro e altrettante vittorie nelle gare più lunghe disputate fino a questo momento. Il suo vantaggio nei confronti del primo degli inseguitori, Lucas Staico, è di 63 punti, esattamente il doppio di quelli messi a segno dal portacolori di TMG finora.

Se a Velo Città il pilota gestito dalla Pro Racing di Marco Cioci era risultato quarto nella manche con griglia invertita, a San Paolo Clerot si è migliorato, recuperando dall’ottava alla seconda piazza. Nel finale della corsa ha anche tentato di andare all’assalto del leader Nicolas Giaffone (nella foto sotto), che ha però ben resistito, conquistando il primo successo stagionale. È stata anche la prima volta che ad imporsi non è stato il team Full Time Sports, che ha lasciato spazio a Cavaleiro.



A prendere la testa nelle prime fasi di gara 2 era stato Nelson Neto, poi precipitato al quarto posto in seguito all’attacco di Joao Tesser, che ha aperto la strada anche a Giaffone e Clerot. Giaffone ha poi superato il compagno di squadra, seguito ancora una volta come un’ombra dal leader di campionato. Vinicius Tessaro ha completato il podio in terza piazza prima di migliorarsi di una posizione nella terza corsa, in cui ha tenuto a bada Lucas Staico, a propria volta già secondo in gara 1. Poco brillante in qualifica, Staico si è confermato nelle tre manche come il principale inseguitore di Clerot. Al contrario Ricardo Gracia, due volte secondo nelle prove, in tutte le gare ha ripetuto lo stesso copione, precipitando in classifica giro dopo giro. Per lui, che aveva vinto la corsa con griglia invertita a Velo Città, è maturata solo una top-5 in gara 3.

Debutto sfortunato per il 16esimo pilota del campionato, Alvaro Cho, che dopo aver saltato la prima gara in quanto ancora 14enne, ha mostrato una buona velocità in qualifica, facendo segnare il quarto e il terzo tempo nei due turni in programma. Nella prima manche mentre occupava la sesta piazza è però stato centrato dal compagno di squadra in KTF Richard Annunziata, addirittura squalificato a gara in corso. Poca fortuna anche per i cugini di Giaffone, Fernando Barrichello e Felipe Bartz Barrichello, che dopo aver conquistato un podio a testa a Velo Città hanno mancato la top-5 a Interlagos.

Sabato 30 luglio 2022, gara 1

1 - Pedro Clerot - Full Time - 16 giri
2 - Lucas Staico - TMG - 6”813
3 - Nicolas Giaffone - Cavaleiro - 7”104
4 - Luan Lopes - KTF - 13”026
5 - Vinicius Tessaro - Cavaleiro - 14”785
6 - Nelson Neto - Full Time - 18”092
7 - Victor Backes - KTF - 18”115
8 - João Tesser - Cavaleiro - 19”644
9 - Lucca Zucchini - TMG - 19”889
10 - Ricardo Gracia - Full Time - 20”356
11 - Nicholas Monteiro - TMG - 23”622
12 - Fernando Barrichello - Full Time - 24”597
13 - Aurelia Nobels - TMG - 26”137

Ritirati
Felipe Barrichello Bartz
Alvaro Cho

Squalificato
Richard Annunziata

Domenica 31 luglio 2022, gara 2

1 - Nicolas Giaffone - Cavaleiro - 12 giri
2 - Pedro Clerot - Full Time - 0”253
3 - Vinicius Tessaro - Cavaleiro - 0”752
4 - Nelson Neto - Full Time - 1”358
5 - João Tesser - Cavaleiro - 1”865
6 - Lucas Staico - TMG - 2”555
7 - Alvaro Cho - KTF - 5”929
8 - Luan Lopes - KTF - 8”209
9 - Fernando Barrichello - Full Time - 10”595
10 - Felipe Barrichello Bartz - Cavaleiro - 11”133
11 - Ricardo Gracia - Full Time - 11”745
12 - Lucca Zucchini - TMG - 12”179
13 - Richard Annunziata - KTF - 13”193
14 - Nicholas Monteiro - TMG - 16”214
15 - Aurelia Nobels - TMG - 21”199
16 - Victor Backes - KTF - 1 giro

