formula 1

Sochi - Qualifica
Norris che pole, Sainz secondo
Hamilton sbaglia tutto, quarto

Nel giorno in cui Max Verstappen, dovendo partire dal fondo griglia per la penalità dovuta al cambio motore, la quarta unità,...

Leggi »
Regional by Alpine

Valencia - Gara 1
Colapinto trova il riscatto

1 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 21 giri 2 - David Vidales - Prema - 0"4173 - Mari Boya - VAR - 4"0924 -...

Leggi »
Regional by Alpine

Valencia - Qualifica 1
Colapinto batte Vidales

1 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 1’28"7692 - David Vidales - Prema - 1’28"8333 - Mari Boya - VAR - 1’28"...

Leggi »
FIA Formula 3

Alla scoperta di Hauger,
la nuova speranza della Norvegia

Il Dennis Hauger nel FIA Formula 3 ha chiuso un cerchio aperto da oltre dieci anni. Nel 2010 fu infatti un pilota norvegese a...

Leggi »
FIA Formula 3

Sochi – Gara 1
Hauger campione con Prema
Vittoria per Sargeant

Ha provato in tutti i modi a conquistare la vittoria di gara 1 a Sochi ma, nonostante il secondo posto, Dennis Hauger può fes...

Leggi »
FIA Formula 2

Sochi - Qualifica
Terza pole di fila per Piastri e Prema

Terza pole position consecutiva per Oscar Piastri in questa stagione di Formula 2, davanti a tutti ancora una volta in occasi...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
22 Set [10:29]

Hitech dal 2022 in British F4,
e partnership con l'italiana Cram

Jacopo Rubino

Con l'avvento delle monoposto di nuova generazione, anche la Hitech entra in Formula 4: nel 2022 farà il debutto nella serie britannica, che cambiando organizzazione passerà al pacchetto Tatuus-Autotecnica. Hitech completerà così verso il basso la propria filiera, che già comprende le presenze in Formula 2, Formula 3 e nella GB3, l'ex British F3.

La struttura inglese si era già approcciata alla categoria gestendo in modo centralizzato le vetture ibride di KCMG utilizzate nel 2019 ai FIA Motor Sport Games di Vallelunga, ma non da partecipante diretta.

"Si tratta di un passo naturale, così da offrire ai piloti la possibilità di rimanere in Hitech dai loro inizi nell'automobilismo, dopo il karting, e proseguendo nella scalata verso la Formula 1 attraverso F3 e F2", ha commentato il boss Oliver Oakes. "Negli anni abbiamo avuto dei legami con varie scuderie di F4, ma con le nuove regole aveva senso allestire finalmente il nostro programma in autonomia".

Hitech stringerà adesso una collaborazione con l'italiana Cram, per consentire ai suoi piloti di affrontare un eventuale doppio impegno tra il campionato d'Oltremanica e quello tricolore, così da aumentare la propria esperienza.

"Avendo base nel Regno Unito è logisticamente impossibile entrare nei campionati esteri", ha spiegato Oakes, ma la soluzione è rappresentata da questa partnership che partirà già in inverno con la F4 degli Emirati Arabi.

Oakes ha sottolineato peraltro gli "oltre 15 anni" di rapporti con la famiglia Rosei a capo di Cram, di cui lui stesso è stato portacolori nel 2006 in Formula Renault 2.0 Eurocup.

20 Set [17:49]

ADAC F4 a Hockenheim
Bearman allunga su Tramnitz

Mattia Tremolada

Oliver Bearman ha aumentato la propria leadership di campionato a Hockenheim, sede del quarto appuntamento della stagione dell'ADAC Formula 4. Il pilota inglese, per la prima volta in stagione non si è imposto nelle prime due corse del fine settimana, quelle in cui la griglia di partenza è stabilita dalla qualifica, aggiudicandosi la quinta vittoria dell’anno nella serie (14esima della stagione 2021 considerando anche F4 Italia e GB3) in gara 1.

Tramnitz ha poi avuto la meglio nella seconda manche con un sorpasso di forza ai danni del rivale diretto, ma un bloccaggio in avvio di gara 3 non gli ha permesso di andare oltre il secondo quarto posto del fine settimana. Il divario sale così a 49 punti a favore del pilota inglese, mentre Tramnitz scavalca gli assenti Sebastian Montoya e Kirill Smal, con i team Prema, Iron Lynx e Jenzer che hanno disertato il fine settimana dopo aver corso a Spielberg e Zandvoort, dando priorità alle due giornate di test della serie tricolore al Mugello martedì e mercoledì.

In una griglia di sole 13 monoposto, assenti anche Valentino Catalano (BWR) e Han Cenyu (VAR), Bearman si è imposto dalla pole in gara 1, mentre una partenza opaca ha fatto scivolare Tramnitz al quarto posto, alle spalle dei compagni di squadra Luke Browning e Alex Dunne, con quest'ultimo che ha prevalso nel duello del primo giro. Il pilota irlandese ha fatto il proprio esordio nella serie, dopo una parentesi complicata nella F4 spagnola con Pinnacle. Nel finale Dunne ha anche avvicinato il leader, ma si è poi accontentato di un bel podio davanti ai tre compagni in US Browning, Tramnitz e Vlad Lomko.

La squadra di Ralf Schumacher e Gerhard Ungar si è poi imposta con una tripletta nella seconda manche, con Tramnitz che dopo aver perso il comando ai danni di Bearman ha affondato un attacco aggressivo, che ha fatto precipitare il portacolori di VAR al quinto posto. Bearman è risalito quarto, ma il trio di US, con il leader iniziale Browning che ha ceduto il passo a Tramnitz e Dunne, era ormai irraggiungibile.

Browning e Dunne sono stati nuovamente protagonisti in gara 3, addirittura prima del via. Pochi metri dopo l’avvio del giro di formazione, infatti, il campione in carica del British F4 ha iniziato a scaldare nervosamente gli pneumatici, ma scartando verso sinistra ha colpito l’incolpevole Dunne, rompendogli la sospensione anteriore destra. Il pilota irlandese è così stato costretto a ritirarsi prima del via, mettendo anticipatamente la parola fine ad un bel fine settimana d’esordio.

Dalla prima fila Nikita Bedrin ha subito preso il comando, mentre il compagno in VAR Bence Valint, che aveva beneficiato dell’inversione della griglia per scattare dalla pole, scivolava nelle retrovie. Il pilota russo ha poi fatto le spalle larghe, rintuzzando gli attacchi di Bearman, che ha anzi dovuto vedersela con Lomko, terzo al traguardo.

Sabato 10 luglio 2021, gara 1

1 - Oliver Bearman - VAR - 18 giri in 30’51”545
2 - Alex Dunne - US Racing - 1”706
3 - Luke Browning - US Racing - 2”225
4 - Tim Tranmitz - US Racing - 4”120
5 - Vlad Lomko - US Racing - 9”228
6 - Victor Bernier - R-Ace - 10”229
7 - Nikita Bedrin - VAR - 18”208
8 - Marcus Amand - R-Ace - 18”552
9 - Bence Valint - VAR - 20”169
10 - Michael Sauter - Sauter - 34”352

Ritirati
Sami Meguetounif
Joshua Dufek
Taylor Barnard

Giro più veloce: Tim Tramnitz in 1’42”239

Domenica 19 settembre 2021, gara 2

1 - Tim Tranmitz - US Racing - 18 giri in 30’51”799
2 - Alex Dunne - US Racing - 1”853
3 - Luke Browning - US Racing - 4”902
4 - Oliver Bearman - VAR - 5”311
5 - Joshua Dufek - VAR - 10”752
6 - Vlad Lomko - US Racing - 13”929
7 - Nikita Bedrin - VAR - 16”212
8 - Bence Valint - VAR - 18”916
9 - Victor Bernier - R-Ace - 21”112
10 - Marcus Amand - R-Ace - 22”081
11 - Sami Meguetounif - R-Ace - 24”026
12 - Taylor Barnard - BWR - 25”158
13 - Michael Sauter - Sauter - 40”539

Giro più veloce: Alex Dunne in 1’41”934

Domenica 19 settembre 2021, gara 3

1 - Nikita Bedrin - VAR
2 - Oliver Bearman - VAR - 1”413
3 - Vlad Lomko - US Racing - 1”933
4 - Tim Tranmitz - US Racing - 7”358
5 - Victor Bernier - R-Ace - 7”984
6 - Luke Browning - US Racing - 10”596
7 - Bence Valint - VAR - 11”584
8 - Joshua Dufek - VAR - 12”880
9 - Marcus Amand - R-Ace - 17”316
10 - Taylor Barnard - BWR - 17”758
11 - Michael Sauter - Sauter - 47”955

Ritirato
Sami Meguetounif

Non partito
Alex Dunne

I‍l campionato
1.Bearman 167 punti; 2.Tramnitz 118; 3.Browning 105; 4.Montoya 72; 5.Bedrin, Smal 70; 7.Bernier 68; 8.Dufek 58; 9.Lomko 45; 10.Dunne 36.

20 Set [9:29]

British F4 a Croft
Cresswell vola, Zagazeta comanda

Jacopo Rubino

La classifica della British F4 cambia ancora padrone: dopo la tappa di Croft è Matias Zagazeta a vestire i panni del battistrada. In questo weekend il peruviano non ha raccolto successi, ma si è lanciato al comando grazie al secondo posto ottenuto in gara 3 alle spalle di McKenzy Cresswell, che ha bissato la vittoria di gara 1. Quando restano tre round al termine dell'edizione 2021, ci sono cinque pretendenti al titolo: fra loro anche Matthew Rees, superato di 5 punti da Zagazeta, Joel Granfors e James Hedley, leader nella prima parte della stagione.

A Croft è stato Cresswell il più forte di tutti, con due affermazioni conquistate partendo dalla pole-position e controllando il gruppo fino al traguardo. Per il portacolori JHR, in ottica-campionato, pesa solo l'immediato ritiro in gara 2 a causa di una mischia alla prima curva che ha pure richiesto la safety-car.

In gara 1 la piazza d'onore è andata allo svedese Granfors, bravo a difendersi da Rees, a sua volta messo poi sotto pressione da Zagazeta. L'alfiere del team Argenti ha raccolto altri punti utili in gara 2, settimo, mentre nella manche conclusiva ha centrato la seconda posizione tenendo a bada il compagno Aiden Neate. Per l'ex stella del karting si tratta del primo podio in monoposto, dopo aver iniziato il 2021 nella F4 francese.

In gara 2, quella con griglia invertita, è stata doppietta Carlin: Dougie Bolger ha approfittato dell'occasione di scattare in pole per vincere davanti a Tasanapol Inthraphuvasak, protagonista di un sorpasso da cineteca su Kai Askey a pochi minuti dal traguardo.

A livello di iscritti, da segnalare l'assenza di Abbi Pulling, rimasta a corto di budget: l'unica ragazza presente, peraltro tre volte a podio, quest'anno non completerà la stagione. Saltate le trasferte di Oulton Park e Knockhill insieme al team Richardson, Georgi Dimitrov è invece rientrato in azione sotto le insegne Arden.

Sabato 18 settembre 2021, gara 1

1 - McKenzy Cresswell - JHR - 15 giri 20'18"800
2 - Joel Granfors - Fortec - 3"845
3 - Matthew Rees - JHR - 6"115
4 - Matias Zagazeta - Argenti - 6"590
5 - Joseph Loake - JHR - 8"071
6 - Zak Taylor - Arden - 12"955
7 - Aiden Neate - Argenti - 13"414
8 - Ollie Gray - Fortec - 14"461
9 - Eduardo Coseteng - Argenti - 18"548
10 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 18"869
11 - Marcos Flack - Argenti - 19"078
12 - James Hedley - Carlin - 19"706
13 - Kai Askey - Carlin - 20"031
14 - David Morales - Arden - 21"130
15 - Dougie Bolger - Carlin - 22"065
16 - Georgi Dimitrov - Arden - 22"809

Giro più veloce: McKenzy Cresswell 1'20"375

Domenica 18 settembre 2021, gara 2

1 - Dougie Bolger - Carlin - 13 giri 20'44"703
2 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 0"426
3 - Marcos Flack - Argenti - 1"548
4 - Kai Askey - Carlin - 4"188
5 - James Hedley - Carlin - 5"120
6 - Oliver Gray - Fortec - 5"568
7 - Matias Zagazeta - Argenti - 7"483
8 - Joel Granfors - Fortec - 7"796
9 - Matthew Rees - JHR - 8"358
10 - Georgi Dimitrov - Arden - 8"605
11 - Joseph Loake - JHR - 16"517
12 - Zak Taylor - Arden - 17"194
13 - Eduardo Coseteng - Argenti - 51"214

Giro più veloce: Eduardo Coseteng 1'20"411

Ritirati
2° giro - Aiden Neate
1° giro - David Morales
1° giro - McKenzy Cresswell

Domenica 18 settembre 2021, gara 3

1 - McKenzy Cresswell - JHR - 15 giri
2 - Matias Zagazeta - Argenti - 4"625
3 - Aiden Neate - Argenti - 4"825
4 - Joel Granfors - Fortec - 7"957
5 - Matthew Rees - JHR - 11"166
6 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 11"921
7 - Joseph Loake - JHR - 17"500
8 - David Morales - Arden - 17"665
9 - Ollie Gray - Fortec - 18"614
10 - Kai Askey - Carlin - 18"904
11 - Zak Taylor - Arden - 21"375
12 - James Hedley - Carlin - 23"775
13 - Dougie Bolger - Carlin - 24"058
14 - Georgi Dimitrov - Arden - 24"297

Giro più veloce: McKenzy Cresswell 1'20"318

Ritirati
3° giro - Marcos Flack
2° giro - Eduardo Coseteng

Il campionato
1.Zagazeta 220 punti; 2.Rees 215; 3.Cresswell 195; 4.Granfors 192; 5.Hedley 185; 6.Gray 152; 7.Loake 128; 8.Pulling 97; 9.Inthraphuvasak 86; 10.Taylor 78

14 Set [12:44]

F4 francese a Ledenon
Capietto guadagna su Masson

Jacopo Rubino

Pausa estiva conclusa per la F4 francese, che in questo fine settimana è tornata in azione a Ledenon: Maceo Capietto, sempre più competitivo, Pierre-Alexandre Provost e Gael Julien si sono divisi i tre successi in palio. Esteban Masson è rimasto a secco di vittorie, ma mantiene la vetta della classifica generale con 181 punti, 26 in più di Capietto che ha comunque accorciato le distanze e può seriamente impensierirlo per il titolo, quando mancano tre eventi al termine.

Capietto ha vinto gara 1 scattando dalla pole-position, mentre in gara 3 si è dovuto arrendere a un Gael Julien in grande spolvero, accontentandosi della seconda piazza con cui ha in ogni caso preceduto Masson, quinto. Il leader di campionato non è stato al top in qualifica, quarto, ma in gara 1 ha rimediato mettendosi dietro Daniel Ligier e Hugh Barter. Masson in gara 3 ha invece pagato uno start sottotono in cui si è ritrovato sesto, recuperando una sola posizione quando ha superato Ligier.

In gara 2, con griglia invertita, Masson ha chiuso sesto precedendo proprio Capietto, limitando la perdita di punti, mentre ad imporsi è stato Pierre-Alexandere Provost che ha sfruttato l'occasione di scattare davanti a tutti, tenendo a bada Enzo Geraci. Sul gradino più basso del podio è invece salito Ligier, approfittando del testacoda a tre tornate dal termine di Dario Cabanelas.

A Ledenon ha fatto il suo esordio il figlio d'arte Pablo Sarrazin, che ha portato a casa un ottavo e un decimo posto, prevalendo nel confronto con l'altro debuttante del fine settimana Paul Trojani.

Nel prossimo appuntamento, il 25-26 settembre, la F4 francese farà tappa in Italia, affiancando GT Open ed Euroformula sul circuito di Monza.

Sabato 11 settembre 2021, gara 1

1 - Macéo Capietto - 16 giri
2 - Esteban Masson - 4"514
3 - Daniel Ligier - 4"952
4 - Hugh Barter - 6"414
5 - Gael Julien - 7"756
6 - Owen Tangavelou - 1"979
7 - Alessandro Giusti - 11"979
8 - Dario Cabanelas - 16"722
9 - Enzo Geraci - 18"718
10 - Pierre-Alexandre Provost - 22"728
11 - Pablo Sarrazin - 23"465
12 - Noah Andy - 26"816
13 - Paul Trojani - 29"784
14 - Angélina Favario - 53"170

Giro più veloce: Macéo Capietto 1'21"432

Sabato 11 settembre 2021, gara 2

1 - Pierre-Alexandre Provost - 16 giri
2 - Enzo Geraci - 0"490
3 - Daniel Ligier - 2"830
4 - Hugh Barter - 3"515
5 - Owen Tangavelou - 4"004
6 - Esteban Masson - 4"726
7 - Macéo Capietto - 6"168
8 - Pablo Sarrazin - 11"381
9 - Paul Trojani - 13”529
10 - Noah Andy - 29”794
11 - Dario Cabanelas - 34”739
12 - Angélina Favario - 35”986
13 - Gael Julien - 38”452
14 - Alessandro Giusti - after 9 laps

Giro più veloce: Esteban Masson 1'22”637

Domenica 12 settembre 2021, gara 3

1 - Gael Julien - 16 giri
2 - Macéo Capietto - 5"678
3 - Hugh Barter - 6"018
4 - Owen Tangavelou - 7"557
5 - Esteban Masson - 11"433
6 - Daniel Ligier - 15"380
7 - Alessandro Giusti - 15"812
8 - Dario Cabanelas - 17"149
9 - Enzo Geraci - 20"331
10 - Pablo Sarrazin - 20"786
11 - Noah Andy - 21"406
12 - Pierre-Alexandre Provost - 21"906
13 - Paul Trojani - 24"913
14 - Angélina Favario - 48"624

Il campionato
1.Masson 181 punti; 2.Capietto 155; 3.Barter 139; 4.Ligier 111; 5.Julien 103; 6.Tangavelou 94; 7.Giusti 74; 8.Cabanelas 67; 9.Geraci 31; 10.Neate 30

1 Set [19:42]

Shake-down positivo per
la nuova Tatuus Formula 4

Massimo Costa

Segnatevi questa data: 1 settembre 2021. Oggi è ufficialmente partita la nuova avventura della Tatuus Autotecnica e della inedita monoposto di Formula 4 di nuova generazione. Sul circuito di Vairano, alla presenza di Giovanni Delfino e Gianfranco De Bellis , la vettura ha affrontato il primo test coprendo oltre 300 chilometri senza riscontrare alcun problema. Un debutto decisamente confortante, che premia il lavoro attento e raffinato dei tecnici Tatuus per la qualità della componentistica mesas in campo, arricchendo sotto ogni punto di vista questo piccolo gioiello il quale permetterà a tanti giovani piloti provenienti dal karting di muovere i primi passi in formula.

La nuova Tatuus affronterà una seconda giornata di test, sempre a Vairano, venerdì 3 settembre, poi scenderà in pista numerose altre volte nel corso di questo mese. Parallelamente al lavoro in circuito, partirà la realizzazione delle monoposto per i vari campionati che dovrà affrontare. Spiega Delfino: "Abbiamo davanti una mole di lavoro senza precedenti, ma siamo pronti per affrontarla. Ci aspetta la costruzione di almeno 150 monoposto che dovranno essere consegnate per i vari campionati che hanno già reso ufficiale la volontà di utilizzare il marchio Tatuus Autotecnica. Ovvero, India, Emirati Arabi, Gran Bretagna e Spagna, ma abbiamo contatti avviati con altre Federazioni e contiamo di estendere la nostra presenza ad altri Paesi europei".

Ovviamente, Delfino si riferisce al campionato italiano, che per primo nel lontano 2014 fece partire la Formula 4. Il successo è poi stato strepitoso, non una novità per il costruttore italiano che già una ventina di anni fa visse una similare gloriosa operazione con le vetture della Formula Renault 2.0 che si estese a macchia d'olio in tutto il mondo. Oltre all'Italia, anche la Germania attende di estendere la partnership con Tatuus e Autotecnica.

30 Ago [9:59]

British F4 a Thruxton
Weekend con molte emozioni

Jacopo Rubino

La lotta per il titolo 2021 della British F4 si fa molto serrata. Dopo la tappa di Thruxton ricca di emozioni, ci sono tre piloti nello spazio di 8 punti al vertice della classifica: Matthew Rees a 187, Matias Zagazeta a 183, James Hedley (passato da Fortec a Carlin) a 179. Poteva essere proprio Zagazeta il nuovo leader, ma il peruviano ha perso la vittoria di gara 1 per il taglio di chicane che aveva "risolto" il duello con Oliver Gray. Il team Argenti ha fatto appello ma è stato respinto, con Zagazeta retrocesso secondo, con 7 punti in meno, e Gray promosso vincitore.

Gray ha poi fatto bis in gara 3, questa volta "sul campo", dopo un'altra intensa lotta con il compagno Joel Granfors, in cui lo svedese ha avuto la peggio finendo sull'erba dopo un contatto in extremis, terminando terzo perché della situazione ha approfittato in volata Zagazeta. La sfida si è accesa dopo la safety-car chiamata dallo spettacolare crash fra Abbi Pulling e Zak Taylor, con la ragazza del team JHR che nella prima metà di corsa aveva conteso la vetta a Gray.

Granfors aveva invece centrato il successo in gara 2 con griglia invertita, permettendo alla Fortec di festeggiare l'en-plein: e anche in questo caso non è mancato l'episodio "trhiller", un contatto proprio con la Pulling che si è ritrovata fuori dalla zona punti, dopo essere salita sul podio in gara 1.

Fra i principali pretendenti al trono, il leader Rees non è andato oltre un quinto posto in gara 3, mentre Hedley ha battezzato il suo cambio di scuderia chiudendo terzo in gara 2. Di fatto ha ereditato la vettura lasciata da Roman Bilinski, che ha deciso di concentrarsi sull'impegno in GB3 in cui ha subito ottenuto risultati migliori.

Sabato 28 agosto 2021, gara 1

1 - Oliver Gray - Fortec - 14 giri 20'07"764
2 - Matias Zagazeta - Argenti - 0"410
3 - Abbi Pulling - JHR - 1"358
4 - McKenzy Cresswell - JHR - 2"867
5 - Aiden Neate - Argenti - 3"000
6 - Dougie Bolger - Carlin - 5"624
7 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 6"266
8 - Joel Granfors - Fortec - 6"697
9 - Kai Askey - Carlin - 7"844
10 - Matthew Rees - JHR - 9"912
11 - David Morales - Arden - 11"103
12 - Zak Taylor - Arden - 13"840
13 - Marcos Flack - Argenti - 14"094

Giro più veloce: Aiden Neate 1'14"006

Ritirati
11° giro - Eduardo Coseteng
1° giro - Joseph Loake
1° giro - James Hedley

Domenica 29 agosto 2021, gara 2

1 - Joel Granfors - Fortec - 16 giri 20'10"461
2 - David Morales - Arden - 0"953
3 - James Hedley - Carlin - 1"651
4 - Eduardo Coseteng - Argenti - 4"918
5 - Oliver Gray - Fortec - 5"347
6 - Aiden Neate - Argenti - 5"749
7 - Matthew Rees - JHR - 6"564
8 - Zak Taylor - Arden - 6"970
9 - Joseph Loake - JHR - 7"260
10 - Dougie Bolger - Carlin - 7"264
11 - Abbi Pulling - JHR - 21"615
12 - Matias Zagazeta - Argenti - 1 giro
13 - Kai Askey - Carlin - 2 giri

Giro più veloce: Joel Granfors 1'13"915

Ritirati
13° giro - McKenzy Cresswell
10° giro - Tasanapol Inthraphuvasak
2° giro - Marcos Flack

Domenica 29 agosto 2021, gara 3

1 - Oliver Gray - Fortec - 15 giri 21'08"435
2 - Matias Zagazeta - Argenti - 0"962
3 - Joel Granfors - Fortec - 1"164
4 - Aiden Neate - Argenti - 1"313
5 - Matthew Rees - JHR - 1"441
6 - Joseph Loake - JHR - 2"417
7 - Dougie Bolger - Carlin - 5"001
8 - James Hedley - Carlin - 6"160
9 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 6"870
10 - Abbi Pulling - JHR - 7"059
11 - Marcos Flack - Argenti - 7"460
12 - Kai Askey - Carlin - 8"447
13 - David Morales - Arden - 9"107

Giro più veloce: Joel Granfors 1'13"751

Ritirati
15° giro - Eduardo Coseteng
8° giro - Zak Taylor

Non partito
McKenzy Cresswell

Il campionato
1.Rees 187 punti; 2.Zagazeta 183; 3.Hedley 179; 4.Granfors 155; 5.Cresswell 143; 6.Gray 139; 7.Loake 111; 8.Pulling 100; 9.Taylor 70; 10.Askey 68

16 Ago [11:30]

British F4 a Knockhill
Doppio Zagazeta, Rees leader

Jacopo Rubino

La British F4 è stata di scena a Knockhill per il quinto round stagionale, nel segno di Matias Zagazeta: il peruviano ha centrato un doppio successo sul frenetico circuito in Scozia, lanciandosi al terzo posto in graduatoria e quindi fra i pretendenti al titolo. La leadership, invece, è passata nelle mani di Matthew Rees, due volte terzo, che ha approfittato di un fine settimana da dimenticare per James Hedley.

Zagazeta si è aggiudicato gara 1 e gara 3 partendo dalla pole-position, e tenendo a bada in entrambe le occasioni lo svedese Joel Granfors, con Rees alle loro spalle. La prima manche è terminata però sotto bandiera rossa, dopo il crash contro le barriere di Aiden Neate e Zak Taylor andato a insabbiarsi.

L'ormai ex capoclassifica Hedley si è trovato a scattare ultimo, dopo una qualifica disastrosa, e in gara 1 ha preso l'unico punto del suo weekend, chiudendo decimo. In gara 2 l'alfiere della Fortec è stato poi fermato da un problema tecnico, e in gara 3, di nuovo costretto a rimontare, non è riuscito neanche a entrare in top 10. Rees ha potuto compiere così il sorpasso nelle generale portandosi a 167 lunghezze, contro le 162 di Hedley, nonostante un contatto in gara 2 proprio con Granfors e con Eduardo Coseteng.

La seconda manche, quella con griglia invertita, come a Oulton Park ha visto imporsi McKenzy Cresswell: confermandosi molto abile nelle fasi di apertura, il portacolori della Fortec si è preso la vetta grazie agli attacchi su Marcos Flack e David Morales, per poi essere affiancato sul podio da Taylor e da Kai Askey.

Sabato 14 agosto 2021, gara 1

1 - Matias Zagazeta - Argenti - 15 giri 15'51"341
2 - Joel Granfors - Fortec - 0"925
3 - Matthew Rees - JHR - 1"329
4 - Eduardo Coseteng - Argenti - 2"342
5 - Joseph Loake - JHR - 3"643
6 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 5"147
7 - Kai Askey - Carlin - 5"983
8 - McKenzy Cresswell - JHR - 6"525
9 - Oliver Gray - Fortec - 7"126
10 - James Hedley - Fortec - 7"381
11 - Dougie Bolger - Carlin - 7"563
12 - David Morales - Arden - 8"165
13 - Abbi Pulling - JHR - 10"266

Giro più veloce: Matias Zagazeta 49"619

Ritirati
15° giro - Zak Taylor
14° giro - Aiden Neate
4° giro - Marcos Flack

Sabato 14 agosto 2021, gara 2

1 - McKenzy Cresswell - JHR - 24 giri 20'11"468
2 - Zak Taylor - Arden - 2"581
3 - Kai Askey - Carlin - 5"480
4 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 6"859
5 - David Morales - Arden - 8"556
6 - Joseph Loake - JHR - 11"452
7 - Oliver Gray - Fortec - 11"927
8 - Abbi Pulling - JHR - 17"810
9 - Matias Zagazeta - Argenti - 18"484
10 - Dougie Bolger - Carlin - 20"655
11 - Marcos Flack - Argenti - 23"430
12 - Aiden Neate - Argenti - 23"580
13 - Eduardo Coseteng - Argenti - 45"397
14 - Matthew Rees - JHR - 1 giro

Giro più veloce: Kai Askey 49"630

Ritirati
12° giro - Joel Granfors

Non partito
James Hedley

Domenica 15 agosto 2021, gara 3

1 - Matias Zagazeta - Argenti - 25 giri 20'50"003
2 - Joel Granfors - Fortec - 0"526
3 - Matthew Rees - JHR - 4"527
4 - Abbi Pulling - JHR - 9"516
5 - Dougie Bolger - Carlin - 10"705
6 - Aiden Neate - Argenti - 11"090
7 - Eduardo Coseteng - Argenti - 12"741
8 - Kai Askey - Carlin - 13"231
9 - Mckenzy Cresswell - JHR - 18"447
10 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 18"699
11 - James Hedley - Fortec - 21"261
12 - Marcos Flack - Argenti - 22"753
13 - David Morales - Arden - 28"620
14 - Zak Taylor - Arden - 29"808

Giro più veloce: Joel Granfors 49"583

Ritirati
24° giro - Oliver Gray
20° giro - Joseph Loake

Il campionato
1.Rees 167 punti; 2.Hedley 162; 3.Zagazeta 144; 4.Cresswell 131; 5.Granfors 108; 6.Loake 103; 7.Pulling 84; 8.Gray 72; 9.Taylor 69; 10.Carlin 64

14 Ago [14:34]

Tatuus e Autotecnica forniranno
telai e motori al British F4 2022-2024

Massimo Costa

La scuola italiana del motorsport si è distinta una volta di più. E a onorare il lavoro dei costruttori tricolori, questa volta è stata la Gran Bretagna, terra che ospita la maggior parte dei team F1 e che un tempo dominava la scena con i telaisti Chevron, Lola, March, Ralt, Reynard. E' di oggi la notizia che Tatuus, per quanto riguarda le monoposto, e Autotecnica per ciò che concerne i motori, saranno i partner ufficiali del British F4 dal 2022 al 2024. Un successo enorme per l'azienda di Delfino e De Bellis che già era presente in Gran Bretagna con i propri telai nel British F3 (motori Cosworth), campionato che da pochi giorni ha cambiato il proprio nome in GB3.

Ma non è finita qui, perché Delfino-De Bellis monopolizzano con Tatuus e Autotecnica i campionati di F4 in Italia, Germania, Spagna, Emirati Arabi Uniti, oltre ad avere le proprie vetture impegnate nella Formula Regional European by Alpine (motori Renault), nella Toyota Series neozelandese (motori del costruttore giapponese) mentre nella W Series e nella F3 Asia sono presenti con il pacchetto completo monoposto-motore. Senza dimenticare che la Tatuus fornisce le proprie vetture per i campionati americani Indy Pro e USF2000, entrambe le serie utilizzano propulsori Mazda.

Motorsport UK, organizzatori della F4 nazionale, ha quindi deciso di mandare in pensione le monoposto Mygale e i motori Ford per sposare la nuova generazione delle monoposto Tatuus certificate FIA e i relativi propulsori Autotecnica. Hugh Chambers, CEO di Motorsport UK, ha commentato: “Siamo lieti di dare il benvenuto a Tatuus e Abarth nel Campionato Britannico di F4 e non vediamo l'ora di ricevere il loro supporto. Tatuus è un leader mondiale nella progettazione e produzione di auto da corsa monoposto, in cui la stragrande maggioranza di tutti i piloti professionisti e di Formula 1 ha progredito nella propria carriera. Sono ben equipaggiati con le ultime tecnologie necessarie per fornire un telaio di prima classe e un gruppo propulsore ben allineato con la nostra visione per la serie".

"Il pacchetto Tatuus-Abarth è la combinazione telaio-motore più comunemente utilizzata negli altri 10 campionati di F4 in tutto il mondo, offrendo potenzialmente a un bacino più ampio di piloti l'opportunità di mettersi alla prova contro i migliori talenti che gareggiano nel Regno Unito. Questi accordi di fornitura concludono la storia del campionato con motori Ford e Motorsport UK desidera sottolineare il nostro apprezzamento per l'immenso contributo svolto da Ford Performance alla crescita del campionato nelle sette stagioni dalla sua nascita, un importante eredità che rispettiamo e su cui cercheremo di costruire”.

Giovanni Delfino, CEO di Autotecnica Motori, ha commentato: "Entrare nel British F4 rappresenta per noi una sorta di 'milestone'. E' un privilegio e motivo di orgoglio che Motorsport UK abbia scelto Tatuus per la seconda generazione delle monoposto F4, come già fatto dal campionato degli Emirati e dal campionato spagnolo, e i nostri motori Abarth curati da Autotecnica".

2 Ago [10:08]

British F4 a Oulton Park
Un successo per il leader Hedley

Jacopo Rubino

James Hedley resta sempre al comando della British F4 dopo l'appuntamento di Oulton Park, il quarto in calendario: il pilota della Fortec si è aggiudicato gara 1 proprio davanti al principale inseguitore Matthew Rees, molto minaccioso nel finale, mentre ha fallito il bis in gara 3. Partito dalla pole-position, Hedley è stato infatti superato subito da Joseph Loake, andato a vincere, poi ha chiuso solo sesto dopo un errore nelle battute conclusive, che ha permesso a Rees di mettersi davanti.

Adesso l'alfiere del team JHR si trova a -24 in classifica generale, a quota 137, seguito dai compagni Mckenzy Cresswell (107) e Loake (86), che si sono spartiti le altre due vittorie del weekend. Creswell ha trionfato in gara 2 con griglia invertita, dopo uno splendido avvio dalla quinta casella, per poi riuscire a prendere il largo e rifarsi dalle deludenti qualifiche, disputate in condizioni variabili. Loake è stato impeccabile nella manche conclusiva, condotta tutta in vetta precedendo Matias Zagazeta, che grazie alla piazza d'onore ha potuto riscattarsi dal doppio ritiro fra gara 1 e gara 2 per noie tecniche.

Loake aveva già raggiunto il podio in gara 1, mentre in gara 2 a completare la top 3 sono stati il thailandese Tasanapol Inthraphuvasak e Thomas Ikin, portacolori di Carlin e Arden. In gara 3 è maturato il primo podio nella categoria per Roman Bilinski, ora impegnato in parallelo anche nella British F3.

Sabato 31 luglio 2021, gara 1

1 - James Hedley - Fortec - 15 giri 21'18"646
2 - Matthew Rees - JHR - 0"240
3 - Joseph Loake - JHR - 0"912
4 - Roman Bilinski - Carlin - 3"606
5 - Ollie Gray - Fortec - 3"890
6 - Dougie Bolger - Carlin - 5"765
7 - Aiden Neate - Argenti - 5"948
8 - Marcos Flack - Argenti - 7"797
9 - Eduardo Coseteng - Argenti - 9"293
10 - Kai Askey - Carlin - 10"150
11 - Joel Granfors - Fortec - 10"830
12 - Zak Taylor - Arden - 14"257
13 - McKenzy Cresswell - JHR - 14"677
14 - Thomas Ikin - Arden - 16"046
15 - Georgi Dimitrov - Richardson - 17"687
16 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 19"019
17 - David Morales - Arden - 28"334

Giro più veloce: James Hedley 1'23"790

Ritirati
13° giro - Abbi Pulling
2° giro - Matias Zagazeta

Sabato 31 luglio 2021, gara 2

1 - McKenzy Cresswell - JHR - 15 giri 21'19"328
2 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 4"959
3 - Thomas Ikin - Arden - 8"424
4 - Abbi Pulling - JHR - 9"644
5 - Joel Granfors - Fortec - 10"119
6 - Oliver Gray - Fortec - 13"959
7 - Zak Taylor - Arden - 16"337
8 - Matthew Rees - JHR - 19"519
9 - Eduardo Coseteng - Argenti - 23"396
10 - Dougie Bolger - Carlin - 23"673
11 - James Hedley - Fortec - 28"023
12 - Joseph Loake - JHR - 28"620
13 - Georgi Dimitrov - Richardson - 29"059
14 - Aiden Neate - Argenti - 29"556
15 - Roman Bilinski - Carlin - 35"746
16 - Kai Askey - Carlin - 43"746
17 - David Morales - Arden - 1'15"251

Giro più veloce: Oliver Gray 1'24"137

Ritirati
2° giro - Matias Zagazeta

Squalificato
Marcos Flack

Domenica 1° agosto 2021, gara 3

1 - Joseph Loake - JHR - 15 giri 21'17"587
2 - Matias Zagazeta - Argenti - 2"027
3 - Roman Bilinski - Carlin - 6"707
4 - Dougie Bolger - Carlin - 8"543
5 - Matthew Rees - JHR - 9"396
6 - James Hedley - Fortec - 9"752
7 - Eduardo Coseteng - Argenti - 11"110
8 - Kai Askey - Carlin - 11"309
9 - Aiden Neate - Argenti - 11"403
10 - Joel Granfors - Fortec - 15"176
11 - Zak Taylor - Arden - 18"034
12 - Thomas Ikin - Arden - 22"033
13 - Tasanapol Inthraphuvasak - Carlin - 24"241
14 - McKenzy Cresswell - JHR - 24"945
15 - David Morales - Arden - 29"119
16 - Abbi Pulling - JHR - 30"429
17 - Marcos Flack - Argenti - 1'06"924

Giro più veloce: Aiden Neate 1'24"350

Ritirati
14° giro - Oliver Gray
14° giro - Georgi Dimitrov

Il campionato
1.Hedley 161 punti; 2.Rees 137; 3.Cresswell 107; 4.Loake 86; 5.Zagazeta 86; 6.Granfors 71; 7.Pulling 68; 8.Gray 68; 9.Taylor 54; 10.Bilinski 50

PrevPage 1 of 10Next

News

F4 Nel mondo
v

FirstPrevPage 1 of 2NextLast
FirstPrevPage 1 of 2NextLast

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone