formula 1

Szafnauer e il caso Piastri-Alonso
"Fernando non ci ha detto nulla,
Piastri non è una persona leale"

E' una bella e lunga intervista quella che il team principal Otman Szafnauer ha rilasciato a Javier Rubio, giornalista de...

Leggi »
GT Internazionale

GT Masters - Nürburgring
Marciello e Mercedes sugli scudi

Michele Montesano Inarrestabile Raffaele Marciello che, dopo aver vinto la 24 Ore di Spa la settimana scorsa, ha dominato l...

Leggi »
indycar

Nashville - Gara
Dal caos emerge Dixon

1 - Scott Dixon (Dallara/Honda) - Ganassi - 80 giri2 - Scott McLaughlin (Dallara/Chevy) - Penske - 0"10673 - A...

Leggi »
Rally

Rally Finlandia – Finale
Tanak vince contenendo Rovanpera

Michele Montesano Ott Tanak, vincendo il Rally di Finlandia, ha spezzato ancora una volta il dominio di Kalle Rovanpera nell...

Leggi »
Rally

Rally Finlandia – 3° giorno finale
Tanak 1°, ma Rovanpera è in agguato

Michele Montesano Il finale del Rally di Finlandia, ottavo round del WRC, si preannuncia una volata a due. Con ancora 4 Prov...

Leggi »
formula 1

Piastri diventa l'incubo di Ricciardo
L'incredibile pasticcio dell'Alpine

Non ha mai disputato un Gran Premio, non ha mai avuto l'occasione di partecipare un turno libero del venerdì, al volante ...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
8 Ago [8:10]

Nashville - Gara
Dal caos emerge Dixon

Marco Cortesi

La tappa di Nashville dell'IndyCar 2022 è riuscita ad essere perfino più convulsa dell'edizione precedente, con continui contatti e quasi metà dei giri passata in safety-car. Anche in questo caso la corsa, che ha preso il via quasi due ore in ritardo per via dei fulmini, ha proposto un vincitore a sorpresa. Scott Dixon, nonostante i danni riportati in un precedente contatto, è balzato in testa grazie ad una provvidenziale caution poco dopo una sosta, e non ha mollato la vetta, precedendo il poleman Scott McLaughlin in una doppietta neozelandese. McLaughlin ha dovuto sopravanzare Christian Lundgaard nel penultimo re-start, e nel finale ha provato ad attaccare Dixon in volata, arrivando a un decimo dal successo. Terzo, dopo aver comandato ampi tratti di gara, Alex Palou, che ha corso a lungo con un baffo dell'ala anteriore danneggiato.

Quarto e quinto posto per Alexander Rossi e Colton Herta, anche loro come quasi tutti i rivali coinvolti in toccate: particolarmente rilevante la top-5 del secondo che era finito inizialmente sotto di un giro, ma ha recuperato a suon di caution. Entrambi nel finale erano stati passati da Josef Newgarden, ma il pilota di casa del Team Penske ha osato troppo, infilando anche Romain Grosjean nella stessa curva e appoggiandosi al francese, mandandolo nel muro. Newgarden ha concluso sesto, davanti a Felix Rosenqvist e a Lundgaard, perfino troppo prudente nelle fasi finali.

Alla fine solo quattordici macchine hanno visto il traguardo, con diversi dei contendenti per il titolo fuori dalla top-10. Will Power si è piazzato undicesimo e ha mantenuto per sei punti su Dixon la leadership del campionato. L'australiano è stato colpito nelle prime fasi da Pato O'Ward, a sua volta tamponato da Graham Rahal. Il messicano si è fermato subito con un problema al cambio, Power, pur con una vettura danneggiata, ha continuato. Anche Marcus Ericsson è stato toccato, nella circostanza da Herta, e ha concluso quattordicesimo. Si trova ora a -14 dalla leadership. La sua vettura è stata l'ultima a tagliare il traguardo, con quasi metà dello schieramento ritirato.

Tra i rookie solo Lundgaard ha visto il traguardo. Callum Ilott si è toccato con Rossi, mentre Kyle Kirkwood e David Malukas sono venuti a contatto a 17 giri dal termine. Devlin DeFrancesco è finito a muro con Takuma Sato, scatenando le ire del giapponese.