Domenica 31 luglio 2022, gara 3

1 - Pedro Clerot - Full Time - 17 giri
2 - Vinicius Tessaro - Cavaleiro - 9”880
3 - Lucas Staico - TMG - 13”661
4 - Richard Annunziata - KTF - 16”813
5 - Ricardo Gracia - Full Time - 17”315
6 - Luan Lopes - KTF - 23”521
7 - Fernando Barrichello - Full Time - 24”485
8 - Felipe Barrichello Bartz - Cavaleiro - 25”420
9 - Lucca Zucchini - TMG - 26”051
10 - Nicolas Giaffone - Cavaleiro - 26”585
11 - Nicholas Monteiro - TMG - 27”824
12 - Nelson Neto - Full Time - 31”119
13 - Alvaro Cho - KTF - 31”505
14 - João Tesser - Cavaleiro - 53”119
15 - Victor Backes - KTF - 1’11”371
16 - Aurelia Nobels - TMG - 1 giro

Il campionato
1.Clerot 126 punti; 2.Staico 63; 3.Giaffone 49; 4.Gracia 48; 5.Tessaro 38; 6.Monteiro 30; 7.Barrichello 28; 8.Lopes 27; 9.Barrichello Bartz 26; 10.Neto 24.

2 Ago [12:33]

F4 francese a Spa
Barter dominatore trasparente

Jacopo Rubino

Due vittorie e un sesto posto, ma zero punti. Questo il bizzarro destino del leader Hugh Barter nella tappa della Formula 4 francese a Spa-Francorchamps, disputata a contorno della 24 Ore del GT World Challenge. Bizzarro, ma previsto dal regolamento: l'australiano in questo weekend è stato trasparente per la classifica perché durante la stagione aveva già corso qui nella serie spagnola. Gli avversari ne hanno approfittato per recuperare terreno in graduatoria, con Souta Arao ora distante solo 21 lunghezze, mentre Alessandro Giusti è a -35.

Barter ha vinto gara 1 e gara 3 scattando dalla pole-position, anche se l'ultima manche ha avuto solo due giri di vera competizione, con la safety-car intervenuta per gli incidenti fra Edgar Pierre, Valentino Mini e Pierre-Alexandre Provost, e poi tra Jeronimo Berrio e Enzo Peugeot, in cui il colombiano ha picchiato forte contro le barriere al Raidillon.

Gara 2, quella con griglia invertita, ha visto Barter salire da decimo a sesto al traguardo, giusto alle spalle di Arao. Ad imporsi, per la prima volta nel 2022, era stato proprio Peugeot, bravo a resistere alla pressione di Romain Andriolo e dello stesso Berrio, autore di un grande start. Anche in questo caso era servita la safety-car, per un contatto fra Luciano Morano e Mini. Per il panamense è stata una trasferta da incubo, visto il ritiro per crash (con il tedesco Max Reis) anche nella prima corsa.

Ara ha chiuso secondo in gara 3 davanti ad Alessandro Giusti, che la piazza d'onore se l'era presa in gara 1, approfittando dei 30" di penalità comminati a Berrio per il sorpasso effettuato sotto bandiere gialle.

Il prossimo round della F4 francese è in programma il 9-11 settembre a Ledenon.

Sabato 30 luglio 2022, gara 1

1 - Hugh Barter - 9 giri 23'47"451
2 - Alessandro Giusti - 3"541
3 - Elliott Vayron - 4"494
4 - Souta Arao - 4"613
5 - Enzo Peugeot - 7"188
6 - Louis Pelet - 8"263
7 - Yuto Nomura - 8"925
8 - Romain Andriolo - 12"477
9 - Lorens Lecertua - 13"004
10 - Edgar Pierre - 13"802
11 - Enzo Geraci - 16"183
12 - Pol Lopez Gutierrez - 19"091
13 - Leny Réveillère - 21"344
14 - Valentino Mini - 22"211
15 - Pablo Sarrazin - 23"764
16 - Antoine Fernande - 30"807
17 - Luciano Morano - 31"946
18 - Amir Sayed - 32"418
19 - Dario Cabanelas - 32"682
20 - Jeronimo Berrio - 33"066

Giro più veloce: Hugh Barter 2'24"823

Ritirati
8° giro - Max Reis
7° giro - Enzo Richer
4° giro - Mateo Villagomez
1° giro - Pierre-Alexandre Provost

Sabato 30 luglio 2022, gara 2

1 - Enzo Peugeot - 8 giri 23'05"989
2 - Romain Andriolo - 0"341
3 - Jeronimo Berrio - 0"540
4 - Mateo Villagomez - 1"075
5 - Souta Arao - 3"027
6 - Hugh Barter - 3"044
7 - Elliott Vayron - 3"222
8 - Dario Cabanelas - 3"788
9 - Alessandro Giusti - 4"271
10 - Yuto Nomura - 4"596
11 - Max Reis - 4"740
12 - Lorens Lecertua - 6"390
13 - Louis Pelet - 8"223
14 - Pierre-Alexandre Provost - 11"022
15 - Enzo Geraci - 11"039
16 - Enzo Richer - 11"339
17 - Pablo Sarrazin - 11"737
18 - Pol Lopez Gutierrez - 12"105
19 - Amir Sayed - 13"117
20 - Leny Réveillère - 14"659
21 - Antoine Fernande - 15"405

Giro più veloce: Hugh Barter 2'26"106

Ritirati
2° giro - Valentino Mini
2° giro - Luciano Morano
1° giro - Edgar Pierre

Domenica 31 luglio 2022, gara 3

1 - Hugh Barter - 8 giri 23'53"536
2 - Souta Arao - 0"278
3 - Alessandro Giusti - 0"737
4 - Elliott Vayron - 1"341
5 - Louis Pelet - 1"685
6 - Yuto Nomura - 2"636
7 - Lorens Lecertua - 4"168
8 - Dario Cabanelas - 5"250
9 - Romain Andriolo - 5"603
10 - Mateo Villagomez - 6"322
11 - Enzo Peugeot - 6"895
12 - Leny Réveillère - 8"335
13 - Max Reis - 8"541
14 - Pol Lopez Gutierrez - 9"072
15 - Amir Sayed - 10"957
16 - Enzo Richer - 13"618
17 - Pablo Sarrazin - 13"841
18 - Antoine Fernande - 14"311
19 - Luciano Morano - 16"231

Giro più veloce: Hugh Barter 2'24"968

Ritirati
6° giro - Jeronimo Berrio
4° giro - Enzo Geraci
2° giro - Pierre-Alexandre Provost
2° giro - Edgar Pierre
2° giro - Valentino Mini

Il campionato
1.Barter 161 punti; 2.Arao 140; 3.Giusti 136; 4.Vayron 121; 5.peugeot 74; 6.Nomura 59; 7.Berrio 56; 8.Cabanelas 52; 9.Provost 49; 10.Andriolo 44

1 Ago [17:04]

British F4 a Knockhill
Ugochukwu resta terzo incomodo

Jacopo Rubino

Da -51 a -40. Si riduce ancora un po' il distacco fra Alex Dunne e Oliver Gray al vertice della British F4, che in questo fine settimana ha fatto tappa sul tracciato scozzese di Knockhill. Entrambi hanno frequentato il podio, ma senza vincere: i successi sono andati invece a Joseph Loake, Georgi Dimitrov e Ugo Ugochukwu, che si conferma "terza forza" del campionato e miglior rookie.

In qualifica l'americano aveva centrato una doppia pole-position, ma al via di gara 1 è stato superato da Loake. Da quel momento il portacolori JHR ha tenuto in pugno la situazione, viaggiando verso il primo successo stagionale, mentre lo junior McLaren ha compromesso tutto nel finale: infilato anche da Dunne, che si è preso la piazza d'onore, ha poi compiuto un'escursione sulla ghiaia che lo ha fatto scivolare fuori dalla top 10. Gray, suo compagno nel team Carlin, ha così ereditato il terzo gradino del podio.

Ugochukwu si è riscattato in gara 3, con una marcia verso la vittoria priva di intoppi, quelli che ha avuto invece Dunne. L'alfiere Hitech scattava dalla prima fila, ma ha stallato e dopo qualche curva ha pure perso l'ala anteriore: dopo la sosta ai box era ormai doppiato, perdendo ogni chance di fare risultato. La debacle dell'irlandese è stata una buona chance di recuperare punti per Gray, secondo, pur senza mai attacare Ugochukwu, mentre Loake ha chiuso terzo resistendo alla pressione di Louis Sharp.

In mezzo, gara 2 con griglia invertita ha premiato Georgi Dimitrov, come già accaduto nel round di apertura a Donington. L'anglo-bulgaro della JHR si è trovato di fatto in pole, visto che Adam Fitzgerald è andato in testacoda nel giro di formazione, e poi si è difeso dal pilota di casa Oliver Stewart. Quando lo scozzese è incappato a sua volta in un errore, Eduardo Coseteng e Aiden Neate si sono giocati il secondo posto in un duello appassionante. Ha prevalso il filippino, mentre Neate nei giri conclusivi s'è visto piombare alle spalle Dunne, quarto in rimonta davanti al diretto avversario Gray.

Dopo la trasferta in Scozia, il prossimo appuntamento della British F4 è in programma il 13-14 agosto a Snetterton.

Sabato 30 luglio 2022, gara 1

1 - Joseph Loake - JHR - 25 giri 20'20"411
2 - Alex Dunne - Hitech - 2"247
3 - Ollie Gray - Carlin - 3"419
4 - Louis Sharp - Carlin - 5"587
5 - Eduardo Coseteng - Hitech - 10"134
6 - Aiden Neate - Argenti - 11"405
7 - Oliver Stewart - Hitech - 12"021
8 - Georgi Dimitrov - JHR - 14"655
9 - Edward Pearson - Virtuosi - 19"053
10 - Noah Lisle - JHR - 23"542
11 - Ugo Ugochukwu - Carlin - 26"898
12 - Adam Fitzgerald - Argenti - 29"572
13 - Michael Shin - Virtuosi - 33"981
14 - Daniel Mavlyutov - Hitech - 41"673
15 - Daniel Guinchard - Argenti - 2 giri

Giro più veloce: Alex Dunne 48"426

Domenica 31 luglio 2022, gara 2

1 - Georgi Dimitrov - JHR - 25 giri 20'24"068
2 - Eduardo Coseteng - Hitech - 5"079
3 - Aiden Neate - Argenti - 11"802
4 - Alex Dunne - Hitech - 11"912
5 - Ollie Gray - Carlin - 13"358
6 - Louis Sharp - Carlin - 12"545
7 - Daniel Guinchard - Argenti - 14"145
8 - Ugo Ugochukwu - Carlin - 14"301
9 - Oliver Stewart - Hitech - 14"767
10 - Joseph Loake - JHR - 15"440
11 - Adam Fitzgerald - Argenti - 21"307
12 - Edward Pearson - Virtuosi - 30"101
13 - Noah Lisle - JHR - 30"451
14 - Michael Shin - Virtuosi - 40"268
15 - Daniel Mavlyutov - Hitech - 1 giro

Giro più veloce: Eduardo Coseteng 48"395

Domenica 31 luglio 2022, gara 3

1 - Ugo Ugochukwu - Carlin - 25 giri 20'18"665
2 - Ollie Gray - Carlin - 2"275
3 - Joseph Loake - JHR - 5"548
4 - Louis Sharp - Carlin - 5"933
5 - Aiden Neate - Argenti - 10"264
6 - Eduardo Coseteng - Hitech - 13"649
7 - Oliver Stewart - Hitech - 14"637
8 - Michael Shin - Virtuosi - 20"892
9 - Georgi Dimitrov - JHR - 21"210
10 - Daniel Guinchard - Argenti - 22"061
11 - Edward Pearson - Virtuosi - 26"500
12 - Adam Fitzgerald - Argenti - 26"993
13 - Daniel Mavlyutov - Hitech - 36"673
14 - Noah Lisle - JHR - 1 giro
15 - Alex Dunne - Hitech - 1 giro

Giro più veloce: Ugo Ugochukwu 48"356

Il campionato
1.Dunne 271 punti; 2.Gray 230; 3.Ugochukwu 179; 4.Neate 167; 5.Sharp 158; 6.Loake 127; 7.Dimitrov 118; 8.Coseteng 117; 9.Guinchard 103; 10.Shin 58

27 Giu [15:49]

British F4 a Croft
Gray vince, Dunne contiene

Jacopo Rubino

Oliver Gray ha accorciato un po' le distanze su Alex Dunne, leader della British F4: a Croft il portacolori Carlin è stato abbonato al podio, chiudendo in bellezza con la prima vittoria stagionale in gara 3, mentre il capoclassifica ha vissuto un weekend di contenimento danni, dopo una qualifica negativa che ha interrotto la striscia di 7 pole-position consecutive. Dunne ci ha comunque messo una pezza aggiudicandosi gara 2, quella con l'inversione di griglia.

Aiden Neate è stato il grande protagonista del sabato: nel giorno del suo sedicesimo compleanno, l'alfiere del team Argenti ha vinto in gara 1 scattando dalla pole, con Ugo Ugochukwu a chiudergli in scia, secondo, e Gray terzo.

Nono al via, Dunne è giunto settimo, ma come detto ha avuto la sua occasione in gara 2: era secondo sullo schieramento e si è ritrovato in vetta quasi senza colpo ferire, visto che Georgi Dimitrov ha stallato dalla prima casella. L'irlandese è quindi andato in fuga, ma per la Hitech è sfumata la doppietta quando a tre giri dal traguardo Oliver Stewart ha rallentato sul rettilineo principale, permettendo a Joseph Loake di chiudere secondo davanti a Gray.

L'ultima corsa è stata ricca di colpi di scena: bandiera rossa per l'uscita di Joel Pearson, 10" di penalità per partenza anticipata del poleman Neate, poi ancora safety-car per il botto contro le barriere di Loake. Alla ripartenza si era portato in testa Stewart, scavalcando Gray, che nel tentativo di rifarsi ha compiuto un fuoripista ritrovandosi pure dietro a Louis Sharp. Ma al giro 5, nello spazio di sole due curve, lo junior Williams F1 ha scavalcato entrambi per andare a festeggiare davanti a Sharp, suo compagno di squadra.

Stewart alla fine si è ritrovato giù dal podio, quarto alle spalle di Dunne che ha rimontato dalla decima piazzola, sfruttando a proprio favore i vari episodi. I titoli si vincono anche così, con Gray che comunque è sempre più l'antagonista designato: ora ha 51 punti di ritardo in graduatoria, con la prima metà di stagione andata in archivio.

Sabato 25 giugno 2022, gara 1

1 - Aiden Neate - Argenti - 16 giri 20'53"127
2 - Ugo Ugochukwu - Carlin - 0"488
3 - Oliver Gray - Carlin - 1"255
4 - Louis Sharp - Carlin - 1"398
5 - Daniel Guinchard - Argenti - 4"799
6 - Eduardo Coseteng - Hitech - 9"920
7 - Alex Dunne - Hitech - 13"974
8 - Joseph Loake - JHR - 14"649
9 - Oliver Stewart - Hitech - 15"571
10 - Georgi Dimitrov - JHR - 16"159
11 - Adam Fitzgerald - Argenti - 18"622
12 - Michael Shin - Virtuosi - 24"643
13 - Noah Lisle - JHR - 25"219
14 - Edward Pearson - Virtuosi - 29"942
15 - Joel Pearson - Dittmann - 33"193
16 - Daniel Mavlyutov - Hitech - 55"048

Giro più veloce: Ugo Ugochukwu 1'17"758

Sabato 25 giugno 2022, gara 2

1 - Alex Dunne - Hitech - 16 giri 20'54"441
2 - Joseph Loake - JHR - 4"257
3 - Oliver Gray - Carlin - 5"277
4 - Aiden Neate - Argenti - 7"374
5 - Noah Lisle - JHR - 13"260
6 - Louis Sharp - Carlin - 14"590
7 - Eduardo Coseteng - Hitech - 25"346
8 - Edward Pearson - Virtuosi - 28"136
9 - Daniel Guinchard - Argenti - 41"307
10 - Joel Pearson - Dittmann - 49"657
11 - Adam Fitzgerald - Argenti - 1'02"791
12 - Daniel Mavlyutov - Hitech - 1 giro
13 - Ugo Ugochukwu - Carlin - 2 giri
14 - Oliver Stewart - Hitech - 3 giri

Giro più veloce: Alex Dunne 1'17"465

Ritirati
6° giro - Georgi Dimitrov
2° giro - Michael Shin

Domenica 26 giugno 2022, gara 3

1 - Oliver Gray - Carlin - 7 giri 10'51"758
2 - Louis Sharp - Carlin - 1"926
3 - Alex Dunne - Hitech - 2"629
4 - Oliver Stewart - Hitech - 3"295
5 - Georgi Dimitrov - JHR - 5"785
6 - Eduardo Coseteng - Hitech - 6"377
7 - Adam Fitzgerald - Argenti - 8"144
8 - Michael Shin - Virtuosi - 8"979
9 - Noah Lisle - JHR - 9"281
10 - Edward Pearson - Virtuosi - 10"685
11 - Aiden Neate - Argenti - 40"268
12 - Daniel Mavlyutov - Hitech - 1 giro
13 - Ugo Ugochukwu - Carlin - 1 giro
14 - Daniel Guinchard - Argenti - 2 giri

Giro più veloce: Oliver Gray 1'17"853

Ritirati
1° giro - Joseph Loake
1° giro - Joel Pearson

Il campionato
1.Dunne 240 punti; 2.Gray 190; 3.Ugochukwu 150; 4.Neate 137; 5.Sharp 129; 6.Guinchard 96; 7.Dimitrov 96; 8.Loake 87; 9.Coseteng 84; 10.Shin 54

27 Giu [11:12]

ADAC F4 a Zandvoort
Antonelli sempre più leader

Mattia Tremolada

Andrea Kimi Antonelli non accenna a rallentare la propria marcia nei principali campionati di Formula 4. Dopo i primi tre appuntamenti dei campionati italiano e tedesco, per un totale di 18 corse, il pilota bolognese vanta in bacheca 12 vittorie e 14 podi, con il solo Rafael Camara, suo compagno di squadra al team Prema, capace di tenergli testa nella serie tricolore, che comanda per tre lunghezze. Nell’ADAC F4 invece Antonelli ha un vantaggio di 50 punti, avendo mancato il bersaglio solamente in due delle tre gare con griglia invertita, in cui è sempre scattato dalla quarta fila.

Come accaduto a Hockenheim, dove aveva magistralmente recuperato dall’ottava alla prima posizione per suggellare l’en plein, Antonelli ha recuperato di gran carriera in gara 3, nonostante le due neutralizzazioni che hanno rallentato lo svolgimento della corsa. Il portacolori junior Mercedes si è portato nella scia del compagno di squadra Conrad Laursen a cinque minuti dal termine, dopo essersi liberato dei piloti del team PHM Nikita Bedrin e Taylor Barnard. Nelle battute conclusive è andato all’attacco del danese (che scattava dalla prima fila), bravo a difendersi per conquistare il proprio primo trionfo nella serie per soli 58 millesimi.



Con il successo nelle prime due manche Antonelli aveva portato a otto il numero di vittorie consecutive, avendo messo le mani su tutte e tre le gare in programma a Spa per la F4 Italia e ad Hockenheim per il campionato tedesco. Entrambi i successi sono arrivati dominando con facilità dalla pole position fino alla bandiera a scacchi, grazie al miglior tempo nei due turni di qualifica, dove, nell’ADAC F4 è ancora imbattuto.

Niente da fare per Camara, due volte secondo prima di chiudere solamente in quinta posizione gara 3. Già dominante in qualifica, Prema ha monopolizzato il podio in tutte e tre le gare in programma, a dimostrazione di una superiorità schiacciante in questa prima metà della stagione inaugurale del secondo ciclo di vetture di F4. Laursen era infatti già riuscito a salire sul terzo gradino del podio in gara 1, per poi lasciare posto a Charlie Wurz nelle due corse domenicali. Quinto, quarto e sesto James Wharton, veloce in qualifica, ma ancora debole nel corpo a corpo.



Una quarta posizione a testa per Barnard e Bedrin, gli unici in grado di inserirsi nel dominio Prema con il team PHM. Assente invece in Olanda US Racing, che ha quindi deciso di dare priorità alla serie tricolore, dove Alex Dunne occupa la terza posizione in classifica. Assente anche il team BWR, mentre ha fatto il proprio rientro una combattiva Maya Weug, a punti in gara 1 dopo aver anche occupato la sesta posizione.

Sabato 25 giugno 2022, gara 1

1 - Andrea Kimi Antonelli - Prema - 18 giri in 31’17”591
2 - Rafael Camara - Prema - 5”817
3 - Conrad Laursen - Prema - 11”994
4 - Nikita Bedrin - PHM - 12”478
5 - James Wharton - Prema - 12”754
6 - Taylor Barnard - PHM - 13”541
7 - Charlie Wurz - Prema - 14”394
8 - Martinius Stenshorne - VAR - 15”844
9 - Maya Weug - Iron Lynx - 16”265
10 - Emerson Fittipaldi - VAR - 18”432
11 - Valentin Kluss - PHM - 19”909
12 - Rasmus Joutsimies - Jenzer - 23”807
13 - Michael Sauter - Sauter - 31”723
14 - Arias Deukmedjian - VAR - 36”476
15 - Samir Ben - Jenzer - 37”039
16 - Nandhavud Bhirombhakdi - Jenzer - 47”810
17 - Jules Castro - VAR - 50”412
18 - Brando Badoer - VAR - 58”279

Ritirati
Jonas Ried

Domenica 26 giugno 2022, gara 2

1 - Andrea Kimi Antonelli - Prema - 17 giri in 30’45”328
2 - Rafael Camara - Prema - 2”770
3 - Charlie Wurz - Prema - 3”811
4 - James Wharton - Prema - 4”858
5 - Nikita Bedrin - PHM - 5”891
6 - Taylor Barnard - PHM - 11”856
7 - Conrad Laursen - Prema - 14”479
8 - Emerson Fittipaldi - VAR - 15”107
9 - Arias Deukmedjian - VAR - 15”388
10 - Martinius Stenshorne - VAR - 19”161
11 - Maya Weug - Iron Lynx - 19”418
12 - Rasmus Joutsimies - Jenzer - 19”957
13 - Michael Sauter - Sauter - 20”353
14 - Jonas Ried - PHM - 20”884
15 - Samir Ben - Jenzer - 23”249
16 - Brando Badoer - VAR - 25”299
17 - Jules Castro - VAR - 25”937

Ritirato
Valentin Kluss
Nandhavud Bhirombhakdi

Domenica 26 giugno 2022, gara 3

1 - Conrad Laursen - Prema - 17 giri in 30’53”729
2 - Andrea Kimi Antonelli - Prema - 0”058
3 - Charlie Wurz - Prema - 0”451
4 - Taylor Barnard - PHM - 1”199
5 - Rafael Camara - Prema - 1”732
6 - James Wharton - Prema - 1”928
7 - Nikita Bedrin - PHM - 6”053
8 - Martinius Stenshorne - VAR - 9”596
9 - Rasmus Joutsimies - Jenzer - 9”956
10 - Emerson Fittipaldi - VAR - 10”351
11 - Brando Badoer - VAR - 11”787
12 - Samir Ben - Jenzer - 13”252
13 - Jonas Ried - PHM - 40”509
14 - Jules Castro - VAR - 1’21”559

Ritirati
Nandhavud Bhirombhakdi
Arias Deukmedjian
Michael Sauter
Maya Weug
Valentin Kluss

Il campionato
1.Antonelli 205 punti; 2.Camara 155; 3.Laursen 93; 4.Barnard 86; 5.Wurz 83; 6.Bedrin 61; 7.Wharton 57; 8.Amand 48; 9.Ried 34; 10.Sztuka 30.

PrevPage 1 of 10Next

News

F4 Nel mondo
v

FirstPrevPage 1 of 3NextLast
FirstPrevPage 1 of 3NextLast

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone
gdlracinggdlhouse