Domenica 7 agosto 2022, gara

1 - Scott Dixon (Dallara/Honda) - Ganassi - 80 giri
2 - Scott McLaughlin (Dallara/Chevy) - Penske - 0"1067
3 - Alex Palou (Dallara/Honda) - Ganassi - 0"61
4 - Alexander Rossi (Dallara/Honda) - Andretti - 0"9412
5 - Colton Herta (Dallara/Honda) - Andretti - 1"3942
6 - Josef Newgarden (Dallara/Chevy) - Penske - 2"1828
7 - Felix Rosenqvist (Dallara/Chevy) - McLaren - 2"8426
8 - Christian Lundgaard (Dallara/Honda) - RLL - 3"2724
9 - Jack Harvey (Dallara/Honda) - RLL - 4"156
10 - Simon Pagenaud (Dallara/Honda) - Meyer Shank - 4"4
11 - Will Power (Dallara/Chevy) - Penske - 6"7843
12 - Rinus VeeKay (Dallara/Chevy) - Carpenter - 1 giro
13 - Helio Castroneves (Dallara/Honda) - Meyer Shank - 1 giro
14 - Marcus Ericsson (Dallara/Honda) - Ganassi - 4 giri
15 - Callum Ilott (Dallara/Chevy) - Juncos Hollinger - 4 giri
16 - Romain Grosjean (Dallara/Honda) - Andretti - 5 giri
17 - Conor Daly (Dallara/Chevy) - Carpenter - 6 giri
18 - Jimmie Johnson (Dallara/Honda) - Ganassi - 8 giri
19 - David Malukas (Dallara/Honda) - Coyne - 17 giri
20 - Kyle Kirkwood (Dallara/Chevy) - Foyt - 17 giri
21 - Takuma Sato (Dallara/Honda) - Coyne - 48 giri
22 - Devlin DeFrancesco (Dallara/Honda) - Andretti - 48 giri
23 - Graham Rahal (Dallara/Honda) - RLL - 52 giri
24 - Pato O’Ward (Dallara/Chevy) - McLaren - 55 giri
25 - Dalton Kellett (Dallara/Chevy) - Foyt - 55 giri
26 - Simona De Silvestro (Dallara/Chevy) - Carpenter - 55 giri

In campionato
1. Power 450; 2. Dixon 444; 3. Ericsson 438; 4. Newgarden 428; 5. Palou 417.





7 Ago [1:58]

Nashville, qualifica
McLaughlin batte Grosjean

Massimo Costa

Scott McLaughlin è certamente una rarità nel panorama delle corse automobilistiche. Cresciuto a pane e V8 Supercars tra Nuova Zelanda, il suo Paese, e l'Australia (dove ha vinto i titoli 2018-2019-2020), nel 2020 ha deciso di provare l'emozione della guida di una monoposto buttandosi come niente fosse nella Indycar, partecipando ad una gara a Saint Petersburg con il top team Penske. Non era una toccata e fuga, ma una prova per il futuro. Dallo scorso anno infatti, McLaughlin è presenza fissa con Penske nella massima serie americana.

Dopo il 14esimo posto finale del 2021 (miglior risultato, secondo sull'ovale di Fort Worth), questa stagione ha fatto un notevole salto di qualità. E' settimo in campionato, ha vinto a Saint Petersburg partendo dalla pole e a Mid-Ohio scattando dalla prima fila col secondo crono, ed è arrivato secondo e terzo negli ovali di Fort Worth e Iowa. Insomma, McLaughlin va forte ovunque: ovali, circuiti stradali e tracciati cittadini.

A Nashville, dopo aver ottenuto il primo tempo nel secondo turno libero, il 29enne neozelandese si è preso il lusso di conquistare la seconda pole in carriera. Nella Top Six, se l'è giocata con l'ex F1 Romain Grosjean, battuto per poco più di un decimo. McLaughlin ha chiuso la qualifica in 1'14"555, lo svizzero del team Andretti si è fermato a 1'14"697. Per lui è il miglior risultato del 2022 considerando che prima di Nashville vantava un quinto posto a Saint Petersburg.

Notevole la prestazione di Christian Lundgaard, terzo per il team Rahal Letterman. Il danese, lo scorso anno in F2, non si era mai spinto così in alto in qualifica. A Indianapolis, stradale, la scorsa settimana aveva centrato la top six risultando poi sesto e disputando una grande corsa conclusa in seconda posizione. Con lui in seconda fila partirà il campione in carica Alex Palou, al centro del caso Ganassi-McLaren. Lo spagnolo non è parso intimorito dalle varie polemiche degli ultimi giorni.

Terza fila per Pato O'Ward del team McLaren e per Josef Newgarden, con la seconda Dallara di Penske che ha azzardato le gomme dure, ma senza successo. Per lui, terzo in campionato, la possibilità di agguantare in classifica generale il leader e compagno di squadra Will Power, ottavo dopo una penalità per aver causato una bandiera gialla, e Marcus Ericsson, secondo in campionato e appena 18esimo con la monoposto di Ganassi, team che ha piazzato Scott Dixon 14esimo.

Dopo buone prove libere, Felix Rosenqvist della McLaren è sprofondato 15esimo. Ancora peggio Alexander Rossi, 17esimo per il team Andretti, entrambi rimasti impantanati nella Q1 del Gruppo 1 disputato con asfalto umido. Notevole (ma non è una novità) la prova del rookie David Malukas, settimo e primo degli esclusi dal Q3 con la Dallara del team Coyne.

Sabato 7 agosto 2022, qualifica

1 - Scott McLaughlin (Dallara-Chevrolet) - Penske - 1'14"555 - Q3
2 - Romain Grosjean (Dallara-Honda) - Andretti - 1'14"697 - Q3
3 - Christian Lundgaard (Dallara-Honda) - RLL - 1'14"714 - Q3
4 - Alex Palou (Dallara-Honda) - Ganassi - 1'14"908 - Q3
5 - Pato O'Ward (Dallara-Chevrolet) - McLaren - 1'14"926 - Q3
6 - Josef Newgarden (Dallara-Chevrolet) - Penske - 1'15"146 - Q3

7 - David Malukas (Dallara-Honda) - Coyne - 1'14"961 - Q2
8 - Will Power (Dallara-Chevrolet) - Penske - 1'14"981 - Q2
9 - Graham Rahal (Dallara-Honda) - RLL - 1'15"311 - Q2
10 - Rinus Veekay (Dallara-Chevroelt) - ECC - 1'15"389 - Q2
11 - Jack Harvey (Dallara-Honda) - RLL - 1'15"975 - Q2
12 - Dalton Kellett (Dallara-Chevrolet) - Foyt - 1'16"560 - Q2

13 - Simon Pagenaud (Dallara-Honda) - Meyer Shank - 1'19"403 - Q1 Gr 1
14 - Scott Dixon (Dallara-Honda) - Ganassi - 1'15"317 - Q1 Gr 2
15 - Felix Rosenqvist (Dallara-Chevrolet) - McLaren - 1'21"178 - Q1 Gr 1
16 - Kyle Kirkwood (Dallara-Chevrolet) - Foyt - 1'15"438 - Q1 Gr 2
17 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) - Andretti - 1'21"457 - Q1 Gr 1
18 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) - Ganassi - 1'15"450 - Q1 Gr 2
19 - Callum Ilott (Dallara-Chevrolet) - Juncos - 1'57"698 - Q1 Gr 1
20 - Takuma Sato (Dallara-Honda) - Coyne - 1'15"593 - Q1 Gr 2
21 - Simona De Silvestro (Dallara-Chevrolet) - no time - Q1 Gr 1
22 - Conor Daly (Dallara-Chevrolet) - ECC - 1'16"395 - Q1 Gr 2
23 - Colton Herta (Dallara-Honda) - Andretti - no time - Q1 Gr 1
24 - Helio Castroneves (Dallara-Honda) - Meyer Shank - 1'16"589 - Q1 Gr 2
25 - Devlin DeFrancesco (Dallara-Honda) - Andretti - no time - Q1 Gr 1
26 - Jimmie Johnson (Dallara-Honda) - Ganassi - 1'17"588 - Q1 Gr 2 

30 Lug [22:17]

Indy Road, gara
Rossi finalmente torna al vertice

Marco Cortesi

Alexander Rossi è tornato alla vittoria in IndyCar dopo oltre tre anni oggi sul tracciato stradale di Indy, mettendo fine ad una striscia negativa che durava da 49 gare. Il pilota del team Andretti ha approfittato di un problema occorso al compagno di colori Colton Herta al giro 41 per prendere la leadership, e non si è più dovuto guardare da nessun avversario. Nelle prime fasi, Herta era riuscito a guadagnare terreno su Rossi, ed entrambi avevano passato il poleman Felix Rosenqvist installandosi ai primi due posti. Herta era sopravvissuto anche ad un contatto iniziale a tre che aveva fatto perdere terreno a Will Power e Pato O'Ward, riportando un danno di carrozzeria non influente sulla performance. Invece, un duro passaggio su un cordolo è stato molto più impattante, e ha fatto impazzire a il cambio.

Alle spalle di Rossi si è così installato con una performance magnifica Christian Lundgaard. Sulla pista del suo debutto in IndyCar, il danese ha guadagnato il suo miglior risultato nella categoria dopo essere partito dalla sesta posizione. Lundgaard ha eseguito bene tutti i compiti della gara, e si è messo in luce come nessun altro alfiere di Rahal-Letterman-Lanigan ha fatto quest'anno.

Ma anche il terzo posto di Power ha dell'incredibile. Dopo la situazione iniziale con Herta che l'aveva costretto a perdere posizioni, l'australiano ha massimizzato tutto ciò che poteva. Ha adattato la sua strategia, facendo un pit anticipato durante la prima caution, e poi in occasione del ritiro di Herta si è portato nelle prime posizioni essendosi fermato prima degli altri. Nel finale, ha dovuto risparmiare benzina, ma è comunque riuscito a precedere il compagno Scott McLaughlin. Non solo, complice l'undicesimo posto di Marcus Ericsson dopo una difficile qualifica, Power ha anche guadagnato la leadership del campionato per nove lunghezze.

Dietro di lui Scott McLaughlin, unico pilota ad essere partito con le gomme option, ben sfruttate dopo un problema in qualifica. Il neozelandese ha guadagnato ai box una posizione su Josef Newgarden, alla fine quinto davanti a Rinus VeeKay, Graham Rahal e Scott Dixon. Nono Rosenqvist, che dopo aver perso qualche posizione all'inizio è incappato in un primo pit-stop non felice. Complicata anche la vita di Alex Palou, che non ha trovato vita facile con le gomme come altri, a partire da Romain Grosjean, solo sedicesimo.

Sabato 30 luglio 2022, gara

1 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) - Andretti - 85 giri
2 - Christian Lundgaard (Dallara-Honda) - RLL - 3"5441
3 - Will Power (Dallara-Chevy) - Penske - 14"8481
4 - Scott McLaughlin (Dallara-Chevy) - Penske - 15"9694
5 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) - Penske - 18"4253
6 - Rinus VeeKay (Dallara-Chevy) - ECR - 22"9626
7 - Graham Rahal (Dallara-Honda) - RLL - 23"3542
8 - Scott Dixon (Dallara-Honda) - Ganassi - 23"613
9 - Felix Rosenqvist (Dallara-Chevy) - McLaren - 24"4659
10 - Alex Palou (Dallara-Honda) - Ganassi - 27"6401
11 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) - Ganassi - 35"0774
12 - Pato O’Ward (Dallara-Chevy) - McLaren - 43"0641
13 - David Malukas (Dallara-Honda) - Coyne - 50"1868
14 - Callum Ilott (Dallara-Chevy) - Juncos Hollinger - 51"9201
15 - Takuma Sato (Dallara-Honda) - Coyne - 57"1069
16 - Romain Grosjean (Dallara-Honda) - Andretti - 59"0527
17 - Conor Daly (Dallara-Chevy) - ECR - 60"1316
18 - Devlin DeFrancesco (Dallara-Honda) - Andretti - 61"788
19 - Helio Castroneves (Dallara-Honda) - Meyer Shank - 63"4684
20 - Jack Harvey (Dallara-Honda) - RLL - 64"5997
21 - Dalton Kellett (Dallara-Chevy) - Foyt - 1 giro
22 - Jimmie Johnson (Dallara-Honda) - Ganassi - 1 giro
23 - Kyle Kirkwood (Dallara-Chevy) - Foyt - 1 giro

Ritirati
43° giro - Colton Herta
35° giro - Simon Pagenaud

In campionato
1. Power 431; 2. Ericsson 422; 3. Newgarden 399; 4. Dixon 393; 5. O'Ward 385.


29 Lug [23:14]

Indy Road, qualifica
Gran pole di Rosenqvist

Marco Cortesi

Gran pole position di Felix Rosenqvist al Grand Prix estivo sul tracciato di Indianapolis. Lo svedese della McLaren è riuscito a risparmiare le gomme limitando i giri nel Q1 per piazzare un tempo degno di nota al Q3, staccando con un margine di oltre due decimi Alexander Rossi, piuttosto consistente per gli standard della serie. L'americano del team Andretti ha battuto la concorrenza di Pato O'Ward per la seconda piazza.

Quarto posto per Will Power seguito dal compagno di colori in Penske Josef Newgarden. Il pilota di Nashville è stato ammesso prima alle libere e poi al resto del weekend dopo avere brillantemente superato i test per i traumi cranici in seguito allo svenimento di domenica scorsa in Iowa.

Ottima prova per Christian Lundgaard, che si è assicurato una buona prova per il team Rahal Letterman Lanigan. Fuori al Q2 Alex Palou, settimo nel secondo turno, davanti a Rinus VeeKay e Colton Herta. Giornata disastrosa per il team Ganassi. Scott Dixon ha concluso decimo nel secondo gruppo, e partirà dalla decima fila, mentre Marcus Ericsson si è fermato per un problema tecnico e prenderà il via dal fondo.

Indietro anche Romain Grosjean, in difficoltà con il set-up e autore di un "lungo". KO nel primo gruppo Scott McLaughlin e Callum Ilott.

Venerdì 29 luglio, qualifica

1 - Felix Rosenqvist (Dallara-Chevy) - McLaren - 1'10"2265 - Q3
2 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) - Andretti - 1'10"5030 - Q3
3 - Pato O'Ward (Dallara-Chevy) - McLaren 1'10"6092 - Q3
4 - Will Power (Dallara-Chevy) - Penske - 1'10"6224 - Q3
5 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) - Penske - 1'10"6968 - Q3
6 - Christian Lundgaard (Dallara-Honda) - RLL - 1'10"7280 - Q3

7 - Alex Palou (Dallara-Honda) - Ganassi - 1'10"207 - Q2
8 - Rinus VeeKay (Dallara-Chevy) - ECR - 1'10"310 - Q2
9 - Colton Herta (Dallara-Honda) - Andretti - 1'10"353 - Q2
10 - Conor Daly (Dallara-Chevy) - ECR - 1'10"514 - Q2
11 - David Malukas (Dallara-Honda) - Coyne - 1'10"564 - Q2
12 - Simon Pagenaud (Dallara-Honda) - MSR - 1'10"762 - Q2
13 - Jack Harvey (Dallara-Honda) - RLL - 1'10"8564 - Q2

14 - Devlin DeFrancesco (Dallara-Honda) - Andretti - 1'10"7073 - Q1 Gr 1
15 - Scott McLaughlin (Dallara-Chevy) - Penske - 1'10"9067 - Q1 Gr 2
16 - Helio Castroneves (Dallara-Honda) - MSR - 1'10"7560 - Q1 Gr 1
17 - Graham Rahal (Dallara-Honda) - RLL - 1'10"9093 - Q1 Gr 2
18 - Takuma Sato (Dallara-Honda) - Coyne - 1'10"8276 - Q1 Gr 1
19 - Callum Ilott (Dallara-Chevy) - Juncos Hollinger - 1'11"1195 - Q1 Gr 2
20 - Scott Dixon (Dallara-Honda) - Ganassi - 1'10"8938 - Q1 Gr 1
21 - Kyle Kirkwood (Dallara-Chevy) - Foyt - 1'11"2156 - Q1 Gr 2
22 - Romain Grosjean (Dallara-Honda) - Andretti - 1'11"0244 - Q1 Gr 1
23 - Jimmie Johnson (Dallara-Honda) - Ganassi - 1'11"7710 - Q1 Gr 2
24 - Dalton Kellett (Dallara-Chevy) - Foyt - 1'12"0060 - Q1 Gr 1
25 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) - Ganassi - st

PrevPage 1 of 10Next

News

indycar
v

FirstPrevPage 1 of 4NextLast
FirstPrevPage 1 of 4NextLast

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone